Archivio mensile:febbraio 2017

Pressano passeggia a Musile e guarda alla Poule PlayOff

nicola-moser-pressano-pallone-azioneLa Pallamano Pressano CR Lavis chiude con una passeggiata a Musile la Regular Season, vincendo in casa del fanalino di coda per 12-32. Match senza storia quello fra i veneti di Melchiori ed i trentini, fluidi e precisi per buona parte dell’incontro. Incerottati, i gialloneri non hanno mollato la presa nemmeno all’ultima ininfluente giornata ed hanno colto altri 3 punti chiudendo così al secondo posto la prima fase. Per Dumnic occasione per far girare la panchina ed in terra Veneta dopo 12′ è 5-5; complici i tanti tiri dai sei metri sbagliati, Bolognani e compagni non riescono ad innestare la marcia giusta ma dopo un avvio nervoso e contratto Pressano ingrana e con l’ottima vena dei giovani gialloneri comincia a volare nello score, chiudendo la prima frazione sul 17-6. Il break di 1-12 arriva tutto in velocità, grazie ai numerosi palloni recuperati dalla difesa e da un attento Sampaolo. Nella ripresa spazio interamente ai giovani Under 20 ed Under 18 ma nonostante la giovane età gli ospiti di Dumnic continuano ad allungare grazie alle parate del giovane Facchinelli ed ai gol quasi tutti in prima e seconda fase: Musile non riesce a segnare per un totale di 25 minuti e Pressano ne approfitta, scappando definitivamente nel punteggio. Non basta ai padroni di casa la buona giornata dei portieri: il team veneto continua a peccare di precisione in attacco e per i gialloneri è un continuo scattare in velocità in attacco; con uno scatenato Nicola Moser (8 reti e top scorer) Pressano continua a premere con grande intensità ed al sessantesimo il tabellone segna un netto +20. Il calendario prevede ora un weekend di pausa, fondamentale per i ragazzi di Dumnic per recuperare energie ed acciacchi: dall’11 marzo scatterà poi la Poule PlayOff, che assegnerà i posti in semifinale scudetto; per Pressano esordio in trasferta a Merano.

h 18:30 | Musile – Pressano 12-32 (p.t. 6-17)

Musile: Boem, Rossignoli, Ferrotti, Bresolini, Da Fre, Nicoletti 2, Berto, Ferronato 2, Esposito 1, Ervigi 3, Cancian 2, Tedesco 1, Gasparini, De Vettor 1. All: Pierluigi Melchiori

Pressano: Dallago 5, Mengon M. 1, Bolognani, Chistè, D’Antino 4, Campestrini 3, Moser M. 2, Giongo 3, Bertolez 3, Sampaolo, Stabellini 2, Folgheraiter 1, Facchinelli, Moser N. 8. All: Branko Dumnic

Arbitri: Bassan – Bernardelle

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Un giovane Pressano chiude la Regular Season a Musile

Stabellini attacca contro Conversano - Spareggi TeramoUltimo atto di Regular Season per la Pallamano Pressano CR Lavis che, già certa del secondo posto in classifica, fa visita al fanalino di coda Musile. Un ultimo turno soft per i ragazzi di mister Branko Dumnic che penseranno soprattutto a ricaricare le batterie e recuperare gli infortuni in vista della Poule PlayOff che scatterà l’11 marzo. Nel frattempo obiettivo tre punti per i gialloneri in terra veneta: la squadra trentina non vuole farsi sfuggire l’occasione ed è determinata a chiudere la prima fase con una vittoria. Sulla carta il team di Pressano è assolutamente favorito: Musile occupa infatti l’ultima casella in graduatoria ancora a zero punti e non dovrebbe costituire ostacolo insuperabile per Giongo e compagni che cercheranno di impostare il ritmo del match alla pari dell’incontro giocato a Lavis lo scorso novembre, quando i gialloneri vinsero con un sonoro 37-15. Pressano comunque non si potrà presentare a Musile al completo: ancora ai box Chistè e Dallago a cui si è aggiunto sabato scorso Simone Mengon. Spazio quindi ai giovani dell’Under20 Campione d’Italia che potranno mettersi in mostra e ricevere un minutaggio consistente per questa chiusura di Regular Season. Dall’altra parte ci sarà un Musile ormai sicuro dell’ultimo posto in classifica e con la testa già alla Poule Retrocessione: un incontro quindi di transizione che traghetterà le due squadre verso le rispettive seconde fasi di campionato. Obiettivo evitare infortuni e far girare la panchina per conquistare altri tre punti in stagione. Fischio d’inizio affidato alla coppia Bassan-Bernardelle alle ore 18.30 a Musile di Piave.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano supera Cassano ed è matematicamente secondo

D'antino e Bolognani passaggioVince e mette la parola fine sul discorso classifica in Regular Season la Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra che batte i lombardi del Cassano Magnago e conquista il secondo posto matematico ad una giornata dal termine della prima fase. Sfumato due settimane fa il primo posto, i gialloneri dovevano matematizzare la seconda piazza e ci sono riusciti con un match ancora una volta faticoso che inquadra bene il periodo non brillantissimo della truppa di Dumnic. Ancora una volta privi di Dallago e Chistè per infortunio i padroni di casa schierano Simone Mengon dal primo minuto come a Bressanone ma dopo pochi secondi il giovane giallonero va KO e complica ulteriormente le cose al team di casa. Nonostante ciò in avvio Pressano va avanti nello score con un buon Giongo: la difesa regge e Pressano tocca il 5-2, salvo poi farsi recuperare; ancora una volta gli errori in attacco puniscono la squadra trentina che viene infilata in velocità dal team cassanese e soprattutto dal pivot La Mendola che buca Sampaolo. Raggiunto il pareggio gli ospiti si caricano ed al 20′ passano addirittura in vantaggio sul 6-7; i locali provano a reagire ma nonostante una difesa aggressiva sono moltissimi i palloni persi in attacco e ad approfittarne ci si tuffa Cassano che tocca anche il +3 sull’8-11. Un Timeout di Dumnic scuote poi i gialloneri che con due reti di Folgheraiter chiudono il primo tempo sotto di una rete, 12-13. Nella ripresa è Rokvic ad aprire le marcature ma dal 13-15 la luce in casa Cassano si spegne: la difesa di Pressano serra le file, Sampaolo chiude la porta e l’attacco si registra; in velocità, sfruttando numerosi palloni recuperati, Bolognani con una tripletta e compagni infilano un break di 5-0 che vale il 18-15.

È il momento chiave del match perché da qui Pressano non molla più la presa: Cassano risponde toccando il 18-17 ma un Sampaolo monumentale chiude la porta in faccia alle iniziative ospiti e consegna ossigeno nelle mani dell’attacco gialloneri. Negli ultimi 10′ Giongo (7 reti) continua a bucare Monciardini dall’ala ed il resto del lavoro lo fa D’Antino che regala spettacolo al pubblico e chiude la contesa sul 26-21 con una rete da cineteca. Tre punti importanti per Pressano che con il secondo posto acquisito conquista anche il pass per la Final Eight di Coppa Italia in programma a Fondi a fine aprile. Sabato prossimo chiusura di Regular Season contro la cenerentola Musile, poi un weekend di pausa e da marzo via alla Poule PlayOff: Pressano deve ricaricare le batterie e recuperare gli infortunati con ottime prospettive per la seconda parte di stagione.

h 19:00 | Pressano – Cassano Magnago 26-21 (p.t. 12-13)

Pressano: Facchinelli, Dallago 2, Mengon M. 1, Bolognani 5, Chistè, D’Antino 7, Moser, Mengon S, Giongo 7, Bertolez 2, Sampaolo, Stabellini, Folgheraiter 2, Moser. All: Branko Dumnic

Cassano Magnago: Fantinato 2, Monciardini, Branca, La Mendola 6, Garza 1, Bellotti 4, Rokvic 3, Dorio, Decio, Milanovic 5, Bragato, Bortoli, Luoni, Scisci. All: Davide Kolec

Arbitri: Alperan – Scevola

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano ospita Cassano per la matematica

chiste-lotta-pallone-contro-cassanoManca un solo punto per il secondo posto matematico ma la Pallamano Pressano CR Lavis non vuole fare conti. A due giornate dal termine della Regular Season i gialloneri hanno di fronte Cassano Magnago e Musile e vogliono a tutti i costi chiudere la questione piazzamento il più in fretta possibile. La prima delle due sfide che chiuderanno la stagione regolare si presenta al Palavis, fra le mura amiche dove – dopo le sconfitte con Merano e Bolzano – i gialloneri non vincono dallo scorso 10 dicembre contro Malo. L’obiettivo è dunque quello di ritornare alla vittoria davanti al pubblico amico ma non sarà del tutto facile. I ragazzi di Dumnic si troveranno contro un Cassano Magnago solido che ha apertamente dichiarato di voler venire a Lavis per vincere: rimasti orfani del bomber Moretti, ceduto al Bolzano, i lombardi si affidano all’esperienza del gruppo ed alla classe di elementi come Rokvic. Servirà quindi un Pressano attento per conquistare i tre punti ma la squadra giallonera dovrà fare i conti anche con l’infermeria che parla di due dubbi (Dallago e Chistè) che potrebbero riproporre la rivoluzione tattica vista a Bressanone. Il team ospite, sempre solido ma tranquillo in classifica al quinto posto, vanta 5 punti di vantaggio sulla sesta classificata Appiano che oggi affronta Trieste: il team cassanese può quindi giocare senza pressioni e la qualità della partita ne gioverà sicuramente. La posta in palio non sarà quindi delle più alte ma il tasso tecnico è di ottimo spessore ed al Palavis si prevede battaglia fra due squadre che hanno sempre lottato senza esclusione di colpi negli ultimi anni. Ai gialloneri, come detto, basta un punto per matematizzare il secondo posto che significherebbe un buon punto di partenza per la Poule PlayOff e soprattutto la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia, in programma a Fondi dal 21 al 23 aprile. L’appuntamento è quindi al Palavis alle ore 19.00: arbitrano i sig. Alperan e Scevola.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano ritrova la vittoria: espugnata Bressanone

Nicola Folgheraiter (Pressano)Torna a Lavis con i tre punti ed un ritrovato sorriso la Pallamano Pressano CR Lavis che espugna il campo della Forst Bressanone col punteggio di 24-22 e mette una pesante pietra sul secondo posto in classifica. Match opaco quello giocato dai gialloneri in terra altoatesina: l’importante era portare a casa i tre punti ed il successo è arrivato, liberatorio, dopo due sconfitte consecutive. Giongo e compagni ritrovano così i tre punti con un match sofferto e risolto solo nella ripresa. A Bressanone la truppa di Dumnic si presenta con tre tegole: fuori per infortunio Dallago, Chistè e Marco Mengon che costringono il tecnico montenegrino a schierare una formazione rivisitata con il classe 2000 Simone Mengon impegnato 60′ in attacco ed in difesa. I gialloneri partono con volontà ma sprecano moltissimo fra cui 2 rigori e Bressanone tiene il passo nel punteggio grazie a Lazarevic; dal lato giallonero è Stabellini a muovere la rete alle spalle di Pfattner e Pressano dal 5-4 infila un bel break di 1-5 che vale il massimo vantaggio sul 9-6 grazie anche alle parate di un Sampaolo in serata. Gli ospiti tuttavia non riescono ad affondare il colpo e falliscono 4 attacchi del +4 con lo score che resta inchiodato per 6 minuti. A fine primo tempo Giongo sigla il momentaneo 9-11 ma un tiro franco di Lazarevic a tempo scaduto inganna Sampaolo e vale il 10-11 dei primi 30′.

Nella ripresa come ormai consuetudine Pressano entra in campo con determinazione e dal 12-12 firmato Sader i gialloneri accelerano: difesa efficace ed attacco sistemato valgono il nuovo break di 1-6 che fissa il punteggio sul 13-18, massimo vantaggio del match. L’incontro sembra indirizzato ma i padroni di casa, spinti da un palasport gremito e caldissimo, rispondono con un contro break di 3-0 che riapre il match; nel momento più delicato tuttavia Pressano e Sampaolo chiudono la porta in faccia ai locali ed i gialloneri accelerano nuovamente toccando il 17-22. Di qui Pressano gestisce fino alla fine, accompagnando il risultato in proprio favore fino al sessantesimo: la seconda sirena chiude l’incontro sul 22-24. I gialloneri respirano dopo un periodo difficile ed impegnativo ed ora affronteranno le ultime due giornate di Regular Season in serenità prima della Poule PlayOff.

h 19:00 | Brixen – Pressano 22-24 (p.t. 10-11)

Brixen: Pfattner, Wierer, Dorfmann 3, Lazarevic 4, Unterkircher, Mischi, Oberrauch, Ranalter, Hilber 4, Slanzi, Penn 4, Sader 6, Kovacs, Mitterutzner. All: Filiberto Kokuca

Pressano: Dallago, Campestrini, Bolognani 5, Chistè, D’Antino 2, Moser, Mengon S. 2, Giongo 3, Bertolez 4, Sampaolo, Stabellini 5, Folgheraiter 3, Facchinelli, Moser. All: Branko Dumnic

Arbitri: Chiarello – Pagaria

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, a Bressanone l’obiettivo è ritrovare la vittoria

giongo-tiro-vs-cassanoDue sconfitte consecutive dopo una striscia di 13 vittorie di fila non hanno abbattuto la Pallamano Pressano CR Lavis che si appresta a disputare la terzultima giornata di Regular Season. Superato il periodo di fuoco con tutti gli scontri diretti nella parte alta della classifica, i gialloneri hanno perso sì il primo posto ma non la convinzione di poter restare nei piani alti: l’obiettivo principale ora è quello di blindare la seconda posizione, già relativamente al sicuro grazie al +5 su Trieste. Per farlo occorrerà ritornare alla vittoria già da questo sabato sul campo del Palasport del Laghetto di Bressanone. Teatro di mille battaglie di uno dei team più blasonati in Italia, il palasport brissinese si preannuncia caldo e come sempre gremito per una sfida che farà sicuramente divertire. Capitan Giongo e compagni arrivano da due battaglie negli ultimi 7 giorni contro Merano e Bolzano, nelle quali i ragazzi di Dumnic hanno speso tanto: se amara era stata la sconfitta contro Merano, agrodolce è stata quella contro i bolzanini dove Pressano ha dimostrato di poter giocare ancora ai massimi livelli. Ora c’è l’ostacolo Bressanone, in una fase non facile del proprio cammino ed alle prese con una stagione altalenante: la truppa biancoverde di mister Kokuca è stata falcidiata dagli infortuni in corso d’opera ed ora si trova al terzultimo posto in classifica; la pesante sconfitta di sabato scorso a Cassano Magnago 27-19 non è stato il miglior segnale ma in casa gli altoatesini avranno tutta l’intenzione di reagire.

Servirà quindi un Pressano attento, aggressivo in difesa come mercoledì e preciso in attacco come nella prima parte di stagione: solo con questi ingredienti i gialloneri potranno portare a casa l’intera posta in palio, replicando così il 22-15 che all’andata valse la vittoria al Palavis. Il team giallonero si presenterà a Bressanone al completo con l’unico dubbio riguardante Dallago, infortunatosi nel match con Bolzano. La vittoria è il risultato più voluto dai gialloneri: sui 60’ Pressano non vince da dicembre e tre punti significherebbero una seria ipoteca sul secondo posto in classifica, con la Poule PlayOff che inizierà l’11 marzo. Fischio d’inizio a Bressanone alle ore 19.00: arbitra la coppia Chiarello-Pagaria.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Big match spettacolare al Palavis: passa Bolzano 23-26

pressano-bolzano-dallago-waldnerVince Bolzano ma Pressano esce a testa altissima. È uno splendido spot per la pallamano quello andato in scena al Palavis nel recupero della quarta giornata di ritorno in Serie A. In un palasport dal pubblico delle grandi occasioni è andata in scena una battaglia epica che ha confermato le attese della vigilia: le prime due della classe si sono dimostrate tali. Con continui capovolgimenti di fronte Pressano e Bolzano hanno dato spettacolo, regalando grandi emozioni al pubblico presente: al termine della contesa trionfano i biancorossi ospiti che portano a casa i tre punti ed allungano in vetta mettendo quasi la parola fine al discorso primo posto. Nella bocca dei gialloneri resta tanta amarezza per un match giocato fino alla fine ma di contro emergono anche tanti fattori positivi: la squadra ha reagito dopo la sconfitta con Merano, mostrando grinta e cuore che tuttavia non sono bastati per portare a casa una vittoria sfuggita di un soffio. In avvio partono decisamente meglio gli ospiti: Pressano sembra quello degli ultimi tempi con un attacco impacciato ed una difesa che cede di fronte alla velocità di Dapiran e compagni. Bolzano allunga subito sull’1-4 con un ispiratissimo Gaeta che infila Sampaolo ed i gialloneri devono ricominciare tutto daccapo. Pressano tuttavia regge nello score grazie ad alcune soluzioni individuali ma gli ospiti continuano ad attaccare con efficacia e dai 6 metri volano sul 4-8. Di qui i gialloneri reagiscono: Sampaolo chiude la porta grazie anche alla difesa aggressiva di Giongo e compagni che confondono le idee agli avversari.

In attacco Pressano prende la mira e comincia una straordinaria rimonta: viene giù letteralmente il Palavis quando Bertolez infila il 9-9 che riapre la partita; con due botta e risposta le due squadre poi chiudono il primo tempo sul 12-12, siglato da Giongo sulla sirena. In avvio di ripresa subito bene i gialloneri: Dallago (8 reti e top scorer) e Stabellini siglano il 14-12 che suona la carica in casa giallonera ma Bolzano non ci sta e con i rigori di Dapiran (7 reti) pareggia sul 15-15. Inizia così una battaglia senza fine: Pressano continua a difendere alla morte e Bolzano perde la bussola; una doppietta di Dallago in contropiede vale il 18-16 ma proprio nel momento migliore i padroni di casa sprecano tre palloni del +3. È pane per i denti bolzanini che con uno splendido Pircher dall’ala destra infilano un break di 1-5 che vale il +2. Partita ribaltata e Pressano scoraggiato: con qualche errore di troppo in attacco i locali non riescono a tornare sotto nonostante alcuni palloni recuperati e Bolzano è freddo nel colpire quanto basta per mettere in cassaforte il match nonostante il cartellino rosso ad Innerebner. Finisce così 23-26 con un Bolzano cinico ed un Pressano molto positivo che riceve una bella iniezione di fiducia in vista dei prossimi incontri a partire dal match di sabato a Bressanone.

h 20:30 | Pressano – Loacker-Volskbank Bozen 23-26 (p.t. 12-12)

Pressano: Facchinelli, Dallago 8, Mengon M, Bolognani 2, Chistè, D’Antino 2, Campestrini, Mengon S, Giongo 4, Bertolez 3, Sampaolo, Stabellini 2, Folgheraiter 2, Moser. All: Branko Dumnic

Loacker-Volksbank Bozen: Volarevic, Moretti 3, Riccardi, Dapiran 7, Waldner, Kammerer, Stricker, Oberkofler, Sporcic 4, Mbaye, Gaeta 4, Pircher 4, Innerebner 3, Turkovic 1. All: Alessandro Fusina

Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra