Bolzano spadroneggia al Palavis, Pressano al tappeto

Si arrende al cospetto dei Campioni d’Italia la Pallamano Pressano CR Lavis che cede con un tonfo sonoro nel big match infrasettimanale di Serie A1. Contro Bolzano, nel più classico dei match del Girone A, i gialloneri hanno retto per 10 minuti: troppo poco per far fronte al team più forte sul territorio nazionale che ha aumentato gradualmente il divario nel corso del match, dilagando nel finale fin sul 18-29 del sessantesimo che suona pesante – forse troppo – per la truppa di Dumnic. Uno stop netto nel quale Pressano ci ha messo molto del suo: la prestazione sufficiente in fase difensiva per larghi tratti non ha potuto reggere i tanti errori in attacco. Palloni persi e tiri sbagliati, fra cui moltissimi dai sei metri, hanno fatto la differenza di fronte ad un Mate Volarevic in stato di grazia fra i pali bolzanini. La potenza dei tricolori freschi vincitori della Supercoppa si è vista tutta nel secondo tempo: panchina lunga e partita da incorniciare per Bolzano che ha annientato sotto ogni punto di vista la squadra di casa. A partire meglio sono stati proprio i locali che con un avvio di grinta e precisione fanno subito 4-1 con due reti di Senta, ispirato: è solo un fuoco di paglia perché con ordine e calma Bolzano recupera rete su rete grazie a Sonnerer e Gaeta, quest’ultimo grande trascinatore dei biancorossi. Il primo pari arriva sul 6-6 al quarto d’ora, poi Bolzano prende via via il largo sfruttando soprattutto gli errori gialloneri: poche le reti che arrivano ma Pressano segna davvero col contagocce e l’8-12 di fine primo tempo ne è la malinconica dimostrazione. Il secondo tempo si apre ancora all’insegna dell’equilibrio: Pressano resta fra le 4 e le 5 reti di svantaggio e Bolzano continua ad essere sorretto da Volarevic che para anche tre rigori. Troppe le occasioni sciupate dai gialloneri ed una squadra come quella di Fusina non perdona: rete su rete i biancorossi portano a 7 i gol di distacco grazie ad un gioco corale in attacco ed una difesa arcigna che costringe Pressano a trovare sporadiche soluzioni individuali. La strada per i biancorossi si spiana col passare dei tempo: la grinta di D’Antino non basta ai locali per contrastare l’impeto bolzanino che vale la goleada. Nella seconda parte della ripresa infatti Bolzano non si accontenta e continua a spingere: negli ultimi minuti una numerosa serie di contropiedi fa diventare lo score pesantissimo per i padroni di casa che si ritrovano sotto di 10 reti, perfezionate in 11 sul 18-29 della seconda sirena in un Palavis gremito come nelle rare occasioni ma ammutolito dallo strapotere biancorosso. Una pagina storta che Pressano non avrà molto tempo per archiviare: le sconfitte di Merano e Bressanone fanno restare i gialloneri attaccati al treno delle posizioni che contano ma sabato, fra due giorni, sarà proprio il campo di Merano ad ospitare Giongo e compagni, chiamati ad un riscatto più che mai difficile ma quasi obbligato.

h 19:00 | Pressano – Bozen 18-29 (p.t. 8-12)
Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Bolognani 1, Chistè, D’Antino 5, Di Maggio 2, Fadanelli, Giongo 2, Bertolez 1, Sampaolo, Alessandrini, Folgheraiter, Senta 4, Moser. All: Branko Dumnic
Loacker-Volksbank Bozen: Volarevic, Moretti 5, Sonnerer 4, Riccardi, Dapiran 3, Gufler 2, Kammerer, Stricker, Sporcic 2, Pescador, Mbaye, Gaeta 7, Innerebner 1, Turkovic 5. All: Alessandro Fusina
Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Infrasettimanale da brividi: al Palavis è Pressano-Bolzano

Turno infrasettimanale da cerchiare in rosso per la Serie A1 maschile che dopo numerose stagioni senza appuntamenti lontani dal sabato torna a scendere in campo di mercoledì, sfruttando la festività di Ognissanti. Sul piatto c’è la partita più attesa in assoluto al Palavis, Pressano-Bolzano. Archiviata la vittoriosa parentesi del derby, per i gialloneri all’orizzonte c’è l’incontro ormai tradizionale con i biancorossi altoatesini. Al Palavis, al cospetto dei gialloneri di Dumnic, arrivano infatti i Campioni d’Italia in carica di mister Fusina, freschi vincitori della Supercoppa italiana dieci giorni fa. Una vera e propria corazzata, determinata a non lasciar scampo a nessuno nel discorso primo posto del girone e non solo. Squadra completa, solida, la cui composizione è ormai arcinota a tutto il panorama nazionale, Bolzano fa di un Moretti in stato di grazia il proprio asso nella manica ed a Pressano occorrerà concentrare tutto il meglio in sessanta minuti per tentare nuovamente il colpaccio che la scorsa stagione arrivò in due occasioni. Il classico del Nord infatti promette sempre spettacolo: equilibrio e carte mescolate sono all’ordine del giorno quando le due squadre in questione si affrontano. Una partita attesa da entrambe le parti: Pressano è chiamato a dimostrare di valere la parte alta della classifica, mentre Bolzano vuole confermare il proprio predominio sul Girone A ma dovrà farlo sul parquet del Palavis, storicamente ottavo uomo in campo dei gialloneri. Tutti gli ingredienti per una sfida spettacolare sono pronti per essere mescolati: la parola al campo ed alla parata di stelle che a Lavis illuminerà il turno infrasettimanale di Serie A1. Fischio d’inizio alle ore 19.00 ad opera della coppia Zendali-Riello.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano fa ancora suo il derby: espugnata Mezzocorona 20-16

La legge della Pallamano Pressano nel derby trentino vige ancora sul parquet del PalaFornai di Mezzocorona. La squadra giallonera ha espugnato il fortino rotaliano col punteggio di 16-20, inanellando l’ennesima vittoria consecutiva nel derbyssimo trentino: Pressano allunga così a 9 anni la striscia di successi e resta imbattuto nella massima serie contro i gialloverdi. Match non entusiasmante dal punto di vista tecnico quello giocato a Mezzocorona: le due difese, fra le migliori del girone, si sono fatte valere durante tutto l’incontro e la dimostrazione sono i pochissimi gol (8-8 a fine primo tempo) segnati dalle due squadre. A Pressano è bastato lo show di Pascal D’Antino per portare a casa l’incontro: con 10 reti di cui 8 su rigore (100% al tiro) il classe 1994 ha trascinato letteralmente la squadra ospite, siglando tutte le reti decisive del match. Partita per lunghi tratti palpitante: con continui capovolgimenti di fronte Pressano e Mezzocorona si sono date battaglia regalando al folto pubblico presente un match vibrante ed incerto come previsto alla vigilia. La prima rete del match, manco a dirlo, è firmata da D’Antino che su rigore buca Amendolagine per lo 0-1 ma i gol arrivano col contagocce: Mezzocorona spinge a dovere sfruttando una buona cena difensiva e raggiunge il massimo vantaggio sul 4-2 al 12′. Pressano sventa due volte il -3 e torna in vantaggio: quando scocca il 25′ il punteggio dice 6-7 in favore dei gialloneri ed a bilancio ci sono 4 reti su rigore di D’Antino. Negli ultimissimi minuti tuttavia i padroni di casa rintuzzano e pareggiano sul magro 8-8 dei primi 30′. In avvio di ripresa l’incontro rimane sui binari dell’equilibrio: al 7′ lo score dice 10-10 ma per Pressano le cose si complicano quando i gialloneri restano in doppia inferiorità. Qui la partita cambia e paradossalmente lo fa in favore ospite: con due uomini in meno Pressano conquista uno sfondamento e segna in attacco. È il gol che cambia la partita perché da qui in avanti i gialloneri spingono sull’acceleratore, aumentano il ritmo e la precisione in attacco mantenendo una difesa efficace ed aggressiva. Non basta la classe di Tumbarello ai locali di mister Saldamarco per sopraffare le maggiori energie e la freddezza di Pressano: rete su rete i gialloneri cominciano ad aumentare il divario nella seconda parte della ripresa. Sono tre reti in breve tempo di capitan Giongo a tagliare le gambe ai locali: sul 12-17 l’incontro prende definitivamente la strada di Pressano e gli ultimi 10′ sono di puro controllo per Di Maggio e compagni, abili a gestire, reggere con Sampaolo sempre presente e chiudere la contesa sul 16-20 siglato da Kovacic allo scadere. Applausi per tutti a fine match: Pressano coglie altri due punti e scala la classifica al secondo posto.

h 19:00 | Metallsider Mezzocorona – Pressano 16-20 (p.t. 8-8)
Metallsider Mezzocorona: Benigno, Manna 2, Chistè, Boev 1, Rossi F. 3, Pedron, Amendolagine, Luchin, Franceschini 2, Rossi N, Tumbarello 5, Kovacic 3, Martone, Stocchetti. All: Luigi Agostini
Pressano: Facchinelli, Dallago, Bolognani 2, Chistè 2, D’Antino 10, Di Maggio 2, Fadanelli, Giongo 3, Bertolez 1, Sampaolo, Alessandrini, Folgheraiter, Senta, Moser.
Arbitri: Colombo – Fabbian

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano alla prova derby per il cambio di rotta

Giunge al derby fra dubbi e convinzioni la Pallamano Pressano CR Lavis che questo sabato affronterà il classico incontro con i cugini della Pallamano Mezzocorona. Un match tutt’altro che scontato fra le due trentine, sistemate diversamente in classifica ma entrambe più che competitive. Un Pressano poco convincente ma vittorioso nelle ultime uscite conta 5 punti e la seconda posizione in classifica nel “gruppone” di cinque squadre a quota cinque punti: dopo l’avvio di stagione pessimo i ragazzi di Dumnic sembrano essersi risollevati ma hanno mostrato ancora ampi margini di miglioramento in tutti i fondamentali contro Molteno sabato scorso. Davanti a loro si presenta ora una sfida particolare, di massima importanza e delicatezza: contro il Mezzocorona di quest’anno infatti non sarà concesso un minimo errore. In casa rotaliana, al PalaFornai, servirà una prestazione compatta e precisa per prolungare quella striscia di vittorie nei derby che dura dal 2009. Compito assolutamente arduo per i gialloneri che hanno comunque le carte in regola per portare a casa il successo e si presenteranno a Mezzocorona al completo. Dall’altra parte ci sarà una squadra col coltello fra i denti, determinata a riscattare le sconfitte di Appiano e Bressanone: i gialloverdi faranno di tutto per far valere il fattore campo e le qualità in rosa che fino ad oggi hanno messo in difficoltà ogni squadra. La vena di Tumbarello, ad oggi capocannoniere, sarà la vera spina nel fianco dei gialloneri che dovranno anche saper bucare una delle difese più solide ed un portiere, Amendolagine, che se in giornata potrebbe fare la differenza. Stesso discorso vale per la squadra di Pressano: i ragazzi di Dumnic hanno le qualità per vincere questo match e dovranno farle valere in campo spingendo sull’acceleratore per tutti i sessanta minuti. Da tempo il derby non regalava sulla carta un equilibrio così: al PalaFornai a partire dalle 19.00 si conoscerà la regina delle due trentine nel massimo campionato. Arbitrano i sig. Limido e Donnini.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano supera Molteno ed aggancia il gruppo al secondo posto

Obiettivo raggiunto per la Pallamano Pressano CR Lavis nella quarta giornata del campionato di Serie A. I gialloneri hanno battuto la neopromossa Molteno al Palavis col punteggio di 25-21 ed hanno agganciato la parte alta della classifica. Prestazione non superlativa quella della truppa di Dumnic che ha giocato a sprazzi contro un Molteno volenteroso: alla fine l’esperienza dei padroni di casa ha avuto la meglio con due punti in tasca ed una classifica che ora assume i tratti voluti. In avvio sono gli ospiti a sbloccare con il bomber argentino Alvarez ma Pressano si fa trovare pronto in fase offensiva e pareggia con Giongo. I locali passano poi a condurre grazie ad una difesa positiva e ad un attacco che fatica ma riesce a bucare Redaelli; Molteno tuttavia colpisce dalle ali e resta agganciato nello score fino al 20′. Qui con tre palloni recuperati in successione i gialloneri sembrano poter operare lo strappo decisivo e si portano a condurre 10-7 ma nel momento migliore la luce si spegne ancora e due palloni persi consentono a Molteno di pareggiare sul 10-10 di fine primo tempo. L’avvio di ripresa è decisivo: in breve tempo un Di Maggio scatenato (7 reti e top scorer) sprona i suoi regalando spettacolo e Pressano allunga sul 14-10 ma come un’ombra gli ospiti lombardi tornano sotto e tarpano le ali a Dallago e compagnia, 14-14 e tutto da rifare. È un Pressano che gioca a sprazzi: subìto il pareggio i gialloneri ingranano la marcia giusta con Nicola Moser in mezzo alla difesa ed infilano un break di 5-0 che vale il 19-14 a metà ripresa ancora con Adriano Di Maggio mattatore. La partita tuttavia non si chiude: qualche errore in difesa riporta Molteno sul 20-18 ma fortunatamente i padroni di casa sventano il possibile -1 e portano a casa il match con 3/4 reti di vantaggio fin sul 25-21 finale che suona in parte come liberatorio e proietta la squadra trentina al derby rotaliano contro il Mezzocorona sabato prossimo.

h 19:00 | Pressano – Molteno 25-21 (p.t. 10-10)
Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Moser, Bolognani 2, Chistè 1, D’Antino, Di Maggio 7, Fadanelli, Giongo 2, Bertolez 2, Sampaolo, Folgheraiter 4, Senta 1, Moser 2. All: Branko Dumnic
Molteno: Radaelli M, Brambilla 4, Panipucci, Gardoni 2, Galizia R, Galizia L. 1, Mella 2, Alvarez 2, Pirola 1, Marzocchini 3, Alonso 3, Dell’Orto 2, Redaelli G. 1, Thiaw. All: Gaspare Scalia
Arbitri: Alperan – Scevola

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano torna al Palavis: arriva la neopromossa Molteno

Conquistata la prima vittoria stagionale due settimane fa in quel di Trieste, la Pallamano Pressano CR Lavis ha ora il compito di dimostrare continuità. Con un gruppo sempre più amalgamato e gli infortuni in fase di recupero, i gialloneri affrontano la quarta giornata di Serie A fra le mura amiche del Palavis contro la neopromossa Molteno (ore 19.00) per proseguire sui binari giusti per scalare la classifica verso la parte alta, complici gli scontri diretti in vista per le contendenti. Oggi al Palavis arriverà la squadra lombarda allenata dal veterano Gaspare Scalia, un team che ha davvero pochi tratti della matricola: squadra solida ed esperta, la truppa di Molteno ha avuto un avvio di stagione tutt’altro che semplice dove ha perso lottando con Merano (32-25) e Bressanone (31-25) salvo poi scivolare in casa contro l’Appiano (19-21) mostrando comunque di valere la categoria. Ricca della truppa argentina (ben 6 i giocatori naturalizzati in rosa) affiancata ai giovani Campioni d’Italia Under 20 (che sconfissero proprio Pressano lo scorso giugno in finale) la squadra di Molteno arriva a Lavis senza pressioni di risultato e con l’intento di conquistare i primi punti stagionali su una piazza ambita come il Palavis. Servirà quindi una prestazione compatta e precisa: la difesa giallonera, mostratasi di altissimo livello nelle prime giornate, dovrà continuare a lavorare su questa linea mentre l’attacco deve cogliere ampi margini di miglioramento per poter garantire al gruppo un rendimento positivo durante tutto l’arco del match. I presupposti per ben figurare ci sono tutti: Giongo e compagni devono ora applicare quanto di buono fatto vedere nelle ultime uscite per portare a casa altri 2 punti d’obbligo. Servirà anche un Palavis in formato “ottavo uomo in campo” per continuare a sorridere in una stagione partita con un piede sbagliato ma tutta da giocare: fischio d’inizio alle ore 19.00 da parte dei sig. Alperan e Scevola.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, finalmente la vittoria! Trieste espugnata 20-23

Arrivano alla terza giornata i primi due punti stagionali per la Pallamano Pressano CR Lavis. I gialloneri reagiscono con rabbia all’avvio di stagione contratto espugnando il durissimo campo di Trieste col punteggio di 23-20. È la prima vittoria in terra giuliana dopo 3 anni e mezzo di digiuno sullo storico parquet triestino: un successo fondamentale, ottenuto in trasferta prima della sosta nazionale. Ossigeno puro per Giongo e compagni che salgono a quota 3 punti in classifica e guardano ora con fiducia ai prossimi impegni. Partita non perfetta ma più che positiva quella giocata dal team trentino, abile a scrollarsi di dosso i dubbi della vigilia soprattutto nella seconda parte del primo tempo. In avvio infatti la musica sembra la stessa delle precedenti due uscite: Trieste passa a condurre 2-0 ed il primo gol giallonero arriva al 5′, seguito da una doppietta di Dallago che propizia il break di 1-4 per il primo vantaggio ospite sul 3-4. Il match vive di continui capovolgimenti di fronte, con Trieste che torna a condurre sul 6-4 ma subisce la reazione di Pressano che nella seconda metà del primo tempo impone il proprio gioco e scappa nel punteggio. La difesa e Sampaolo fanno ottima guardia, l’attacco si sistema e con le reti di Bolognani e Di Maggio la squadra trentina raggiunge il massimo vantaggio sul 9-13, perfezionato in 10-13 a fine primo tempo. Nella ripresa Trieste accorcia subito: un contropiede sbagliato dai gialloneri carica gli alabardati che si riportano sotto ma Pressano dimostra di essere in giornata determinata e con grinta ricaccia i padroni di casa sul 13-17. Nel momento più delicato tuttavia Pressano si scompone, Senta si vede sventolare il “rosso” e la squadra di Oveglia ritorna sotto sul 16-17 a metà ripresa. Sembra tutto da rifare per Pressano ma con grinta e le reti di un ispirato Dallago (8 reti e top scorer) i gialloneri tornano avanti e sigillano la vittoria grazie anche alle parate di un Sampaolo insuperabile nel finale. Raggiunto il +5 Pressano controlla fino al 20-23 finale che regala il primo sorriso stagionale alla squadra di Dumnic, tornato in panchina dopo 6 mesi.

h 18:30 | Trieste – Pressano 20-23 (p.t. 10-13)
Trieste: Doronzo, Allia 1, Muran, Sodomaco, Baragona, Pernic 1, Crespo 4, Modrusan, Di Nardo 1, Carpanese, Dovgan 7, Postogna, Visintin 1, Udovicic 5. All: Giorgio Oveglia
Pressano: Facchinelli, Dallago 8, Moser, Bolognani 2, Chistè 3, D’Antino 1, Di Maggio 4, Fadanelli, Giongo 2, Bertolezi 1, Sampaolo, Folgheraiter, Senta 2, Moser. All: Branko Dumnic
Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra