Archivio mensile:marzo 2015

Pressano ancora disperso: a Bolzano è 33-21

Sampaolo parata vs bozenÈ ancora notte fonda per la Pallamano Pressano CR Lavis che coglie la quarta sconfitta consecutiva in quel di Bolzano, contro la corazzata biancorossa: i gialloneri avevano bisogno di punti per avvicinarsi al secondo posto e tornano invece in terra trentina con un 33-21 sulle spalle che pesa come un macigno. Un vero peccato, anche perché Pressano era partito alla grande con uno 0-3 iniziale che faceva ben presagire. Ancora una volta però i gialloneri hanno mostrato scarsa grinta e fino a fine primo tempo si è assistito ad un monologo bolzanino: con un sonoro break i padroni di casa, trascinati dal pivot Innerebner, conquistavano un vantaggio di 6 reti. Dall’altra parte Alessandrini e Giongo provano a rintuzzare ma i tanti palloni persi servono sul piatto d’argento a Bolzano la seconda fase, con la quale arrivano in quantità i tiri facili dai 6 metri su cui Sampaolo non può far nulla. La prima frazione si chiude con un deludente 16-9 ma in avvio di ripresa è ancora Pressano a spingere: la difesa chiude meglio, Sampaolo riesce a parare, in attacco Bolognani colpisce con continuità ed al 40′ è 19-16; un match che sembrava nettamente a senso unico si riapre improvvisamente.

Come nel match del Palavis, tuttavia, al momento di girare la partita Pressano cede nuovamente, forza parecchi tiri e trova un prontissimo Jurina fra i pali che ricaccia indietro le ambizioni giallonere anche dai 6 metri e permette a Bolzano di accelerare nuovamente, assicurandosi i 3 punti. Negli ultimi minuti Pressano cede di schianto ed i giovani bolzanini Pirpamer ed Auer bucano la rinunciataria difesa ospite fin sul 33-21. Un altro colpo basso per le ambizioni di Pressano che ora non ha scelta: obbligatorio vincere i prossimi due match con Trieste e Cassano per agguantare il secondo posto.

h 19:00 | Bozen – Pressano 33-21 (p.t. 16-9)

Bozen: Dallago 4, Auer 1, Waldner 1, Starcevic 2, Kammerer, Radovcic 3, Sporcic, Jurina, Tsilimparis, Gaeta 8, Pircher 5, Innerebner 7, Turkovic, Pirpamer 3. All: Alessandro Fusina

Pressano: Stocchetti, Bolognani 4, Chistè W. 1, Chistè D, D’Antino, Di Maggio 2, Moser, Bettini, Giongo 5, Franceschini 1, Sampaolo, Alessandrini 4, Da Silva 3, Polito 1. All: Branko Dumnic

Arbitri: Regalia – Greco

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Pallamano Pressano in campo a Bolzano per la quarta giornata di Poule

Silva (Pressano) fra i difensori del MezzocoronaQuarto turno di Poule PlayOff con zero punti all’attivo per la Pallamano Pressano CR Lavis che cerca per l’ennesima volta il colpo del riscatto dopo una Coppa Italia, giocata a fine febbraio, che tante gioie ha regalato ma che sembra davvero stregata. Dal 28 febbraio scorso i gialloneri infatti non hanno più vinto un match e per ritrovare 3 sconfitte consecutive bisogna riavvolgere il nastro fino al febbraio 2009, sei anni orsono. Una situazione negativa per i gialloneri ma tutt’altro che critica: le tre sconfitte dell’ultimo periodo sono frutto di un mix di episodi che ora i ragazzi di Dumnic devono allontanare per riprendere la giusta via. Nonostante gli zero punti ottenuti infatti Pressano “respira” ancora grazie ai 6 punti di partenza e mantiene il secondo posto, in coabitazione però con Trieste e Cassano per un trio appaiato che preannuncia scintille.

Oggi, Pressano sarà di scena a Bolzano: un rematch dell’incontro giocato sabato scorso al Palavis, il derby regionale che da anni anima la parte alta della classifica in Serie A. Sette giorni fa finì 23-29 per gli altoatesini che riuscirono a domare senza grandissime difficoltà un Pressano ancora troppo sottotono: oggi i gialloneri devono cambiare decisamente rotta, soprattutto a livello mentale, e cercare di fare il colpaccio che potrebbe migliorare e non poco la situazione di classifica in ottica secondo posto. Contro un Bolzano già primo matematico infatti Pressano dovrà sfruttare al massimo il momento per tentare l’impresa; di fronte ci sarà però la corazzata di Fusina che non ha certo intenzione di lasciare qualcosa alle avversarie. Entrambi i team saranno al completo, con mister Fusina che potrebbe far riposare qualche acciaccato; si gioca al PalaGasteiner di Bolzano, con fischio d’inizio della coppia Regalia-Greco alle ore 19.00.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano ancora in ombra: al Palavis passa Bolzano

Giongo al tiroTerza sconfitta consecutiva per la Pallamano Pressano CR Lavis che esce battuta fra le mura amiche dalla corazzata Bolzano. Partita da dimenticare, sia per lo spettacolo che per il gioco espresso quella disputata dalle due formazioni che scendevano in campo per il big match della terza giornata di Poule PlayOff. I gialloneri non sono riusciti ad avere la meglio sulla formazione altoatesina, giunta a Lavis senza l’asso Felipe Gaeta, infortunato. Ritmi bassissimi in avvio e ad approfittarne sono proprio i padroni di casa che con un buon Da Silva passano a condurre sul 4-2 dopo 10′ e sembrano poter giocarsela contro i freschi campioni di Coppa Italia. Ben presto però Bolzano serra le file in difesa, costringe Pressano all’errore ed in attacco l’asse Turkovic-Innerebner funziona a meraviglia, tanto che con un break di 1-7 in 10′ la squadra ospite si porta al comando sul 5-9. Una doccia fredda per i locali che soffrono ma riescono a restare in scia con Giongo infallibile dall’ala; negli ultimissimi minuti del primo tempo però la retroguardia di casa cede nuovamente e proprio sulla sirena Bolzano firma l’11-17 che indirizza il match. In avvio di ripresa ancora meglio gli ospiti: un Dallago in forma buca la difesa di casa e Bolzano aumenta il vantaggio fin sul +8.

Raggiunto tale divario, i ragazzi di Fusina si siedono però sugli allori, Pressano registra la difesa e con un Sampaolo agevolato comincia lentamente a rimontare. In attacco Chistè buca Tsilimparis e dopo un lungo periodo sul -6, i gialloneri arrivano ad avere in mano il pallone del -3 a 6′ dalla fine: fallita la palla della svolta, Pressano smette di crederci e Bozen passeggia in velocità, firmando il 23-29 finale. Una sconfitta dai due volti: ancora una volta Pressano ha presentato una difesa troppo molle, con troppi tiri dai 6 metri concessi all’avversario. Proprio quando in fase difensiva i gialloneri si sono sistemati, il divario tra le due squadre è diminuito vertiginosamente: elementi positivi e negativi dunque che la truppa di Dumnic valuterà in ottica del match di sabato prossimo, proprio a Bolzano di nuovo contro la squadra biancorossa.

h 19:00 | Pressano – Bozen 23-29 (p.t. 11-17)

Pressano: Bolognani 2, Chistè W. 4, Chistè D, D’Antino 1, Di Maggio 1, Moser, Facchinelli, Giongo 4, Franceschini, Sampaolo, Alessandrini 4, Da Silva 6, Polito 1, Stocchetti. All: Brank Dumnic

Bozen: Dallago 7, Waldner, Starcevic 5, Kammerer 1, Ebnicher, Radovcic 4, Sporcic, Jurina, Tsilimparis, Gaeta, Pircher 5, Innerebner 3, Turkovic 4, Pirpamer. All: Alessandro Fusina

Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, serve l’impresa contro la corazzata Bolzano

Walter Chistè tiro vs BolzanoSi presenta con un disperato bisogno di punti la Pallamano Pressano CR Lavis alla terza giornata di Poule PlayOff. Per i gialloneri, l’avvio di seconda fase in Serie A è stato uno shock, con due sconfitte nelle prime due uscite di cui l’ultima, in casa contro Cassano Magnago, allarmante sia per il gioco espresso che per la determinazione dimostrata. I giochi per l’accesso alla post season, fortunatamente, sono ancora vivi grazie ai 6 punti di partenza accumulati dai gialloneri in Regular Season ma la lotta per il secondo posto ora è davvero serrata ed ogni partita avrà un peso specifico decisamente maggiore per Giongo e compagni. Nel momento del bisogno, tuttavia, arriva il match contro la squadra sulla carta più forte, l’SSV Bozen fresco vincitore della Coppa Italia (proprio ai danni di Pressano) e reduce da una vittoria su Trieste sabato che ha sbalordito per qualità e gioco espresso. Sarà dunque la prova più dura in assoluto quella che attende Pressano in questo incontro: al Palavis, casa dei gialloneri, arriverà un Bolzano al completo, lanciatissimo verso il primo posto e decisamente in forma. A disposizione di mister Fusina ci saranno tutti i gioielli di casa e della nazionale, con il terzino mancino Gaeta che nell’ultimo mese ha mostrato qualità da vero fuoriclasse. Obbligatorio dunque per i gialloneri invertire la rotta: proprio nella partita più dura occorrerà far vedere il contrario di quanto mostrato sabato.

Contro un Bolzano così saranno vietati i numerosi errori in attacco, così come non sarà possibile presentare una difesa molle e disattenta: in questi 7 giorni, Dumnic ed i suoi ragazzi hanno analizzato le radici del periodo negativo e si presentano ora all’incontro con la corazzata biancorossa al completo e con tanta voglia di riscatto. Servirà un Pressano a dir poco perfetto, quello già capace di fermare gli altoatesini al Palavis lo scorso gennaio: l’ottavo uomo in campo, il pubblico del catino lavisano, dovrà poi essere l’arma in più per cercare un’impresa che darebbe un volto decisamente migliore a questa Poule PlayOff fino ad ora sfortunata. Al Palavis, con fischio d’inizio alle 19.00, sarà una vera e propria parata di stelle: un big match, rivincita della finale di Coppa Italia, tutto da gustare e pronto a dare grandi emozioni. Arbitra l’incontro la giovane coppia internazionale Zendali-Riello.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano opaco, Cassano in serata: gialloneri KO al Palavis

di maggio tiro palavisClamoroso il tonfo della Pallamano Pressano: dopo la sconfitta di Trieste in apertura di Poule, i gialloneri cadono anche contro i varesini del Cassano Magnago, abile ad infliggere ai ragazzi di Dumnic la prima sconfitta stagionale al Palavis. Un risultato decisamente negativo: i gialloneri avevano assoluto bisogno di un successo ed è invece arrivata una cocente sconfitta maturata durante l’arco dei 60′ nei quali Cassano si è rivelato squadra organizzata e di grande livello. A partire meglio sono comunque i padroni di casa che sbloccano con Da Silva (a fine match top scorer con 8 reti) e mantengono il vantaggio, allungando anche fin sul 7-4 dopo 10′ con il pallone del +4. La partita sembra prendere il canale giusto: Pressano, pur concedendo qualcosa in difesa, attacca bene ma ben presto gli ospiti si ristabiliscono e rimontano, passando a condurre al 20′ sull’8-9. È il vantaggio che Venturi e compagnia non molleranno più fino alla fine: i padroni di casa appaiono imprecisi in difesa ed anche in attacco a tratti la squadra giallonera fatica, concedendo a Cassano di esprimere un buon gioco e schizzare sul +3 a poco dal termine della prima frazione, chiusa sul 13-14.

In avvio di ripresa ancora bene Pressano: la difesa chiude meglio e la parità è ristabilita sul 17-17 ma proprio sul più bello i locali cedono, sbagliano 3 attacchi consecutivi e regalano a Bellotti e Montesano i contropiedi del 17-21. È doccia fredda per Giongo e compagnia che, dopo aver rischiato il -5, reagiscono con rabbia e si affidano a Sampaolo per costruire la rimonta: il recupero riesce ai padroni di casa che pareggiano sul 22-22 e portano la partita sul più totale equilibrio a 8′ dalla fine. Di qui, ancora una volta, gli attacchi di casa si spengono su Corazzin e sulla arcigna difesa ospite: dall’altra parte qualche svista difensiva concede gol facili ai varesini che passano a condurre, ringraziano Pressano per i tanti attacchi sciupati e chiudono i conti sul 25-26 finale. Ora per Silva e compagnia c’è il doppio incontro con Bolzano: per mantenere il secondo posto nella Poule servono 3 successi nelle ultime 4 partite.

h 19:00 | Pressano – Cassano Magnago 25-26 (p.t. 13-14) 

Pressano: Bolognani 1, Chistè W. 3, Chistè D, D’Antino, Di Maggio 4, Moser, Bettini, Giongo 4, Franceschini, Sampaolo, Alessandrini 1, Da Silva 8, Polito 4, Stocchetti. All: Branko Dumnic

Cassano Magnago: Scisci 4, Brakocevic 4, Havlicek, Moretti 2, Bellotti 3, Corazzin, Zorz, La Mendola, Venturi 3, Montesano 6, Marzocchini 1, Gregori 3, Calandrino, Decio. All: Robert Havlicek

Arbitri: Bassi – Scisci

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano chiamato alla vittoria nella seconda giornata di Poule

Polito tiro vs CassanoProsegue senza sosta il campionato di Serie A della Pallamano Pressano CR Lavis. I gialloneri, reduci da dieci giorni infernali tra Coppa Italia ed esordio nella seconda fase di campionato, arrivano al secondo appuntamento della Poule PlayOff con le gambe finalmente riposate dopo le fatiche di fine febbraio. Avversario del secondo turno sarà il Cassano Magnago, squadra di Varese sicuramente tra le più in forma dell’intero campionato: classificati quarti al termine della Regular Season, gli amaranto di mister Havlicek da dicembre ad oggi sono riusciti in un incredibile filotto di 7 vittorie in 9 incontri, con le due sconfitte entrambe subite da parte della corazzata Bolzano (peraltro entrambe di misura). Una squadra dunque più che temibile, contro la quale i gialloneri dovranno dare tutto per dimenticare la sfortunata sconfitta di Trieste che ha aperto questa seconda fase. Vittoria d’obbligo per Giongo e compagni che tornano sul parquet amico del Palavis dopo più di un mese: sfumata l’ipotesi di primo posto nella Poule, ora è bagarre per il secondo posto condiviso con Trieste a 6 punti.

Il bottino pieno è dunque l’obiettivo di giornata per la squadra trentina che ha avuto una decina di giorni per recuperare le energie e si presenterà al cospetto degli avversari lombardi al completo: dall’altra parte, come detto, ci sarà un team agguerrito ed attrezzatissimo che lo scorso sabato ha tenuto testa al Bolzano, uscendo tuttavia sconfitto per 26-29 in casa. Panchina lunga ed esperta quella dei varesini che possono contare su parecchi cambi e moltissime punte di diamante: furono i bomber Brakocevic e Venturi a far capitolare proprio Pressano ad inizio febbraio in terra lombarda per 29-26 nell’ultimo incontro fra le due squadre. Allora i gialloneri, privi di Giongo, erano già matematicamente secondi: oggi la storia è decisamente differente e Pressano è pronto a dar battaglia per rilanciarsi verso il finale di stagione. Serviranno i gialloneri brillanti di Siracusa per superare l’avversario: le carte sono in regola per ottenere i tre punti ma sarà tutt’altro che facile. Cassano possiede tante risorse che possono cambiare le carte in tavola in ogni momento e, considerato il periodo di grazia dei lombardi, al Palavis l’equilibrio e lo spettacolo sono assicurati. Si parte alle 19.00, con il fischio d’inizio affidato alla coppia arbitrale pugliese formata dai sig. Bassi e Scisci.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Vince la stanchezza: Pressano fermato a Trieste 28-24 nell’anticipo

Giongo tiro vs TriesteÈ una sconfitta cocente quella che porta a casa dal PalaChiarbola di Trieste la Pallamano Pressano CR Lavis. Nella prima giornata di Poule PlayOff, posta come anticipo televisivo, i ragazzi di Dumnic dominano per 45′, salvo poi patire le energie spese nel weekend di Coppa, crollando sotto i colpi triestini. Una battuta d’arresto che pesa per Giongo e compagni, saldamente al comando della partita per lunghi tratti: a tre quarti di gara si è spenta la luce ed il vantaggio di 5 reti accumulato da Pressano è ben presto svanito, servendo sul piatto d’argento la rimonta alla squadra di casa che non è fatta intimidire, ha sfruttato le energie in più ed ha chiuso la partita proprio nelle battute finali. In avvio di match sono i gialloneri a prendere in mano il gioco: con un buon Da Silva Pressano va subito sul +3. Dall’altra parte Trieste non ingrana: i palloni persi ed un Sampaolo strepitoso dai 6 metri annullano gli attacchi biancorossi e per Pressano è ossigeno puro. In attacco la truppa di Dumnic riesce a bucare Zaro e si porta a condurre sul 5-10 dopo 20′. L’attacco del +6 però non va a buon fine e Trieste resta in partita fin sulla sirena con il 10-14 di fine primo tempo targato Bolognani sulla sirena. In avvio di ripresa Pressano mantiene il +5 ed il vantaggio resta tale fino al decimo minuto di gioco quando i gialloneri iniziano a sbavare: aumentano i palloni persi ed i tiri sbagliati e solo un Trieste poco preciso garantisce ai gialloneri di restare al comando della partita fin sul 17-21 a 14′ dalla fine.

Di qui è monologo triestino: Radojkovic si carica in spalla la squadra e buca Sampaolo assieme a Dapiran, firmando il parziale di 5-0 che vale il punteggio ribaltato nella bolgia del PalaChiarbola. Per 4 minuti il punteggio staziona sul 22-21, con Pressano che fallisce 4 attacchi del pareggio (tra cui un rigore ed un contropiede) ed è pane per i denti triestini che col passare dei minuti trovano la via del gol ed incrementano il vantaggio. Nel finale Pressano rimane aggrappato al match ma in attacco i ragazzi di Dumnic sono nulli ed altri due rigori sbagliati offrono a Trieste la via della vittoria. Raggiunto il +3 a 2 minuti dal termine, Cunjac e compagni gestiscono e sfruttano tre palloni persi in rapida successione dai gialloneri per chiudere i conti sul 28-24. Una sconfitta che mescola la classifica della Poule: a Pressano sono mancate proprio le forze spese in Coppa Italia ed ora l’obiettivo principale è recuperare in vista dei prossimi impegni.

h 19:00 | Trieste – Pressano 28-24 (p.t. 10-14)

Trieste: Zaro, Giolo, Radojkovic 7, Oveglia 1, Dapiran 6, Anici 1, Pernic, Cunjak 6, Bellomo 3, Bozic, Di Nardo 3, Carpanese, Dovgan, Visintin 1. All: Giorgio Oveglia

Pressano: Facchinelli, Bolognani 4, Chistè W. 1, Chistè D, D’Antino, Di Maggio 1, Moser, Giongo 4, Franceschini, Sampaolo, Alessandrini 3, Da Silva 8, Polito 3, Stocchetti. All: Branko Dumnic

Arbitri: Iaconello – Iaconello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra