Archivio mensile:dicembre 2014

Pressano fatica ma vince: a Bressanone arriva la decima

Giongo tiro vs TriesteVince soffrendo come non mai la Pallamano Pressano CR Lavis sul duro campo della Forst Bressanone. Al Palasport del Laghetto, in un clima infuocato da vera partita di Serie A, i gialloneri replicano la prestazione di Merano: primo tempo disastroso e rimonta forzata nella ripresa. I campi altoatesini si confermano dunque indigesti per Silva e compagni che solo con 10 minuti di vera pallamano sono riusciti a portare a casa i 3 punti dopo un match giocato tutto all’inseguimento. Pressano si presenta all’appuntamento al completo, mentre Bressanone deve fare i conti con ben 5 assenze: proprio questo gap prepartita forse ha fatto scendere male in campo i trentini che hanno dovuto sudare per rimontare alla grinta brissinese. Nel match, partono abbastanza bene i gialloneri che si portano sull’1-3 con un contropiede di Di Maggio. Mister Micheal Niederwieser vuole mettere subito una pezza all’allungo trentino, chiaea timeout e gli effetti sono immediati; Bressanone ben presto pareggia con due rigori di Sonnerer (6 reti), insidioso sul lato destro e con la giovane ala sinistra Mairegger (super prestazione con ben 7 marcature) che buca Sampaolo. Subìto il pareggio, Pressano reagisce ma sbaglia un rigore e tre tiri a porta vuota, con il portiere avversario schierato in movimento; i gialloneri tengono fin sul 4-6 all’8 minuto ma Bressanone si risveglia e colpisce inesorabilmente la molle difesa trentina. Troppi gli errori in attacco e le disattenzioni in difesa per Pressano che incassa un parziale di 6-0, 10-6 al quarto d’ora. Gli ospiti rischiano di sprofondare ma restano in partita, tornano a -2 ma vengono ben presto ricacciati indietro nel finale del primo tempo con un break di 4-1 che vale il 15-10. La ripresa inizia male: primo attacco sbagliato e 16-10 subito, massimo svantaggio, nella bolgia generale.

Giongo e compagni però non si perdono d’animo, serrano le file in difesa, aiutano Sampaolo a parare con percentuali elevatissime e piazzano uno 0-4 che vale il 16-14 dopo 10′. Al momento di girare la partita però Pressano comincia a sbavare nuovamente: al 17′ il punteggio dice 20-17 ed Alessandrini si vede sventolare il rosso diretto per una spinta a gioco fermo. Una tegola che si rivela un’arma a doppio taglio: Pressano incassa la sanzione e reagisce al contrario dei padroni di casa che si rilassano e cominciano ad infrangersi su Sampaolo. Trascinati da capitan Giongo, i gialloneri pareggiano sul 21-21 e sfruttano l’entusiasmo per andare in vantaggio sul 21-23 a 6′ dal termine. Per Bressanone non c’è scampo: il vero Pressano emerge nel finale ed a 2 minuti dalla fine è 22-27, partita chiusa. I gialloneri dunque fanno 10, chiudono bene l’anno solare e si portano a +10 sul Trieste, con i primi due mesi del 2015 che saranno a dir poco impegnativi in vista della Poule PlayOff.

h 19:00 | Forst Brixen – Pressano 24-27 (p.t. 15-10)

Forst Brixen: Pfattner, Mairvograsspeinten 3, Alvarez 4, Dejakum 2, Mairegger 7, Rainer, Salcher 1, Wieland, Wierer, Sonnerer 6, Penn, Oberrauch, Trebo, Noessing 1. All: Michael Niederwieser

Pressano: Stocchetti, Bolognani 5, Chistè W. 2, Chistè D, D’Antino N, Di Maggio 6, Moser, Bettini, Giongo 4, Franceschini, Sampaolo 2, Alessandrini, Da Silva 7, Polito 1. All: Branko Dumnic

Arbitri: Corioni – Muratori

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano chiude l’anno solare a Bressanone

Silva elevazioneUltima uscita del 2014 per la Pallamano Pressano CR Lavis che farà visita, nella quarta giornata di ritorno, alla Forst Bressanone. Ennesimo derby regionale per i gialloneri che affronteranno la blasonata squadra della Val d’Isarco. Match stimolante per entrambe le squadre che arrivano all’appuntamento con risultati differenti alle spalle; i ragazzi di Dumnic sono reduci dalla vittoria con Cologne, la nona in campionato, mentre i biancoverdi non vincono dall’8 novembre e, con 3 vittorie totali, si trovano ora al terzultimo posto in classifica. Una piazza che non fa onore alla Forst, squadra compatta e fisica ma falcidiata dagli infortuni: quasi mai al completo, i ragazzi di mister Michael Niederwieser non hanno praticamente mai giocato al completo. Per questo ultimo incontro dell’anno saranno quasi tutti presenti, eccezion fatta per il centrale Felix Sader ed il pivot Ivan Stuffer: per quanto riguarda il resto della rosa, Brixen conta solo su due atleti non “di casa”; si tratta del veterano centrale Filiberto Kokuca e del mancino argentino Emanuel Alvarez. Per il resto squadra tutta made in Bressanone con tanti giovani e non del posto a completare il roster.

Una squadra di tutto rispetto che in casa ha dimostrato di giocare un campionato completamente diverso rispetto alle trasferte: tutte le vittorie biancoverdi infatti sono arrivate dal Palasport del Laghetto e, nell’ultima giornata con Bolzano, Dejakum e compagni hanno messo in difficoltà per 40 minuti la capolista Bozen. Vietato dunque guardare la classifica ed attenzione massima per questo match: espugnare Bressanone non è mai facile e, nonostante il risultato dell’andata dica 30-20 per Pressano, la partita sarà tutta da giocare, combattuta fino all’ultimo secondo. Mister Branko Dumnic può contare sull’intera rosa: i gialloneri hanno lavorato in settimana per non sbagliare questa difficile trasferta che chiuderà l’anno e per mantenere così la distanza in classifica sul Trieste, impegnato contro il Bolzano. Sarà dunque un derby da favola, con le due tifoserie più calde del Girone A a fare da ottima cornice per un match sentito quanto emozionante: fischio d’inizio alle ore 19.00 da parte della coppia Corioni-Muratori.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano OK, Cologne battuto 29-21

Walter Chistè tiro vs BolzanoVince e coglie altri tre punti la Pallamano Pressano CR Lavis. Contro i bresciani del Cologne, di fronte al caloroso pubblico del Palavis, i gialloneri di mister Dumnic liquidano con un buon 29-21 gli avversari che all’andata si imposero sui ragazzi trentini. Una prestazione in crescendo per Pressano che, dopo un avvio sottotono, ha saputo sistemare le cose col passare dei minuti, chiudendo il match nella ripresa. Prestazione non delle migliori con qualche errore in attacco di troppo ma i tre punti erano l’obiettivo principale, ampiamente raggiunto dalla truppa giallonera. Gli ospiti di Riccardi arrivano al Palavis con parecchi infortunati ma anche con molta voglia di punti ed i primi minuti sono equilibratissimi: in mostra si mettono subito i due portieri Sampaolo e Sirani che chiudono le rispettive porte ed impediscono al punteggio di decollare. Cologne riesce anche ad andare in vantaggio sul 3-4 dopo 10′ ma Pressano fa buona guardia e resta in scia senza rischiare. I gialloneri pungono in attacco con le prestazioni favolose di capitan Giongo (7/8 dall’ala) ed Alessandrini (4/4 per il pivot giallonero) che accompagnano la squadra di casa verso il primo break, 10-7 dopo 18′. In inferiorità Pressano concede poi due reti facili agli avversari con Barbariga in agguato dall’ala a bucare Sampaolo: ben presto però le distanze sono ristabilite e nel finale della prima frazione due contropiedi gialloneri portano tutto sul 15-10 di fine primo tempo. Nella ripresa nessun gol per i primi 4′: tanti errori, costante del match, da entrambe le parti con Pressano che recupera palloni a volontà ma non concretizza in attacco.

Un po’ troppo spenti i gialloneri che tuttavia non si fanno abbattere e dopo 7 minuti di stallo incrementano nello score con una doppietta di Chistè: raggiunto il +8 la partita è ormai in tasca ed un Cologne rinunciatario si infrange sulle parate di Sampaolo, accompagnato da una difesa sistemata. Il tempo passa e sorride ai padroni di casa che non cedono e schizzano ben presto sul +10, 27-17; di qui mister Dumnic lascia spazio anche alle seconde linee che non demeritano e tengono alto il ritmo della squadra di casa fino alla seconda sirena, con Stocchetti che infila l’ultima rete per il 29-21 conclusivo. Vittoria importante ed alla portata per Pressano: con questi tre punti i ragazzi trentini incrementano il numero di vittorie in campionato (nove), si prendono la rivincita per la sconfitta dell’andata ed allungano ulteriormente in seconda posizione sul Trieste che ha osservato il turno di riposo. Ora ci sono 7 punti di distacco da difendere con l’ostica trasferta a Bressanone che sabato prossimo chiuderà il 2014.

h 19:00 | Pressano – Metelli Cologne 29-21 (p.t. 15-10)

Pressano: Stocchetti 1, Bolognani 2, Chistè W. 7, Chisté D, D’Antino P, Di Maggio 1, Moser, Bettini, Giongo 7, Franceschini, Sampaolo, Alessandrini 4, Da Silva 5, Polito 2. All: Branko Dumnic

Metelli Cologne: Bonassi 1, Cavalleri, Foglia 1, Bertolez 2, Monciardini, Barbariga 4, Piantoni 10, Mazza, Sirani, Alessandrini, Barucco, Parisini 3, Frassine, Manenti. All: Riccardo Riccardi

Arbitri: Di Domenico – Fornasier

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano cerca la rivincita sul Cologne

Alessandrini al tiro styleÈ una Pallamano Pressano CR Lavis chiamata alla prova d’orgoglio quella che scenderà in campo per la terza giornata di ritorno in Serie A. Con il derby a Mezzocorona vinto sabato scorso senza grandi patemi, Giongo e compagni hanno allungato a 3 la serie di vittorie consecutive, 8 in totale: anche la classifica ha sorriso ai gialloneri che hanno incrementato il vantaggio su Trieste a seguito della sconfitta dei giuliani a Merano. Un weekend positivo che Pressano proverà a ripetere: ospiti del Palavis per la terza di ritorno saranno questa sera i lombardi del Cologne, società in provincia di Brescia famosa per i numeri e la qualità del proprio settore giovanile; proprio i giovani di ottimo livello hanno permesso alla società di allestire una squadra di Serie A con l’obiettivo salvezza. All’andata, in terra lombarda, Pressano ebbe a che fare con un Cologne tutt’altro che a livello salvezza: i ragazzi di Riccardi sfoderarono una prestazione maiuscola che colpì un Pressano già vacillante per gli infortuni. Finì 24-22 e proprio quella partita ad oggi costituisce l’unico passo falso (assieme alla ben più comprensibile sconfitta a Bolzano) della stagione giallonera: le carte in tavola rispetto a due mesi fa sono mescolate.

Pressano ha recuperato gli acciacchi di quel periodo ma, così come a Mezzocorona, non potrà contare sul centrale Walter Chistè; dall’altra parte ben più difficile la situazione per mister Riccardi che non disporrà di Riccardi, Mercandelli e Soldi, tre punti fermi della formazione bresciana. Sulla carta dunque il pronostico volge in favore giallonero: la voglia di non perdere punti per strada, unita al desiderio di rivincita di fronte al pubblico amico dopo la sconfitta dell’andata sono elementi a favore dei gialloneri che daranno sicuramente il 100% per portare a casa i tre punti. Di fronte ci sarà un Cologne non irresistibile in trasferta che vorrà comunque fare la propria partita di cuore e grinta, con i tanti elementi di spicco in rosa tra cui l’italo-argentino Bertolez ed i giovani Bonassi e Parisini, già inseriti in nazionale maggiore. Esperienza contro giovani per questo match del Palavis che saprà divertire il pubblico sempre presente: fischio d’inizio della coppia Di Domenico – Fornasier fissato per le 19.00.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano vince il derby ed allunga su Trieste

Alessandrini tiro vs MezzocoronaÈ una serata perfetta quella che ha accompagnato la Pallamano Pressano CR Lavis alla vittoria nel derby contro la Pallamano Metallsider Mezzocorona. Le due squadre trentine del Girone A si sono affrontate nel classico provinciale: ne è uscita una bella partita, combattuta fino all’ultimo e densa del dovuto agonismo. Alla fine hanno prevalso, come da pronostico, i gialloneri di mister Branko Dumnic che hanno condotto la gara dal primo all’ultimo minuto senza mai rischiare il punteggio: tre punti meritati quanto importanti per una classifica che, con la clamorosa sconfitta del Trieste a Merano, diventa davvero positiva per Giongo e compagni. Doppia soddisfazione dunque per il sodalizio del presidente Giongo che mantiene l’imbattibilità nei derby lunga quasi 5 anni e vola al secondo posto della classifica. Dall’altra parte i gialloverdi di mister Rizzi hanno disputato una partita di cuore ma, senza Moser aggiunto a Kovacic, non è bastata la grinta per cogliere il bottino pieno; Mezzocorona resta così in fondo alla classifica ma sempre con ampi margini di risalita. Il match inizia subito durissimo per entrambe le squadre: le due difese, come previsto, prevalgono sugli attacchi. Le abilità difensive delle due squadre si vedono subito e le reti arrivano col contagocce: Da Silva firma il primo gol del match ma tra palloni persi e tiri sbagliati al 10′ è solo 2-3. Pressano sembra poter prevalere ed infatti col passare dei minuti i gialloneri infilano un break che vale il 4-8 al quarto d’ora. Con un Di Maggio in forma gli ospiti mantengono il comando del match e, raggiunto il 5-11 targato Giongo a 9′ dalla fine non riescono a scappare, con Mezzocorona che risponde grazie ad un Manica sempre insidioso.

A fine primo tempo, con gli ultimi 10′ equilibratissimi, è 8-13. Nella ripresa i padroni di casa con grinta tornano subito sul -4 e fanno sentire il fiato sul collo ai gialloneri ospiti ma con esperienza e sangue freddo Pressano non si fa ingannare: Sampaolo argina tutto come sempre, la difesa funziona ed è così che la squadra di Dumnic mantiene un buon vantaggio. Dopo 7′ della ripresa è 11-16 e qui Pressano accelera con Bolognani, Da Silva che conducono la propria truppa fin sull’11-19 che incanala definitivamente il match. I gialloneri infatti non si fanno sorprendere: con freddezza e abilità rallentano il ritmo del match e nonostante molti palloni persi in attacco impediscono a Mezzocorona di rientrare; Pressano gioca col tempo a proprio favore. Nello score Folgheraiter e Manica non riescono a compiere la rimonta e gli ospiti mantengono senza grandi patemi un vantaggio di 6-7 reti che col passare dei minuti si fa sempre più tranquillizzante. L’ultimo spicchio di match è dedicato all’attesa delle due squadre della seconda sirena che arriva con il tabellone che segna 18-24. Prestazione discreta per Pressano che porta a casa l’obiettivo, 3 punti, e avanza al secondo posto; dall’altra parte non hanno di che disperarsi i ragazzi gialloverdi, autori di un buon incontro, formato da buona difesa e ottime trame offensive.

Alla fine il divario tra le due squadre è emerso: Mezzocorona ha ancora una volta dimostrato di poter risalire la china. Sampaolo soddisfatto a fine match:”Abbiamo giocato una buona gara, come ci eravamo preposti. Siamo stati bravi in difesa e quanto basta in attacco per portare a casa la partita, difficile come sempre contro un Mezzocorona che sa darci molto fastidio. Il successo diventa doppiamente importante per la sconfitta di Trieste a Merano, dunque possiamo dire di aver raccolto tre punti importantissimi ed ora continueremo a lavorare per avanzare sempre più.”

h 20:30 | Metallsider Mezzocorona – Pressano 18-24 (p.t. 8-13)

Metallsider Mezzocorona: Martinati, Boninsegna 3, Cappelletti, Manna 4, Boev 1, Flor, Pescador, Pedron 1, Amendolagine, Moser P, Luchin, Manica 5, Rossi, Folgheraiter 4. All: Marcello Rizzi

Pressano: Stocchetti, D’Antino, Bolognani 6, Chistè W, Chistè D, D’Antino P. 1, Di Maggio 4, Bettini, Giongo 3, Franceschini, Sampaolo, Alessandrini 1, Da Silva 8, Polito 1. All: Branko Dumnic

Arbitri: Limido – Donnini

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, la difesa del secondo posto passa per il derby a Mezzocorona

Pressano squadra 2015 maglia giallaGiornata difficile alle porte per la Pallamano Pressano CR Lavis. Alla seconda di ritorno della Regular Season nel Girone A, per i gialloneri arriva il classico derby trentino contro la Pallamano Mezzocorona. Una sfida tutta particolare, come sempre insidiosa per i ragazzi di Dumnic che nei match contro i cugini gialloverdi hanno spesso faticato più del previsto. La più limpida dimostrazione non è molto lontana: lo scorso settembre, nel match di andata, i gialloneri alternarono un primo tempo ottimo (14-7) ad una ripresa disastrosa che solo grazie ad un guizzo nel finale garantiva il successo 22-21 fra grandi sofferenze. Ecco perchè la carta in partite come questa conta relativamente: il campo darà, come sempre, la più autorevole delle risposte. Si gioca a Mezzocorona, al Palasport di Via Fornai che ha sempre dato carica ai ragazzi di Rizzi: obbligatorio dunque prestare la massima attenzione all’avversario che in questa occasione più che mai non rispecchierà la classifica. Mezzocorona infatti si trova ultimo con un solo successo sulle spalle ed 8 sconfitte: vietato fare calcoli, la squadra di Rizzi sa di possedere in rosa qualità di grandissimo livello e, nonostante l’assenza di Kovacic e probabilmente del mancino Moser, ha le carte in regola per giocarsi il match alla grande, con una difesa che da tempo distingue i gialloverdi ed un Amendolagine sempre pronto a chiudere la porta.

Anche in casa Pressano non sarà clima da 100%: qualche acciacco durante la settimana ha rallentato i piani del team che comunque si presenterà a Mezzocorona al completo. Derby intenso ed importante, come sempre, quello del PalaFornai: tre punti in palio pesanti che vanno al di là del campanile. Da una parte Giongo e compagni arrivano da una serie positiva ma devono difendere il secondo posto dall’assalto del Trieste e non possono concedersi passi falsi; dall’altra i gialloverdi sono giunti al giro di boa con propositi vincenti per il ritorno ed il pareggio a Cassano (con sconfitta ai rigori) ha dato morale che potrebbe trasformarsi in oro per il match più sentito. Si prospetta spettacolo e grande intensità dunque per questo derby trentino: fischio d’inizio della coppia Limido-Donnini alle 20.30.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

D’Antino e Moser convocati in nazionale Under 18

Moser Matteo

Moser Matteo

Non si esauriscono le buone notizie per il settore giovanile giallonero: dopo il weekend nero che ha visto tre selezioni di Pressano sconfitte dai pari età del Merano, arrivano notizie gratificanti durante la settimana. La FIGH infatti ha provveduto a pubblicare, nella giornata di martedì, le convocazioni della nazionale Under 18; dopo due mesi di progetto con il lavoro delle Aree regionali, i tecnici Ghedin e Poli hanno selezionato i 16 atleti che andranno, dal 7 al 10 dicembre, in Slovenia a Zrece per disputare due amichevoli con i pari età sloveni. Nell’elenco dei 16 figurano, con grande soddisfazione, i due gialloneri Matteo Moser, classe ’98 e Nicolò D’Antino, classe ’99 in gol anche con la prima squadra sabato scorso. La nazionale Under 18, denominata in questa occasione “Rappresentativa U16” in quanto non comprendente gli atleti classe 1997, potrà disputare dunque due importanti match sul cammino verso il Mediterranean Handball Championship di febbraio 2015.

La società giallonera, dopo la gioia per la convocazione dei due atleti in Rappresentativa Nord

D'Antino Nicolò

D’Antino Nicolò

Italia, è ancor più orgogliosa di veder figurare in nazionale due atleti nati e cresciuti in giallonero. In azzurro, i ragazzi sapranno mettere al servizio quanto acquisito in società per la causa nazionale: all’intero team vanno i migliori auguri per il cammino intrapreso. La Pallamano Pressano CR Lavis, inoltre, è l’unica società a poter contare su ben due atleti convocati, assieme al Bologna e Merano che conta 3 selezionati.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra