Archivio mensile:novembre 2015

Pressano, vince e sfiora l’impresa: è fuori per i gol in trasferta

Stabellini tiro vs Loutraki PalavisLa vittoria più amara di sempre. La Pallamano Pressano finisce eliminata dalla EHF Challenge Cup 2015/2016 nella maniera più atroce: dopo la sconfitta 25-21 in Grecia, i gialloneri vincono il ritorno con una prova di cuore 27-23 ma non basta; fatale il numero di reti segnate in trasferta, ovvero 21 domenica scorsa da parte dei gialloneri e 23 ieri da parte dei greci del Poseidon Loutrakiou che superano così il turno. Una partita memorabile quella giocata dalla truppa di Dumnic: contro un avversario quotato come il Loutraki di mister Grammatikos, Stabellini e compagnia hanno fatto vedere grandi cose, purtroppo invano. Il finale diventa ancor più amaro considerato che fino a 10′ dalla fine Pressano era qualificata con ampio vantaggio: letali 5 minuti di calo d’attenzione ben sfruttati dai biancazzurri greci che si sono riportati sotto nel punteggio ed a Pressano sono è bastato un rush finale perfetto per compiere l’impresa. Pronti, via ed il match staziona equilibratissimo (3-3 dopo 7′), con i greci che pungono dall’ala destra con Tziras ed un Pressano ben composto in difesa ma non troppo vivace in attacco. Con le due squadre che si alternano al comando del match lo score non si sblocca: Pressano ha bene in mente l’obiettivo rimonta e con una buona difesa può gestire gli attacchi, ben finalizzati da un Riccardo Stabellini decisamente in serata (7 gol nel primo tempo ed 11 a tabellino finale); proprio negli ultimi minuti del primo tempo Pressano accelera. L’attacco ospite si inceppa e, complice un Sampaolo attentissimo sui tiri dalla distanza, i gialloneri schizzano avanti chiudendo la prima frazione sul 13-9 che incute grande fiducia.

Con testa e determinazione la squadra di casa, sostenuta da un Palavis caldissimo, in avvio di secondo tempo continua a spingere: la difesa di casa manda KO gli attacchi ellenici ed in fase offensiva, dai nove metri, entra tutto con Chistè che si alterna a Stabellini nelle realizzazioni. È l’apoteosi quando Pressano con Giongo firma il 23-16, massimo vantaggio sul +7 che incanala il match. Proprio sul più bello però i gialloneri, immersi in un sogno chiamato rimonta, spengono la luce. Quando la partita gira tutta in favore dei locali arrivano tre palloni persi e, dall’altra parte, Loutraki non perdona perforando sui 6 metri la disattenta difesa di casa. Cinque minuti fatali che riportano i greci sul 24-22 grazie ad un fulmineo parziale di 1-5; la partita comunque non è finita, ancora sei giri di lancette da giocare e Pressano li spreme tutti. Ricomposti in difesa e rinvigoriti in attacco i padroni di casa tornano ad allungare in un Palavis in visibilio: nel finale Pressano resiste due minuti in inferiorità, sigla il 27-23 e spera. Loutraki attacca ma perde palla e per i gialloneri ci sono gli ultimi 20 disperati secondi per piazzare il gol qualificazione: il tiro di Di Maggio tuttavia si infrange sul portiere Syngaris ed a festeggiare come una liberazione sono gli ospiti. Resta una prestazione memorabile di Pressano che fa ben sperare per le prossime uscite ma non si può nascondere l’amarezza per una qualificazione sfuggita letteralmente in extremis.

Pressano – Poseidon Loutrakiou 27-23 (p.t. 13-9)

Pressano: Alessandrini 2, Bettini, Bolognani 4, Chistè 6, D’Antino N, D’Antino P, Di Maggio, Franceschini 1, Giongo 3, Mengon M, Mengon S, Moser M, Moser N, Sampaolo, Stabellini 11, Stocchetti. All: Branko Dumnic

Poseidon Loutrakiou: Dompris, Kampouris, Kostakidis 5, Oikonomou 2, Papadionysiou, Pavic, Perros 6, Raspitos, Roumeliotis, Syngaris, Tokatzoglou, Trumbetas 3, Tziras 7, Vamvakas, Vasileiadis, Vlachogeorgos. All: Lazaros Tyftikidis

Arbitri: Stephen Martens (BEL) – Angelo Verdonck (BEL)

Delegato EHF: Matthew Mamo (MLT)

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano a caccia dell’impresa: obiettivo rimonta al Palavis

Bolognani tiro vs LoutrakiÈ uno degli appuntamenti più attesi di sempre, uno di quegli incontri da giocare lasciando tutto sul campo. Mancano ormai poche ore al match di ritorno dei sedicesimi di EHF Challenge Cup fra Pallamano Pressano CR Lavis ed AO Poseidon Loutrakiou: una sfida che ripete il match di andata giocato domenica scorsa in terra greca e vinto dagli ellenici con un 25-21 che ha fatto sorridere più Pressano che i biancazzurri. Un risultato, quello dell’andata, maturato al termine di un incontro dove un Pressano in grosse difficoltà di numero, privo di Alessandrini, ha lottato col coltello fra i denti contro la squadra greca, fisicamente superiore ma, a conti fatti, assolutamente al livello dei gialloneri. E così un Pressano partito con tante incognite si è trovato a mettere grossa paura ai colossi greci: questo weekend la situazione sarà opposta ed i trentini potranno sfruttare parecchi fattori a proprio favore. Su tutti il fattore campo: difendersi bene al PalaGalanopoulos è servito anche a giocarsi le carte nel catino del Palavis, che questa sera sosterrà i gialloneri caldo come non mai. In aggiunta, Dumnic potrà contare su una squadra riposata che recupererà Alessandrini, perno della difesa e spina nel fianco per gli avversari in attacco che in Grecia non ha potuto dare il proprio apporto.

Tante note positive che incutono fiducia alla truppa giallonera, determinata a compiere quella che si preannuncia come un’impresa: recuperare i 4 gol di passivo e superare il turno. Sarà cosa difficile ma tutt’altro che impossibile: certamente anche i ragazzi di Loutraki possono esprimere in campo una pallamano ben migliore di quella fatta vedere in terra ellenica e starà alla difesa di Pressano mettere ancora una volta in difficoltà i biancazzurri. Di fronte al team trentino, che per l’occasione sfoggerà le nuove maglie giallonere, ci sarà una squadra di grosso calibro: a partire dal centrale classe ’79 Perros, imprevedibile ed a tratti immarcabile, autore di 8 gol all’andata; punto di forza degli ellenici sono poi le ali Kostakidis e Tziras che, sommate al portiere Vlachogeorgos formano un team temibile e di livello internazionale. La rimonta, comunque, è alla portata: occorrerà la prestazione difensiva vista in Grecia, le parate di Sampaolo ed un attacco meno sprecone. Solo con questi ingredienti l’impresa del passaggio del turno, mai raggiunta da Pressano e da qualche anno da nessuna squadra italiana, può concretizzarsi. Fischio d’inizio domani sera, sabato, alle ore 19.00 al Palavis: arbitrano i sig. Stephen Martens ed Angelo Verdonck della federazione belga, delegato EHF il sig. Matthew Mamo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Nota di società in merito alle dichiarazioni di Michael Niederwieser

A seguito delle dichiarazioni rilasciate dal tesserato allenatore della società SSV Brixen, Michael Niederwieser, intervistato dalla tramissione TV HandballTime relativa alla rete regionale RTTR nel post partita del turno di campionato fra Appiano e Bressanone, la Pallamano Pressano A.S.D. CR Lavis intende comunicare quanto segue.

Secondo testuale dichiarazione, il sig. Niederwieser ha proferito:”Non abbiamo vinto perchè […] e perchè c’era un arbitro di Lavis a fischiarci, basta. E questo non lo voglio vedere più, contro di noi, un arbitro di Lavis che loro sono il Pressano e ci fischia.”

Considerato il chiaro riferimento alla scrivente società, la Pallamano Pressano prende tutte le distanze del caso dalla frase accusatoria del Niederwieser, deplora la citata dichiarazione in tutte le proprie interpretazioni e nega qualsiasi affinità di qualunque genere con la coppia arbitrale Zancanella-Testa, designata per l’incontro in questione e soggetto della critica da parte del Niederwieser.

PALLAMANO PRESSANO A.S.D.

Pressano sconfitto ma brillante: ora il ritorno al Palavis

Pressano Franceschini difesa vs CassanoFinisce con una sconfitta per 25-21 ed un sorriso sulla bocca la trasferta europea della Pallamano Pressano CR Lavis che esce a testa altissima dall’andata dei sedicesimi di finale di Challenge Cup. Una partita giocata col cuore e con grinta dai gialloneri che, con una formazione rimaneggiata per l’assenza di Alessandrini, hanno sofferto e rischiato ma in una ripresa commovente hanno portato a casa un -4 che non deve suonare affatto negativo. La formazione avversaria si presenta fisicamente prestante e determinata ma il cuore di un Pressano mai domo in questa occasione ha avuto la meglio grazie ad una prestazione compatta, di squadra, che ha spiazzato i padroni di casa e che lascia il pronostico apertissimo in vista del match di ritorno sabato prossimo al Palavis. L’avvio è in salita per Pressano: al primo attacco il centrale di casa Perros infila Sampaolo sugli appoggi dopo 20″ ed i gialloneri devono subito inseguire; in attacco la formazione giallonera trova qualche difficoltà di fronte alla 5-1 greca e complice qualche tiro forzato la casella dei gol gialloneri non si sblocca. In difesa però Pressano regge bene: il principale punto interrogativo della vigilia, la fase difensiva, risponde positivamente. In campo al centro della difesa, al posto di Alessandrini, spicca la prestazione del classe ’95 Mattia Franceschini che carico di responsabilità mette in campo una prova di uno spessore incredibile, chiudendo in difesa e pungendo in attacco (2/3). Il punteggio resta così in bilico con i greci incapaci di attaccare ed un Pressano che spreca molto in fase offensiva ma resta in scia nello score fin sul 10-7 al 26′. Di qui la luce si spegne, i ragazzi di casa schizzano in contropiede ed infilano un preoccupante 5-1 in 4′, perfezionato sulla sirena da Bolognani che sigla il 15-9 di fine primo tempo. Il match sembra compromesso ma i gialloneri tornano in campo come leoni: ancora una volta la difesa manda in bambola i colossi greci mentre l’attacco si sistema con Di Maggio e Stabellini che realizzano e Pressano resta in scia dapprima sul 17-12 all’ottavo minuto e riesce ad accorciare addirittura sul 19-15 a metà ripresa. Il punteggio no si schioda ma Pressano dà ottime impressioni e quando si entra negli ultimi 10′ con due ripartenze su due errori tecnici dei locali Di Maggio e compagni arrivano a -3; sul più bello però sfuma il pallone del -2 e fulminei i greci rispondono firmando il 23-17 che rischia di mandare in fumo tutto il bel lavoro svolto con sacrificio. È qui, a 5 dalla fine, che Pressano sfodera tutto il proprio carattere: la sfida si chiude, Sampaolo argina ed il break di 0-3 per il 23-20 è servito. Bolognani ha anche il pallone del -2 che fa correre i brividi ai locali ma Pressano ha già fatto abbastanza: nell’ultimo minuto la squadra di casa infila il 25-21 e sbaglia l’ultimo attacco in superiorità che chiude il match. Una prestazione che dà grande fiducia: sabato, nell’inferno del Palavis, un Pressano al completo inseguirà una rimonta possibile nel match di ritorno.

EHF CHALLENGE CUP 2015/2016 – Andata
Ore 18.00 – Loutraki
AO Poseidon Loutrakiou – Pallamano Pressano 25-21 (p.t. 15-9)
AO Poseidon Loutrakiou: Vlacheogeorgos, Kostakidis 4, Perros 8, Tziras 4, Dompris 4, Tokatzoglou, Syngaris, Kampouris, Oikonomou 2, Papadionysiou, Trumbetas 3, Raspitos, Vasileiadis, Pavic, Roumeliotis. All. Grammatikos
Pallamano Pressano: Bolognani 4, Chistè 2, D’Antino, Di Maggio 6, Mengon, Bettini, Giongo 2, Franceschini 2, Sampaolo, Stabellini 5, Pescador, Stocchetti, Moser. All. Dumnic
Arbitri: Harabagiu-Stanescu (ROU)
Delegato EHF: Kenan Gökmen (TUR)

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano alla volta di Loutraki per l’andata di Challenge Cu

Alessandrini tiro vs MinskAlle porte la terza esperienza europea per la Pallamano Pressano CR Lavis che domani, domenica, disputerà in trasferta l’andata dei sedicesimi di Challenge Cup. Avversaria di turno sarà la greca AO Poseidon Loutrakiou, squadra di Loutraki – a pochi kilometri da Corinto- attualmente sesta in classifica nel campionato greco. Dopo le esperienze a Minsk (2012/2013) e in Finlandia a Riihimäki (2013/2014) i gialloneri scenderanno in campo a caccia di uno storico ma difficilissimo passaggio del turno. Partita che si presenta densa di ostacoli quella in vista: in primis il fattore trasferta, che porterà Pressano sui parquet europei fin qui indigesti (gialloneri mai vittoriosi in una partita di coppa). In secondo luogo la composizione del team avversario, completo e prestante: una squadra, quella greca, che gioca le proprie carte migliori sulla velocità e la tecnica. Le ali pronte a pungere in contropiede sono ben supportate da una rosa lunga che vede fra i protagonisti i due terzini serbi Tasic e Pavic, con quest’ultimo che arriva come acquisto dell’ultim’ora. Un rooster di tutto rispetto che i gialloneri dovranno affrontare giocando la migliore delle partite; se da una parte infatti il solo titolare Trumbetas non farà parte del match, Pressano deve fare i conti con l’assenza in extremis di Alessandrini, bloccato da una forte forma influenzale.

Un colpo durissimo alle mire giallonere: senza il pivot pressanotto doc la squadra trentina perde il proprio perno in difesa ed un ottimo riferimento in attacco, che va a sommarsi all’assenza di Bertolez ormai digerita dal team di Dumnic. Proprio al tecnico giallonero spetta ora il compito di trovare nuove soluzioni tattiche per cercare quella che sarebbe un’impresa su un campo caldo come quello del Pala Georgios Galanopoulos, chiamato a raccolta dalla società greca per tentare un successo che sarebbe storico anche per gli ellenici. Nonostante le difficoltà Pressano dovrà disputare una gara composta ed efficace, consapevole di aver davanti un’avversaria di ottimo spessore ma non imbattibile: i conti si faranno alla fine, quando fra una settimana la sirena del Palavis chiuderà il match di ritorno. Domani sera, alle 17.00 italiane, scatterà l’incontro in terra greca: i gialloneri, questo è certo, onoreranno l’impegno continentale fino alla fine. Arbitri dell’incontro i signori Harabagiu-Stanescu della federazione rumena, delegato EHF il sig. Kenan Gökmen della federazione turca.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Avvio col botto per le giovanili giallonere nei campionati regionali

Pallamano Pressano Under 20 squadra 20152016

Pallamano Pressano Under20 2015/2016

L’attesa è finalmente finita. Hanno preso il via ormai da due settimane i campionati giovanili regionali della pallamano: la Pallamano Pressano CR Lavis, iscritta a tutte le categorie, ha così cominciato il proprio cammino ufficiale con il vivaio nella nuova stagione sportiva e le soddisfazioni fioccano da tutte le parti. In primis le formazioni di Under 18 ed Under 16 che, con il tricolore sul petto, scendono in campo quest’anno con grandi responsabilità: i ragazzi trentini tuttavia non sembrano avvertire la pressione e con grande scioltezza hanno portato a casa il bottino pieno dalle prime due giornate della stagione. Nell’esordio in campionato doppia vittoria per le due compagini contro Rovereto: l’Under 18 ha espugnato il palasport di Mori con il punteggio di 17-44, mentre l’Under 16 ha mantenuto inviolato il Palavis sempre contro i roveretani vincendo per 39-24. Anche nella seconda giornata poche difficoltà: l’Under 16 ha vinto sul difficile campo di Bolzano con un netto 18-29, mentre per i ragazzi della “18” vittoria esterna a Lagundo 14-28. Un avvio davvero ben promettente che ora metterà alla prova i gialloneri negli scontri diretti con le storiche avversarie di Bressanone e Merano.

Ottima risposta anche dai più esperti Under 20 che nella prima giornata di campionato giocata ieri hanno superato al Palavis l’Appiano 29-18. Mercoledì sarà la volta del derby contro i pari età del Mezzocorona. Positivo a dir poco l’avvio anche per l’Under 14 con le giovani leve affidate alla guida di Giuliano Martinati e Roberto Merlo che hanno lottato e gestito il match per 50′ sul duro campo di Bressanone: le qualità dei padroni di casa alla fine però hanno prevalso ed il risultato finale di 29-27 per gli altoatesini dimostra comunque l’ottimo approccio al campionato per i giovanissimi gialloneri. In vista ora c’è lo scontro proibitivo con Merano, poi il calendario si farà più morbido. In fase di elaborazione anche il campionato Under 12 che partirà a fine mese: la truppa giallonera ha allestito anche quest’anno un folto gruppo di piccoli pallamanisti; sotto la guida di Flavia Michelon e Leonardo Dallabona i giovanissimi pressanotti sono pronti a dare battaglia a tutte le avversarie regionali. Anche quest’anno dunque la strada imboccata dalla società trentina sembra proprio quella giusta: l’avvio è più che incoraggiante e gli scontri diretti in arrivo per le formazioni giovanili saggeranno le ambizioni giallonere per un’annata sportiva che si preannuncia memorabile.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Bolzano si fa strada, Pressano cede 30-25 alla Gasteiner

Alessandrini tiro vs MezzocoronaVa ancora una volta ai Campioni d’Italia dell’SSV Bozen in classico della pallamano italiana contro la Pallamano Pressano CR Lavis. Prova opaca quella dei gialloneri che dopo un filetto di 5 vittorie consecutive si infrangono contro il team biancorosso, storica bestia nera per i colori dei trentini: superiore in questa serata il Bolzano che ha lasciato poco scampo alla truppa di Dumnic, troppo permissiva in difesa (30 gol subiti, prima volta della stagione sopra i 28) e limitata in attacco da una difesa bolzanina che ha giocato con discreta pulizia, costringendo i gialloneri al tiro forzato preda di un pronto Tsilimparis. L’avvio tuttavia è targato Pressano: con Bolognani e Di Maggio Pressano si porta a condurre sullo 0-2 ma ben presto i trentini cadono nell’errore della frenesia. In due minuti tre palloni regalati a Bolzano garantiscono altrettante ripartenze ben finalizzate ed il risultato si ribalta subito, toccando anche il 5-3 che significa di fatto un break incassato di 5-1. Sulle ali dell’entusiasmo un Bolzano privo dei due pivot Innerebner e Kammerer riesce comunque a bucare la porta dalla distanza grazie ai terzini Gaeta e Turkovic ed il punteggio avanza in favore dei biancorossi. Con compostezza e con attacchi più organizzati però Pressano non si fa sottomettere e tiene bene il match fin sul 9-9: di qui la luca si spegne e Bolzano sfodera tutte le proprie qualità. Tsilimparis para il dovuto, Pressano si blocca in attacco ed incassa in difesa: i Campioni d’Italia perdono Gaeta per infortunio ma trovano le migliori soluzioni dai sei metri, affondando Pressano nella parte finale della prima frazione con il 16-10 firmato Turkovic e perfezionato in 16-11 da un tiro della disperazione di Bolognani a due secondi dalla fine.

Nella ripresa partono ancora una volta bene i gialloneri: con un ritrovato Alessandrini Pressano tiene il passo e rosicchia rete su rete; la difesa risulta più efficace e la truppa di Dumnic con un Di Maggio ispiratissimo (7 reti a fine match) torna sotto. Quando Alessandrini si lancia verso il contropiede del possibile -2 il match sembra poter cambiare volto ma Tsilimparis stoppa la conclusione del pivot giallonero e con essa le speranze ospiti. Una grande chance svanita ed un duro colpo che Pressano incassa con difficoltà: i trentini sembrano mollare e per Radovcic e compagni è facile scattare in contropiede chiudendo di fatto l’incontro. Dal possibile -2 Pressano scivola malamente sempre più in basso, con un attacco ancora bloccato ed una difesa che non sostiene il ritmo degli altoatesini: col passare dei minuti il passivo si fa sempre più pesante e quando Dallago dall’ala firma il 29-21 a 6′ dal termine i trentini rischiano l’imbarcata. Con orgoglio tuttavia Pressano reagisce ma è troppo tardi: Stabellini e Di Maggio guidano la rimonta che permette ai gialloneri di chiudere con un onorevole 30-25 che non può nascondere comunque un incontro quasi sempre gestito dai locali. Nonostante le assenze Bolzano ha tenuto alle corde Pressano ancora una volta: gialloneri volenterosi ma non basta per superare in trasferta il team di Flego. Per Pressano, questa sera, non c’è stato scampo: ora le avversarie in classifica si avvicinano al secondo posto sempre occupato dai gialloneri che affronterano nei prossimi due weekend i sedicesimi di Challenge Cup contro i greci del Loutraki per ritrovare continuità e morale.

h 19:00 | Bozen – Pressano 30 – 25 (p.t. 16 – 11)

Bozen: Tsilimparis, Dallago 4, Waldner, Coscovich, Starcevic 2, Pircher L, Psenner, Radovcic 7, Sporcic 1, Oberkofler, Gaeta 5, Pircher M. 2, Turkovic 9, Wiederhofer. All: Ljubo Flego

Pressano: D’Antino M, Bolognani 5, Chiste, D’Antino P, Di Maggio 7, Mengon, Bettini, Giongo 1, Franceschini, Sampaolo, Stabellini 9, Alessandrini 3, Pescador, Moser,. All: Branko Dumnic

Arbitri: Colombo – Fabbian

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra