Archivi categoria: Giovanili

Nicola Fadanelli con la nazionale U18 in Marocco per l’MHC

Giungono ancora buone notizie per la Pallamano Pressano CR Lavis dal settore tecnico federale. Dopo il lungo percorso di stage e raduni, il giovane classe 2002 Nicola Fadanelli è stato infatti convocato in nazionale Under18 per il primo impegno ufficiale di peso dell’anno 2018. Il centrale giallonero, talento della cantera di Pressano, volerà infatti assieme ai compagni azzurrini a Marrakesh, in Marocco, per la 15^ edizione dell’MHC (Mediterranean Handball Championship) riservata ai nati dal 2000 in poi. Nonostante la giovane età (soltanto 3 atleti dei 18 convocati sono classe 2002), Fadanelli si è integrato nel gruppo già da mesi grazie ai numerosi raduni allestiti dal settore tecnico federale, ed ora si presenterà ai nastri di partenza del prestigioso torneo internazionale agli ordini dello staff tecnico composto da Giuseppe Tedesco, Roberto Stedile, Luigi Malavasi e Riccardo Trillini. In Marocco saranno 10 le squadre del Mediterraneo (e non solo) a giocarsi la competizione: assieme all’Italia ci saranno Marocco, Egitto, Francia, Grecia, Arabia Saudita, Montenegro, Tunisia, Turchia e Romania. La formula prevede due gironi da cinque squadre (che verranno sorteggiati lunedì) per poi proseguire con quarti di finale, semifinali e finale fino a sabato 17 febbraio. Una grande kermesse che permetterà agli azzurrini di mettersi in mostra come avvenne lo scorso anno nel Mondialito di Parigi.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Nicola Fadanelli convocato con la nazionale U18 per la Sparkassen Cup

Dopo un lungo percorso di stage e raduni, è finalmente arrivata la convocazione definitiva in nazionale per Nicola Fadanelli, centrale classe 2002 e talento della Pallamano Pressano CR Lavis. Selezionato in estate per i primi raduni Under 16, data la giovane età, il giallonero ha mostrato subito le proprie qualità allo staff tecnico azzurro. Già alle finali nazionali Under18 di giugno, con ben tre anni di anticipo sull’età di categoria, il suo nome era stato notato dai tecnici federali che, oggi, lo hanno convocato con la nazionale Under18 per un prestigioso appuntamento. Si tratta della Sparkassen Cup, torneo internazionale per nazionali giovanili in programma a Merzig – in Germania – dal 27 al 30 dicembre prossimi. Gli azzurrini guidati da Giuseppe Tedesco hanno appena concluso un raduno in cui hanno superato agevolmente l’Uzbekistan a Roma ed in 16 sono stati selezionati per la trasferta in Germania. L’esordio per l’Italia sarà proprio contro i coetanei padroni di casa tedeschi, fissato per mercoledì 27 alle 17.10. Seguiranno le altre gare del girone che vede l’Italia opposta a Germania, Svizzera e Bielorussia: le prime due classificate accedono in semifinale. Un torneo prestigioso dunque dove Fadanelli sarà l’unico classe 2002 assieme al funambolo mancino del Cassano Magnago Thomas Bortoli, già ampiamente rodato in Serie A1 dove attualmente conta più di 50 reti. Sarà anche l’occasione per rivedere Simone Mengon in maglia azzurra: il centrale dei due gemelli a Montpellier sarà dunque nuovamente in nazionale, mentre il fratello Marco è assente per un lieve infortunio.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Nicola Fadanelli allo stage della selezione nazionale U16

Non si ferma il ciclo di atleti gialloneri nel giro delle nazionali giovanili italiane. Prosegue infatti senza sosta il lavoro dello staff tecnico federale guidato dal Responsabile Nazionale, Giuseppe Tedesco, che nei giorni scorsi ha guidato a Roma un doppio raduno della nazionale Under 18 e della selezione nazionale Under 16. Nelle file dei più giovani ha trovato spazio anche l’atleta della Pallamano Pressano CR Lavis Nicola Fadanelli, classe 2002. Si tratta del secondo step di selezione dei talenti 2002-2003 sul territorio nazionale dopo il Talents’ dello scorso settembre che ha coinvolto oltre cinquanta atleti. In venti sono stati richiamati a Roma per un raduno agli ordini dei tecnici Tedesco, Popovic, Stedile, Malavasi e Palazzi: da lunedì scorso fino a ieri i giovani neo-azzurrini hanno svolto allenamenti presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito. Per Fadanelli, protagonista delle spedizioni scudettate giallonere a livello giovanile negli ultimi due anni si tratta della prima convocazione: nominato nella Top7 delle finali nazionali Under 18 dello scorso anno con 3 anni di anticipo sull’età di categoria, il giovane giallonero vuole crescere per diventare un punto fisso sia nel club che in azzurro:”Mi sono trovato bene nell’ambiente azzurro. Ho trovato un bel gruppo durante questi giorni di allenamento e devo dirmi davvero orgoglioso di essere stato convocato. Abbiamo svolto sedute intense dalle quali sicuramente ho imparato molte cose utili grazie anche allo staff tecnico che ci ha seguiti. Ho dato il massimo di me stesso e mi sono impegnato per fare ciò che mi veniva chiesto e ciò che serviva alla squadra: spero che questo stage sia andato nel verso giusto e spero di essere convocato nuovamente in futuro nei prossimi raduni.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

[foto ©: Isabella Gandolfi Pics]

L’Under 17 giallonera parte bene, vinto il torneo di Torri

Smaltito l’amaro esordio in Serie A1, torna a sorridere la Pallamano Pressano CR Lavis che ha cominciato a pieno regime la propria attività sportiva. È già tempo di tornei ed amichevoli prestagionali anche per i giovani gialloneri: la rivoluzione delle categorie sul territorio nazionale, che passano da pari (Under 14-16-18-20) a dispari (Under 15-17-19-21), ha permesso di mantenere le stesse annate della passata stagione e gli stessi gruppi di lavoro. La prima uscita giovanile della stagione è toccata all’Under 17 giallonera di Alain Fadanelli, che ha partecipato al Torneo HMT di Torri, organizzato dall’EmmeTi Handball. I trentini hanno ben figurato, portando a casa il primo posto sulle sei squadre partecipanti, al termine di una giornata intensa e ricca di spunti positivi: al gran completo lo staff tecnico al seguito dei ragazzi gialloneri con Fadanelli, Dumnic e Chistè che hanno guidato la squadra attraverso la vittoria del girone eliminatorio (successo contro Torri e sconfitta con Schio) per poi passeggiare in finale 26-4 contro i padroni di casa dell’EmmeTi. Una domenica di sorrisi fra i giovani gialloneri che dimostrano di essere pronti a lottare nel campionato regionale che lo scorso anno (in Under16) si rivelò combattutissimo con 4 squadre in 3 punti a fine stagione. Altra nota lieta è il nuovo innesto nella formazione Under17 proveniente dal Bolzano: il classe 2002 Jonas Walcher, talento altoatesino già da tempo nel giro delle rappresentative regionali ed interregionali, è passato in giallonero dalla società Campione d’Italia senior. Un rinforzo importante per la squadra di Fadanelli che proseguirà ora senza sosta con gli allenamenti in vista dell’altro torneo di preparazione (8 ottobre a Lavis) e del via ai campionati regionali.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Marco e Simone Mengon scrivono alla Pallamano Pressano

“Eccoci qua
Oggi siamo arrivati in Francia ed inizia la nostra avventura. Con orgoglio ricordiamo tutti gli anni passati con la Pallamano Pressano; i successi e le sconfitte che ci hanno aiutato a crescere. Un particolare ringraziamneto alla società, ai compagni di squadra e a tutti gli allenatori e dirigenti che ci hanno seguito in questi anni.
Un saluto a tutti e un “in bocca al lupo” per la nuova stagione. Nei nostri cuori resteranno sempre i colori gialloneri. Marco e Simone.”

I gemelli Marco e Simone Mengon passano al Montpellier HB

Mancava solo l’ufficializzazione, giunta nei giorni scorsi. I gemelli Marco e Simone Mengon, talenti assoluti della pallamano italiana provenienti dal vivaio della Pallamano Pressano CR Lavis sono due giocatori del Montpellier Handball. I due fratelli, nati a Trento il 3 gennaio del 2000, si sono affermati come due dei maggiori talenti giovanili italiani grazie alle gesta offerte con la maglia giallonera del Pressano e quella azzurra delle nazionali giovanili. Qualità indiscutibilmente grandi per il panorama nazionale che hanno permesso il salto dalla piccola ma fiorente frazione di Pressano fino ad una delle piazze più conosciute al mondo. Un passaggio mai conosciuto da nessun italiano in età così giovane: questa volta saranno addirittura in due. Sono stati gli stessi francesi, terza forza della LIDL Ligue 1, a bussare alla porta giallonera: osservati al Mondialito di Parigi Under 17 lo scorso gennaio, i due Mengon hanno subito ricevuto l’interesse del Montpellier. Un breve periodo di prova è bastato per convincere lo staff tecnico francese: il trasferimento è avvenuto nelle scorse settimane. Fra numerosi Campioni del Mondo e Campioni Olimpici (la Francia è di gran lunga la nazionale più vincente degli ultimi 15 anni, ndr) ci saranno dunque anche i due talenti ex-gialloneri, inseriti nella squadra “riserve” fatta di 19 talenti fra i 17 ed i 20 anni che potranno aspirare al palcoscenico della prima squadra, lo scorso anno giunta fino ai quarti di finale di Champions League.

Un salto di qualità netto, assoluto e meritato per i due ragazzi che a livello di club i hanno contribuito – quasi sempre in maniera decisiva – a tutti i 6 scudetti giovanili della storia della Pallamano Pressano fra il 2014 ed il 2017, sfociando in prima squadra lo scorso anno dove il contributo difensivo ha talvolta fatto la differenza. Innumerevoli anche le partite con le nazionali giovanili: un secondo posto agli Europei Under18 di seconda divisione, un bronzo europeo di Beach Handball U17 e soprattutto l’argento mondiale di Beach U17 recentemente conquistato alle Mauritius. Un palmares già di tutto rispetto per i due atleti che si affacciano a Montpellier con il marchio giallonero di Pressano sulle spalle: cresciuti e modellati nel vivaio trentino dalla mano di Branko Dumnic ma in età più giovane dalla passione di Flavia Michelon prima e Giuliano Martinati poi, ai due ragazzi va il miglior augurio di crescere fino ai massimi livelli per fare le fortune della causa nazionale e rendere ancor più orgogliosa la Pallamano Pressano, società madre di due atleti raramente osservati nel panorama nazionale dell’handball.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Mondiali Beach U17: l’Italia dei tre “pressanotti” subito a gonfie vele

Hanno preso il via nella mattinata di martedì i Campionati del Mondo Under 17 di Beach Handball, la manifestazione più attesa dell’estate dall’ambiente della pallamano italiana. Per la prima volta infatti la selezione giovanile azzurra è scesa in campo nel torneo iridato organizzato nella splendida cornice delle Isole Mauritius e per gli azzurrini sono arrivate subito numerose gioie: i 10 ragazzi guidati da Vincenzo Malatino, fra i quali figurano ben 3 gialloneri (Marco e Simone Mengon e Davide Campestrini), hanno superato nella prima giornata le due formazioni cugine di Nuova Zelanda ed Australia ottenendo così il pass per il Main Round, la seconda fase del campionato mondiale. Senza storia la prima gara, giocata alle 9.30 (orario locale alle Mauritius) contro la Nuova Zelanda che ha ceduto nettamente per due set a zero (19-4 e 31-17 i punteggi). Poco più di un allenamento per la nazionale italiana che si è messa in mostra grazie alle prestazioni dello specialista Simone Mengon (top scorer con 15 punti) e l’altoatesino Max Prantner (11); 6 punti anche per Marco Mengon, mentre buon lavoro difensivo senza reti per Davide Campestrini. La stessa sorte è toccata poco dopo all’Australia, battuta anch’essa 2-0 (25-14 e 24-11) con ancora una volta i gemelli Mengon sugli scudi nel conto delle segnature. Gli azzurrini si assicurano così quantomeno il secondo posto in classifica che vale pienamente l’accesso al Main Round: oggi alle ore 10.50 sfida decisiva per il primo posto contro la quarta componente del girone, ovvero il Portogallo Campione d’Europa 2016 che eliminò proprio l’Italia nella semifinale europea dello scorso anno. Un rematch tutto da seguire che vale un passo importantissimo nel prosieguo del torneo: questo mondiale infatti mette in palio anche il pass per la prima edizione del Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires 2018, qualificazione riservata alle prime due europee (4 in totale presenti alle Mauritius, ovvero Russia e Spagna oltre a Italia e Portogallo). Il cammino è soltanto cominciato: ora occorrerà mantenere alta la concentrazione per continuare a cavalcare l’onda dell’entusiasmo di un gruppo formidabile.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra