Archivio mensile:dicembre 2016

Pressano baciato dai FIGH Awards: vincono Sampaolo e gli Under!

sampaolo-parata-italia-finlandia-palavisSono stati pubblicati dalla FIGH, Federazione Italiana Giuoco Handball, gli esiti dei FIGH Awards, ovvero i premi dedicati ai migliori giocatori di Serie A maschile dell’anno solare 2016. I tecnici delle squadre della Serie A attuale sono stati chiamati a votare, la scorsa settimana, per quattro premi: miglior giocatore italiano, miglior portiere, miglior giocatore straniero e miglior giovane (Under 20) dell’anno 2016. C’è tanta Pallamano Pressano nelle classifiche finali: per quanto riguarda il miglior giocatore italiano del 2016, anche quest’anno è stato il terzino del Bolzano Dean Turkovic a dominare la contesa. Per l’italo-croato biancorosso da 6 stagioni e gioiello della pallamano italiana sono arrivati 61 punti, al secondo posto il terzino imolese Davide Bulzamini del Romagna ed al terzo posto l’ala sinistra di Fasano (ex Bolzano) Demis Radovcic. Le gioie giallonere partono dal premio di miglior portiere che quest’anno va alla saracinesca di Pressano, Valerio Sampaolo. Il portierone della nazionale, già vincitore del premio nel 2014 e lo scorso anno secondo dietro al fasanese Vito Fovio, si aggiudica il titolo di miglior estremo difensore della Serie A con 69 punti davanti al collega azzurro Fovio (52). Un successo netto, reso possibile dagli apprezzamenti giunti da tutta Italia; nella categoria “miglior giocatore straniero” dominio del brasiliano di Fasano Andrè Leal, mentre nella categoria “miglior giovane” torna in auge la Pallamano Pressano che vede due propri talenti nei primi tre posti.

A coronamento dei numerosi scudetti vinti negli ultimi anni, il miglior giovane del 2016 è Nicolò D’Antino, ala destra giallonera protagonista di 3 dei 5 scudetti gialloneri e passato quest’estate ai Campioni d’Italia della Junior Fasano dove sta avendo uno splendido rendimento anche in prima squadra. Un prodotto del vivaio che si piazza in vetta alla classifica nazionale è motivo d’orgoglio ma al terzo posto, alle spalle del piazzato bolognese Giacomo Savini, c’è Simone Mengon, altro talento del vivaio giallonero classe 2000 ed ormai pedina fondamentale anche della prima squadra che alla giovane età di 16 anni si ritaglia un posto fra i migliori giovani italiani, votato dagli esperti tecnici della Serie A. La Pallamano Pressano CR Lavis non può che osservare con orgoglio l’assegnazione di due premi su 4 ad atleti della propria società (con D’Antino ora in forza a Fasano ma fino a giugno in giallonero), con un terzo presente in graduatoria: considerato che tali riconoscimenti giungono direttamente dai tecnici di Serie A, il sodalizio giallonero si deve ritenere orgoglioso del lavoro svolto fino ad oggi, con la consapevolezza di poter proseguire su questa strada ed ottenere in futuro ancora molti frutti. Agli atleti premiati e soprattutto ai gialloneri la società rivolge le migliori congratulazioni.

Miglior Giocatore Italiano

  1. TURKOVIC Dean (Bozen) – 61 punti
  2. BULZAMINI Davide (Romagna) – 30 punti
  3. RADOVCIC Demis (Fasano) – 29 punti

Miglior Portiere

  1. SAMPAOLO Valerio (Pressano) – 69 punti
  2. FOVIO Vito (Fasano) – 52 punti
  3. JURINA Jan (Carpi) – 29 punti

Miglior Giocatore Straniero

  1. LEAL Alves Andrè (Fasano) – 77 punti
  2. BOSNJAK Tomislav (Carpi) – 34 punti
  3. LAZAREVIC Uros (Brixen) – 24 punti

Miglior Giovane

  1. D’ANTINO Nicolò (Pressano/Fasano) – 40 punti
  2. SAVINI Giacomo (Bologna) – 30 punti
  3. MENGON Simone (Pressano) – 29 punti

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano chiude il 2016 con la dodicesima: Appiano battuto

Stabellini attacca contro Conversano - Spareggi TeramoChiude in bellezza il 2016 la Pallamano Pressano CR Lavis che espugna l’ostico campo dell’Appiano e coglie la dodicesima vittoria in dodici uscite, confermandosi in vetta solitaria prima della lunga pausa invernale. Anche in terra altoatesina i gialloneri faticano, mostrando tutte le difficoltà di questo periodo finale dell’anno, e devono lottare poco meno dei 60 minuti complessivi per portare a casa i tre punti. Complice delle fatiche un primo tempo disastroso, il peggiore della stagione, che ha costretto Pressano ad inseguire per lunghi tratti a causa dei tanti errori in attacco ed in difesa; nella ripresa i ruoli delle due squadre però si sono invertiti ed i gialloneri hanno potuto far valere la legge del più forte, ribaltando la situazione e portando a casa un netto 19-26. Che la giornata non fosse delle migliori si vede fin dai primi minuti: le due squadre partono a rilento e fra numerosi palloni a sbloccare è Dallago che sigla lo 0-1 in favore di Pressano. È solo un fuoco di paglia, perché in cattedra sale il portierone altoatesino Michaeler che chiude la porta (9 parate su 13 tiri nei primi 20′ di gara) che chiude la porta e manda in bambola i gialloneri; Giongo e compagni sbagliano 4 contropiedi, un rigore ed altrettanti tiri dai 6 metri ed i padroni di casa si esaltano bucando la frastornata difesa ospite fin sul 6-2 al 15′: due sole reti segnate sono un campanello d’allarme che mina le certezze giallonere. La gara sembra scappare di mano alla capolista che con freddezza recupera sul 6-4 al 20′ grazie ad una doppietta di Bolognani ma torna ad inseguire in breve tempo, 8-4. Il match non sembra davvero voler sorridere ai trentini che tuttavia proprio negli ultimi minuti del primo tempo infilano un bel break di 0-5 sfruttando gli errori dei locali e passano addirittura a condurre sull’8-9, perfezionato in 9-9 da Moritz Pircher a fine primo tempo.

Nella ripresa i padroni di casa continuano a condurre e non mollano la presa: per i primi 5′ si lotta punto a punto ed Appiano sembra davvero non voler mollare quando sigla in contropiede il 14-12 al minuto 8. Di qui si scuote la capolista che fa la voce grossa e comincia a rimontare: la difesa giallonera serra le file e Sampaolo comincia a parare con continuità. Anche l’attacco giallonero ne giova e Pressano ribalta tutto grazie alle reti di Bolognani (6 in totale) ed ai rigori di Stabellini (7 reti e top scorer per il terzino sinistro, tornato in campo dopo il lungo infortunio al perone). I gialloneri riescono così a pareggiare e fuggire nello score firmando un break di 1-7 che indirizza il match: raggiunto un consistente vantaggio di 4 reti Pressano non molla, anzi, continua a difendere a dovere e gestisce il gap accompagnando la partita in proprio favore fino al 19-26 finale. Ora la Serie A osserverà un mese di pausa natalizia ed in avvio di 2017 per Pressano ci sono in serie tutti gli scontri diretti con le inseguitrici.

h 19:00 | Eppan – Pressano  19-26 (p.t. 9-9)

Eppan: Tschigg, Oberrauch 1, Singer 4, Pircher A. 1, Wiedenhofer, Meraner, Pircher M. 4, Djordjievic 4, Michaeler, Lang, Pirchler, Trojer-Hofer 3, Gandolfi, Deda 3. All: Boris Dvorsek

Pressano: Dallago 4, Mengon M. 1, Bolognani 6, Chistè 2, D’Antino 2, Moser, Mengon S. 1, Giongo 2, Bertolez, Sampaolo, Stabellini 7, Folgheraiter 1, Pescador, Moser. All: Branko Dumnic

Arbitri: Simone – Monitillo

La Classifica aggiornata:

Pos. Squadra G V N S Gol Fatti Gol subiti Punti
                 
1 Pressano 12 12 0 0 321 221 36
2 Bolzano 12 11 0 1 337 275 33
3 Trieste 12 9 0 3 353 282 27
4 Merano 12 7 0 5 317 287 21
5 Cassano M. 12 6 0 6 303 280 17
6 Appiano 12 4 0 8 266 292 13
7 Bressanone 12 4 0 8 263 271 12
8 Malo 12 4 0 8 301 330 12
9 Mezzocorona 12 3 0 9 232 309 9
10 Musile 12 0 0 12 262 408 0

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano chiude il 2016 in trasferta ad Appiano

giongo-tiro-vs-cassanoUltima fatica dell’anno solare 2016 per la Pallamano Pressano CR Lavis che affronterà in trasferta ad Appiano la terza giornata di Regular Season in Serie A. I ragazzi di Dumnic, in vetta grazie ad undici vittorie in undici partite, sono chiamati a compiere l’ultimo sforzo prima della lunga pausa natalizia: al PalaRaiffeisen Giongo e compagni si troveranno di fronte un Appiano in netta crescita dopo un avvio di stagione stentato. Reduci dal pareggio di Cassano Magnago, i leoni gialloblù di Boris Dvorsek hanno dimostrato un ottimo potenziale nelle ultime settimane dove hanno racimolato 4 punti in 2 partite ed hanno riscattato la posizione in graduatoria piazzandosi ora al sesto posto. Un impegno tutt’altro che agevole per i gialloneri trentini che dovranno puntare ai tre punti per confermarsi in vetta e preparare al meglio il filotto di scontri diretti in arrivo in apertura di 2017; il team altoatesino inoltre si presenta in ottima forma, con i due terzini Deda e Djordjievic veri trascinatori di una squadra che fa della fisicità la propria arma migliore.

Vietato abbassare la guardia quindi per i ragazzi di Pressano che dovranno esprimere nuovamente il meglio in campo per poi pensare alla pausa. Occorrerà far tesoro dello spavento patito sabato al Palavis contro Malo per scuotersi e non ripetere i numerosi errori che potrebbero compromettere i tre punti. Dovrà tornare in campo la difesa efficace e l’attacco fulmineo per indirizzare fin da subito l’incontro come avvenne all’andata, finita 31-21 per Pressano. La parola passa dunque agli ultimi 60’ del 2016 per i gialloneri che, comunque vada, saranno campioni d’inverno: si gioca alle 19.00 al PalaRaiffeisen di Appiano, arbitra la coppia pugliese Simone-Monitillo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano opaco ma vittorioso: al Palavis Malo KO 29-26

pressano-foto-squadra-2016-2017-okSuccesso casalingo per la Pallamano Pressano CR Lavis nella seconda giornata di ritorno in Regular Season. I gialloneri vincono senza convincere, portando a casa un 29-26 sudatissimo al Palavis contro i veneti del Malo. Per Pressano è l’undicesima vittoria in undici uscite: un risultato che permette alla truppa di Dumnic di restare in vetta con tre punti di vantaggio sul Bolzano, vittorioso in rimonta a Bressanone e ben 9 lunghezze sul Trieste che cade a Merano. Al Palavis il match si fa subito duro: la truppa veneta di Ghedin propone fin dal primo minuto un attacco a 7 uomini senza portiere e Pressano ne approfitta cogliendo due reti da porta a porta di Dallago che valgono il 4-2 iniziale. Nonostante un avvio discreto Pressano non riesce a pungere in attacco, regala troppi possessi agli avversari ed un Malo grintoso ne approfitta, pareggiando prima e passando poi a condurre sul 9-10. I gialloneri di casa concedono troppo in difesa (a fine match con 26 gol subiti sarà la peggior partita difensiva della stagione) e non riescono a scappare nel punteggio; con due guizzi però Pressano reagisce nel finale e piazza un 4-0 che vale il 13-11, perfezionato poi nel 14-14 di fine primo tempo. Con tanti dubbi e costretto a reagire il team giallonero torna in campo nella ripresa con la giusta mentalità: in 6′ minuti, fra parate di Sampaolo e palloni recuperati, Pressano piazza il break di 6-1 che indirizza il match grazie ancora una volta ai gol dalla distanza a porta sguarnita di Dallago (9 reti e top scorer) e Bolognani (6 marcature). Il match sembra prendere la giusta via ma una lunga serie di disattenzioni concedono agli ospiti 3 rigori in sequenza che valgono il break di 0-3 ospite, 20-18 e tutto da rifare. Nel momento del bisogno però la difesa di casa torna a serrare le file ed una doppietta di Bolognani ristabilisce le distanze. Non senza difficoltà i gialloneri gestiscono il vantaggio fino alla fine, subendo qualche ripartenza nel finale che vale il 29-26 del sessantesimo: 3 punti sudati ma importantissimi che portano Pressano all’ultimo match del 2016 sabato ad Appiano.

Pressano – Malo 29-26 (p.t. 14-14)

Pressano: Facchinelli, Dallago 9, Mengon M, Bolognani 6, Chistè 3, D’Antino 3, Moser M, Giongo, Bertolez, Sampaolo, Stabellini 5, Folgheraiter 3, Pescador, Moser N. All: Branko Dumnic

Malo: Marchioro 1, Bellini 3, Franzan, Marino 4, Meneghello 1, Berengan M. 2, Berengan S, De Vicari 6, Crosara, Pamato 1, Iballi 3, Berengan N, Pavlovic 5, Aragona. All: Fabrizio Ghedin

Arbitri: Bassi – Scisci

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano torna al Palavis: arriva il Malo

pascal-dantino-tiro-vs-mezzocoronaSi alza il coefficiente di difficoltà per la Pallamano Pressano CR Lavis che affronta fra le mura amiche del Palavis la seconda giornata di ritorno della Regular Season in Serie A. Ospiti della capolista di Dumnic saranno i veneti della Pallamano Malo, allenati dall’ex mister giallonero Fabrizio Ghedin. Rispetto agli ultimi due incontri, che hanno visto Pressano passeggiare contro le ultime due della classe Musile e Mezzocorona, i gialloneri si troveranno di fronte un avversario assolutamente da non sottovalutare e dovranno far valere le dieci vittorie in dieci incontri maturate da settembre ad oggi. Battuto 20-27 in trasferta all’andata, il team veneto che sosta al terzultimo posto in classifica con 9 punti ha mostrato compattezza e qualità ma poca continuità nel risultato: in casa i ragazzi di Malo hanno colto 3 vittorie ed altrettante batoste, salvo poi disputare grandi match sui durissimi campi di Cassano Magnago (sconfitta 25-22) e di Bolzano (sconfitta 31-29), confermando il potenziale di un gruppo che in casa della capolista vuole dare il meglio di sé.

Una mina vagante dunque capace di mettere in difficoltà chiunque: squadra giovane e rinnovata, Malo possiede elementi di grande qualità come i giovani Iballi e Marino ed il serbo Pavlovic e sicuramente non lascerà strada alla capolista che sarà chiamata ad una prestazione attenta ed efficace per portare a casa 3 punti sì alla portata ma tutti da conquistare. I gialloneri stanno lentamente tornando in salute, ritroveranno probabilmente Riccardo Stabellini dopo quasi 2 mesi e dovranno far valere la miglior difesa della Serie A per limitare i tentativi degli ospiti veneti: all’andata furono i contropiedi di un ispirato Dallago a segnare l’incontro del PalaDeledda ed allo stesso modo dovranno agire Giongo e compagni anche al Palavis, dove hanno tutta l’intenzione di restare imbattuti. L’ultima gara casalinga del 2016 sarà quindi tutta da seguire, con Pressano che cerca l’undicesima vittoria consecutiva: fischio d’inizio alle ore 19.00 da parte della coppia Bassi e Scisci.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano a due volti ma il derby è vinto: 10-29 a Mezzocorona

Chistè tiro vs MezzocoronaSi impone ancora una volta nel derby la Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra che strapazza i cugini della Metallsider Mezzocorona al PalaFornai e conferma il proprio primato assoluto in vetta alla classifica a quota 30 punti, distante ancora 3 punti dal Bolzano vittorioso allo scadere per 24-23 sui cugini del Merano nel derby altoatesino. Per i gialloneri allenati da mister Branko Dumnic fanno dieci vittorie in altrettanti incontri: un’imbattibilità confermata anche sul campo dei cugini rotaliani che invece non vincono da 7 giornate e si giocheranno le carte salvezza nelle prossime due giornate. A Pressano tuttavia è servito un primo tempo sottotono (8-11) per ingranare la marcia giusta e superare nettamente gli avversari nella ripresa dove l’arma del contropiede ed i giovani gialloneri sono valsi un parziale inappellabile di 2-18 che ha reso il passivo pesante e chiuso il match sul 10-29 finale. Il derby trentino è ancora di Pressano: 9 anni di supremazia nel match tutto provinciale che si tinge di giallonero. In avvio parte bene la squadra ospite di Pressano che in due minuti infila due contropiedi: un sette metri di D’Antino apre le danze e poco dopo Bolognani sigla lo 0-2. Troppo sicuri di sè tuttavia i gialloneri abbassano la guardia e Mezzocorona coglie i frutti pareggiando con due soluzioni dalla distanza di Kovacic e Pedron; è 2-2 e Pressano prova subito il nuovo allungo ma in attacco sono innumerevoli gli errori gialloneri di fronte ad un grande Amendolagine. In fase difensiva Pressano pecca e dopo aver raggiunto il 2-4 si fa rimontare fin sul 6-5, primo ed unico vantaggio dei padroni di casa al 14′. Dumnic chiama un timeout furioso e Pressano si scuote leggermente, sfruttando i palloni persi dai locali ma ancora con scarsa precisione al tiro: una tripletta in velocità di Dallago (6 reti) vale il 6-10, perfezionato poi in 8-11 a fine primo tempo. Nella ripresa la musica cambia completamente: in 3′ un D’Antino dalla grande cena (6 reti) trascina i compagni ad un break iniziale che porta i conti sull’8-14 per la truppa ospite. È lo strappo decisivo perché gli uomini di Dumnic cominciano a difendere, Sampaolo para tutto quello che passa e Pressano diventa uno schiacciasassi.

La Metallsider si blocca completamente in attacco e non riesce a segnare: è solo un gol di Kovacic dopo 5′ a muovere lo score dei locali che continuano a subire ed i gialloneri si scatenano in attacco. Con una serie continua di contropiedi la squadra di Pressano tartassa i padroni di casa rendendo il punteggio pesantissimo nel finale; su un “mezzo” frastornato cade poi una pesante tegola: a 10′ dalla fine rosso diretto a Franceschini per un fallo in contropiede su Mengon che complica ulteriormente le cose e spiana la strada alla vittoria ospite. Nel finale in campo tutti i giovani delle due squadre con Pressano che mostra le qualità dei propri talenti e fila liscio verso il netto 10-29 finale grazie alle reti di Mengon e Moser (5 e 3 reti) mentre il secondo gol di Mezzocorona è firmato dal giovanissimo classe 2002 Iachemet. A fine gara Dumnic è soddisfatto:”Per la prima volta abbiamo approcciato male il match ed in campo si è visto: tanti errori e palle perse hanno reso la partita combattuta. Nella ripresa abbiamo cambiato atteggiamento, dimostrando di meritare.” Mister Rizzi commenta con amarezza:”Nel primo tempo abbiamo tenuto sui loro errori nonostante qualche pallone perso di troppo. Nella ripresa abbiamo fatto brutta figura non riuscendo ad attaccare a dovere e subendo moltissimi contropiedi. Ora guardiamo ai prossimi due incontri con Musile e Malo che all’andata sono valsi i 6 punti che abbiamo in classifica: proveremo a giocarci le nostre carte per mettere al sicuro la distanza dall’ultimo posto e pensare poi a raggiungere la salvezza”.

h 19:00 | Metallsider Mezzocorona – Pressano 10-29 (p.t. 8-11)

Metallsider Mezzocorona: Iachemet 1, Rossi N, Chistè D, Boev, Santinelli 1, Martone 1, Mittersteiner 1, Pedron 2, Amendolagine, Moser P, Franceschini, Rossi F, Kovacic 4, Stocchetti. All: Marcello Rizzi

Pressano: Facchinelli, Dallago 6, Mengon M. 4, Bolognani 3, Chistè 3, D’Antino 6, Pescador, Moser M, Mengon S. 4, Giongo, Bertolez, Sampaolo, Folgheraiter 1, Moser N. 2. All: Branko Dumnic

Arbitri: Corioni – Falvo

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra