Archivio dell'autore: pallamanopressano

Pressano chiude l’andata ad Appiano

Ultima giornata di andata in vista per la Pallamano Pressano CR Lavis che affronterà il giro di boa della Regular Season al PalaRaiffeisen di Appiano. Forti del terzo posto in classifica ottenuto dopo otto giornate costellate di alti e bassi, i gialloneri sono chiamati all’accelerata decisiva per mantenere la parte alta della classifica. Da qui a Natale vietato (o quasi) sbagliare, nonostante il Girone A si sia dimostrato più che competitivo e totalmente imprevedibile: già da questa sera Giongo e compagni dovranno mettere in cascina punti importanti che pesano sempre di più mano a mano che si avvicina la fine della prima fase. Come tutti gli incontri esterni di questa Regular Season, il match della nona giornata ad Appiano sarà tutto da giocare con un avversario in salute che dopo una prima parte di stagione positiva ha subito proprio sabato scorso la sconfitta più amara in quel di Malo. Allenati da mister Marcello Rizzi, i leoni dell’Appiano si presentano con una formazione solida ed omogenea che ha lottato con tutte le avversarie, soprattutto in casa dove ha raccolto due vittorie (contro Mezzocorona e Merano) ed una sconfitta di una rete contro Trieste. Numeri che dimostrano la pericolosità dei gialloblù: di fronte si presenterà un Pressano al completo, alle prese con il recupero di alcuni acciacchi ormai presenti da qualche settimana. Obiettivo due punti per la squadra trentina che, complice il concomitante scontro diretto fra Merano e Trieste, potrebbe assaltare il secondo posto in classifica dopo lo sfortunato pareggio casalingo di sabato scorso contro il Bressanone. Fischio d’inizio al PalaRaiffeisen di Appiano alle ore 19.00, arbitrano i sig. Corioni e Falvo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Nicola Fadanelli allo stage della selezione nazionale U16

Non si ferma il ciclo di atleti gialloneri nel giro delle nazionali giovanili italiane. Prosegue infatti senza sosta il lavoro dello staff tecnico federale guidato dal Responsabile Nazionale, Giuseppe Tedesco, che nei giorni scorsi ha guidato a Roma un doppio raduno della nazionale Under 18 e della selezione nazionale Under 16. Nelle file dei più giovani ha trovato spazio anche l’atleta della Pallamano Pressano CR Lavis Nicola Fadanelli, classe 2002. Si tratta del secondo step di selezione dei talenti 2002-2003 sul territorio nazionale dopo il Talents’ dello scorso settembre che ha coinvolto oltre cinquanta atleti. In venti sono stati richiamati a Roma per un raduno agli ordini dei tecnici Tedesco, Popovic, Stedile, Malavasi e Palazzi: da lunedì scorso fino a ieri i giovani neo-azzurrini hanno svolto allenamenti presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito. Per Fadanelli, protagonista delle spedizioni scudettate giallonere a livello giovanile negli ultimi due anni si tratta della prima convocazione: nominato nella Top7 delle finali nazionali Under 18 dello scorso anno con 3 anni di anticipo sull’età di categoria, il giovane giallonero vuole crescere per diventare un punto fisso sia nel club che in azzurro:”Mi sono trovato bene nell’ambiente azzurro. Ho trovato un bel gruppo durante questi giorni di allenamento e devo dirmi davvero orgoglioso di essere stato convocato. Abbiamo svolto sedute intense dalle quali sicuramente ho imparato molte cose utili grazie anche allo staff tecnico che ci ha seguiti. Ho dato il massimo di me stesso e mi sono impegnato per fare ciò che mi veniva chiesto e ciò che serviva alla squadra: spero che questo stage sia andato nel verso giusto e spero di essere convocato nuovamente in futuro nei prossimi raduni.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

[foto ©: Isabella Gandolfi Pics]

Pareggio amaro per Pressano contro il Bressanone al Palavis

Un punto perso più che un punto guadagnato. La Pallamano Pressano CR Lavis impatta sul 25-25 al Palavis contro il Bressanone al termine di un incontro combattutissimo che ha divertito per tutti i 60′ il folto pubblico presente. Un peccato per i gialloneri che hanno condotto il match per 45 minuti e soprattutto nel finale, prima di vedersi recuperati e beffati da un contropiede sbagliato a 5 secondi dal termine. Un punto comunque in tasca per Giongo e compagni che restano nella parte alta della classifica. Sapore più amaro che altro in bocca: tanti errori gratuiti hanno spianato la strada ai quotati avversari brissinesi che hanno colpito con 8 contropiede in tutto l’arco del match e recuperato numerosi palloni nel finale. Pressano paga l’imprecisione in attacco: quest’oggi le percentuali al tiro sono state positive ma i troppi palloni persi hanno fatto la differenza. L’avvio è tutto targato Pressano: quattro reti di uno scatenato Folgheraiter ed una doppietta di Bertolez portano il punteggio subito in favore dei padroni di casa che conducono prima 6-3 e poi 8-4 dopo 14′, massimo vantaggio dei locali nella partita. Una partenza a razzo che fa ben sperare ma i ragazzi di Dumnic cominciano a sbavare in difesa e la classe di un Basic in serata al rientro dalla squalifica permette a Bressanone di tornare sotto nel punteggio fino a pareggiare sull’11-11 grazie ad una grande reazione ed ai contropiedi dell’ala destra italo-argentina Castro. La prima frazione si chiude sul 14-14 e nella ripresa riprende la battaglia e l’equilibrio: i due sette in campo si affrontano senza esclusione di colpi, sempre punto a punto. Bressanone conduce due volte di una rete ma un Pressano determinato riesce sempre a rintuzzare: il finale è pazzo. I gialloneri toccano il 24-22 a 5′ dal termine ed hanno il pallone del +3 ma sprecano malamente ed in breve tempo subiscono il pareggio. Uno shock che confonde le idee offensive a Pressano: Bertolez firma il 25-24, Pressano fallisce il +2 ad 1′ dalla fine e Basic pareggia in contropiede. Doccia gelata e Brixen che ha anche l’ultimo attacco ma perde palla e Dallago si invola in contropiede, schiantando il tiro sul portiere Pfattner. La gara si chiude così con una parata di Sampaolo ed un colpo al cuore: un punto per parte e qualche rammarico che stimola i gialloneri in vista del match di sabato con Appiano.

h 19:00 | Pressano – Brixen 25-25 (p.t. 14-14)
Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Bolognani, Chistè, D’Antino 2, Di Maggio 4, Fadanelli, Giongo 1, Bertolez 6, Sampaolo, Alessandrini, Folgheraiter 5, Senta 4, Moser. All: Branko Dumnic
Brixen: PFattner, Basic 6, Hirber, Castro 7, Kovacs, Dorfmann 3, Wierer, Slanzi, Ranalter, Oberrauch, Lazarevich 3, Brzic 6, Mitterrutzner, Sader. All: Rene Kramer
Arbitri: Limido – Donnini

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano attende Bressanone per l’ottava giornata

Penultima giornata di andata in vista per la Pallamano Pressano CR Lavis che intravvede il giro di boa della Regular Season ed attende al Palavis la Forst Bressanone. Dopo lo stop contro Bolzano ed il pronto riscatto ottenuto in quel di Merano nel giro di pochi giorni, i gialloneri trovano uno dei team più quotati della stagione: sarà una prova del nove per Giongo e compagni. Terzi in classifica, gli uomini di Branko Dumnic devono dimostrare di aver ingranato la marcia giusta cercando la vittoria nel terzo scontro diretto consecutivo che il calendario propone: la concomitante sfida del Trieste contro la capolista Bolzano rende il tutto ancor più appetibile, perché sul piatto dell’incontro lavisano c’è anche il secondo posto in classifica. Per Bressanone invece l’obbligo è uno solo: vincere per riscattare una classifica sotto le attese a questo punto del campionato. Un ottobre funesto fra infortuni e squalifiche ha costretto la Forst a tre sconfitte consecutive che i ragazzi del neo allenatore Rene Kramer vogliono riscattare: con una vittoria infatti gli altoatesini balzerebbero almeno al quarto posto. In una classifica così corta ogni punto pesa come un macigno ed il match del Palavis promette grande spettacolo: il tris di assi in forza alla Forst, formato da Brzic, Basic e Lazarevic sarà la grande spina nel fianco di un Pressano al completo ed a caccia di conferme. In casa ospite mancheranno i terzini Penn e Wieland ma la qualità del match garantisce agonismo ed ottima pallamano sul parquet lavisano. Fischio d’inizio alle ore 19.00 ad opera della coppia Limido-Donnini.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano risolleva la testa ed espugna Merano

Arriva pronta la reazione della Pallamano Pressano CR Lavis che elimina in tre giorni i fantasmi della pesante sconfitta con Bolzano ed espugna il PalaWolf di Merano grazie ad una prestazione perentoria e di carattere. In breve tempo la truppa di Dumnic ha saputo voltare pagina e portare a casa i due punti da un campo fondamentale ai fini della classifica: dopo Trieste anche lo scontro diretto con i Diavoli Neri si tinge di giallonero e la classifica sorride ancor di più alla squadra trentina, ora terza in graduatoria ed in piena caccia del secondo posto. Ottimi in attacco e sempre avanti nello score, Giongo e compagni hanno saputo far valere la loro legge sull’ostico campo altoatesino chiudendo l’incontro con un rotondo 24-30 che non lascia spazio a dubbi. Tutt’altro che al completo le due squadre: Starcevic e Sljiepcevic assenti nel Merano, Bolognani e Dallago ko fra i gialloneri ma nonostante le assenze la squadra trentina parte bene e mostra subito le proprie intenzioni. L’attacco ospite infatti risulta ben più performante rispetto alla media e dopo 17′ con un capitan Giongo in serata Pressano è già avanti 6-10. Uno strappo fondamentale che suona il campanello d’allarme per la squadra meranese ma con grinta e compostezza Pressano riesce a mantenere il divario anche grazie alla vena di Senta che garantisce l’11-17 sul finale di frazione, perfezionato in 12-17 da un rigore di Radojkovic allo scadere. In avvio di secondo tempo Giongo in contropiede sigla il nuovo +6 ma Merano non demorde e torna sotto di sole 3 reti con due attacchi del possibile -2. La difesa giallonera è brava però ad arginare e ben presto la serata positiva di D’Antino e Di Maggio vale il nuovo allungo che spiana la strada verso la vittoria. La freddezza in attacco toglie le castagne dal fuoco per i gialloneri che negli ultimi 10 minuti, dopo un lungo periodo fra le 3 e le 4 reti di vantaggio, prendono il largo e portano al sessantesimo il gap accumulato con sicurezza ed esperienza: 24-30 il finale che lancia la squadra giallonera verso il match con Bressanone, ennesimo scontro diretto sabato prossimo al Palavis.

h 19:00 | Alperia Meran – Pressano 24-30 (p.t. 12-17)
Alperia Meran: Raffl, Martinati, Radojkovic 4, Prantner 1, Gufler 3, Suhonjc 8, Brantsch 1, Starcevic, Rottensteiner, Freund, Stricker Lukas, Weger, Stricker Laurin 3, Campestrini 4. All: Jurgen Prantner
Pressano: Facchinelli, Dallago, Alessandrini 1, Bolognani, Chistè, D’Antino 4, Di Maggio 7, Fadanelli, Giongo 6, Bertolez 4, Sampaolo 2, Folgheraiter 1, Senta 5, Moser. All: Branko Dumnic
Arbitri: Rosca – Merisi

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano di scena a Merano nella settima di andata

Dimenticare in fretta e ripartire. È questo l’obiettivo principale della Pallamano Pressano CR Lavis, reduce dal funesto turno infrasettimanale di Ognissanti al Palavis contro il Bolzano. Il meno 11 patito contro i Campioni d’Italia -la peggior sconfitta casalinga da 12 anni a questa parte- deve essere una parentesi lasciata ormai alle spalle: nessuno spazio può essere concesso agli strascichi perchè per i gialloneri in vista ci sono due match fondamentali in ottica classifica contro Merano e Bressanone. La stagione infatti continua a spron battuto e già questa sera la squadra di Dumnic tornerà a calcare i parquet di Serie A1: nella settima di andata Giongo e compagni faranno visita al Merano, storico avversario ed anche quest’anno in lotta per le posizioni di vertice. Un incontro delicatissimo per entrambe le formazioni: anche i Diavoli Neri escono da una batosta ricevuta mercoledì (sconfitta ad Appiano) ed hanno tutta l’intenzione di risollevarsi davanti al pubblico amico sempre più presente al fianco della squadra altoatesina. Non sarà di certo un’ultima spiaggia per le due squadre in campo ma i due punti consentono di restare agganciati al treno delle posizioni di vertice ed al contempo di allungare la classifica. Un Pressano integro dal punto di vista fisico ma chiamato alla reazione psicologica si presenterà alla Karl Wolf con la voglia di riprendere il cammino nel migliore dei modi, mentre Merano dovrà fare ancora i conti con l’assenza del bomber Starcevic. Fischio d’inizio alle ore 19.00 ad opera della coppia internazionale Alexandra Rosca – Gianna Stella Merisi.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Bolzano spadroneggia al Palavis, Pressano al tappeto

Si arrende al cospetto dei Campioni d’Italia la Pallamano Pressano CR Lavis che cede con un tonfo sonoro nel big match infrasettimanale di Serie A1. Contro Bolzano, nel più classico dei match del Girone A, i gialloneri hanno retto per 10 minuti: troppo poco per far fronte al team più forte sul territorio nazionale che ha aumentato gradualmente il divario nel corso del match, dilagando nel finale fin sul 18-29 del sessantesimo che suona pesante – forse troppo – per la truppa di Dumnic. Uno stop netto nel quale Pressano ci ha messo molto del suo: la prestazione sufficiente in fase difensiva per larghi tratti non ha potuto reggere i tanti errori in attacco. Palloni persi e tiri sbagliati, fra cui moltissimi dai sei metri, hanno fatto la differenza di fronte ad un Mate Volarevic in stato di grazia fra i pali bolzanini. La potenza dei tricolori freschi vincitori della Supercoppa si è vista tutta nel secondo tempo: panchina lunga e partita da incorniciare per Bolzano che ha annientato sotto ogni punto di vista la squadra di casa. A partire meglio sono stati proprio i locali che con un avvio di grinta e precisione fanno subito 4-1 con due reti di Senta, ispirato: è solo un fuoco di paglia perché con ordine e calma Bolzano recupera rete su rete grazie a Sonnerer e Gaeta, quest’ultimo grande trascinatore dei biancorossi. Il primo pari arriva sul 6-6 al quarto d’ora, poi Bolzano prende via via il largo sfruttando soprattutto gli errori gialloneri: poche le reti che arrivano ma Pressano segna davvero col contagocce e l’8-12 di fine primo tempo ne è la malinconica dimostrazione. Il secondo tempo si apre ancora all’insegna dell’equilibrio: Pressano resta fra le 4 e le 5 reti di svantaggio e Bolzano continua ad essere sorretto da Volarevic che para anche tre rigori. Troppe le occasioni sciupate dai gialloneri ed una squadra come quella di Fusina non perdona: rete su rete i biancorossi portano a 7 i gol di distacco grazie ad un gioco corale in attacco ed una difesa arcigna che costringe Pressano a trovare sporadiche soluzioni individuali. La strada per i biancorossi si spiana col passare dei tempo: la grinta di D’Antino non basta ai locali per contrastare l’impeto bolzanino che vale la goleada. Nella seconda parte della ripresa infatti Bolzano non si accontenta e continua a spingere: negli ultimi minuti una numerosa serie di contropiedi fa diventare lo score pesantissimo per i padroni di casa che si ritrovano sotto di 10 reti, perfezionate in 11 sul 18-29 della seconda sirena in un Palavis gremito come nelle rare occasioni ma ammutolito dallo strapotere biancorosso. Una pagina storta che Pressano non avrà molto tempo per archiviare: le sconfitte di Merano e Bressanone fanno restare i gialloneri attaccati al treno delle posizioni che contano ma sabato, fra due giorni, sarà proprio il campo di Merano ad ospitare Giongo e compagni, chiamati ad un riscatto più che mai difficile ma quasi obbligato.

h 19:00 | Pressano – Bozen 18-29 (p.t. 8-12)
Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Bolognani 1, Chistè, D’Antino 5, Di Maggio 2, Fadanelli, Giongo 2, Bertolez 1, Sampaolo, Alessandrini, Folgheraiter, Senta 4, Moser. All: Branko Dumnic
Loacker-Volksbank Bozen: Volarevic, Moretti 5, Sonnerer 4, Riccardi, Dapiran 3, Gufler 2, Kammerer, Stricker, Sporcic 2, Pescador, Mbaye, Gaeta 7, Innerebner 1, Turkovic 5. All: Alessandro Fusina
Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra