Pressano impeccabile in Under18: semifinale scudetto centrata

Si conferma nell’elite della pallamano giovanile italiana la Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra che, dopo aver ottenuto il secondo posto alle finali nazionali Under20 di Bologna si è qualificata alla semifinale scudetto Under18 vincendo il Girone B del torneo partito mercoledì in tutto il Veneto. Provati dalle fatiche della kermesse bolognese conclusasi la settimana scorsa, i ragazzi di Fadanelli e Chistè hanno saputo recuperare le energie necessarie per superare le validissime avversarie del girone eliminatorio: i gialloneri sono stati bravissimi nel non forzare il ritmo, considerati i 6 impegni in 3 giorni, ed una ad una hanno sconfitto tutte le concorrenti, fra cui gli storici rivali dell’Olimpic Massa Marittima nell’ultima epica partita che decideva le sorti del girone. I primi a cadere nella mattinata di mercoledì sono stati gli abruzzesi del Città Sant’Angelo: ai gialloneri è bastato un tempo per ingranare, poi i ragazzi trentini si sono imposti nettamente 33-26. A turno sono poi cadute le squadre emiliane dei Pirati Handball e dell’Estense che hanno traghettato Pressano verso lo scontro diretto contro i toscani del Massa Marittima: come pronosticato alla vigilia, il rematch della finale scudetto Under16 di due anni fa (il clamoroso 53-50 per Pressano) si è rivelato determinante ed affascinante. Desiderosi di rivincita, i toscani di Bargelli partono bene e Pressano non va oltre le due reti di vantaggio: un pronto Di Muccio fra i pali tiene in piedi i gialloneri che tuttavia quando cominciano a peccare in attacco subiscono la furia di Ramanovski e Bargelli che fanno schizzare l’Olimpic sul 12-6. Un parziale pesantissimo che però non scoraggia i gialloneri: la truppa trentina riesce a reagire nel momento del bisogno con la vena dei gemelli Mengon e rintuzza fin sul 14-12, perfezionato da Pesci sul 15-12 di fine primo tempo. Nella ripresa continua il crescendo di Pressano: i gialloneri continuano a difendere a sufficienza, pur subendo le reti di Ramanovski, ma in attacco sistemano la mira e con percentuali ottime recuperano fino al primo pareggio sul 19-19. Di qui parte la fuga giallonera: Fadanelli e compagni mettono la freccia e continuano ad aumentare il vantaggio, difendendosi bene nel finale dagli ultimi assalti di un Massa Marittima frastornato che cade definitivamente sul 35-31. Pressano centra così la propria terza semifinale scudetto Under18 consecutiva ed affronterà oggi alle 16.00 i pugliesi della Junior Fasano dove incrocerà una squadra solida ed esperta tra le cui file figura l’ex Nicoló D’Antino.

Olimpic Massa Marittima – Pressano 31-35 (p.t. 15-12)

Olimpic Massa Marittima: Bargelli 5, Bernardini, Donati, Gai 4, Pesci 5, Radi, Zorzi 5, Zucca, Adil 1, Ramanovski 9, Veliu B. 2, Veliu V., Selmani, Atzeni. All. Simone Bargelli

Pressano: Di Muccio, Bouzriba, Campestrini 5, Mengon M. 16, Mengon S. 6, Carbonari 2, Fadanelli 5, Pavlovic, Pisetta 1, Pisoni, Sontacchi, Vaccaro. All. Alain Fadanelli

Arbitri: Regalia-Greco

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

La Pallamano Pressano parte alla volta delle finali Under 18

Trascorse da pochissimi giorni le finali nazionali Under 20 giocate a Bologna, la Pallamano Pressano si rituffa prontamente in un’altra avventura giovanile. Dopo il secondo posto nazionale conquistato domenica, i gialloneri saranno di nuovo in campo poco più a nord, in Veneto, per le finali nazionali di categoria Under 18. La squadra guidata da Alain Fadanelli e Giorgio Chistè è pronta a dar battaglia sul parquet del PalaVillanova di Torri di Quartesolo, dove affronterà a partire da questa mattina un girone a 5 squadre di altissimo livello: solo la prima classificata infatti si qualificherà in semifinale scudetto. La kermesse scatterà alle ore 10.00 per i giovani trentini che affronteranno i pari età abruzzesi del Città Sant’Angelo, squadra ben formata e ricca di talenti che due anni fa in Under 16 si classificò quarta e venne eliminata in semifinale scudetto proprio da Pressano: occorrerà quindi la massima concentrazione e la miglior determinazione per portare a casa subito due punti importanti e tutt’altro che agevoli da racimolare. Sarà importante anche dosare le forze: i ragazzi gialloneri, nelle cui file militano anche gli azzurrini Mengon e Campestrini, sono stati in buona parte utilizzati per tutto il campionato nazionale Under 20 e dovranno così sia ristabilirsi da 4 giorni intensi che preservare energie per questa manifestazione. Da campioni regionali, i gialloneri vogliono comunque dimostrare di essere ancora fra le grandi d’Italia e metteranno tutto l’impegno possibile: dopo il match della mattinata, si replicherà in serata con gli emiliani dei Pirati Handball Castenaso alle ore 18.00.

Queste le impressioni del tecnico Fadanelli prima della partenza:” Arriveremo alle finali nazionali Under 18 di Padova poco dopo la kermesse Under 20 di Bologna. Durante la stagione regionale abbiamo lottato con Merano, vincendo il campionato grazie ad un’annata positiva. Vogliamo ben figurare anche in sede nazionale ma sappiamo di ritrovarci in un girone equilibrato e di alto livello che non permetterà a nessuno di abbassare la concentrazione. Il nostro obiettivo sarà lottare in ogni partita: cercheremo di dare il massimo ed il meglio di noi stessi per andare più lontano possibile. Penso che queste finali nazionali siano fra le più equilibrate degli ultimi anni, con tante squadre allo stesso livello: dosare le forze e curare i dettagli sarà la chiave per chi vorrà portare a casa il tricolore.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano perde la sua prima finale: Molteno è Campione Under20

C’è sempre una prima volta. Dopo 5 finali scudetto giovanili vinte in altrettante giocate, la Pallamano Pressano CR Lavis cede lo scettro del tricolore Under20 sul parquet di Castenaso, al termine della finalissima scudetto di categoria che ha assegnato il titolo di Campione d’Italia ai lombardi del Molteno. In una finale spettacolare i gialloneri sono stati costretti alla resa sul 28-27, sfiancati dagli sforzi dei giorni precedenti e dalla brillantezza degli uomini di Scalia, al primo titolo della loro storia. Il sesto titolo in sei occasioni sfuma così per la generazione fenomenale di Pressano che ha pagato in lucidità soprattutto nei momenti chiave della partita. Giunti all’appuntamento quasi di sorpresa, dopo il rocambolesco esito del girone eliminatorio, Moser e compagni non sono riusciti ad imporre il gioco voluto, hanno sprecato più volte l’allungo decisivo durante la gara e sono stati poi costretti alla resa dalla grinta degli avversari nell’ultimo quarto d’ora di gara. Delusione sì ma non disperazione in casa Pressano: la sconfitta di una rete è bruciante ma la bacheca ricca di trofei è un’ottima medicina per smaltire la giornata storta; da mercoledì poi l’Under 18 sarà poi impegnata a Padova nelle finali nazionali di categoria, anche qui con speranza di ben figurare. Nel match partono bene i gialloneri che alternano ad un attacco positivo una difesa non attenta come nelle migliori occasioni: i terzini avversari bucano Facchinelli e la gara resta in equilibrio finché la difesa giallonera comincia a lavorare e permette il break, 11-8 per Pressano dopo 18′. Qui tuttavia i gialloneri si disuniscono, sbagliano banalmente in superiorità numerica e Molteno propizia la rimonta, portandosi sul 12-12. Tutto da rifare e Pressano che ci prova ancora con Moser dall’ala e Mengon ma il primo tempo si chiude con un tiro sbagliato ed un risultato molto alto, seppur in favore dei trentini: 17-15. In avvio di ripresa Pressano risponde bene e comincia a costruire in attacco, reggendo in difesa: fra i numerosi palloni persi da ambo le parti i gialloneri siglano il massimo vantaggio sul 21-17 e qui la partita prende una brutta piega.

Nel momento migliore, Campestrini subisce la seconda esclusione e si porta a rischio “rosso”: i gialloneri devono così cambiare difesa, in attacco perdono la bussola e Molteno compie il miracolo con grinta, tenacia e precisione, infilando un break di 0-6 che porta tutto sul 21-23. Una situazione che lascia sotto shock la truppa trentina, poco  ludica, stanca e frastornata: l’attacco continua a vivere di soluzioni individuali e perde numerosi palloni, mentre in difesa continua il momento negativo che consente a Molteno il massimo vantaggio sul 23-26. Pressano ci prova col cuore nel finale recupera clamorosamente fino ad avere il pallone del pareggio a 30″ dalla fine ma, come fosse una raffigurazione della partita, Pressano perde palla e Molteno trionfa. La prima vera partita “steccata” costa quindi caro ad un Pressano che comunque esce a testa altissima, confermandosi fra le grandissime a livello giovanile con 5 scudetti ed un secondo posto in 4 anni. Numeri incredibili che ammorbidiscono la sconfitta: a fine gara elogi per i gialloneri, stremati ed applauditi, e numerosi premi individuali per i gemelli Mengon in rotta verso Montpellier. Simone Mengon è infatti miglior centrale del torneo, mentre Marco Mengon ottiene la doppietta come miglior terzino sinistro ed MVP della manifestazione. Ora tre giorni per ricaricare le batterie: buona parte della truppa infatti farà rotta verso Padova per le finali Under18. La Pallamano Pressano ha ancora tanto da raccontare in questa stagione.

Finale 1°/2° posto

h 12:00 | Pressano – Molteno 27-28 (p.t. 17-15)

Pressano: Facchinelli, Di Muccio, Moser N. 6, Moser M. 6, Moser G, Chistè, Campestrini 2, Mengon S. 7, Mengon S. 5, Carbonari, Fadanelli 1, Pisetta. All: Chistè

Molteno: Beretta, Thiaw, Casiraghi, Pirola 3, Garroni 8, Radaelli 7, Galizia 4, Mella 5, Tagni 1, Riva, Sironi, Frigerio, Sangiorgio. All: Scalia

Arbitri: Romana – Pietraforte

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, sorte e bravura: è finale in Under20!

Se è vero che lo sport regala emozioni, quanto accaduto a Bologna nella terza giornata di finali nazionali Under20 può confermare in pieno questa tesi. La Pallamano Pressano CR Lavis, ad un passo dall’eliminazione dopo le gare giocate venerdì, è in finale scudetto grazie ad un clamoroso incrociarsi di situazioni che hanno aperto la via della finalissima alla truppa trentina Campione d’Italia in carica. Nella mattinata di ieri infatti è accaduto l’incredibile: la capolista Merano, con il primo posto saldamente in pugno, ha gettato alle ortiche l’occasione perdendo contro il già eliminato Bologna per 22-20. Un risultato che ha creato classifica avulsa in cima alla classifica: Pressano, grazie alla miglior differenza reti negli scontri diretti, si è ritrovata così prima in classifica e spedita direttamente in semifinale scudetto. Un sogno insperato che ha lanciato i gialloneri con grinta verso il penultimo impegno contro la Polisportiva “Valentino Ferrara” di Benevento. Qui i ragazzi di Fadanelli e Chistè hanno passeggiato, trionfando con un netto 30-18. Rinvigoriti dal passaggio del turno, Mengon e compagnia hanno saputo premere fin dai primi minuti contro i campani: rete su rete il divario fra le due squadre è andato incrementando, con Pressano abile a sfruttare la velocità e la propria difesa di ferro. Alla prima sirena infatti si registra il massimo vantaggio (18-7 per i gialloneri) che chiude anzitempo la contesa. Nella ripresa infatti calo drastico dei ritmi per preservare le forze in vista della finalissima: la grinta dei campani con De Luca e Iannotti sugli scudi non basta, perché Pressano controlla e con ampio ricambio di forze in campo accompagna l’incontro fino al termine sul 30-18. Un risultato da dimenticare subito: oggi alle ore 12.00 (diretta YouTube sul canale Radio Handball) c’è la finalissima. I gialloneri dovranno difendere il tricolore in loro possesso contro i lombardi del San Giorgio Molteno, squadra fisica e solidissima che ha sconfitto Sassari Verdeazzurro nell’altra semifinale. Un’avversaria più che temibile per i colori gialloneri che dovranno recuperare energie e mantenere la massima concentrazione per cercare di portare a casa il sesto scudetto giovanile degli ultimi 4 anni.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano subisce la rivincita di Merano, è quasi fuori in U20!

Si porta sull’orlo del baratro la Pallamano Pressano CR Lavis dopo la seconda giornata di gare alle finali nazionali Under20 in corso a Bologna. I gialloneri hanno infatti perso lo scontro decisivo per il primo posto contro i cugini altoatesini del Merano e, considerato che la qualificazione alla semifinale scudetto è riservata alla sola prima classificata, il discorso primo posto è quasi chiuso. Quasi perché solo la classifica avulsa potrebbe ora salvare i gialloneri: occorrerebbe una vittoria dei padroni di casa del Bologna domani contro Merano, ipotesi difficile da realizzare ma non impossibile mentre Pressano osserverà il turno di riposo. Venendo alla gara, il match come sempre è sentitissimo ed il buon gioco non ne trae giovamento: battuti tre volte su tre nel campionato regionale, i meranesi hanno tanta voglia di rivalsa dopo le numerose sconfitte anche in sede nazionale – fra cui proprio la finale scudetto Under 20 dello scorso anno – patite ad opera dei gialloneri. Questa volta però i ragazzi di Prantner hanno saputo sfruttare la maggior freschezza, superando al fotofinish la squadra di Fadanelli e Chistè. Avvio tutto targato Merano: i Diavoli Neri pungono in attacco, sfruttano un Pressano in bambola e si portano sul 6-2. La truppa giallonera è irriconoscibile, stanca dell’impegno del primo pomeriggio (Merano riposava) contro Malo ma con grinta reagisce e piazza un bel controbreak di 1-7 che vale il vantaggio sul 7-9. Di qui le due squadre lottano ancora con tanti errori e la prima frazione va chiudendosi sul 10-11 in favore di Pressano. Nella ripresa i gialloneri piazzano l’affondo: le difese la fanno da padrone ma ad uscirne meglio è Pressano che si porta sull’11-14 con due palloni del possibile +4. È qui però che i gialloneri mancano il colpo decisivo: l’arbitraggio non impeccabile della coppia Pietraforte-Romana non aiuta i nervi tesi e nel momento migliore Pressano subisce la furiosa rimonta di Merano che prima pareggia sul 18-18 a 12′ dal termine e poi opera il sorpasso. Un buon Martinati fra i pali garantisce ossigeno ma Pressano non riesce a sfruttare i palloni persi dagli altoatesini: in attacco i gialloneri faticano e capitolano sfiancati dalle fatiche degli impegni precedenti fino a scivolare sul -3. Negli ultimi 4 minuti Moser e compagni provano comunque a rimontare ma due rigori sbagliati non permettono quella che sarebbe stata una rimonta incredibile. Finisce così 26-24 per Merano, abile a sfruttare la velocità nel momento di maggior fatica dei gialloneri. Ora solo la sorte potrebbe regalare un rocambolesco primo posto a Pressano che osserva con amarezza l’operato altrui e vede scucito a tre quarti lo scudetto vinto lo scorso anno.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano parte bene alle finali U20 e lotta per la semifinale

Comincia con il piede giusto il campionato finale nazionale Under 20 per la Pallamano Pressano CR Lavis. Sui campi di Bologna e Castenaso è partita la kermesse che assegnerà il tricolore di categoria ed i gialloneri Campioni d’Italia in carica hanno subito risposto positivamente, superando nelle prime due gare le emiliane Bologna e Parma. Il match più atteso era sicuramente quello dell’esordio contro i padroni di casa bolognesi, Campioni Under 18 in carica e fra le favorite della competizione. In questa sede Moser e compagni hanno saputo offrire il miglior gioco, portando a casa la vittoria col punteggio di 34-26. Partita di grande livello quella giocata dai trentini nella bolgia di Castenaso: subito avanti fin dai primi minuti, i ragazzi di Chistè e Fadanelli hanno saputo sfruttare una buona vena difensiva per portarsi sul 6-11 dopo 20′. Partita segnata ma un piccolo black out permette a Bologna di rientrare in partita ed il primo tempo si chiude sul 12-14 in favore di Pressano. Nella ripresa ancora una difesa magistrale permette a Pressano di tornare sul +5 e di qui Campestrini e compagnia non mollano più il match, gestendo il vantaggio per poi incrementare nel finale grazie alle reti dei gemelli Mengon fino al +8. Una vittoria che ha dato animo ai trentini, abili a replicare in serata contro Parma: partita chiusa già nel primo tempo (18-8) e poi controllata nella ripresa fino al 31-19 finale che regala altri due punti ai gialloneri. Oggi ultimi due impegni del girone per Pressano contro Malo (13.30) e Merano (18.30), partite che definiranno le chance di accedere in semifinale scudetto. Tutti gli incontri sono visibili in diretta streaming tramite il canale YouTube “Radio Handball”.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, con l’Under20 partono le finali nazionali giallonere

Prenderà il via da Bologna l’avventura giovanile nazionale della Pallamano Pressano CR Lavis in questo finale di stagione 2016/2017. Come ogni anno, i primi weekend di giugno saranno dedicati ai campionati italiani giovanili: la società giallonera questa stagione, dopo aver raccolto il glorioso bottino di 5 scudetti in 3 anni, ha iscritto le selezioni Under 20 ed Under 18, entrambe campioni regionali, alle rispettive fasi finali. I primi a scendere in campo saranno proprio i più esperti dell’Under20, categoria della quale Pressano è Campione d’Italia in carica grazie al trionfo dello scorso anno a Prato: quest’anno si giocherà sui campi di Bologna e Castenaso, luoghi sacri per l’handball nazionale soprattutto giovanile. Per quattro giorni a partire da oggi (giovedì) fino a domenica i giovani Under20 migliori d’Italia si sfideranno alla conquista del tricolore e per Pressano l’avvio è subito da brividi. Il girone eliminatorio ha voluto subito mettere alla prova alcune delle favorite: Pressano, Bologna, Merano, Parma e Malo saranno tutte assieme per contendersi il primo posto del girone che vale l’accesso alla semifinale scudetto. L’esordio per i gialloneri sarà subito con il botto: Pressano-Bologna aprirà la manifestazione, con i ragazzi guidati da Chistè e Fadanelli chiamati all’impresa contro i padroni di casa Campioni d’Italia Under 18 dello scorso anno, dove proprio Pressano dovette arrendersi all’impeto bolognese.

Un match stellare che saggerà già le possibilità di passaggio del turno delle due formazioni: si gioca alle 13.30 sul campo di Castenaso e sempre qui alle ore 20.00 ci sarà il secondo appuntamento di giornata per i gialloneri, impegnati contro il Parma vicecampione d’Emilia. Un Day1 di altissimo livello dunque per queste finali nazionali dove l’equilibrio regna sovrano e tutto si deciderà grazie ai minimi dettagli: la spedizione giallonera è già partita nella giornata di ieri per raggiungere i campi di gioco, dove i trentini saranno chiamati a lottare col coltello fra i denti contro i quotati e valorosi avversari che hanno tutta l’intenzione di porre fine alla striscia di tricolori gialloneri. Tutta la manifestazione sarà coperta dal progetto interattivo Radio Handball che coprirà le gare sia via video (canale Youtube Radio Handball) sia via radio sul sito ufficiale.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra