Archivio mensile:ottobre 2016

Impresa del Pressano a Merano: soffertissimo 22-24

D'antino e Bolognani passaggioImpresa eroica della Pallamano Pressano CR Lavis che vince a Merano al termine di una battaglia senza precedenti, ricca di emozioni e vietata ai deboli di cuore. I gialloneri, privati di Stabellini per infortunio, partono bene, poi subiscono la rimonta dei padroni di casa e perdono anche Di Maggio per un infortunio al ginocchio sinistro che lo terrà lontano dal campo per il resto del match. Il cuore giallonero tuttavia emerge nel finale, nel momento più difficile: in una situazione critica Pressano gira la partita con Sampaolo che regala palloni all’attacco dove la premiata ditta Bolognani-Dallago (8 reti a testa e grandi protagonisti del match) favorisce la fuga giallonera ed altri tre punti che valgono il 6 su 6 in campionato ed una vetta della classifica sempre più salda. In avvio di match le due squadre partono contratte: le difese prevalgono sugli attacchi e, complice qualche pallone perso, il punteggio dice 3-3 dopo 12′ con Pressano che realizza grazie al solo Bolognani. Di qui gli ospiti di Dumnic mettono il turbo e schizzano sul 3-6 che potrebbe indirizzare il match ma Merano è squadra solida e risponde colpo su colpo, restando in scia grazie alle reti delle ali. Negli ultimi minuti della prima frazione i padroni di casa si caricano e passano a condurre sull’8-10 ma una doppietta di Chistè nel finale vale il 10-10. È proprio nel finale che Di Maggio dopo un contatto sente un forte dolore al ginocchio sinistro ed è costretto ad abbandonare la contesa: come se non bastasse Simone Mengon, schierato in mezzo alla difesa, subisce due esclusioni e si ritrova a rischio “rosso”.

Nella ripresa dunque Pressano torna in campo con le energie al lumicino e contato nei numeri ma proprio grazie a questa situazione la partita diventa spettacolare: Merano entra in campo con ottima vena, schizzando sul 15-12 in superiorità numerica grazie ad un Pressano frastornato. La partita sembra indirizzata ma i gialloneri non si scoraggiano e scatta la molla psicologica: messi al muro, Giongo e compagni reagiscono di rabbia e pareggiano sul 18-18; qui scatta la battaglia pura con la mannaia delle esclusioni fischiate dalla coppia arbitrale Zendali-Riello (7-1 contro Pressano nel solo secondo tempo!) che lasciano i trentini in inferiorità quasi continuamente e costringono gli ospiti a fare più degli straordinari. La truppa di Dumnic però non molla, dimostra carattere da vendere, si scuote e compie la grande impresa: nonostante le mille difficoltà proprio nel finale Pressano opera il sorpasso sul 20-21. Tre parate di Sampaolo che annulla Gufler dall’ala valgono poi altrettanti palloni che Dallago realizza: è tripudio giallonero, con la fuga che si concretizza e fa impazzire il pubblico trentino. Finisce 22-24 una battaglia da ricordare che, per come si è sviluppata, vale doppio alla vigilia della pausa di Ognissanti.

h 19:00 | Alperia Meran – Pressano 22-24 (p.t. 10-10)

Alperia Meran: Frey, Raffl, Carli 4, Slijpcevic, Suhonjic 3, Brantsch, Mathá, Rottensteiner, Gufler 2, Basic 3, Stricker Laurin, Stricker Lukas 6, Stecher 4, Starcevic, . All: Jurgen Prantner

Pressano: Dallago 8, Mengon M., Bolognani 8, Chistè 3, D’Antino 1, Di Maggio 1, Moser M., Mengon S., Giongo 2, Sampaolo, Bertolez, Folgheraiter 1, Pescador, Moser N. All: Branko Dumnic

Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Un Pressano incerottato fa visita al pericoloso Merano

Stabellini tiro vs Loutraki PalavisVero e proprio esame di maturità in vista per la Pallamano Pressano CR Lavis che nella sesta giornata di Serie A farà visita all’Alperia Merano. Capolista in solitaria ed a punteggio pieno, la truppa di Branko Dumnic viene dalle due preziose vittorie contro Bolzano e Trieste che hanno assicurato ai gialloneri due scontri diretti in tasca ma un altro altissimo ostacolo si presenta davanti al cammino di Giongo e compagni. A Merano infatti, contro i Diavoli Neri rinforzatissimi rispetto alle ultime stagioni, Pressano dovrà far fronte ad una situazione di infermeria sicuramente non clemente. Su tutti mancherà Riccardo Stabellini: il terzino bolognese, capocannoniere della scorsa stagione, ha subito una frattura al perone destro nel corso del ritiro della nazionale a Roma e dovrà osservare almeno un mese di stop. Una brutta tegola per Pressano che vede accorciarsi la panchina: tutti a disposizione gli altri effettivi ma alcuni acciacchi rischiano di limitare ulteriormente le gesta dei gialloneri che si presenteranno comunque al PalaWolf per difendere il primo posto in classifica.

Dall’altra parte del campo ci sarà un Merano che quest’anno punta alle posizioni di vertice nel Girone A: con gli ingaggi di Starcevic, Suhonjic e Basic, la società del Presidente Raffeiner è quella che sicuramente si è rinforzata maggiormente in estate. Sommati al confermato gruppo locale, i tre innesti formano un team più che temibile, fisico e molto tecnico che proprio sabato scorso ha trovato un’importante vittoria sul duro campo di Cassano Magnago (21-23) dopo un avvio di stagione stentato e deludente. Gli altoatesini, a quota 6 in classifica rispetto ai 15 di Pressano, sono quindi obbligati a fare punti per non restare nelle retrovie e vogliono dare uno scossone alla graduatoria cercando il colpaccio casalingo contro la capolista. I gialloneri dovranno dunque sopperire agli infortuni, sfoderando una prestazione di grande livello per fronteggiare la determinazione dei padroni di casa: il parquet altoatesino, storicamente ostico per i colori gialloneri, sarà sicuramente elemento a favore dei meranesi ma Pressano ha dimostrato di valere il primo posto. Ecco dunque che Merano rappresenta il vero esame per la squadra trentina: vincere significherebbe aver portato a casa tutti gli scontri diretti, proseguire in vetta e trascorrere con tranquillità il weekend di riposo; una sconfitta, di contro, compatterebbe la classifica e dopo la sosta il Girone A ricomincerebbe da un nuovo inizio. Fischio d’inizio alle 19.00, arbitrano i sig. Zendali e Riello.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano inarrestabile: battuto anche Trieste ed è primato

di-maggio-tiro-vs-bozenVola e non si ferma più la Pallamano Pressano CR Lavis che coglie la quinta vittoria in cinque partite e lo fa superando il secondo scontro diretto consecutivo. A cadere sotto le gesta dei gialloneri di mister Branko Dumnic è il Trieste che esce battuto dalle mura del Palavis grazie ad un Pressano che dimostra una volta per tutte di valere il primo posto in classifica. La graduatoria parla chiaro: Pressano è da solo in vetta al Girone A e qualunque risultato dovesse giungere sabato prossimo da Merano, i gialloneri andranno al riposo di Ognissanti da capolista. Partita vibrante, emozionante ed esaltante come previsto quella andata in scena a Lavis, dove un Pressano brillante ha superato tutte le insidie di un Trieste tonico e deciso; di fronte ai gialloneri però non si passa: Pressano ha comandato il match per tutti i 60′, meritando la vittoria contro gli alabardati che proprio nel finale stavano per cogliere una rimonta clamorosa. In avvio subito bene le maglie giallonere che si chiudono in difesa e colpiscono con forza in attacco: dopo 5′ è 3-0 per Pressano, firmato da un Dallago in ottima forma e dal pivot Folgheraiter, in grande vena. I gialloneri comandano il match e dopo la partenza sprint mantengono le tre reti di vantaggio, con l’ala destra triestina Bellomo che prende le misure alla difesa di casa e buca Sampaolo. Nella parte centrale del primo tempo Pressano cala leggermente in attacco di fronte ad un Postogna pronto e Trieste arriva fin sul -1 ma ben presto le velleità ospiti sono annullate dai padroni di casa che accelerano nuovamente e toccano il 12-8, perfezionato in 12-9 a fine primo tempo da un rigore di Cosic.

L’avvio di ripresa è ancora targato Pressano: i gialloneri avanzano con calma e mantengono il divario nello score; la difesa di Trieste tuttavia si fa più aggressiva ed i gialloneri trovano qualche difficoltà in più ad attaccare. Con qualche soluzione individuale di Bolognani, pur sprecando qualche pallone, Pressano riesce a restare avanti ma nella seconda parte di ripresa un Trieste duro a morire comincia a rimontare: i gialloneri falliscono due attacchi del 18-13 e di qui i giuliani si scuotono, tornando pericolosamente sotto sul 22-21 a 5′ dal termine. Proprio nel momento più difficile però Pressano sfodera il cuore e gli artigli: sono i due mancini Dallago e Di Maggio (7 reti a testa e migliori marcatori due match) a spezzare in due gli avversari. Con tre numeri presi dal cilindro l’ala destra pugliese buca Postogna; dall’altra parte Sampaolo para e la strada per la vittoria è spianata. Finisce 26-23 nel tripudio della bolgia del Palavis con il folto pubblico presente che applaude fragorosamente la capolista: Pressano cala il pokerissimo, Pressano è meritatamente in testa.

h 19:00 | Pressano – Principe Trieste 26-23 (p.t. 12-9)


Pressano: Dallago 7, Mengon M, Bolognani 3, Chistè 2, D’Antino, Di Maggio 7, Moser M. , Mengon S, Giongo 1, Sampaolo, Stabellini 3, Folgheraiter 3, Pescador, Moser N. All: Branko Dumnic

Principe Trieste: Radojkovic 2, Oveglia, Cosic 4, Anici 5, Pernic 3, Muran, Bellomo 3, Modrusan, Sandrin, Di Nardo 2, Carpanese, Postogna, Visintin 4. All: Vlado Hrvatin

Arbitri: Bassi – Scisci

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Al Palavis è Pressano-Trieste d’alta quota: chi vince va in vetta

udovicic-tiro-franceschini-pressano-triesteÈ tempo di giocarsi la vetta della classifica. Cominciano ad arrivare gli spartiacque della stagione per la Pallamano Pressano CR Lavis che si appresta ad affrontare la quinta giornata di Serie A da capolista. Dopo aver superato a pieni voti la durissima prova di Bolzano sabato scorso, portando a casa una brillante vittoria, i gialloneri si troveranno di fronte una seconda prova del nove: al Palavis infatti arriva la Pallamano Trieste, capolista in coabitazione proprio con Pressano. Un match sentito ed atteso da tutto l’ambiente: con Bolzano alle spalle delle due protagoniste di questo avvio di stagione, lo scontro diretto di Lavis vale la vetta e gli occhi di tutta Italia saranno puntati sul parquet trentino. Mai come in questa occasione Pressano-Trieste ha avuto una posta in palio così alta: le due squadre hanno sempre lottato per definire chi fosse l’anti-Bolzano e si trovano ora a contendersi il primato in classifica. In campo sarà spettacolo vero: fra Pressano e Trieste c’è sempre stata una buona dose di rivalità sportiva, considerate le sempre alte poste in palio e l’incontro di questa sera promette grandi emozioni. Sul 40×20 del Palavis scenderanno in campo le due formazioni più in forma del momento: da una parte un Pressano che ha ingranato subito la marcia giusta, convincendo sopra le attese. Dall’altra parte anche Trieste sta stupendo l’ambiente: nonostante qualche defezione, gli alabardati del nuovo tecnico Hrvatin hanno offerto buon gioco e vittorie da leoni, con l’acquisto azzeccato dello sloveno Cosic che in queste prime uscite ha dimostrato di poter fare la differenza. Tutti questi ingredienti andranno a collidere in quel di Lavis dove il catino giallonero farà da ottavo uomo in campo: tantissimi gli appassionati che accorreranno sulle tribune del Palavis; con tutte le altre squadre regionali impegnate fuori regione, Pressano-Trieste diventa l’ombelico di questo sabato di pallamano. L’attesa sta per finire: la capolista fra poco avrà un nome ed uscirà dal parquet di Lavis. Squadra al completo per Pressano che recupera dalle fatiche di Bolzano con ampio margine; tutti gli effettivi presenti anche per Trieste che ritrova dopo 2 settimane di stop il pivot Di Nardo e proprio lo sloveno Cosic, messo KO sabato scorso da un problema fisico. Fuoco alle polveri, c’è proprio da dirlo: alle 19.00 scatta il big match della 5^ giornata al Palavis, arbitrano i pugliesi Bassi e Scisci.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Quattro gialloneri coinvolti negli stage delle nazionali maschili

Stabellini azione nazionale Italia Finlandia LavisA poco meno di un mese dall’inizio del campionato di Serie A maschile, riprende l’attività delle nazionali che a fine ottobre si raduneranno a Roma per preparare i rispettivi impegni. Imminenti le qualificazioni ad Euro 2020 per la nazionale senior che il 2 e 6 novembre prossimi affronterà la Georgia nei primi incontri del girone di prequalificazione dove gli azzurri dovranno vedersela anche con il Lussemburgo. In vista di questi due primi incontri (contro il Lussemburgo si giocherà a gennaio) la nazionale guidata da Fredi Radojkovic disputerà tre giorni di raduno presso il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito: fra i convocati nella prima selezione verso i match di novembre figura il terzino giallonero Riccardo Stabellini che si aggregherà agli altri 15 azzurri in attesa delle convocazioni definitive per gli incontri.

Nella stessa sede, a Roma, si ritroverà anche la nazionale Under 18 composta dalle sole annate 2000-2001; l’appuntamento clou della stagione è in programma a gennaio, dal 15 al 22, quando in Francia andrà in scena il 14º Mediterranean Handball Championship. Sempre agli ordini di Fredi Radojkovic, saranno 18 i giovani talenti italiani a svolgere tre giorni di allenamenti dal 23 al 26 ottobre: tre i gialloneri coinvolti nello stage. Si tratta dei gemelli Simone e Marco Mengon, già nel giro della nazionale Under 16, 18 e 20 e di Davide Campestrini, pivot giallonero già noto al panorama nazionale per le convocazioni della scorsa stagione in nazionale Under16 indoor e beach. Una consistente truppa di ragazzi di Pressano, tutti già protagonisti in questa stagione, muoverà dunque verso Roma e verso la maglia azzurra: un grande motivo di soddisfazione per la Pallamano Pressano che vede anche quest’anno numerosi propri atleti coinvolti per la causa nazionale. A tutti i gialloneri coinvolti va il miglior augurio di poter onorare al meglio la maglia azzurra.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano da sogno: espugnata Bolzano 22-17!

Sampaolo rigore Rokvic vs CassanoTrionfo giallonero. Non ci sono altri termini per descrivere l’impresa compiuta dalla Pallamano Pressano CR Lavis nella quarta giornata di Serie A: la truppa di Dumnic vince con prepotenza a Bolzano, sfoderando una prestazione inaspettata di cuore e determinazione, conquistando con merito e decisione il classico del Girone A. Per il team giallonero è la seconda vittoria nella storia in quel di Bolzano: un successo simbolo di un Pressano spregiudicato ed efficace, desideroso di successo e rinvigorito. Contro la forte truppa di Fusina i gialloneri si sono esaltati, hanno lottato col coltello fra i denti ed hanno portato a casa un trionfo da sogno che, pur essendo solo un tassello nella Regular Season, “corona anni di sacrifici” – come ha commentato a fine gara il Presidente Giongo. Una vittoria costruita tutta in difesa e proprio le difese sono padrone del campo in avvio: dopo 8′ il tabellone segna un eloquente 1-1 frutto di un match lento e macchinoso considerata l’alta posta in palio. Fra palloni persi e difese efficaci, le due squadre non riescono a prendere il largo e di mezzo ci si mettono anche i due portieri Volarevic e Sampaolo che chiudono quel poco che passa. Al 13′ è 3-3, maturato grazie ad alcune soluzioni individuali; nella parte centrale del primo tempo poi Pressano sbanda, concedendo due contropiedi ai biancorossi che valgono il 5-3: i locali sembrano poter colpire con agilità sfoderando il potenziale delle due ali Sonnerer e Dapiran ma un Pressano ordinato non si scompone, recupera il gap e proprio con l’arma del contropiede ribalta tutto firmando uno splendido 1-6 con due reti di Stabellini e due soluzioni di Giongo che valgono il 6-9, perfezionato in 7-10 a fine primo tempo. La ripresa è una girandola di emozioni: le due squadre avanzano punto a punto con Pressano che resta sempre avanti nello score ma le iniziative di Giongo e compagni sono limitate dalle continue e confuse fischiate della coppia Regalia-Greco che tengono in partita un Bolzano scomposto e disattento in difesa. I gialloneri sono abili a non forzare: con pazienza la squadra ospite tira fuori dalla tana gli avversari per poi colpirli nei punti deboli; la garanzia però è nelle retrovie. A 10′ dalla fine Pressano conduce di 3 reti e Bolzano si strappa i capelli di fronte ad un Sampaolo insuperabile: il portierone giallonero para letteralmente tutto (tra cui 5 rigori, dato da cerchiare per lungo tempo), respingendo le velleità bolzanine con superiorità disarmante. Di fronte ad una difesa così anche gli assi bolzanini si scompongono: qualche fischio penalizza ancora Pressano che resta senza Di Maggio per rosso diretto a 6′ dalla fine. Il più tuttavia è fatto perché i gialloneri schizzano nello score, toccando il +6 e trionfano 22-17 schiantando un Bolzano confuso. È un vero e proprio trionfo in pompa magna che proietta Pressano in vetta in attesa dello scontro diretto da fuochi d’artificio sabato prossimo al Palavis contro Trieste.

h 19:00 | Loacker-Volksbank Bozen – Pressano 17-22 (p.t. 7-10)

Loacker-Volksbank Bozen: Volarevic, Sonnerer 3, Waldner, Rosso, Kammerer 2, Bertagnolli, Sporcic 3, Mbaye, Gaeta 1, Pircher, Stricker, Turkovic 2, Riccardi 3, Dapiran 3. All: Alessandro Fusina

Pressano: Dallago 5, Mengon M, Bolognani 1, Chistè 4, D’Antino, Di Maggio 2, Moser M, Mengon S, Giongo 4, Sampaolo, Stabellini 3, Pescador, Folgheraiter 1, Moser M. All: Branko Dumnic

Arbitri: Regalia – Greco

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, primo banco di prova: è big match a Bolzano

Bolognani tiro vs BolzanoPrimo appuntamento da brividi per la Pallamano Pressano CR Lavis che, dopo un positivo e tranquillo avvio di campionato, si trova ad affrontare il match più impegnativo della Regular Season. Atteso da tutto l’ambiente, nella quarta giornata di Serie A andrà in scena un Bolzano-Pressano che vale la vetta della classifica: un vero e proprio big match che tuttavia, rispetto alle stagioni passate, lascia aperto ogni pronostico. Sarà il primo vero banco di prova per i gialloneri di Dumnic che hanno saputo sfruttare un calendario morbido in avvio di stagione e, pur convincendo sul campo, dovranno dimostrare il proprio potenziale negli scontri diretti in arrivo a partire dalla temibile trasferta di Bolzano. Tante le insidie che la squadra bolzanina riserva: un team rinnovato con due ali giovani e nuove di zecca e l’ossatura dello scorso anno che garantisce ai biancorossi un livello di qualità in squadra da top team.

Servirà quindi il miglior Pressano per tentare l’impresa di espugnare la Gasteiner: i gialloneri hanno risposto bene in queste prime giornate mostrando un attacco prolifico, abile nello sfruttare la prima e seconda fase, ed una difesa efficace; il punto di forza si è visto anche in una panchina allungata e sempre più pronta a fare il proprio ingresso in campo. Sarà quindi un Pressano determinato quello che giungerà a Bolzano al completo: tutto in regola anche in casa bolzanina, dove mister Fusina ha tutta l’intenzione di mantenere l’imbattibilità. Come sempre, Bolzano-Pressano non è un match qualunque: parata di stelle in campo e grande fascino per questo incontro che vale la vetta della classifica. Fischio d’inizio fissato alle ore 19.00 a Bolzano, arbitra la coppia Regalia-Greco.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra