Archivio mensile:novembre 2016

D’Antino show: un giovane Pressano stende Musile e chiude l’andata imbattuto

D'Antino vs Trieste COppa ItaliaTrionfa secondo copione la Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra che supera senza appello fra le mura amiche del Palavis la matricola Musile, neopromossa e cenerentola del Girone A ancora a zero punti dopo 9 giornate. Al contrario, i gialloneri procedono in vetta a punteggio pieno con 9 vittorie in 9 gare, chiudono il girone d’andata della Regular Season imbattuti e vedono la classifica sgranarsi alle spalle, complice la vittoria del Bolzano sul Trieste. Per Pressano una vittoria annunciata che si è tradotta sul campo in un vero e proprio allenamento: 19-6 dopo i primi 30′, 37-15 il finale di una partita mai in discussione, sempre comandata con grande abilità dai gialloneri.

Occasione per Dumnic di far riposare gli acciaccati ed il match parte con Pressano senza Di Maggio, Stabellini, Folgheraiter e Chistè: ampio spazio dunque per i giovani che rispondono bene e dopo 10′ Pressano comanda già 9-4 grazie alle reti di Bolognani e D’Antino; incanalata la partita si siedono in panchina anche Giongo, Bolognani e Dallago ed in campo resta l’Under 20 giallonera più Bertolez. La difesa di Pressano continua a funzionare con un Sampaolo sempre attento ed i gialloneri scavano subito il solco colpendo inesorabilmente in contropiede e seconda fase. Nella seconda metà di primo tempo è dominio giallonero, con Pressano che tartassa gli ospiti e vola sul 19-6 della prima frazione, costruito con una difesa solida ed un attacco molto prolifico. Nonostante i ritmi bassi, i padroni di casa dominano e nella ripresa partono con il piede sull’acceleratore. In campo anche il portiere Facchinelli al posto di Sampaolo ed un Pressano giovane e tutto lavisano continua a far bene: solo nella parte centrale della ripresa i locali hanno un piccolo calo e dal 24-17 subiscono un break di 1-5 che fa arrivare Musile sul -13 ma Dumnic con un Timeout sistema la difesa e Pressano torna a fare lo schiacciasassi.

Gli ospiti non riescono ad attaccare, mentre i gialloneri sfoderano tutto il potenziale dei Campioni d’Italia Under 20 in attacco: una tripletta del classe ’97 Nicola Moser scuote i gialloneri che negli ultimi 10′ di partita rifilano un passivo pesantissimo agli avversari grazie ad un break finale di 10-1 che inquadra bene l’andamento del match. Anche Matteo Moser (4 reti) ed i gemelli Mengon (3 reti a testa per Marco e Simone) partecipano alla festa del gol che permette a Pressano di volare sul +20 ma il vero trascinatore è Pascal D’Antino che con 60′ di attacco e difesa da centro avanti in campo ed un pazzesco 10/10 in attacco concede show al pubblico e firma la propria prima doppia cifra della carriera. Sono tutti del giovane centrale classe ’94 i gol che chiudono la contesa e regalano alla squadra giallonera il nono successo in nove gare. È tripudio per Pressano che si è concesso un turno di riposo per i titolari ed ha avuto la possibilità di mostrare il potenziale giovanile: vittoria nettissima e positiva che fa da traino per i prossimi impegni a partire da sabato prossimo quando a Mezzocorona si giocherà il derby trentino.

h 19:00 | Pressano – Musile 37-15 (p.t. 19-6)

Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Mengon M. 3, Bolognani 4, Chistè, D’Antino 10, Di Maggio, Moser M. 3, Mengon S. 3, Giongo 1, Bertolez 4, Sampaolo, Folgheraiter, Moser N. 5. All: Branko Dumnic

Musile: Marian, Berto, Cancian, Gasparini, Boem 2, Bresolin, Ferronato 2, Scomparin, Porcellato 3, Karrobi 1, Ferrotti, De Vettor 4, Dafrè 1, Ervigi 2. All: Luigi Melchiorri

Arbitri: Kurti – Maurizzi

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano ospita la matricola Musile: obiettivo i tre punti

chiste-lotta-pallone-contro-cassanoIn piena corsa e saldamente in vetta alla classifica, la Pallamano Pressano CR Lavis ha tutta l’intenzione di chiudere imbattuta il girone d’andata della Regular Season che terminerà con questo turno di campionato. I gialloneri giungono alla nona giornata stagionale con otto vittorie in otto partite alle spalle ed una situazione decisamente positiva: dopo le fatiche dell’ultimo mese, con tanti scontri diretti in fila e la battaglia di sabato scorso vinta a Cassano Magnago ancora sulle spalle, la truppa di Dumnic affronta quello che sulla carta è il match più abbordabile della stagione. Al Palavis arriva infatti la neopromossa Musile, squadra veneta che dopo 2 mesi di campionato deve ancora amalgamare il salto di categoria: per la matricola di Pierluigi Melchiori ancora zero punti in classifica e statistiche difensive che non possono certamente rassicurare. La miglior sconfitta per De Vettor e compagni è giunta con 7 reti di svantaggio ed il periodo che la squadra veneta sta attraversando non è dei migliori: nelle ultime due partite Cassano e Bolzano hanno rifilato due over 40 ai veneti che non sembrano avere chance.

A Lavis in campo ci sarà quindi un testacoda vero e proprio: da una parte il team di Dumnic a punteggio pieno, dall’altra gli ospiti veneti ancora a bocca asciutta. Inutile dire che Pressano è chiamato alla vittoria in un match che lo vedrà ancora privo di Stabellini e Di Maggio: in campo i protagonisti delle ultime settimane che dovranno offrire una prestigiosa difesa, vero punto di forza fino ad oggi, ed un attacco rapido e preciso per portare a casa il match senza rischi. Di fronte ci sarà un team spregiudicato che arriva in terra trentina senza nulla da perdere: vietato quindi sottovalutare gli avversari. Con concentrazione e determinazione i gialloneri dovranno evitare spiacevoli sorprese ed indirizzare subito il match: sarebbe un’ottima chance per dare spazio ai più giovani ed agli elementi meno utilizzati fin qui. Fischio d’inizio alle ore 19.00 al Palavis sotto la direzione arbitrale della coppia Kurti-Maurizzi.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

La pallamano trentina alla Conviviale del Panathlon Club Trento

pallamano-dirigenze-cena-panathlonLo scorso martedì, 15 novembre, la pallamano trentina ha trascorso un’importante serata all’insegna della condivisione e della divulgazione della disciplina dell’handball. Su invito del Panathlon Club Trento, i maggiori esponenti della pallamano provinciale hanno partecipato all’incontro conviviale organizzato dal club presieduto da Matteo Lazzizzera. Presenti alla serata, organizzata presso l’Hotel America di Trento, la Presidente del Comitato Regionale Trentino FIGH, Lorenza Campese e le società di Pallamano Pressano e Pallamano Mezzocorona che hanno presenziato con i due presidenti Mario Bazzanella (anche vicepresidente della Federazione nazionale) e Lamberto Giongo, il dirigente Luca Zadra, i tecnici Branko Dumnic e Sonia Giovannini e gli atleti Alessio Giongo, Eleonora Italiano e Roberta Demattio. Una folta delegazione accolta con grande calore dal direttivo del Club e dai numerosi ospiti, tutti figure storiche dello sport trentino e del proprio sviluppo.

Ha aperto la serata il Presidente Lazzizzera che ha presentato gli ospiti delle due società ed ha introdotto la conviviale; è toccato poi al vicepresidente Giuseppe De Angelis descrivere i tratti delle due squadre che hanno poi presentato le proprie attività tramite le dirette parole degli esponenti presenti. L’intervento della Presidente Campese ha descritto infine l’attività del comitato che lavora quotidianamente per lo sviluppo della pallamano femminile e giovanile in provincia. La serata è stata chiusa poi dallo scambio di riconoscimenti fra il Panathlon Club e le società. Un importante appuntamento quello organizzato dal Club che ha permesso alle società di Pressano e Mezzocorona di presentare la loro attività ed i loro traguardi ad una platea di illustri personalità dello sport trentino. Il ringraziamento va chiaramente al Panathlon Club che ha dedicato una serata alla nostra disciplina, permettendo ad uno sport minore ma di grande livello di mostrare il proprio lato più reale con grande soddisfazione da parte di tutti i presenti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano rimonta, lotta ed espugna Cassano: è 8 su 8!

giongo-tiro-vs-cassanoContinua a volare il sogno della Pallamano Pressano CR Lavis che espugna il PalaTacca di Cassano Magnago con il punteggio di 18-20 a coronamento di una rimonta stupefacente. I ragazzi di Branko Dumnic infilano così l’ottava vittoria consecutiva in otto partite e procedono saldamente in vetta alla classifica a punteggio pieno. Un successo tutt’altro che atteso quello giunto in terra lombarda dove Pressano, mai vittorioso al PalaTacca dal 2013 ad oggi, si presentava senza Stabellini e Di Maggio e con un Dallago febbricitante. Il cattivo rapporto con il campo varesino si vede già dai primi minuti: Pressano conduce ma le due squadre sono contratte e da ambo le parti prevalgono le difese. Da una parte Cassano è costretto ad attacchi lunghi al limite del passivo e buca Sampaolo con il solo Moretti; dall’altra un Pressano frenetico sbaglia una grande quantità di tiri ma nonostante tutto dopo 10′ è 2-4 per i trentini. La rimonta dei locali però non si fa attendere: un Pressano disastroso in attacco (14 tiri sbagliati nel solo primo tempo) non riesce a bucare la porta avversaria se non con un D’Antino in vena (6 reti) e Cassano ne approfitta, costruendo un gap sempre più preoccupante che costringe Pressano alla resa a fine primo tempo con il tabellone che segna un eloquente 9-6. Nella ripresa entra in campo un Pressano completamente diverso: la difesa regge, Sampaolo para ed in attacco con un ritrovato Bertolez (3/3) i gialloneri pareggiano i conti e sembrano avere in mano l’inerzia del match. Sul più bello tuttavia i trentini sciupano 4 palloni del vantaggio e sembrano non volerne sapere di portare a casa l’incontro ma Cassano continua a soffrire la difesa ospite e lo score non prende la via di uno dei due team. Proprio la difesa di Pressano è solida e dopo il primo vantaggio sull’11-12 sale in cattedra capitan Giongo. L’ala sinistra giallonera si prende quasi tutti i tiri della ripresa ed infila un pazzesco 9/10 (top scorer) che fa volare Pressano dapprima sul +2 e proprio a 6′ dalla fine sul +3, 15-18. Il match sembra finalmente indirizzato verso la casa giallonera ma c’è tempo ancora per soffrire perché un paio di conclusioni di Moretti danno fiato a Cassano che gioca anche gli ultimi 4′ in superiorità: due parate di Sampaolo ed un pallone recuperato tuttavia garantiscono il successo ai gialloneri che si impongono 18-20 e sfogano la gioia finale in un urlo liberatorio che dice molto sul significato del match. Un’altra trasferta temibile dopo quelle di Bolzano e Merano vale tre punti per i gialloneri: ormai i ragazzi di Pressano hanno dimostrato dovunque ed in tutte le situazioni di valere il primo posto in solitaria ed ora non devono abbassare la guardia in vista degli ultimi 4 match del 2016, sulla carta più morbidi dopo un tour de force che ha ridotto al lumicino squadra ed energie.

h 20:30 | Cassano Magnago – Pressano 18-20 (p.t. 9-6)

Cassano Magnago: Fantinato 1, Monciardini, Branca, Moretti 10, La Mendola 3, Garza, Bellotti 2, Rokvic, Decio, Brakocevic, Guazzi, Bortoli, Luoni, Scisci 2. All: Davide Kolec

Pressano: Dallago 1, Mengon M, Bolognani, Chistè W. 1, D’Antino 6, Di Maggio, Moser M, Mengon S, Giongo 9, Sampaolo, Bertolez 3, Folgheraiter, Facchinelli, Moser N. All: Branko Dumnic
Arbitri: Iaconello – Iaconello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano alla prova Cassano Magnago nel tabù PalaTacca

Sampaolo rigore Rokvic vs CassanoOstacolo impervio in vista per la Pallamano Pressano CR Lavis che affronta la penultima giornata d’andata della Regular Season. I gialloneri, a punteggio pieno dopo 7 incontri, saranno impegnati questo sabato nella trasferta di Cassano Magnago (Varese), una delle più ostiche della stagione. Dopo aver vinto lo scorso mese sui campi di Merano e Bolzano, il match di Cassano Magnago rappresenta assieme a Trieste l’incontro esterno sulla carta più duro ancora da affrontare ed i gialloneri con il palasport varesino non hanno un ottimo rapporto. In quel di Cassano (eccezion fatta per lo scudetto Under18 del 2015), Pressano non vince dal 19 dicembre 2013 ovvero tre anni orsono: i gialloneri sono caduti in tutte e tre le ultime uscite al PalaTacca e sono ora chiamati ad interrompere il digiuno per mantenere la vetta della classifica. Non sarà compito facile per Dumnic e la sua truppa: ancora indisponibili Stabellini e Di Maggio, Pressano che si presenterà a Cassano con gli stessi effettivi che hanno superato Bressanone lo scorso sabato.

I gialloneri si troveranno di fronte una squadra solida, con un’ottima panchina e grande potenziale che attualmente sosta al quarto posto in graduatoria a quota 9 punti, frutto di poca continuità di risultato: proprio nell’ultimo periodo tuttavia i lombardi di mister Kolec hanno infilato due vittorie consecutive, espugnando prima il campo di Bressanone e strapazzando sabato scorso la cenerentola Musile 43-24 in casa. Sempre sul parquet amico, un Cassano al completo attende ora la capolista: con la batteria di terzini formata dal poker Brakocevic-Moretti-Rokvic-Scisci il team del patron Petazzi può contare su grande solidità difensiva ed un attacco temibile. Giongo e compagnia sono dunque chiamati a fare gli straordinari per cercare di sorridere anche dopo l’ennesimo ostacolo: una vittoria a Cassano Magnago rappresenterebbe il timbro definitivo sul potenziale giallonero ma farebbe anche da viatico per affrontare con più tranquillità i match sulla carta meno impegnativi che chiuderanno il 2016. La parola va dunque al campo: squadre in campo al PalaTacca dalle ore 20.30 sotto la direzione arbitrale della coppia Iaconello-Iaconello.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano inarrestabile: Bressanone al tappeto ed è 7 su 7

D'Antino vs Trieste COppa ItaliaVince ancora con largo margine la Pallamano Pressano CR Lavis che regola in casa la Forst Bressanone col punteggio di 22-15. Sette su sette per i gialloneri in campionato che mantengono saldamente la vetta in solitaria e dimostrano di poter sopperire alle pesanti assenze di Stabellini e Di Maggio, out a tempo indeterminato entrambi. Ancora una volta la vittoria trentina si è sviluppata nella fase difensiva che con soli 15 gol subiti si conferma la migliore della Serie A: sempre avanti nello score, Dallago e compagni hanno offerto una prestazione compatta, mai dominando ma gestendo sempre il match. A far gioire ancor di più il popolo giallonero il ritorno in campo di Mariano Bertolez che a più di un anno dal terribile infortunio al ginocchio bagna l’esordio stagionale con due reti. In avvio le due squadre, private di alcune pedine, partono al rallentatore: le dure difese regalano al pubblico un incontro maschio e le reti si contano sulle dita di una mano. La differenza la fa il minor numero di errori in attacco e dopo 12′ il tabellone segna 5-2 per Pressano, ispirato dalla coppia Folghraiter-D’Antino (rispettivamente 4 e 5 reti): la truppa brissinese, alla propria millesima partita in Serie A in 50 anni di storia, reagisce e si porta sul 5-4 ma proprio nel momento del bisogno l’attacco giallonero si aggiusta e Pressano vola sul 12-6 grazie ad un Sampaolo attento che argina quel poco che la difesa concede e para anche un rigore allo scadere su Lazarevic.

Nella ripresa l’equilibrio regna sovrano: Bressanone trova qualche varco grazie alle superiorità numeriche e ad alcune soluzioni individuali mentre Pressano fatica in attacco e la partita procede equilibrata. Gli ospiti di Kokuca non mollano la presa e Pressano non riesce a prendere il largo ma a togliere le castagne dal fuoco ci pensa l’agilità di Dallago (8 reti e top scorer) che porta tutto sul 17-10 ed indirizza il match. Nell’ultima parte della ripresa gli altoatesini tentano la rimonta nella confusione ma Pressano non si fa sorprendere, mantiene un vantaggio rassicurante e nel finale torna a dilagare grazie a due reti consecutive di Bertolez che ritorna sul parquet con una bella doppietta. Si chiude così sul 22-15 un incontro ben giocato dai gialloneri che restano a punteggio pieno nonostante le emergenze di infermeria e guardano ora con fiducia ai prossimi impegni, soprattutto la dura trasferta di Cassano Magnago di sabato prossimo.

h 19:00 | Pressano – Brixen 22-15 (p.t. 12-6)

Pressano: Facchinelli, Dallago 8, Mengon M, Bolognani 1, Chistè 1, D’Antino 5, Di Maggio, Moser, Mengon S, Giongo 1, Bertolez 2, Sampaolo, Folgheraiter 4, Moser N. All: Branko Dumnic

Brixen: Pfattner, Kovacs, Dorfmann 3, Leitner, Wieland 5, Wierer, Slanzi 2, Penn, Ranalter, Oberrauch 1, Lazarevic 4, Unterkircher, Mitterutzner, Sader. All: Filiberto Kokuca

Arbitri: Limido – Donnini

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano a caccia di conferme: arriva il Bressanone

Stabellini attacca contro Conversano - Spareggi TeramoRiprende, dopo la sosta dedicata alla nazionale, il campionato di Serie A maschile con la settima giornata. Impegno ostico per la capolista Pallamano Pressano CR Lavis che dopo il periodo d’oro vissuto in ottobre ospiterà fra le mura del Palavis la Forst Bressanone. I gialloneri sono forti del primato in classifica, costruito con 6 vittorie in 6 partite compresi gli scontri diretti con tutte le dirette inseguitrici: ora la truppa di Dumnic deve confermarsi in vetta in una lunga serie di match da qui a fine 2016 che metteranno l’ultima parola sulle velleità della squadra giallonera. Pressano è chiamato alla vittoria: conquistata la prima posizione in graduatoria, i gialloneri non possono permettersi passi falsi in casa e devono portare a casa i tre punti contro un Bressanone temibile ma che quest’anno è apparso discontinuo. I biancoverdi hanno fatto vedere ottime cose solo in trasferta, vincendo a Merano e tenendo in scacco Bolzano alla Gasteiner ma sono reduci dalla sconfitta casalinga contro Cassano Magnago. Una squadra dunque che può offrire un potenziale da top team ma fra le mura del Palavis un Pressano tonico dovrà far valere il bel gioco mostrato in questo avvio di campionato con una difesa solida ed efficace (attualmente la migliore in Serie A), accompagnata da un attacco prolifico.

Di mezzo tuttavia ci saranno gli infortuni: entrambe le squadre dovranno fare i conti con pesanti defezioni. Fra i padroni di casa, Dumnic dovrà rinunciare ancora a Stabellini, alle prese con la frattura al perone ancora per un paio di settimane e con un Di Maggio in forse dopo l’infortunio al ginocchio a Merano. In casa Bressanone tegola pesantissima dell’ultim’ora: Robertino Pagano, trascinatore in questo avvio di stagione, è costretto al forfait. Mancherà qualche tassello dunque ma lo spettacolo è assicurato: quello del Palavis infatti sarà il match numero 1000 in Serie A per Bressanone dal 1975 ad oggi, traguardo tagliato solo da Trieste e Bologna. Il derby regionale attende solo il fischio d’inizio: conduzione arbitrale affidata ai sig. Limido e Donnini a partire dalle 19.00 sul 40×20 del Palavis.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra