Archivi categoria: Giovanili

Pressano chiude al quarto posto un positivo campionato Under 17

Si chiude con un onorevole quarto posto il campionato nazionale Under 17 maschile della Pallamano Pressano CR Lavis. I gialloneri guidati da Alain Fadanelli e Branko Dumnic hanno infatti perso la finalina contro gli emiliani del Rapid Nonantola per 37-35, conquistando comunque un piazzamento brillante che ha confermato il settore giovanile giallonero fra i più in vista d’Italia. Con la panchina sempre più corta e le energie al lumicino, Pressano ha lottato fino all’ultimo per un posto sul podio, salvo poi capitolare nella finale di consolazione. Sempre sotto nel punteggio, i ragazzi trentini hanno saputo soffrire, scivolando durante l’incontro anche a -7 ma con una rimonta sontuosa la squadra giallonera ha toccato anche il -1: nel finale il colpo di reni della formazione nonantolana però ha messo KO le speranze di Pressano che si è dovuta accomodare al quarto posto. La finalissima è stata poi dominata dal Cassano Magnago che ha strapazzato 30-18 il Merano: incetta di premi individuali per le due squadre regine di questi campionati. Ora l’attività giallonera si proietta sui più giovani: Under 15 ed Under 13 sono pronte ad affrontare il Festival di Misano Adriatico a metà luglio.

Finali Nazionali Under 17 2018 – Finale 3/4 posto

Rapid Nonantola – Pressano 37-25 (p.t. 18-17)
Rapid Nonantola: Pennisi, Dattoli 5, Sitta, Gollini 1, Cristiano, Rizzello, Kasa Kr. 15, Kasa Kl. 3, Nigro 1, Foresti, Magnoni, Monzani 8, Melchiorri 4, Giampaglia, Bertani. All. Montanari
Pressano: Walcher 6, Mazzucchi 5, Vaccaro, Abbagnale 3, Pavlovic, Carbonari, Sontacchi G. 5, Fadanelli 13, Gazzini 3, Stoppa, Sontacchi D., Bouzriba, Pisoni, Pisetta. All. Fadanelli
Arbitri: Politano-Dalla Mora

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Pressano è nella Top4 ma si ferma in semifinale

Si ferma con una brillante semifinale il cammino della Pallamano Pressano CR Lavis alle finali nazionali Under 17 in conclusione a Fanano. In un sabato agrodolce, il team guidato da Alain Fadanelli ha vissuto una giornata ricca di emozioni, conquistando la semifinale scudetto poi persa contro il Merano. Di prima mattina il match decisivo del girone contro Crenna ha sorriso ai gialloneri che, vincendo 27-22, hanno conquistato la Top4 italiana di categoria: un risultato più che brillante, tutt’altro che preventivato alla vigilia, che ha reso merito ad una squadra performante e compatta nonostante gli infortuni. La vittoria ha dato vigore alla truppa trentina che in semifinale Scudetto ha dovuto affrontare i cugini altoatesini del Merano nella quinta sfida stagionale dopo le 4 di campionato regionale (3 vinte dai Diavoli Neri ed 1 da Pressano). Il match è stato difficile ma combattuto contro una delle favoritissime per lo Scudetto. In avvio sono infatti gli altoatesini a partire meglio, sfruttando una difesa giallonera troppo molle: anche gli errori offensivi di Pressano hanno contribuito al break meranese che dal 5-5 ha visto i ragazzi di Tzoeschg allungare fin sul massimo vantaggio, +6, perfezionato in 8-13 a fine primo tempo. Per recuperare la partita sarebbe servita l’impresa e per metà i gialloneri l’hanno sfiorata: con pazienza ed una difesa ritrovata, i trentini hanno rimontato lentamente fino a sfiorare l’impatto nel punteggio. La rimonta di Pressano, dopo un lungo tira e molla fra le 2 e le 3 reti di divario nella parte centrale della ripresa, sembrava concretizzata sul 21-22 firmato a 7 minuti dalla fine ma sul più bello l’attacco giallonero si è inceppato consentendo a Merano di allungare definitivamente nello score. Il punteggio al cinquantesimo minuto (si giocava su 50’ totali) dice infatti 23-27, testimone di una partita combattuta, divertente ed equilibrata. Per Pressano resta comunque un risultato di prestigio, con l’accesso fra le migliori d’Italia nelle categorie giovanili anche nel 2018, dopo anni di vittorie ed una stagione che ha coronato anche la prima squadra. Bilancio quindi positivo ed ora testa alla finale per il 3-4 posto che vale un piazzamento sul podio: alle ore 10.00 i gialloneri se la vedranno contro gli emiliani del Rapid Nonantola per il bronzo; la finalissima di mezzogiorno rispetta i pronostici e vedrà in campo i favoriti lombardi del Cassano e, per l’appunto, Merano.

Finali Nazionali Under 17 2018 – Semifinale Scudetto

Pressano – Merano 23-27 (p.t. 8-13)
Pressano: Sontacchi G. 4, Sontacchi D., Vaccaro, Pisetta, Fadanelli 7, Mazzucchi 5, Stoppa, Pisoni, Abbagnale, Bouzriba, Pavlovic, Walcher 4, Gazzini 3, Carbonari. All. Fadanelli
Merano: Urban, Duric, Hager Von Strobele, Freund 1, Eschgfaeller 4, Prantner 6, Glisic 7, Stamenkov 1, Visentin, Tschurtschenthaler I., Gai, Tschurtschenthaler R., Dal Medico, Stampfl, Casagrande 4, Durnwalder 4. All. Tschzoeschg
Arbitri: Regalia-Greco

Pressano fa en plein nella prima giornata di finali Under 17

Si apre positivamente il cammino della Pallamano Pressano CR Lavis ai campionati nazionali giovanili della categoria Under 17 in corso a Fanano. La truppa giallonera ha disputato la prima giornata di gare del girone eliminatorio, cogliendo due vittorie in altrettanti incontri che permettono a Pressano di issarsi – ad una partita dalla fine – al primo posto del raggruppamento, unica piazza che consentirebbe l’accesso alla semifinale scudetto. Proprio il primo posto si assegnerà in mattinata, con lo scontro diretto contro i lombardi del Crenna che hanno dimostrato grande vigore e capacità, superando di 4 reti l’Atellana e pareggiando con il Kelona Palermo. Le stesse avversarie sono state quelle affrontate dalla squadra trentina che ha raccolto due nettissimi successi: in avvio di manifestazione alle 8.30 del mattino un Pressano in buona forma ha superato 27-16 i palermitani di Ninni Aragona grazie soprattutto ad un secondo tempo di spessore. Pur con qualche giocatore acciaccato a riposo, i gialloneri hanno saputo prevalere e la stessa situazione si è ripresentata nel pomeriggio contro i campani dell’Atellana. Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa Pressano si è scatenato, riuscendo così a non forzare gli infortunati Pisoni e Walcher. Raggiunto un vantaggio superiore alle 10 reti, Pressano ha potuto così far girare la rosa con tutti gli effettivi a segno. Il finale recita 32-18, punteggio netto che proietta il team guidato da Alain Fadanelli verso il delicato incontro che sancirà la prima classificata del girone: l’obiettivo è quello di confermare le buone impressioni mostrate durante il venerdì e poter usufruire degli atleti fino ad ora non utilizzati per infortunio. Fischio d’inizio fissato al PalaGhiaccio di Fanano con Pressano-Crenna che terrà banco nella mattinata di finali nazionali: l’eventuale semifinale si disputerebbe alle ore 20.00 contro la vincitrice del Girone D dove gli altoatesini del Merano sembrano ormai tranquillamente lanciati al primo posto.

 

Finali Nazionali U17 2018 – Girone C – Prima giornata

Pressano – Kelona Palermo 27-16 (p.t. 13-8)
Pressano: Stoppa, Sontacchi G. 2, Vaccaro, Pisetta 7, Carbonari, Walcher, Fadanelli 5, Bouzriba, Gazzini 3, Pavlovic, Mazzucchi 5, Abbagnale 1, Sontacchi D., Pisoni 4. All. Fadanelli
Kelona Palermo: Daniele, Guggino 3, Vitale, Minafo, Sciume, Testa 2, Alieri, Provenzano, Spoto 2, Pola 8, Pasca, Guardi, Artale. All. Aragona
Arbitri: Lo Russo – Strippoli

Finali Nazionali U17 2018 – Girone C – Seconda giornata

Atellana – Pressano 18-32 (p.t. 11-14)
Atellana: Corvino, Arena 4, Del Prete F. 2, Sorvillo, Abbonante F., Chianese 2, Del Prete D., Gaudino, Mozzillo, Russo 1, Balasco, Abbonante G. 1, Reccia 5, Lettera 3, Di Giorgio. All. Toscano
Pressano: Carbonari, Walcher, Pisoni, Sontacchi G. 3, Abbagnale 9, Fadanelli 3, Stoppa, Pavlovic, Bouzriba, Gazzini 6, Sontacchi D. 2, Mazzucchi 6, Vaccaro 1, Pisetta 2. All. Fadanelli
Arbitri: Regalia – Greco

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Positivo test per l’Under 15 e 17 del Pressano al Torneo di Torri

Come da tradizione annuale, anche al termine di questa stagione 2017/2018 la Pallamano Pressano CR Lavis ha preso parte al Torneo Internazionale Città di Torri, prestigiosa manifestazione organizzata dalla società veneta dell’US Torri di Quartesolo. Sempre in prima linea negli ultimi anni i gialloneri che non hanno perso l’appuntamento: iscritte alla kermesse le due squadre giovanili che andranno a disputare le finali nazionali nelle prossime settimane, l’Under 15 e l’Under 17. Per i più giovani allenati da Mariano Bertolez è arrivato un agrodolce settimo posto: tutta esperienza per la squadra Under 15 che ha sofferto la sconfitta in avvio di torneo contro i padroni di casa del Torri per 15-14. Fra sabato e domenica alti e bassi per la truppa trentina che si è classificata al secondo posto del girone, sconfitta poi ai quarti di finale dal CUS Venezia: nei match per i piazzamenti i gialloneri hanno poi superato l’Oderzo 13-14, conquistando la settima piazza. Torneo positivo anche per l’Under 17 di Alain Fadanelli che ha chiuso al quarto posto: altissimo il livello della competizione che ha dato un buon assaggio di finali nazionali. Per i gialloneri girone eliminatorio positivo nella giornata di sabato con la sola sconfitta contro i croati dello Zapresic per 17-15 che è valsa il secondo posto. Alla squadra trentina è quindi toccato in semifinale il Cassano Magnago, Campione d’Italia in carica e favorito per lo scudetto anche quest’anno: netta la superiorità della formazione cassanese che ha battuto i gialloneri 7-16 e stessa sorte è toccata a Pressano anche nella finale 3/4 posto contro gli austriaci del Linz che si sono imposti per 16-19. Pressano torna a casa comunque con impressioni positive e ben due premi individuali su tre: il portiere giallonero Youness Bouzriba è stato nominato miglior estremo difensore del torneo e Jonas Walcher ha conquistato il premio come capocannoniere della manifestazione. Ora per la squadra giallonera dieci giorni per preparare le finali nazionali che scatteranno venerdì 8 giugno nella suggestiva cornice dell’Appennino modenese.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano Under 17, alle finali con Palermo, Atellana e Crenna

Si sono svolti lunedì a Roma i sorteggi dei gironi eliminatori delle finali nazionali Under 17, primo campionato a cui parteciperà la Pallamano Pressano CR Lavis in questa estate dedicata ai più giovani. I campionati nazionali, in programma fra Fanano e Sestola nell’Appennino modenese dal 7 al 10 giugno prossimi vedranno al via 16 squadre provenienti da tutte le regioni, suddivise in 4 gironi da 4 squadre ciascuno. Ai gialloneri toccheranno i campioni di Sicilia del Kelona Palermo, freschi di titolo regionale, i campioni della Campania dell’Atellana ed i vicecampioni di Lombardia del Crenna. Tre squadre ostiche con le quali la squadra guidata da Alain Fadanelli con la collaborazione di Branko Dumnic dovrà lottare per la conquista della semifinale scudetto, dedicata alla sola prima classificata. Un girone competitivo, il Girone C, inserito all’interno di una manifestazione molto equilibrata. Avversaria da tenere d’occhio sarà il Crenna, lo scorso anno semifinalista scudetto e quest’anno seconda per un soffio nel campionato lombardo dove ha lottato fino alla fine con i Campioni d’Italia in carica del Cassano Magnago. Anche Palermo ed Atellana, ricche di giovani talenti, saranno squadre dure da superare: un Pressano rinnovato nelle proprie file quest’anno proverà a dare il meglio di sé, confermando quanto di buono mostrato nel campionato regionale dove solo il Merano ha saputo fare meglio. Sarà quindi un weekend di grande lotta a caccia del tricolore per le squadre finaliste: primo match in programma venerdì 8 giugno mattina contro Kelona Palermo, si replicherà in serata contro l’Atellana per poi chiudere il girone eliminatorio la mattina del sabato contro il Crenna.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

A Pressano grande annata giovanile: l’Under 17 attende il sorteggio

Archiviata la stagione di Serie A1 giocata con uno sguardo al mercato, la Pallamano Pressano si concentra ora sui campionati giovanili, le cui fasi regionali sono terminate la scorsa settimana. Anche quest’anno la società del Presidente Giongo ha ricoperto un ruolo da protagonista nei vari campionati, togliendosi grandi soddisfazioni. Nessun titolo assoluto per i gialloneri in questa stagione 2017/18 ma gli obiettivi sono stati ampiamente centrati: tutte le categorie schierate hanno conquistato la qualificazione alle finali nazionali. A partire dall’Under 21 composta dagli atleti già nel giro della prima squadra come Nicola e Matteo Moser, Simone Facchinelli e Marco Chistè assieme al gruppo di promettenti Under 17 ed Under 19. Terzo posto per i ragazzi di Giorgio Chistè che hanno ceduto il passo per poche lunghezze soltanto alle corazzate di Merano Under 19 ed Under 21, squadre lanciate verso la vittoria dello scudetto. Un piazzamento prestigioso è arrivato anche per l’Under17: i gialloneri di Alain Fadanelli hanno centrato un bel secondo posto assoluto dietro a Merano, lottando in ogni gara anche con i Diavoli Neri meranesi. Per gli Under 17 in vista ci sono le finali nazionali di Fanano-Sestola ad inizio giugno: proprio oggi (ore 18.00 in diretta su Pallamano TV) il sorteggio dei gironi eliminatori che daranno il via alla lotta scudetto.

Il team di Fadanelli cercherà dunque di confermare quanto di buono fatto in stagione e così sarà anche per l’Under 15 guidata da Mariano Bertolez, Paolo Villotti e la collaborazione di Giuliano Merlo: i giovani gialloneri hanno conquistato il pass per le finali nazionali all’ultima giornata, battendo Rovereto nello scontro diretto per 22-19. Una partita di grande spessore che ha mostrato i pregi di una squadra in costruzione ma ben promettente, ricca anche di atleti più giovani di categoria: prospettive positive dunque per l’Under 15 che assieme all’Under 13 sta allestendo la possibilità di partecipare al Festival finale di Misano Adriatico a luglio. Proprio gli Under 13 di Flavia Michelon, coadiuvata in stagione da Leonardo Dallabona e Nicola Moser, hanno disputato un campionato di grande livello: il quarto posto finale non deve ingannare, frutto di una classifica avulsa che ha visto Merano, Bressanone, Bolzano e Pressano lottare fino alla fine. Anche per le piccole leve giallonere ottimi numeri e prestigiose prospettive ma i primi su cui si punteranno gli occhi saranno come detto gli Under 17, i cui campionati italiani sono ormai imminenti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Il Festival giovanile anima il Palavis con 200 partecipanti

La pallamano trentina si è messa in mostra come da tradizione annuale nel Festival della pallamano allestito al Palavis. Il torneo promozionale per eccellenza in regione, dedicato alle categorie più giovani dell’handball, ha fatto centro anche quest’anno con un evento di spessore che ha richiamato a Lavis, casa della Pallamano Pressano CR Lavis, quasi 200 piccoli atleti dal solo Trentino con l’aggiunta della partecipazione gradita del Caldaro. L’organizzazione sempre meticolosa della società lavisana, in collaborazione con la Delegazione Trentino FIGH guidata anch’essa da quest’anno da Lamberto Giongo, ha reso l’evento ancor più prestigioso. Tutte le palestre di Lavis sono state impegnate sull’arco della giornata per gare e giochi dedicati a tutte le età. Un vero e proprio Festival, come da denominazione, che ha coinvolto giovani ed adulti. La partecipazione, decisamente in aumento rispetto allo scorso anno, sottolinea la salute del movimento in provincia con Pressano che, da buon padrone di casa, è risultato il più rappresentato con oltre 60 piccoli atleti. Un boom quello di quest’anno in casa giallonera che ha rafforzato tutta la struttura del settore giovanile, messo in mostra proprio al Festival, mentre le categorie giovanili maggiori proseguono nei campionati regionali. Numeri che danno grande fiducia e che vanno di pari passo con le gesta della prima squadra, traino per i piccoli atleti entusiasmati dalla Serie A1: il Festival è stato dunque occasione per mettere in piazza il lavoro di tutta la stagione, fatto dalla coordinatrice Flavia Michelon assieme alla direttrice organizzativa Lara Rigotti ma anche dai tanti tecnici al seguito dei più giovani fra cui Leonardo Dallabona e Nicola Moser. Un meccanismo, quello giallonero, che ha fatto centro anche in questa occasione: il Festival 2018 è ormai in archivio ma ogni anno lascia il sorriso sulle labbra di atleti, società ed addetti ai lavori. Ora l’attività promozionale proseguirà con un ultimo torneo a Rovereto, prima di lasciare spazio al Festival Nazionale di Misano Adriatico in luglio. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra