Pressano torna al Palavis: sfida al Cingoli

Giro di boa in vista per la Poule PlayOff Scudetto: la quinta giornata della seconda fase vedrà infatti terminare il girone d’andata fra le sei big del campionato e la Pallamano Pressano CR Lavis tornerà fra le mura amiche del Palavis per affrontare i marchigiani del Cingoli. Obiettivo superare in fretta la debacle di Bolzano dove una settimana fa i gialloneri uscirono sconfitti 31-16. Serve infatti un pronto riscatto per mantenere le posizioni di vertice in classifica ed avvicinarsi ulteriormente alla semifinale scudetto. Con un bilancio di 3 vittorie ed 1 sconfitta Pressano attende quindi la squadra cingolana che arriverà a Lavis con tutta l’intenzione di fare i primi punti della Poule. I ragazzi di Nando Nocelli infatti sono ancora a secco di risultati con quattro sconfitte in quattro gare ma ciò non deve ingannare, basti vedere l’intensità con cui Arcieri e compagni hanno lottato fino all’ultimo sabato scorso contro Fasano, uscendo sconfitti 37-38. Una squadra atletica ed affiatata, giovane e determinata a fare vittime illustri: i due gioielli azzurri Arcieri e Nocelli nonostante la giovane età guidano il team marchigiano composto pressochè nella propria totalità da atleti locali. Dall’altra parte del campo, sulla sponda trentina, un Pressano chiamato alla vittoria vuole farsi trovare pronto: troppo importanti i punti in casa per prendere sottogamba l’incontro. Giongo e compagni questo lo sanno e nonostante la probabile assenza di D’Antino (ferita al capo rimediata a Bolzano) cercheranno in ogni modo di raccogliere il bottino pieno. La squadra di Dumnic, dopo un periodo fittissimo di impegni, ha pagato lo stress ed ora ha avuto modo di ricaricare le batterie in vista di questo importante impegno. Fischio d’inizio al Palavis alle ore 19.00 affidato alla coppia Savarese-Calascibetta. Si ricorda che a causa delle operazioni di allestimento della Fiera della Lazzera, non saranno disponibili i parcheggi nelle vicinanze del Palavis.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Pressano dall’apice all’abisso: a Bolzano sconfitta 31-16

Cade sonoramente la Pallamano Pressano CR Lavis che a Bolzano, sul campo dei Campioni d’Italia, viene brutalmente stoppata dai biancorossi per 31-16, divario più ampio degli ultimi nove anni. Inutile descrivere la pessima prestazione giallonera di fronte ad un Bolzano superlativo in tutti i fondamentali. In avvio è Pressano ad aprire le marcature con una doppietta di Senta che vale l’1-2 ma i gialloneri, dopo aver fallito l’1-3, escono letteralmente dal campo. Disuniti in attacco ed in difesa come mai visto, i ragazzi di Dumnic subiscono passivamente la furia di un Bolzano determinato a prendersi la rivincita della finale di Coppa Italia. È paralizzante il parziale di 7-0 che lancia Bolzano sull’8-2 con i gialloneri senza gol per 14′. Impossibile permettersi certi passaggi a vuoto sul campo dei tricolori: raggiunto un vantaggio consistente infatti Bolzano continua a martellare, incrementando con pazienza e pulizia fin sul 15-7 di fine primo tempo, testimone della serata totalmente negativa dei gialloneri. A condire il tutto anche la direzione arbitrale di Zendali e Riello che non incide sul risultato finale ma taglia le gambe a Pressano, continuamente penalizzato nel primo tempo e privato di Alessandrini dopo 15′ per un più che discutibile rosso diretto. Scoraggiati e pressati, i gialloneri nella ripresa continuano a subire e per Bolzano è facile accompagnare lo score fino al sessantesimo, incrementando fino al 31-16.

h 19:00 | Bozen – Pressano 31-16 (p.t. 15-7)
Bozen: Volarevic, Moretti 5, Sonnerer 1, Riccardi 4, Dapiran 8, Waldner, Kammerer, Stricker 1, Sporcic, Gufler 2, Pescador, Mbaye 3, Innerebner 1, Turkovic 6. All: Alessandro Fusina
Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Moser M, Bolognani, Chistè 2, D’Antino 1, Di Maggio 1, Fadanelli, Giongo 4, Sampaolo, Alessandrini 1, Folgheraiter, Senta 4, Moser N. All: Branko Dumnic
Arbitri: Zendali – Riello 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano ritrova Bolzano: alla Gasteiner si gioca la quarta giornata

Ad un mese esatto dalla finale di Coppa Italia, la Pallamano Pressano CR Lavis ritrova sul proprio cammino i rivali dell’SSV Bozen. La quarta giornata di Poule PlayOff infatti riproporrà la sfida tutta regionale che ha segnato fin qui la stagione in corso. I gialloneri faranno dunque visita per la seconda volta in stagione al campo dei Campioni d’Italia, la Palestra Gasteiner sulla quale quest’anno i biancorossi non hanno ancora lasciato un punto. Nemmeno contro Giongo e compagni, sconfitti 31-29 nella penultima giornata di Regular Season quando la classifica era ormai consolidata. Ora tuttavia le posizioni sono invertite: Pressano giunge all’appuntamento da prima in classifica in solitaria con tre vittorie in tre incontri (fra cui le due pugliesi Conversano e Fasano) che hanno dato ulteriore fiducia al team di Dumnic. Oggi davanti alla squadra trentina si presenterà la prova regina: la sfida in casa della squadra da battere. Tanta la voglia di rivincita da parte dei biancorossi di Fusina che vogliono riscattare la debacle della Coppa Italia ma si troveranno di fronte un Pressano ancora in ottimo stato di forma come dimostrato sabato scorso: i gialloneri vogliono continuare a cavalcare l’onda dell’entusiasmo per mettere al sicuro il più presto possibile l’accesso in semifinale scudetto. La certezza è una sola: fra Bolzano e Pressano sarà battaglia mista a spettacolo come sempre avvenuto. I punti si fanno davvero pesanti e le due squadre sapranno farsi trovare pronte all’appuntamento: in palio c’è ancora la vetta della classifica, insidiata da più formazioni. In salute entrambi gli schieramenti che potranno esprimere la migliore pallamano in un derby tutto da vivere: fischio d’inizio a Bolzano fissato per le ore 19.00. Arbitra la coppia internazionale Zendali-Riello. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Wonderful Pressano! Batte Conversano e vola in vetta solitaria

Continua la corsa della Pallamano Pressano CR Lavis che coglie la terza vittoria in tre partite di Poule PlayOff Scudetto. Dopo la vittoria a Fasano di sabato scorso i gialloneri hanno superato anche l’altra pugliese, Conversano, fra le mura amiche del Palavis al termine di una battaglia epica giocata di fronte ad un pubblico memorabile. Una serata da ricordare per i colori gialloneri che hanno sofferto e non poco per battere la squadra di Tarafino, fino a ieri in vetta alla classifica in coabitazione con Giongo e compagni. Pressano passa così a condurre la classifica in solitaria, sopra a tutte le grandi squadre italiane: grazie al punteggio pieno gli uomini di Dumnic ora mettono una bella pietra nella corsa ai primi quattro posti che valgono la semifinale scudetto. Partita memorabile, si diceva, quella giocata a Lavis: attesa da tutto il movimento, Pressano-Conversano ha regalato spettacolo. In avvio mettono il naso avanti gli ospiti: la difesa di casa non regge come nelle ultime uscite e l’ex Stabellini bombarda Sampaolo. Sono sue 4 delle prime 6 reti che consentono a Conversano di restare avanti di misura nel punteggio. Dall’altra parte anche Pressano riesce ad attaccare a dovere con capitan Giongo (8 reti e top scorer) che mena le danze di fronte a Monciardini. I gialloneri si portano così a condurre 8-6, prima di essere recuperati sull’8-8. Di qui la squadra di casa ingrana la giusta marcia in difesa: con un break di 5-0 firmato Di Maggio, la squadra trentina allunga fin sul 14-9, divario accompagnato poi nel finale di frazione fin sull’15-11 dei primi 30’. In avvio di secondo tempo D’Antino da porta a porta mette subito il 16-11 ma Conversano reagisce e comincia ad accorciare. L’attacco gialloneri lavora bene solo a sprazzi, così come quello ospite che tuttavia riesce ad infilare Sampaolo. Sul 20-20 dopo un break di 1-5 i padroni di casa sembrano arrancare ma nel momento del bisogno la difesa si chiude, Sampaolo para quei palloni necessari a far respirare la squadra ed in attacco Giongo dà spettacolo, propiziando l’allungo decisivo. Quando la partita sembra nuovamente sui binari gialloneri però la squadra di casa ricomincia a sbagliare ma fortunatamente anche Conversano non è impeccabile: il finale è vietato ai deboli di cuore. Pressano riesce a reggere ma i pugliesi accorciano fin sul -1 e quando gli ospiti falliscono l’ultimo attacco del pareggio il boato del Palavis accompagna la squadra di casa alla vittoria, 25-24 da batticuore.

h 19:00 | Pressano – Conversano 25-24 (p.t. 15-11)
Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Moser M, Bolognani 1, Chistè, D’Antino 1, Di Maggio 5, Fadanelli, Giongo 8, Sampaolo, Alessandrini 1, Folgheraiter, Senta 5, Moser N. All: Branko Dumnic
Conversano: Stabellini 6, Sciorsci, Giannoccaro 5, Lupo J. 3, Dedovic 2, Monciardini 1, Carso, Sperti 4, Lupo M, Maggiolini, Pignatelli, Vicenti, Pivetta 3. All: Alessandro Tarafino
Arbitri: Alperan – Scevola

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Big match per la vetta al Palavis: c’è Pressano-Conversano

Dopo sole due giornate disputate, nella Poule PlayOff Scudetto è già tempo di scontro al vertice. Oggi in campo al Palavis scenderanno infatti le due squadre più in forma del momento: Pallamano Pressano CR Lavis e Pallamano Conversano, entrambe prime in classifica a quota 4 punti si giocano il primato della Poule dopo un ottimo avvio di seconda fase. Due squadre che fanno la parte delle outsider a fronte di Bolzano e Fasano, dominatrici degli ultimi anni ma ora in difficoltà. Sarà quindi uno spettacolo spensierato quello sul parquet lavisano dove tante stelle ma anche tanti giovani della pallamano italiana sapranno confrontarsi nel migliore dei modi. Conversano arriva all’apice di un progetto pluriennale che ha visto la formazione pugliese rafforzarsi sempre di più. Sfiorata l’impresa in Coppa Italia (eliminati ai rigori dal Bolzano) i ragazzi guidati dalla leggenda Alessandro Tarafino vogliono riscattarsi in campionato e le carte in regola per far tornare al titolo il blasone di Conversano (all’asciutto da 8 anni) ci sono tutte. Con una batteria di terzini di grande classe come Stabellini, Dedovic e Lupo la squadra pugliese si presenta fra le più fantasiose del campionato ma è dai sei metri che i biancoverdi fanno paura. Le due ali sono da Top in Italia: Carlo Sperti e Riccardo Pivetta, le ali della nazionale. A pivot Umberto Giannoccaro è una sicurezza, così come un crescente Monciardini fra i pali in porta. Una squadra compatta e solida, difficilissima da battere in casa e prestante anche in trasferta. Dall’altra parte del campo il Pressano di Dumnic sta vivendo sicuramente uno dei periodi migliori di sempre: la vittoria a Fasano ottenuta sabato scorso ha confermato tutte le buone sensazioni del periodo ed i gialloneri hanno l’occasione di giocare di fronte al pubblico di casa per balzare il solitaria al primo posto e fare un buon passo in avanti verso la semiinale scudetto, dedicata alle prime quattro classificate al termine della Poule. Sarà quindi un vero spettacolo quello in campo al Palavis, fra queste due formazioni fenomenali che stanno dominando il panorama nazionale: fischio d’inizio alle ore 19.00 ad opera della coppia arbitrale Alperan-Scevola. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Ancora un Grande Pressano: Fasano espugnata 19-25

Una cosa è certa: questo Pressano ci ha preso gusto. I gialloneri compiono un’altra impresa espugnando sonoramente il campo della Junior Fasano. Una palestra, quella fasanese, dove i biancazzurri avevano perso soltanto due volte negli ultimi 6 anni e soltanto contro Bolzano. Una partita magistrale quella giocata da Giongo e compagni che hanno dominato dall’inizio alla fine: sempre in vantaggio, la squadra di Dumnic ha confermato il proprio stato di grazia soprattutto difensivo, sorretta da un Sampaolo per il quale non si trovano più aggettivi. In attacco la pazienza e la precisione dei ragazzi trentini ha tagliato le gambe ad un Fasano stordito, quasi sorpreso dal momento della Pallamano Pressano CR Lavis. Un momento straordinario che vede quindi Pressano in vetta alla classifica della Poule PlayOff con grande merito: pesantissimi i due punti ottenuti in Puglia, considerato l’equilibrio del girone che porterà allo scudetto. Nel match parte subito bene la squadra trentina: Sampaolo para, la difesa regge in maniera esemplare e con grande pazienza in attacco i gialloneri si portano sullo 0-3 dopo 6 minuti. In breve tempo il pivot di casa Maione conquista 4 rigori ma Fasano ne segna soltanto due e Pressano resta avanti nello score, incrementando. Nonostante qualche tiro sbagliato Senta (6 reti e top scorer) e compagni allungano sul 2-6, lasciando Fasano con zero reti su azione dopo 17’. Una raffigurazione della grinta che la squadra ospite mette in campo: D’Antino (Nicolò, ala destra fasanese, fratello del giallonero Pascal) accorcia con due reti ma Pressano ne ha di più e scappa sul 4-10. Un momento positivo che si allenta tuttavia nel finale quando Fasano serra le file in difesa e dimezza lo svantaggio, 8-11 a metà partita. Nella ripresa ci si aspetta la reazione dei padroni di casa, tutt’altro che abituati a subire fra le mura amiche ma dall’altra parte c’è Valerio Sampaolo: il portiere giallonero decide che oggi (ieri, ndr) non passa nulla e gli attacchi fasanesi si infrangono contro la solida difesa giallonera. In attacco invece Pressano ingrana una buona marcia e con un Walter Chistè in spolvero e numerosi palloni recuperati la squadra trentina costruisce la propria vittoria spettacolare: rete su rete, con intelligenza, Pressano aumenta il divario vertiginosamente. Il pubblico di casa rumoreggia, attonito: i gialloneri toccano anche il +8 sul 15-23, accompagnando il match in pompa magna fino alla seconda sirena che scatena una nuova linfa di gioia fra le maglie trentine, consapevoli ora di potersi giocare carte importanti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano torna in Puglia: a Fasano la seconda di Poule PlayOff

A due settimane dalla gloriosa trasferta in Coppa Italia, la Pallamano Pressano CR Lavis torna a calcare i parquet di Puglia, questa volta per i PlayOff Scudetto. La seconda giornata d’andata della Poule vedrà infatti i gialloneri impegnati sul campo della Palestra “Zizzi” di Fasano dove ad attenderli ci sarà la formazione biancazzurra di Francesco Ancona, ferita dalle due sconfitte patite entrambe ad opera del Bolzano. Periodo difficile quello della squadra pugliese in termini di risultati: eliminati dalla Coppa Italia ai rigori ad opera degli altoatesini, una settimana fa Fovio e compagni hanno ceduto contro la squadra bolzanina anche nella prima uscita dei PlayOff giocata a Bolzano sabato scorso. Due stop consecutivi che riportano Fasano sul campo amico con tanta voglia di ritrovare la vittoria. Dall’altra parte del campo ci sarà un Pressano che gode di un buon momento, con un filotto di vittorie alle spalle che però non deve ingannare: sul parquet fasanese infatti servirà una prova superiore a quella messa in campo nella vittoria di sabato scorso con Bologna per provare a fare bottino sul campo meno battuto d’Italia. La palestra pugliese infatti è un vero e proprio fortino, espugnato soltanto da Bolzano negli ultimi 5 anni ed in sole due occasioni: con l’avvio della Poule PlayOff l’asticella si è alzata visibilmente ed occorrerà il miglior Pressano questo sabato per proseguire al meglio il cammino in campionato. I precedenti fra le due formazioni si contano sulle dita di una mano: quattro in campionato e due in Coppa Italia con quattro vittorie di Fasano, un pareggio ed una vittoria di Pressano. L’ultimo confronto risale a meno di un anno fa quando le due squadre si affrontarono in semifinale scudetto: dopo il 28-28 del Palavis, Fasano prevalse in casa con un netto 32-20. Quest’anno il contesto è differente ma sarà vietato sbagliare, sia in fase d’attacco che in difesa: proprio la fase difensiva dovrà essere quella mostrata durante tutta la stagione contro gli assi fasanesi Maione, Radovcic e Riccobelli, mentre in attacco Pressano dovrà vedersela col portierone Fovio fra i pali. In salute le due squadre, eccezion fatta per Bertolez che ha chiuso anzitempo la stagione dopo la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro nella finale di Coppa Italia: una tegola per Dumnic che potrà comunque contare su un team affiatato e competitivo. Il campo saprà dare l’ultima parola in una Poule equilibratissima che entra sempre più nel vivo: fischio d’inizio a Fasano alle ore 19.00, arbitra la coppia abruzzese Dionisi-Maccarone. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra