Archivio mensile:giugno 2016

Pressano, tre azzurrini agli Europei di Beach Handball

Logo Pressano nuovoSaranno tre – su dieci convocati – i gialloneri che prenderanno parte agli Europei Under16 di Beach Handball, la disciplina della pallamano su spiagga da poco divenuta disciplina olimpica. Dall’8 al 10 luglio gli azzurrini scenderanno sulla sabbia a Nazarè, in Portogallo, per disputare la kermesse continentale con i pari età. I dieci atleti azzurri giungono da una selezione durata tutta la passata stagione dove la nazionale Under16 ha preso parte a numerosi stage di allenamento. Tutti convocati dunque i tre ragazzi di Pressano inseriti nel progetto: si tratta dei terzini gemelli Simone e Marco Mengon ed il pivot Davide Campestrini, protagonisti delle tre finali nazionali giocate nell’ultimo mese dalle selezioni giovanili giallonere Under16, 18 e 20. Un terzo di nazionale sarà quindi trentina: i giovani guidati dal tecnico Vincenzo Malatino affronteranno nazionali quotatissime come Ungheria, Croazia e Germania nel Gruppo D della manifestazione fra il pomeriggio di venerdì 8 luglio e la mattina di sabato 9 luglio. Le prime due classificate avanzano ai quarti di finale (partecipano 16 nazionali). Gli azzurrini partiranno dall’Italia già il 30 giugno prossimo e disputeranno una settimana di allenamenti ed amichevoli in Portogallo prima di scendere in campo per l’Europeo. Una manifestazione importantissima per la disciplina su spiaggia, dalla quale negli ultimi anni sono giunte le migliori gioie per gli azzurri della pallamano. Le prime quattro classificate inoltre staccheranno il pass per i mondiali U17 del prossimo anno, con obiettivo la qualificazione alla prima edizione delle olimpiadi giovanili di Buenos Aires 2018. Un altro, ennesimo riconoscimento per la società di Pressano e per i propri giovani che si confermano ai massimi livelli nazionali: a tutti gli atleti ed allo staff va il miglior in bocca al lupo da parte della società.

Il sito web ufficiale degli Europei U16 di Nazarè è www.nazarebeachhandball.com.

La lista degli azzurrini convocati:

  1. Capuzzo Matteo (2000 – Trieste)
  2. Pavani Giovanni (2000 – Estense)
  3. Mengon Marco (2000 – Pressano)

  4. Mengon Simone (2000 – Pressano)

  5. Notarangelo Davide (2000 – Putignano)
  6. Prantner Max (2000 – Meran)
  7. Freund Alex (2000 – Meran)
  8. Mitterrutzner Christian (2001 – Brixen)
  9. Cabrini Giovanni (2000 – Torri)
  10. Campestrini Davide (2000 – Pressano)

Tecnico

Vincenzo Malatino

Staff Medico

Federico Morelli
- Francesco Nativi

Il calendario degli azzurrini nel Preliminary Round:

venerdì 8 luglio

h 14:00 | Croazia – Italia

h 18:00 | Italia – Ungheria

sabato 9 luglio

h 12:00 | Germania – Italia

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano ancora sul podio: terzo posto in Under18

Under 18 premiata a NociSi chiude col sorriso il campionato finale nazionale Under18 della Pallamano Pressano CR Lavis. A Noci si è conclusa la kermesse nazionale con la vittoria dello scudetto da parte del Bologna United, che ha superato in finale Cassano Magnago dopo aver eliminato nella giornata di sabato proprio i gialloneri in semifinale. La truppa di Dumnic e Fadanelli ha comunque chiuso in bellezza: dopo le fatiche del torneo e l’eliminazione in semifinale i ragazzi trentini hanno superato nella finale di consolazione il Kelona Palermo 30-25 cogliendo così un podio storico. Partita difficile ma gestita con sicurezza dai gialloneri: stremati da un mese di giugno ricco di impegni e dal caldo, i ragazzi di Pressano hanno faticato per i primi 15′, salvo poi chiudere i conti nella prima parte di ripresa. Raggiunte le 9 reti di vantaggio Pressano ha saputo gestire il gap, portando a casa il successo che vale il terzo posto nazionale. Un risultato che ha davvero del clamoroso: i gialloneri erano tra le favorite del torneo ma se si considerano le fatiche di due scudetti vinti in tre settimane con 17 incontri giocati in 20 giorni, le proporzioni del risultato sono incredibili. Due ori ed un bronzo dunque per la società del Presidente Giongo che si conferma definitivamente nell’Olimpo della pallamano giovanile nazionale, firmando un filetto di risultati che nessuna società nella storia era riuscita a compiere in una sola stagione, anzi, in un solo mese. A fine gara tutti con il sorriso sulle labbra, anche perché le qualità di un Pressano mai domo, capace di gettare sempre il cuore oltre l’ostacolo, vengono premiate con gli interessi: la squadra giallonera porta a casa infatti tre premi individuali su sette, dimostrando così le grandi qualità individuali costruite. Sono stati premiati infatti Nicolò D’Antino come miglior ala destra del torneo, Marco Mengon come miglior terzino sinistro e Davide Campestrini come miglior pivot. Un investitura che consacra il formidabile gruppo di Pressano: ora per la società della collina di Lavis spazio al festival di Misano Adriatico per le categorie dei più piccoli ma mai nessuno dimenticherà la marcia trionfale di questo splendido giugno 2016. Con cinque scudetti giovanili in bacheca in 3 anni ed un progetto che sta dando continue soddisfazioni Pressano può guardare al futuro con grande orgoglio e fiducia. Il ciclo non è finito: nella pioggia di complimenti che giungono da tutto l’ambiente e dalla società stessa verso i propri ragazzi, i gialloneri promettono battaglia e vittorie anche per i prossimi anni, nonché un futuro radioso per la prima squadra.

 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano stoico: fa fuori Noci ma va KO in semifinale con Bologna

Logo Pressano nuovoSi conclude in semifinale scudetto il brillante cammino della Pallamano Pressano CR Lavis impegnata in Puglia nelle finali nazionali Under18. I gialloneri hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo dal primo all’ultimo minuto del torneo, fermandosi in semifinale contro un Bologna tonico e determinato che ha portato a casa l’accesso in finale ai danni della truppa giallonera col punteggio di 29-26. Un risultato comunque straordinario per la squadra trentina che, dopo aver vinto due scudetti, è arrivata a Noci con le energie al lumicino ed alla lunga ha pagato lo scotto dell’eroico sforzo compiuto nelle scorse settimane mostrando però qualità, grinta e determinazione fino all’ultimo secondo. Il vero e proprio miracolo i gialloneri l’hanno fatto nella mattinata di sabato: dopo aver chiuso con due vittorie la prima giornata di gare venerdì, Pressano si presentava allo scontro diretto contro i padroni di casa quotatissimi del Noci per accedere in semifinale. In campo è andata in scena una partita emozionante, combattutissima, che ha visto Pressano trionfare per 35-34: i gialloneri sono stati sempre sopra nello score con un D’Antino incontenibile (17 reti e top scorer) ed hanno mostrato superiorità nei 60′ ma un Noci mai domo, trascinato dal pubblico amico, ha tenuto testa fino al termine ai gialloneri sfiorando la rimonta dal 35-30 maturato in favore di Pressano: a tempo scaduto Facchinelli para il rigore del possibile pareggio a Degiorgio ed i gialloneri volano in semifinale.

Giunti fra le migliori 4 stremati, i ragazzi di Dumnic e Fadanelli hanno dovuto affrontare il Bologna di mister Fabbri: ne è uscita una partita entusiasmante e dal tasso tecnico straordinario che ha finito però per premiare i rossoblu. Nel primo tempo sostanziale equilibrio con Pressano che si affida alla solida difesa ed alle soluzioni dei gemelli Mengon per condurre nella prima metà di frazione (8-6 al 15′): lentamente Bologna reagisce e pareggia sul 13-13 di fine primo tempo. La ripresa è di stampo bolognese: i gialloneri cominciano a cedere soprattutto in difesa e gli emiliani ne approfittano portandosi a condurre anche di 3 reti a metà ripresa. Col passare dei minuti Pressano però recupera ed ottiene due palloni del pareggio ma si infrange contro il portiere Leban e Bologna, pur correndo qualche rischio, conduce fino alla fine e chiude vittorioso contro un Pressano che come non mai ha venduto cara la pelle. Resta comunque impresso negli occhi a tutti il percorso trionfale di Pressano in questo giugno: vincere due scudetti e confermarsi fra le migliori 4 anche nella terza categoria a disposizione consacra il gruppo giallonero come il migliore sul suolo nazionale. Un orgoglio straordinario per la società che osserva svilupparsi sotto i propri occhi un progetto vincente e quanto mai produttivo. Ora Pressano giocherà la finale di consolazione, in programma questa mattina alle 9.30 al PalaDeLucaResta di Noci contro il Kelona Palermo per salire sul gradino più basso del podio.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano OK nella prima giornata di finali Under18

Brilla anche in Puglia la Pallamano Pressano CR Lavis che parte bene nella prima giornata delle finali nazionali Under18 in corso a Noci. Nel primo giorno di gare i ragazzi di Dumnic e Fadanelli hanno vinto entrambi i match in programma contro i campioni campani dell’Atellana ed i temibili biancazzurri del Fasano. Sei punti in tasca quindi per i gialloneri che si trovano in testa al girone a pari punti con i padroni di casa del Noci che affronteranno proprio oggi alle 13.00 nell’ultimo turno del girone eliminatorio in un vero e proprio scontro diretto per l’accesso in semifinale scudetto, dedicato alla sola prima classificata. Nella mattinata è arrivata la vittoria giallonera sull’Atellana: partono subito bene i ragazzi trentini che in breve tempo infilano un buon 6-1 ed indirizzano il match. Gli avversari giallorossi però non demordono, attaccano con successo la solida difesa di Pressano e non concedono la fuga a D’Antino e compagni. I gialloneri tuttavia tengono saldamente in mano il match: stanchi dall’accumulo di sforzi ed impegni nelle ultime settimane, i ragazzi di Pressano dosano le energie e tengono il ritmo dell’incontro molto basso; questo va tutto a favore dei campani che nella ripresa si portano anche a -1. Fiutato il pericolo, Pressano accelera e chiude i conti con la seconda sirena che dice 28-20. Nel pomeriggio il primo vero match impegnativo del girone: Pressano affronta un Fasano sconfitto in mattinata di misura dal Noci. A fare la partita sono i gialloneri che conducono fin dai primi minuti: nonostante l’assenza del terzino Moser, bloccato in Trentino dalla febbre, Pressano fa la partita ed ancora una volta dosa le forze, bucando Palmisano con facilità. Nei minuti finali del primo tempo i gialloneri toccano addirittura il +8, perfezionato da Angiolini nel 17-10 della prima sirena in favore di Pressano. Nella ripresa i trentini soffrono la doppia marcatura a uomo sui gemelli Mengon ma la mossa finisce per favorire proprio Pressano che rallenta il gioco e con pazienza gestisce il vantaggio, senza mai andare sotto i 4 gol di scarto. Con intelligenza i giovani Under18 accompagnano il match fino alla sirena finale che sancisce il 32-27 ed altri tre punti per Pressano. Oggi il match decisivo contro Noci alle 13.00 darà il pass per la semifinale: chi vince affronta alle 20.00 con tutta probabilità il Bologna.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano al terzo atto: in Puglia le finali Under18

Pressano Under 18 vince torneo PalavisCon due scudetti 2016 sul petto e tanta emozione sulle spalle non si ferma la corsa giovanile della Pallamano Pressano CR Lavis. Fresca Campione d’Italia Under 20 ed Under16, a pochi giorni di distanza dall’ultimo titolo tricolore, la società trentina si tuffa nella terza avventura giovanile ancora una volta con ottimi auspici: si tratta delle finali nazionali Under18 che da oggi (venerdì) a domenica andranno in scena in Puglia, sugli storici parquet di Noci e Conversano. Sedici squadre in campo divise in quattro gironi da 4 squadre: gare di sola andata in campo da questa mattina a domani mattina, poi semifinali (si qualificano le sole prime dei 4 gironi) e finali. Per Pressano sarà battaglia: lontanissimi dalla terra amica, i gialloneri dovranno affrontare nel Girone C proprio le due pugliesi di casa, Noci e Fasano, oltre ai Campioni di Campania dell’Atellana. Un girone durissimo dove Pressano dovrà dar fondo alle energie rimaste (molti atleti in campo hanno già disputato le finali tricolori delle settimane scorse) per cercare un passaggio del turno che si prospetta davvero difficile.

In campo però i gialloneri scenderanno con lo scudetto sul petto vinto lo scorso anno a Cassano Magnago: definiti nei giorni scorsi i “cannibali”, i ragazzi di Dumnic e Fadanelli proveranno a mettere in campo le indiscusse qualità che valgono alla truppa giallonera un posto di diritto fra le favorite. Di fronte, come detto, ci saranno alcune delle compagini più attrezzate del torneo: servirà quindi massima concentrazione da subito per puntare al miracolo triplete scudetto. Si parte questa mattina alle 11.30 contro i campani dell’Atellana, per poi replicare in serata alle 18.00 contro i biancazzurri del Fasano, Campioni d’Italia e di Coppa Italia con la prima squadra quest’anno. Mister Dumnic vede così l’appuntamento tricolore:Siamo molto stanchi, tanti giocatori hanno disputato molte partite in questi giorni considerando le due manifestazioni per cui dobbiamo fare delle valutazioni. E’ chiaro che saremo visti come l’avversario da battere e le altre squadre daranno il 150% contro di noi, com’è giusto che sia. Non abbiamo la pressione di ottenere necessariamente la vittoria finale, andiamo lì a giocarcela fino in fondo come sempre.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano in trionfo: è ancora Campione d’Italia Under16!

Pressano Under16 festeggia scudetto 2016Trionfa ancora, con superiorità ed autorità la Pallamano Pressano CR Lavis che vince lo scudetto Under16 e ripete la storica doppietta tricolore dello scorso anno. Se nella passata stagione era apparso strabiliante poter vincere due scudetti giovanili nel giro di pochi giorni, la società del presidente Giongo ha saputo stupire ancora, molto più che lo scorso anno. Vincere è difficile, confermarsi ancor di più: è invece i gialloneri hanno messo in campo tutte le qualità dall’inizio alla fine ed hanno trionfato a braccia alzate al termine di una finalissima dominata di fronte ad un PalaBoschetto gremito. Modellati dalle abili indicazioni dei tecnici Dumnic e Fadanelli, i giovani gialloneri hanno condotto per larghi tratti il match contro i temibili lombardi del Cassano Magnago, costretti a cedere il passo di fronte alla superiorità giallonera. Una finalissima attesa ed incerta quella che è andata in scena a Ferrara ed i primi minuti sono di pura battaglia: Pressano trova i varchi giusti in attacco con i gemelli Mengon (autori di 15 ed 11 reti nel match e migliori marcatori) ma soffre in difesa e dopo aver messo avanti il naso sul 3-1 la rimonta cassanese è servita. I lombardi passano infatti a condurre sul 7-8 e Pressano deve lottare. Ben presto però Campestrini e compagni prendono le misure agli avversari e nel finale di primo tempo conoscono un crescendo impressionante che vale il break per il 19-13 dei primi 30′. In avvio di ripresa Pressano tiene il passo ed incrementa, devastante in attacco e preciso in difesa: dopo 10′ di gioco il punteggio dice 25-16 ed il match sembra indirizzato ma mister Rokvic schiera una difesa a tutto campo che vale quattro palloni recuperati ed il break di 4-0, 26-20. L’ombra della rimonta sembra prospettarsi in campo ma proprio nel momento decisivo la difesa di Pressano si chiude, Moser para quel poco che passa ed i gialloneri possono respirare, mantenendo un vantaggio che oscilla fra le 7 e le 9 reti. L’ultimo spicchio di match è pura passerella per Pressano che chiude in trionfo davanti al numerosissimo pubblico giunto dal Trentino a sostenere i colori gialloneri: finisce in pompa magna, 35-28, ed i gialloneri si confermando Campioni d’Italia in Under16, difendendo lo scudetto dello scorso anno. A fine gara gloria moltiplicata per i gialloneri che fanno incetta di premi individuali: Marco Mengon premiato come miglior terzino sinistro del torneo, Davide Campestrini miglior pivot e Simone Mengon miglior giocatore assoluto della manifestazione. Un vero e proprio capolavoro quello messo in scena dalla truppa di Pressano: concentrati e precisi dall’inizio alla fine i giovani trentini hanno trionfato in quel di Ferrara. Un successo che porta a due gli scudetti giovanili di questa stagione dopo il tricolore Under20: i contorni della favola sono a dir poco straordinari ed ora sono cinque gli scudetti giovanili nella bacheca della piccola frazione del comune di Lavis. Un orgoglio immenso che potrebbe non essere terminato: fra una settimana, in Puglia, in campo ci saranno le finali Under18 e Pressano con due tricolori sul petto promette battaglia.

h 11:30 | Cassano Magnago – Pressano 28-35 (p.t. 13-19)

Cassano Magnago: Velardita, Barbosu, Moro, Gregori, Braggion, Terlati 1, Possamai 1, Taglioretti 3, Denys Gallazzi 6, Dimitri Gallazzi 11, Bego, Marendan 4, Ilinra, Bortoli 2. All: Obrad Rokvic

Pressano: Bouzrida, Moser, Abbagnale, Campestrini 3, Carbonari, D’Accordi, Giampiccolo 2, Mengon M. 15, Mengon S. 11, Pisetta 2, Sterni, Fadanelli 2. All: Branko Dumnic

Arbitri: Iaconello – Iaconello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano Under16 non si ferma: è finale scudetto!

imageBrilla, convince e centra l’atto finale la Pallamano Pressano CR Lavis impegnata a Ferrara nelle finali nazionali Under16. Con altre due vittorie (che portano a 6 il conto totale) nella terza giornata di gare i gialloneri hanno ottenuto l’accesso alla finalissima scudetto, confermandosi ai vertici italiani giovanili e dimostrando le qualità di un gruppo che negli anni passati si è cucito già due volte il tricolore sul petto. Già matematicamente primi classificati nel girone eliminatorio dopo il venerdì, i ragazzi di Pressano hanno affrontato l’ultima gara del girone nella mattinata di sabato senza patemi d’animo contro la squadra di casa del Ferrara. Nonostante l’assenza di posta in palio i gialloneri non hanno mollato, conducendo l’incontro con grande sicurezza dall’inizio alla fine: toccato addirittura il +10 i trentini hanno amministrato le energie nel finale chiudendo sul 24-20. Il match di giornata più atteso arrivava però in serata nella semifinale contro i veneti del Torri: anche qui match senza storia, dominato dalla truppa di Pressano. Guidati dal duo Dumnic e Fadanelli i ragazzi Campioni d’Italia partono concentrati ed il punteggio subito sorride: 8-1 per Pressano a metà primo tempo e partita che si fa tutta in discesa con la prima frazione che termina su un eloquente 14-5. Nella ripresa i gialloneri amministrano, conducendo con tranquillità la semifinale fino alla fine. A turno segnano tutti i gialloneri che erigono una solida difesa davanti ai portieri Bouzriba e Moser e non rischiano mai la rimonta. Controllando i 9 gol di vantaggio Pressano vola verso la finalissima scudetto chiudendo l’incontro sul 26-16. Sarà dunque finale scudetto per l’Under16: i gialloneri affrontano questa mattina alle 11.30 la formazione lombarda del Cassano Magnago, storica rivale giovanile che ha mostrato enormi potenzialità durante il torneo ed ha superato in semifinale il Merano con un’incredibile rimonta nel finale che è valsa il 27-26. Un match imperdibile che si preannuncia fra i più emozionanti di sempre: Pressano ha così una straordinaria chance di ripetere la doppietta di scudetti già firmata lo scorso anno; dopo il tricolore Under20 potrebbe giungere il quinto sigillo italiano nella storia giovanile della società dal PalaBoschetto di Ferrara.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra