Archivio mensile:ottobre 2014

Pressano va: Trieste KO e gialloneri sempre in vetta

Chistè tira rigore vs TriesteTrionfa la Pallamano Pressano CR Lavis contro Trieste. Al Palavis, nello scontro diretto per la parte alta della classifica, i gialloneri hanno messo anima e cuore in campo per avere la meglio della coriacea formazione giuliana. Nonostante l’infortunio a Di Maggio, occorso dopo 10’ di gioco, i gialloneri hanno saputo sopperire alla grande all’assenza del bomber, sia in attacco che in difesa, resistendo ai tentativi di fuga degli ospiti per poi colpire alla grande nel secondo tempo fino alla vittoria. Avvio finalmente buono per i ragazzi di Dumnic che si portano ben presto sul 4-1 grazie alle parate di Sampaolo (anche in questa serata strepitoso) ed alle reti di Chistè: la difesa giuliana è tosta da superare ma i ragazzi di casa riescono a bucare Zaro e dopo 12’ è 7-3. Proprio nel momento migliore però in uno scontro fortuito in contropiede, Di Maggio si fa male alla caviglia: dolorante, l’ala destra azzurra abbandona il campo per il resto del match. L’assenza scuote i gialloneri che cominciano a subire in seconda fase le reti ospiti e ben presto Trieste agguanta e supera Pressano: negli ultimi minuti del primo tempo tuttavia i ragazzi di casa reagiscono e restano aggrappati al match fino all’11-12 dei primi 30’.

In avvio di ripresa due tiri sbagliati dai gialloneri danno sul piatto d’argento a Trieste il +3 sul 12-15: gli ospiti sembrano poter affondare il colpo decisivo ma dalle file giallonere si risveglia Silva; dopo un primo tempo sottotono, il portoghese comincia a bucare dai nove metri la porta avversaria (9 gol in tutto il match ed uno strepitoso 8/9 nella sola ripresa). Pressano rimonta con una difesa perfetta e si porta a condurre sul 20-18 a metà ripresa nel boato del folto pubblico presente al Palavis: di qui continua il momento buono per i padroni di casa che con Chistè (7 reti per il centrale di casa), Bolognani e Giongo fanno impazzire la difesa alabardata che cede di schianto negli ultimi minuti. Sfruttando le superiorità numeriche, i gialloneri si dimostrano perfetti nel finale e scappano definitivamente nel punteggio, chiudendo il match sul 29-23. Ora Pressano procede in vetta in coabitazione con Bolzano: dopo la pausa nazionale di Ognissanti, sarà scontro diretto ma quel che importa è che le avversarie sono lontane.

h 20:30 | Pressano – Trieste 29-23 (p.t. 11-12)

Pressano: Stocchetti, Bolognani 6, Chisté W. 7, Chisté D, D’Antino, Di Maggio 1, Moser, Bettini, Giongo 4, Franceschini, Sampaolo, Alessandrini 2, Da Silva 9, Polito. All: Branko Dumnic

Trieste: Zaro, Radojkovic 5, Oveglia, Dapiran 1, Anici 7, Pernic 3, Cunjak 2, Bellomo, Campagnolo, Di Nardo, Carpanese, Dovgan, Visintin 5. All: Giorgio Oveglia

Arbitri: Alperan – Scevola

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Ecco il big match: al Palavis c’è Pressano-Trieste

Sampaolo rigore vs MezzocoronaÈ tempo di big match per la Pallamano Pressano CR Lavis. Dopo due vittorie contro le altoatesine Bressanone e Merano, l’asticella della difficoltà si alza ulteriormente per i gialloneri che, questo sabato, dovranno affrontare lo scontro diretto con la Pallamano Trieste. Un match che da anni appassiona giocatori ed addetti ai lavori per fascino e qualità: da una parte ci saranno i gialloneri di mister Branko Dumnic che, al completo, cercheranno di allungare la striscia positiva e di scappare in classifica proprio nei confronti dell’avversaria diretta per il secondo posto, Trieste. Di Maggio e compagni hanno lavorato bene in settimana e, rinfrancati dai 6 punti ottenuti dopo lo stop a Cologne, sanno di poter dire la loro tra le mura amiche, fondamentali da sempre per le prestazioni giallonere. Dall’altra parte ci sarà una squadra coriacea, che da anni fa sudare i gialloneri: Trieste, che fa della difesa il proprio punto di forza, arriverà a Lavis con ottimi propositi. L’avvio di campionato è stato difficile per i ragazzi di Oveglia che hanno già superato la trasferta di Bolzano ed il turno di riposo; un trend che dunque non poteva essere continuo per gli alabardati, ora terzi in classifica a 4 punti di distacco dai gialloneri. Il campionato triestino, si può dire, inizia oggi, con fluidità e continuità nei match: proprio per questo motivo Anici e compagni vogliono partire subito bene per poi piazzare una striscia positiva fino a dicembre.

Non sarà al completo la formazione giuliana: rispetto allo scorso anno, la squadra non potrà contare sulla forte ala destra Sirotic e, causa recente infortunio ai legamenti crociati, anche il giovane portierone azzurro Thomas Postogna non potrà essere del match. I biancorossi tuttavia restano squadra di grandissimo livello, capace di sfoderare prestazioni maiuscole grazie al confermato gruppo di atleti del posto che da anni lavora in sintonia. Sarà un vero e proprio big match, con il Palavis che si preannuncia caldo e gremito di tifosi locali ed ospiti: la giusta dose di agonismo non mancherà, la posta in palio è pesantissima ed ecco che Pressano-Trieste, anche quest’anno, non smetterà di essere il big-match del Girone A. Si gioca alle 20.30 tra le mura del Palavis di Lavis, arbitra la coppia Alperan-Scevola.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Buone notizie per i gialloneri in azzurro

Rappresentativa Nord ItaliaOttime notizie per la Pallamano Pressano CR Lavis arrivano dal settore tecnico nazionale. Per il prossimo impegno della nazionale senior maschile, previsto nella città pontina di Fondi in provincia di Latina, i tecnici azzurri Radojkovic e Ghedin hanno confermato la convocazione dei due gialloneri Di Maggio e Sampaolo, già presenti nelle amichevoli contro la Finlandia di dieci giorni fa. Ora ad attendere la nazionale ci sono due test match contro il Belgio nel ponte di Ognissanti (venerdì 31 ottobre e sabato 1 novembre alle 19.00). Buone anche le sensazioni dei due giovani gialloneri Moser e D’Antino, convocati all’esordio del progetto di Rappresentativa Nord Italia ’98-’99: gli azzurrini di Murino hanno giocato due match in quel di Cassano Magnago contro squadre di Serie A2; in previsione, la Rappresentativa ha in programma continui impegni contro le squadre della seconda divisione nazionale in tutta Italia ed il primo test è stato positivo. Vittoria sul Ferrarin (38-21) e sconfitta con la seconda squadra di Cassano Magnago (26-33) per la Rappresentativa: in totale nei due match 7 reti per Moser e 4 per D’Antino con tanti minuti giocati.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano rimonta Merano e sale in vetta alla classifica

Sampaolo para styleClamorosa rimonta della Pallamano Pressano CR Lavis sull’ostico campo del Merano: sotto anche di 7 reti, i gialloneri recuperano con una ripresa perfetta ed un Sampaolo superbo, portando a casa 3 punti pesantissimi che valgono la vetta della classifica in coabitazione con Bolzano, a riposo . Partita dai due volti quella della Karl Wolf, dove i ragazzi di Dumnic hanno alternato 30’ negativi ad un secondo tempo coi fiocchi che è valso la rimonta ed il successo finale. Avvio di match tutto per i padroni di casa che partono a razzo e bucano la disattenta difesa ospite fino al 4-1 con Gagovic. Pressano risponde col contagocce ed il primo gol su azione arriva dopo 10′: poche idee in attacco ed una difesa molle servono sul piatto d’argento ai locali tanti tiri dai 6 metri su cui Sampaolo non può nulla. Troppi i tiri facili concessi ai padroni di casa che si scatenano di fronte alla difesa pressanotta senza trovare ostacoli. I gialloneri di Dumnic non sfruttano nemmeno le superiorità numeriche ma nella parte centrale del primo tempo alzano la testa e cominciano a tornare sotto fin sul 9-6. Fallita due volte la palla del -2, l’aggancio non arriva e Pressano si ferma sul -3: Merano ricomincia a spingere con Carli (8 reti tutte nel primo tempo), toccando anche il 15-8, perfezionato in 15-9 di fine primo tempo.

Un’ecatombe per i gialloneri che negli spogliatoi si scuotono ed entrano in campo con un piglio decisamente diverso, lo stesso del Merano ad inizio partita: una tripletta di Bolognani scatena il break ospite nei primissimi minuti del secondo tempo, con Pressano che ben presto arriva sul 16-15. Partita completamente riaperta e proprio nel momento del bisogno si erige a protagonista assoluto il portiere giallonero Valerio Sampaolo: parate che hanno più del miracoloso che dell’ordinario, interventi pazzeschi in successione da parte dell’estremo difensore della nazionale che manda in bambola l’attacco ospite con un clamoroso 72% in porta nella ripresa. Merano si blocca, non riesce più ad attaccare di fronte ad una difesa rigenerata (solo 5 gol subiti nella ripresa!) che poi scatena l’attacco di Silva e compagni. Pressano potrebbe scappare, coperto continuamente in fase difensiva ma l’attacco pecca un po’ troppo e lo strappo non arriva subito. Col passare dei minuti però i ragazzi di Dumnic riescono a bucare Christianell e, sfruttando le superiorità numeriche, tengono fino alla fine sul 20-22.

h 19:00 | Meran – Pressano 20-22 (p.t. 15-9)

Meran: Christanell, Frey, Carli 8, Gufler H. 4, Gufler M. 2, Pagano 1, Sljiepcevic 1, Marzocchini, Gagovic 4, Laimer, Laurin Stricker, Rottensteiner, Lukas Stricker, Stricker A. All: Jurgen Prantner

Pressano: Bettini, Sampaolo, Stocchetti, Franceschini, Sontacchi, Bolognani 7, Chistè W. 3, Moser, D’Antino, Di Maggio 4, Giongo, Alessandrini, Da Silva 7, Polito 1. All: Branko Dumnic

Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, a Merano per restare in alto

imageSmaltita la botta psicologica di Cologne, la Pallamano Pressano CR Lavis si appresta a giocare la quinta giornata d’andata di Serie A maschile. Sconfitti in Lombardia, i gialloneri hanno saputo reagire al meglio tra le mura amiche del Palavis lo scorso sabato contro la temibile Forst Bressanone: una partita corale e ben giocata che ha mostrato il vero valore di Giongo e compagni. Ora, davanti ai ragazzi di Dumnic, si presenta la più difficile delle prove: confermarsi. Raggiunta la buona prestazione, serve continuità: l’avversario di questa sera non sarà dei più facili. Ad attendere i gialloneri alla Palestra Karl Wolf ci sarà infatti il Merano di Jürgen Prantner, vera e propria bestia nera fuori casa per Pressano. Difficile definire i pronostici della vigilia: entrambe le squadre sono in positivo, con Pressano che ha avuto un avvio di campionato sulla carta “soft” ed ha raccolto 3 vittorie in quattro partite; dall’altra parte la situazione è stata opposta, con Merano che ha già affrontato, oltre al turno di riposo, Trieste, Bolzano e Cassano fuori casa, tre dei match più temibili.

I Diavoli Neri hanno subito una risicata sconfitta a Trieste, l’inevitabile stop con Bolzano ed hanno vinto 22-24 sabato scorso in quel di Cassano Magnago. Proprio questo risultato dà grande fiducia ai meranesi che quest’anno, senza Starcevic, Stecher e Tartarotti, potranno contare sulla coppia argentina Pagano-Marzocchini. Una squadra solida, veloce e tecnica che se la giocherà con tutti e che saprà riscattare l’avvio pesante con 3 punti all’attivo. Anche i ragazzi di Branko Dumnic però non hanno intenzione di fermarsi: la truppa giallonera ha smaltito i dolori delle prime settimane e, per la prima volta al completo contro la Forst sabato, ha dimostrato le proprie qualità. Anche in questa occasione Sampaolo e compagni si presenteranno a Merano al completo: il palazzetto altoatesino tuttavia non ha mai regalato grandi gioie ai gialloneri che negli ultimi 4 anni, in 4 partite, hanno colto due vittorie di una rete e due sconfitte. Attenzione massima dunque per un incontro che riserverà grandi emozioni al pubblico: gli ingredienti per una serata di battaglia nel nome dello sport ci sono tutti, ora la parola va al campo con il fischio d’inizio a Merano della giovane coppia internazionale Zendali-Riello alle 19.00

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

È tempo di gioie azzurre per la Pallamano Pressano

Moser Matteo

Moser Matteo

D'Antino Nicolò

D’Antino Nicolò

Continuano ad arrivare le notizie positive per la Pallamano Pressano dal settore nazionale federale. I due gialloneri senior convocati in azzurro, Valerio Sampaolo ed Adriano Di Maggio, hanno concluso nella giornata di martedì la trasferta amichevole in Finlandia, nella quale hanno affrontato due volte la squadra finnica al palasport di Solvalla. Nel primo match, giocato lunedì, i ragazzi di Radojkovic si sono dovuti arrendere 36-30 ma il giorno seguente, con più ordine, è arrivata la pronta risposta italiana: 24-27 per gli azzurri in un match gestito da cima a fondo. Per Sampaolo ottimi ed importanti minuti tra i pali, mentre Di Maggio ha messo a segno 2 reti nel primo match e ben 4 nel secondo, risultando miglior marcatore italiano della seconda amichevole. Ora per gli azzurri due settimane di pausa, poi nuovo incontro nel ponte di Ognissanti per una doppia amichevole con il Belgio presso il palasport pontino di Fondi. Grandi notizie per i colori gialloneri arrivano anche dalle nazionali giovanili: è partito da inizio ottobre il nuovo progetto federale dedicato agli alteti classe 1998-1999.

Divisi in quattro Rappresentative geografiche (Nord, Centro, Sud, Sicilia), i migliori atleti delle due annate, selezionati, affronteranno durante l’anno le squadre di Serie A2, nell’ottica di sfidare compagini complete ed attrezzate che possano dare spunto al miglioramento dei ragazzi stessi. Con grandissima soddisfazione, la Pallamano Pressano ha ricevuto notizia dal tecnico dell’Area Nord, Mario Murino, della convocazione di due atleti: si tratta di Matteo Moser (’98) e Nicolò D’Antino (’99), già protagonisti con la Rappresentativa Trentino-Alto Adige al Trofeo delle Aree vinto lo scorso giugno. Ora la selezione si è allargata a tutto il Nord Italia ma i due gialloneri sono riusciti comunque a ritagliarsi un posto tra i 14 convocati. La Rappresentativa vede in lista quattro giocatori della nostra regione (i due gialloneri e due meranesi): questo rende ancor più importante la convocazione, che chiama gli atleti a rapporto per sabato e domenica al PalaTacca, palasport varesino di Cassano Magnago, dove la Rappresentativa affronterà il Ferrarin e la seconda squadra del Cassano. Occasione importante dunque per dimostrare le qualità acquisite: nonostante la lunga trasferta, i quattro del Trentino Alto Adige sono stati chiamati ugualmente, a dimostrazione delle ottime cose mostrate in rappresentativa. Le società è orgogliosa di vedere i frutti del proprio vivaio crescere e rendere effettivamente sul campo: un motivo d’orgoglio che spinge a proseguire il cammino in questa felice direzione

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano vince e convince, 30-20 al Brixen

Di Maggio Adriano

Di Maggio Adriano

Reagisce con rabbia ed orgoglio la Pallamano Pressano CR Lavis dopo la sconfitta di Cologne. Davanti al pubblico amico del Palavis, i gialloneri sconfiggono nettamente la temibile Forst Bressanone con una prova corale e positiva, conducendo il match dal primo all’ultimo minuto in crescendo. Nulla da dire sulla prestazione di Bolognani e compagni che hanno annichilito l’avversario soprattutto grazie ad una ripresa convincente ed una prestazione ottima sia in difesa che in attacco. Dall’altra parte i ragazzi brissinesi hanno provato a mettere i pali fra le ruote giallonere, senza risultato: tanti errori in attacco ed una difesa troppo fallosa sono costate la sconfitta. Finalmente la truppa di Dumnic mostra il proprio valore e lo fa in un match importantissimo ed elettrizzante con 3 rossi tutti a carico ospite, portando a casa un rotondo 30-20 che vale 3 punti preziosi. Avvio in sordina da ambo le parti ma è Pressano a mettere il naso avanti con una tripletta di Chistè per il 3-0: gli ospiti non stanno a guardare ed accorciano sul 4-3 con il match che si fa infuocato ed a tratti nervoso.

Il risultato comunque premia i padroni di casa che restano avanti grazie ai rigori di Di Maggio (5 su 5 dalla linea dei 7 metri sul totale di 8 gol segnati): con una difesa pulita che non costringe nemmeno Sampaolo all’intervento Pressano controlla e proprio nella parte finale del primo tempo sfrutta le superiorità numeriche, con Silva marcato a uomo per 60′ che praticamente non prende parte al match. Si gioca pressochè 5 contro 5 ma quando Pressano attacca forte per la porta di Pfattner sono dolori: i primi 30′ si chiudono così sul 15-10 con un crescendo dei padroni di casa. Nella ripresa il fantasma della rimonta subita nel derby è ben presto scacciato da Giongo che trascina in compagni verso l’allungo: sul 19-13 i gialloneri però forzano troppo e sprecano la palla del +7.

Ben presto gli ospiti si scuotono, nonostante il “rosso” a Stuffer: sfruttando una doppia superiorità numerica la squadra biancoverde torna prepotentemente sotto con i tiri dai 7 metri di Sonnerer (saranno 8 i rigori brissinesi a fine match, 6 segnati). Il tabellone dice 21-18 al 16′ ma con grande freddezza i padroni di casa riprendono il match in mano grazie a tre reti in contropiede in 2′ che valgono l’allungo. Di qui la Forst si spegne, Kovacs prende rosso per fallo antisportivo e le speranze di Alvarez e compagni si affievoliscono, con Pressano che schizza sul 27-18 grazie ad un Giongo in palla e soprattutto grazie ad un Bolognani immenso da 6/7 con 3 rigori e 3 esclusioni guadagnate. Il Palavis può così festeggiare, con gli ultimi minuti che vedono un altro rosso, a Mairvongrasspeinten, ed il +10 che si materializza sul 30-20 firmato Franceschini.

h 20:30 | Pressano – Forst Brixen 30-20 (p.t. 15-10)

Pressano: Stocchetti 1, D’Antino N, Bolognani 6, Chistè W. 4, D’Antino P, Di Maggio 8, Moser, Bettini, Giongo 6, Franceschini 1, Sampaolo, Alessandrini, Da Silva 3, Polito 1. All: Branko Dumnic

Forst Brixen: Pfattner, Mairvograsspeinten 2, Alvarez 4, Dejakum 2, Salcher, Kovacs 1, Dorfmann, Wieland, Wierer, Sonnerer 8, Ranalter, Sader, Stuffer 1, Kokuca 2. All: Michael Niederwieser

Arbitri: Colasanto – Felice

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra