Archivio dell'autore: pallamanopressano

Pressano passeggia, turno di coppa ampiamente superato!

Pressano – Olympia London HC 37-23 (p.t. 20-9)

Pressano: Facchinelli, Dallago, Cipriani 1, Chistè 7, Moser M., Dedovic, D’Antino, Di Maggio 3, Fadanelli 6, Walcher 7, Giongo, Sampaolo, Alessandrini 2, Argentin 4, Folgheraiter 1, Moser N. 6. All. Dumnic

Olympia London HC: Cholewa 2, Georgiev 3, Nelutescu 4, Vladika 2, Chodyra 1, Vrasneag, Grigorie 1, Chwajta 1, Balanosis, Bereznicu 1, Vano Navarro 6, Domnisor 1, Levitskiy 1, Zephir, Dragu, Stefan. All. Diallo

Arbitri: Beulakker-Gilis (BEL)

Delegato EHF: Kaplanis (CYP)

Buona anche la seconda per la Pallamano Pressano CR Lavis che come da pronostico supera il turno di Challenge Cup e si proietta verso i sedicesimi di finale della competizione. Contro i britannici dell’Olympia di Londra i gialloneri hanno concesso un largo bis anche nella gara di ritorno, dopo la vittoria di sabato nel match d’andata per 40-16. Il risultato della seconda gara, 37-23, conferma quindi la superiorità dei ragazzi di mister Dumnic che per questa occasione si sono presentati in campo dando largo spazio alle seconde linee ed ai giovani gialloneri. Con 38 reti di scarto accumulate nelle due gare Pressano supera così con merito il turno di coppa e vi riesce per la prima volta in 4 apparizioni europee. Dopo 5 anni dunque una squadra italiana maschile avanza al turno successivo di una coppa europea: un onore ed un onere per la società del presidente Giongo che a novembre affronterà il turno successivo contro gli slovacchi del Povaszka Bystrica, grande forza del campionato slovacco. Un’avventura che continua, quella europea, e lo si era capito già nella gara di sabato: nel match di ritorno domenicale la musica non cambia ma mister Dumnic opta per la linea verde. In panchina solo per presenza Sampaolo, Giongo e Dedovic mentre in campo scendono tutti i giovani. A partire dal portiere, Simone Facchinelli, che con 60′ fra i pali ed una prova mostruosa contro i londinesi ha dato il là alla larga vittoria giallonera. Mattatori in fase offensiva l’ala mancina classe ’98 Chistè che ha sostituito Di Maggio in maniera più che degna (7 reti e top scorer), Jonas Walcher, classe 2002 all’esordio europeo con 7 reti a referto e la coppia Nicola Fadanelli e Nicola Moser, entrambi con 6 reti. Esordio con gol anche per Elias Cipriani, alla prima partita con la selezione maggiore giallonera. In sunto, una serata di gioia e divertimento per tutti: anche oggi il pubblico del Palavis si è divertito nel vedere le gesta dei giovani trentini. L’avvio mette subito la parola fine al match: con una partenza sprint trascinata da Fadanelli e Di Maggio Pressano infila il 10-1 iniziale, poi totale spazio alla linea verde ma i gialloneri continuano a giganteggiare e la forbice si fa sempre più ampia. Il finale di primo tempo ricalca quasi perfettamente quello di sabato: un 20-9 tutto firmato dai giovani che testimonia la superiorità di un Pressano in forma smagliante a tutti i livelli. Nel secondo tempo poi con qualche calo e numerosi cambi i padroni di casa gestiscono con tranquillità la partita, provando novità e sfruttando il match europeo come un ottimo test in vista della lunga pausa. I ragazzi di casa accompagnano quindi senza problemi la partita in porto: il finale dice poi 37-23, risultato netto che non lascia spazio ad appelli. La Pallamano Pressano approda così ai sedicesimi di finale di Challenge Cup: gli slovacchi di Bystrica attendono ora l’accordo per la disputa delle gare che è fissata per i due weekend del 17 e 24 novembre prossimi. Probabile quindi lo spostamento delle gare di Serie A1 contro Fasano e Gaeta: un programma che da novembre si farà fittissimo per Pressano; ora però 3 settimane di pausa, prima della ripresa mercoledì 7 novembre al Palavis contro Conversano. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Pressano schianta il London nell’andata di Challenge Cup

Olympia London HC – Pressano 16-40 (p.t. 9-22)

Olympia London HC: Chwajta 4, Cholewa 3, Chodyra 2, Levitskiy 2, Balanosis 1, Bereznicu 1, Grigorie 1, Nelutescu 1, Vano Navarro 1, Domnisor, Dragu, Georgiev, Menzel, Stefan, Vladika, Zephir. All. Diallo

Pressano: Dallago 6, Giongo 6, Di Maggio 5, Folgheraiter 5, Fadanelli 4, Argentin 3, D’Antino 3, Dedovic 2, Moser N. 2, Alessandrini 1, Chistè 1, Mazzucchi 1, Moser M. 6, Bolognani, Facchinelli, Sampaolo. All. Dumnic

Arbitri: Beulakker-Gilis (BEL)

Delegato EHF: Kaplanis (CYP)

Una sontuosa Pallamano Pressano CR Lavis schianta l’Olympia London nell’andata del primo turno di Challenge Cup e mette un piede e tre quarti nel secondo turno. Il risultato di 40-16 in favore dei gialloneri la dice lunga sull’andamento del match che è stato letteralmente dominato da un Pressano perfetto in ogni fondamentale, soprattutto dalla seconda parte del primo tempo in poi. Nessuna speranza per la formazione londinese, ampiamente alla portata dei trentini, che ha dovuto arrendersi alle gesta dei ragazzi di Dumnic. Schiacciante la differenza fra le due squadre: Pressano non ha mai mostrato segni di cedimento e nella ripresa, a risultato acquisito, ha potuto far girare tutta la panchina, regalando a tutti i giovani gialloneri la gioia del campo europeo e del gol. Tutti a segno infatti gli effettivi del Pressano, eccezion fatta per Bolognani iscritto a referto per onor di firma a causa del reiterato infortunio alla spalla. Un tripudio per il club trentino che ipoteca il passaggio del turno: inverosimile pensare ad una rimonta oggi – domenica – alle ore 18.00 nel match di ritorno sempre al Palavis ad opera del Londra. La squadra della capitale britannica avrà grandi difficoltà e ribaltare la situazione prevedendo un successo con oltre 25 reti di scarto è pura utopia. Nel match partono subito bene i padroni di casa che impongono la propria legge sfruttando i palloni persi dai londinesi: il primo allungo è firmato da un ottimo D’Antino e da uno scatenato capitan Giongo (6 su 6 per l’ala sinistra giallonera, top scorer del match assieme a Dallago). Pressano si porta così sul 7-2 ed incanala bene il match ma qualche disattenzione riporta sotto i britannici fin sull’11-7. Di qui è un monologo di casa: con continui contropiede ed un attacco perfetto, Pressano mette il piede sull’acceleratore e schizza fin sul 22-9 di fine primo tempo. Una sentenza netta per la squadra ospite che anche nella ripresa non dà segni di reazione: Dumnic centellina le forze e comincia ad inserire tutti i giovani della panchina che trovano così spazio per l’esordio sul palcoscenico europeo. A segno in sequenza Fadanelli, giovane classe 2002 trascinatore della ripresa, seguito da Mazzucchi, Marco Chistè e Nicola Moser. Gioia del gol anche per Matteo Moser che torna in campo per la prima volta dopo 6 mesi dall’operazione alla spalla sinistra e firma uno spettacolare gol al volo che inquadra bene la giornata di festa in casa Pressano. Fra i pali brilla anche Simone Facchinelli che si presenta parando un rigore a Nelutescu per poi proseguire nella propria ottima prestazione. Una vera e propria festa per il Palavis, dove è accorso un consistente numero di spettatori ed una nutrita delegazione da Londra. La ripresa quindi è pura accademia per Pressano che continua a macinare gioco ed ottima difesa, aumentando il divario inesorabilmente fin sul 40-16 finale. Oggi alle 18.00 al Palavis la gara di ritorno che sarà una passerella per il team di Dumnic: obiettivo evitare spiacevoli inconvenienti ed accompagnare a casa il passaggio del turno (che non riesce ad un’italiana da 5 anni) mostrando ancora una bella pallamano al pubblico amico e sfruttando i tanti giovani a disposizione. A Lavis si preannuncia quindi un’ultima partita di grande festa.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Al Palavis in scena la Challenge Cup: è Pressano-Londra

Tutto pronto per l’impegno europeo della Pallamano Pressano CR Lavis che nel weekend affronterà la doppia sfida di EHF Challenge Cup contro i britannici dell’Olympia London. Quarta apparizione sui palcoscenici internazionali per il sodalizio del Presidente Giongo che nelle precedenti tre partecipazioni non ha mai superato il primo turno di coppa. In questa occasione il club giallonero ha accordato con i londinesi la disputa delle due gare (andata e ritorno) al Palavis, fra sabato e domenica. Un doppio confronto che metterà alla prova le qualità di Giongo e compagni e che farà da chiusura del primo spicchio di stagione, prima della lunga pausa di ottobre. Giocare due gare fra le mura del Palavis sarà una grande occasione per i gialloneri che vogliono tentare il passaggio del turno contro un club di prestigio come quello londinese, giunto in territorio trentino in settimana. Sarà una chance di spessore anche per il pubblico giallonero: due gare europee offerte agli appassionati che potranno accorrere al Palavis. Si gioca sabato – oggi – alle ore 19.00 e domani alle ore 18.00 per 120 minuti che sanciranno le sorti del primo turno di coppa: arbitri dell’incontro saranno i belgi Beulakker-Gilis, mentre delegato EHF sarà il cipriota Kaplanis. Nelle parole di capitan Alessio Giongo tutta l’importanza dell’appuntamento che vuole chiamare a raccolta gli appassionati:”Affrontiamo per la quarta volta la Challenge Cup. Quest’anno avremo una buona occasione, giocando entrambe le sfide con l’Olympia London in casa. Per noi è un impegno prestigioso, confrontandoci con una squadra della capitale britannica. Vogliamo continuare a dimostrare il nostro percorso di miglioramento e tentare di superare il turno, cosa che non abbiamo mai raggiunto nelle scorse 3 partecipazioni. Dalla nostra avremo il fattore campo, molto importante: servirà tutto il calore del nostro pubblico per questo grande appuntamento che ci potrebbe regalare una grande soddisfazione. Noi daremo il massimo, ci siamo preparati bene nonostante qualche acciacco delle ultime settimane: ci sentiamo pronti per questa sfida europea e vogliamo onorarla fino in fondo. Saranno 120 minuti molto importanti per la nostra stagione: andare alla pausa di quasi 1 mese con il sorriso sarebbe davvero fondamentale.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, contro Cingoli arrivano due punti preziosi

Pressano – Cingoli 27-22 (p.t. 15-13)

Pressano: Facchinelli, Dallago 6, Chistè, Bolognani, D’Antino 3, Di Maggio 2, Mazzucchi, Giongo 6, Sampaolo, Alessandrini, Argentin 2, Folgheraiter 2, Moser N., Dedovic 6, Fadanelli, Moser M. All. Dumnic

Cingoli: Ilari 1, Garroni 1, Nocelli 2, Mangoni 3, Camperio 1, Trillini 2, Colleluori, Latini, Strappini 5, Gentilozzi, Alvarez 7, Randes, Matjasevic. All. Nocelli

Arbitri: Rosca-Merisi

Seconda vittoria stagionale per la Pallamano Pressano CR Lavis che fa valere la legge del Palavis anche contro il Cingoli. Terzo risultato utile consecutivo per la squadra di Dumnic che non brilla ancora ma raggiunge l’obiettivo. In un periodo difficile come quello di inizio stagione, la vittoria era quel che contava ed è arrivata. La squadra trentina ha dovuto lottare per 60′ contro il team marchigiano guidato da Nando Nocelli, mai domo lungo tutto l’arco dell’incontro. La classifica di Pressano dunque prende ossigeno: la squadra trentina resta nella prima metà della graduatoria ed ora guarda con fiducia all’impegno di Challenge Cup in programma il prossimo weekend, che aprirà il sipario verso la lunga pausa di ottobre. Partita a tratti nervosa quella disputata sul parquet del Palavis, dove Pressano e Cingoli si affrontano con grande equilibrio nel primo spicchio di match. Protagonisti sono i due portieri Samapolo e Colleluori, stelle nazionali fra i pali di due generazioni differenti: gli estremi difensori mostrano gli artigli ed i rispettivi attacchi avversari ne pagano le conseguenze. Il punteggio non decolla e la gara avanza punto a punto: nelle file giallonere due conclusioni di Dallago ed alcune pregevoli giocate di D’Antino garantiscono ossigeno in fase offensiva, mentre dall’altra parte del campo Cingoli colpisce con Camperio ed Alvarez. Il primo strappo arriva ad una manciata di minuti dal termine della prima frazione, quando il club marchigiano si porta sull’8-10 sfruttando un momento di disattenzione giallonera. Nel momento del bisogno tuttavia Pressano reagisce con una buona difesa e ribalta tutto, 11-10. I gialloneri sono poi bravi ad allungare ancora con una fase difensiva efficace, capeggiata dall’attento Sampaolo fra i pali: la prima frazione va così chiudendosi sul 15-13 in favore dei padroni di casa che nella ripresa non si fanno sorprendere. Pur senza brillare Pressano mantiene il divario ma i primi minuti del secondo tempo sono positivi. Dedovic e compagni aumentano il gap ma si fermano per 5′ sul 18-15, senza affondare così il colpo decisivo. La costante della gara sono ancora le parate di Valerio Sampaolo che non dà speranze alla squadra cingolana: il tempo scorre poi tutto in favore dei locali che proprio negli ultimi 10 minuti aumentano il divario sfruttando anche il contropiede con Giongo, Di Maggio e Dedovic. Pressano si assicura così la vittoria portandosi sul 27-20. Conquistato un vantaggio consistente, i gialloneri amministrano ed il match va concludendosi con il successo dei locali che si portano a 5 punti in 5 gare. Il prossimo impegno in Serie A1 è fissato fra un mese esatto, mercoledì 7 novembre al Palavis quando andrà in scena il recupero del match contro Conversano dovuto alla Challenge Cup, grande evento in vista per la società trentina: sabato e domenica al Palavis si giocheranno infatti le due sfide europee contro il Londra, dove Pressano cercherà conferme e miglioramenti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano a caccia di punti al Palavis contro Cingoli

Quinto turno di Serie A1 in programma per la Pallamano Pressano CR Lavis che attende fra le mura amiche del Palavis la formazione marchigiana del Cingoli. Con un bottino magro di 3 punti in 4 gare, i gialloneri vogliono migliorare la situazione di classifica in vista dell’impegno di Challenge Cup che nel prossimo weekend vedrà Pressano affrontare la doppia sfida al London HC. La concentrazione ora è tutta sul massimo campionato italiano che porterà a Lavis il fanalino di coda Cingoli, avversaria da non sottovalutare. Con un mercato mirato e consistente, il team cingolano si presenta come mina vagante della stagione e, pur occupando l’ultima casella in graduatoria, ha tutta l’intenzione di portare via punti dal Palavis. Di fronte tuttavia dovrà esserci il migliore Pressano: da parte degli uomini di Dumnic si attende una risposta netta e concreta dopo l’amaro pareggio di Siena. Sul parquet di casa è d’obbligo portare in cascina i due punti: Giongo e compagni sono quindi chiamati alla vittoria per far sorridere la classifica e proiettarsi verso la pausa che terrà ferma la Serie A1 per oltre un mese. Servirà una difesa più continua ed un attacco preciso per far bottino pieno e centrare l’obiettivo di giornata. L’ultimo appuntamento con la Serie A1 per i gialloneri prima del 7 novembre promette quindi spettacolo: fischio d’inizio fissato a Lavis alle ore 19.00, arbitra la coppia internazionel tutta al femminile formata da Alexandra Rosca e Gianna Stella Merisi. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Challenge Cup, entrambe le sfide con Londra si giocheranno a Lavis

Mancano meno di due settimane all’impegno europeo della Pallamano Pressano CR Lavis. Nel mezzo del campionato di Serie A1, cominciato con qualche fatica per i gialloneri, è infatti imminente il primo turno di EHF Challenge Cup che Giongo e compagni affronteranno contro l’Olympia London HC. La doppia sfida contro la compagine londinese era inizialmente programmata con gara d’andata il 6 ottobre e ritorno il 13 ottobre ma le due società, sfruttando il regolamento delle coppe europee, hanno trovato l’accordo per disputare entrambe le gare al Palavis di Lavis. Quello del 13 ottobre è il weekend scelto per la doppia sfida che in due giorni vedrà affrontarsi le due squadre: sabato 13 ottobre alle ore 19.00 in programma la gara d’andata e domenica 14 ottobre è in programma il match di ritorno, entrambi sul parquet lavisano. In poco più di 24 ore quindi Pressano potrà giocarsi fra le mura amiche le carte per tentare il passaggio del turno che non riesce ad un’italiana da 4 stagioni. Chi supererà il turno affronterà fra il 18 ed il 25 novembre la squadra slovacca del Bystrica. L’evento europeo, in concomitanza con il Festival dello Sport ospitato a Trento, sarà quindi una manifestazione di cartello che radunerà a Lavis tutti gli appassionati della pallamano per due partite europee dall’elevato tasso tecnico. Regolarmente confermata quindi la sfida di Serie A1 in programma questo sabato 6 ottobre contro il Cingoli al Palavis, mentre il match di campionato del 13 ottobre contro Conversano sarà rinviato d’ufficio a data da destinarsi.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano beffato all’ultimo, a Siena è 30-30

Siena – Pressano 30-30 (p.t. 12-13)

EGO Siena: Ciani, Garcia, Petrangeli 2, Djedid 4, Nelson 6, Pesci 12, Pelacchi, Vermigli, Santinelli 2, Bevanati 3, Bellini 1, Varvarito, Knoll. All. Fusina

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Chistè, Moser M., Bolognani 2, D’Antino 2, Di Maggio 7, Fadanelli, Giongo 3, Sampaolo, Alessandrini 2, Argentin, Folgheraiter 2, Moser N., Dedovic 8. All. Dumnic

Arbitri: Carrino-Pellegrino

Pareggio amaro per la Pallamano Pressano CR Lavis che non riesce a spiccare il volo dopo la prima vittoria stagionale colta sabato scorso al Palavis. Nel posticipo domenicale in diretta su Sportitalia, giocato al PalaEstra di Siena, i gialloneri hanno infatti impattato 30-30 contro la formazione senese della EGO che ha trovato il gol del pari proprio all’ultimo secondo di partita. Un pareggio in parte atroce per i gialloneri che già pregustavano la vittoria, avendo risollevato una gara partita con difficoltà: avanti di 4 reti a 10′ dal termine, Dallago e compagni si sono fatti rimontare e negli ultimi due minuti di gara hanno gettato all’aria la vittoria per la seconda volta, subendo un beffardo pareggio ad opera di Tommaso Pesci, classe ’99 e letteralmente mattatore della serata con 12 reti. Il bicchiere in casa Pressano è mezzo vuoto ma un punto conquistato in trasferta, considerati anche i risultati visti in queste settimane, non è assolutamente da buttare: anche in questa occasione si è visto un Pressano bello solo a sprazzi, spesso impreciso in attacco ma soprattutto troppo molle in difesa dove la rimessa veloce della squadra allenata di Fusina ha aperto le maglie difensive trentine, spianando la strada ai 30 gol segnati anche dalla squadra di Siena. I gialloneri dunque tornano a casa con un punto in tasca per un totale di 3 lunghezze in classifica che stabiliscono Pressano a metà graduatoria, non il migliore degli auspici per le prime quattro gare. In avvio di partita Giongo e compagni faticano come sempre avvenuto quest’anno: qualche pallone perso ed alcuni tiri parati da Garcia permettono alla EGO di condurre il match ma mai oltre le due reti di vantaggio. È proprio Tommaso Pesci a trascinare i compagni: sono sue 6 delle prime 8 reti che portano Siena sull’8-6, prima della reazione giallonera grazie a Dedovic ed ai sette metri conquistati da D’Antino. Pressano ribalta così lo score nell’ultima parte della prima frazione e si porta a condurre a propria volta di 2 reti, con il primo tempo che finisce 12-13 in favore dei trentini. Nella ripresa continua il buon momento per Pressano: le percentuali in attacco si alzano e due minuti sull’acceleratore per Di Maggio permettono ai gialloneri di prendere ossigeno e condurre con sostanziale tranquillità. Pressano sembra avere in mano la gara ma la difesa non lavora a dovere ed anziché scappare nel punteggio i gialloneri restano con Siena alle calcagna. È un pericolo che Pressano paga: nonostante le reti a ripetizione di Pesci e Nelson, in attacco i trentini girano a dovere e toccano il massimo vantaggio sul 21-25 quando mancano 10′ alla fine del match. Proprio nel momento di affondare il colpo decisivo però Pressano si blocca, sbava in attacco e non va oltre il 26-29 quando mancano 4 minuti alla fine. Sembra un vantaggio importante ma tre palloni persi garantiscono altrettante reti a Siena che pareggia, 29-29 a poco più di un minuto dalla fine. Dedovic sigla il 29-30 e Pressano ha anche l’attacco del KO ma perde palla e la EGO all’ultimo secondo trova il pareggio con Pesci che centra il sette e fa 30-30. Un pareggio amaro che proietta Pressano all’ultimo match prima della Challenge Cup: sabato al Palavis arriva il Cingoli ed i due punti diventano obbligatori.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra