Archivio mensile:febbraio 2014

Pressano passa a Cologne e chiude secondo: ora sotto con la Poule Playoff

di maggio tiro palavisVince e chiude al secondo posto in classifica la Pallamano Pressano CR Lavis. Nell’ultima giornata di Regular Season i gialloneri, seguiti da un folto gruppo di tifosi, si impongono sul difficile campo bresciano del Cologne, vincendo la quattordicesima partita consecutiva: match controllato per tutto l’arco dei 60′ da parte dei ragazzi di Dumnic che domano la penultima in classifica senza però dilagare. Un successo che garantisce così l’accesso alla seconda fase con ottimi propositi per i vicecampioni d’Italia: partita non perfetta ma tranquilla quella disputata da Di Maggio e compagnia che tornano così a casa con il bottino pieno. Avvio equilibrato per i primi 4′, poi i gialloneri sfruttano le tante palle perse da parte dei padroni di casa per schizzare in contropiede ed allungare subito nello score (2-5 dopo 6′). Con una difesa attenta e un attacco molto prolifico Pressano domina ed in 20′ indirizza pesantemente il match, arrivando in breve tempo sul 18-7 con un sonoro +11 che mette le cose in chiaro: sugli scudi i mancini Di Maggio e Dallago che bucano con maestria la porta difesa da Sirani. Raggiunto il massimo vantaggio, Pressano però allenta la presa e con qualche pallone perso di troppo e un paio di tiri agevoli sbagliati, si vede recuperare sul 12-18 di fine primo tempo. In avvio di ripresa sblocca subito le marcature Di Maggio e di qui il match avanza equilbrato: Cologne attacca in velocità e trova la via del gol con il centrale Riccardi ed il mancino Alvarez ma Pressano risponde a dovere, restando sempre con 7-8 lunghezze sui locali. Con tale divario il match va chiudendosi, con tutti i giovani gialloneri che saggiano il parquet e chiudono i 60′ sul 26-35. Ora un weekend di riposo, poi parte la seconda fase: prima partita in programma l’8 marzo a Trieste nella prima delle 6 partite che Pressano affronterà in questa Poule PlayOff. Le prime 4 del girone si incontreranno infatti con match di andata e ritorno fino a metà aprile, poi spazio ai match per lo scudetto vero e proprio.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Pressano a Cologne per l’ultima di Regular Season

cropped-pressano-squadra-per-sito.jpgSi chiuderà in trasferta a Cologne (BS, ore 18.30) la Regular Season della Pallamano Pressano CR Lavis. I gialloneri, attualmente secondi in classifica, sono chiamati a difendere per l’ennesima volta la seconda piazza in graduatoria, minacciata come sempre dal Trieste, staccato di tre punti. Con gli scontri diretti a favore dei giuliani, Trieste (impegnato a Mezzocorona) costituisce ancora una minaccia per Pressano in questo ultimo turno: obbligatorio portare a casa l’intera posta in palio dunque per confermare la posizione in classifica ed iniziare la seconda fase con sei punti ed un calendario favorevole. Ultimo ostacolo prima di questo obiettivo sarà la Pallamano Metelli Cologne, squadra bresciana attualmente penultima in classifica ma in netta ripresa: i lombardi, alla cui guida si sono avvicendati Scalia e Riccardi lo scorso gennaio sono squadra pericolosa, veloce e sempre in agguato che non lascerà passare nessuno, soprattutto tra le mura amiche. Costituita soprattutto da atleti del posto, provenienti per la maggior parte dal fiorente settore giovanile, Cologne si presenta come squadra non di prima fascia ma capace di mietere vittime importanti: con il giovane centrale Riccardi, lo straniero mancino Alvarez ed i terzini Piantoni e Riello, la squadra bresciana possiede i numeri per colpire la solida difesa giallonera (la seconda migliore del campionato) ma, come accadde all’andata, ha anche qualche punto debole che Di Maggio e compagni dovranno sfruttare.

All’andata Pressano si scatenò soprattutto in contropiede e mise al tappeto Cologne al Palavis con un break pesantissimo di 14-1 a cavallo tra primo e secondo tempo che portò i gialloneri a toccare anche il +19, prima di mollare la presa e chiudere il match sul 37-25. Un divario netto che va però preso con le pinze: in casa, Cologne ha dimostrato di essere tutt’altra squadra, battagliando con ogni avversaria, sostenuta sempre dal folto pubblico presente. Con sei vittorie all’attivo (delle quali tre ai rigori dopo il pareggio al termine dei 60′), Cologne sosta a quota 15 punti in penultima posizione: i lombardi tuttavia escono da tre vittorie consecutive tra cui quella preziosa, di una rete, a Mezzocorona. Periodo dunque molto positivo per i ragazzi di Riccardi che giocheranno con grande determinazione: una vittoria su Pressano, infatti, potrebbe garantire il sorpasso in classifica sul Bressanone, impegnato col Bolzano. Dall’altra parte Silva e compagnia sono chiamati alla vittoria e sanno di avere le carte in regola per risultare vincenti: servirà la massima concentrazione in questa  ultima giornata e soprattutto serviranno tutte le qualità della squadra vicecampione d’Italia. Serve un ultimo sforzo dunque per aggiudicarsi il secondo posto e passare poi due settimane di pausa in preparazione della seconda fase. L’appuntamento di questa sera è per le 18.30, arbitrano i sig. Carrera e Rizzo.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano OK nel derby, secondo posto più vicino

Sampaolo para styleVa ancora una volta alla Pallamano Pressano CR Lavis il derby trentino contro la Pallamano Metallsider Mezzocorona. I gialloneri di Dumnic faticano per lunghi tratti contro i draghi di Rizzi ma con un break nella ripresa portano a casa i tre punti, centrando così l’undicesima vittoria consecutiva in campionato. Punti importanti quelli ottenuti dai vicecampioni d’italia che allungano sul Trieste in classifica ad una giornata dalla fine, portandosi a tre punti: tuttavia i giuliani hanno gli scontri diretti a favore rispetto ai gialloneri ed ecco che la questione secondo posto rimane aperta. A Lavis partita non splendida da vedere quella disputata dalle due squadre trentine che sono apparse già con la testa alla seconda fase; nella bella e nutrita cornice di pubblico del Palavis va comunque in scena un match tirato ed imprevedibile. Nei primi minuti di gioco sono i locali a prendere in mano il match: nonostante qualche pallone buttato, Pressano avanza subito sul 2-0 con una doppietta di Di Maggio e potrebbe allungare ulteriormente. La difesa di casa infatti tiene bene ed induce spesso all’errore i registi rotaliani: tuttavia la fase difensiva ospite non è meno abile ed ecco che per Pressano in attacco arriva qualche imprecisione di troppo; con un Amendolagine sempre presente, i rotaliani non consentono a Pressano di scappare nello score. Col passare dei minuti Mezzocorona reagisce e riesce a stare in scia nel punteggio, tenendo la partita assolutamente aperta. Per 7′, nella parte centrale del primo tempo, le due squadre sostano sul 5-3, sintomo di buone difese ma anche prova delle tante palle perse da ambo le parti. Nell’ultimo spicchio di frazione due guizzi di Manica fanno tornare sotto Mezzocorona e solo una rete di Bolognani fissa il punteggio sul 9-8 di fine primo tempo. Primi 30′ con poche reti e partita brutta: tanti errori da entrambe le parti ma in evidenza si sono messe le due difese, abili a confondere le idee avversarie.

Nel secondo tempo partono meglio gli ospiti: Kovacic e compagni partono a razzo e con continui capovolgimenti di fronte mantengono il pareggio. Col passare dei minuti però Pressano perfeziona la mira in attacco e allunga nuovamente fin sul 12-9. Di qui sale in cattedra la difesa di casa che annulla letteralmente i tentativi avversari per 8 minuti e con un Sampaolo sempre attento tra i pali recupera palloni in grande quantità. I capovolgimenti di fronte sono pane per i denti di Di Maggio e compagni che schizzano in contropiede e in 10′ mettono una seria ipoteca sulla partita, col tabellone che segna 21-13. Gli ultimi minuti vedono Pressano contenere i tentativi di rimonta del Mezzocorona: senza grandi rischi, i gialloneri portano a casa l’intera posta in palio sul 25-18. Finisce con gli applausi del Palavis: ora Pressano è chiamato alla vittoria nell’ultima giornata, sabato sul campo dei bresciani del Cologne. Mezzocorona invece, matematicamente sfumato il quarto posto, dovrà vedersela al Palafornai con il Trieste per mantenere la quinta piazza.

15 Feb | h 18:30 | Pressano – Metallsider Mezzocorona 25-18 (p.t. 9-8)

Pressano: Martinati, Stocchetti, Bolognani 6, Chisté W. 2, Chisté D, Di Maggio 10, Sampaolo Moser, Giongo 2, Franceschini, Opalic 1, Dallago 2, Alessandrini, Da Silva 2. All: Branko Dumnic

Metallsider Mezzocorona: Kadkhoda, Stocchetti, Rossi, Boninsegna, Rossi, Moser M. 1, Pedron 2, Manica 6, Varner, Kovacic 9, Moser P, Folgheraiter, Amendolagine. All: Marcello Rizzi

Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, c’è il derby per restare al secondo posto

Giongo al tiroÈ un derby di capitale importanza quello che la Pallamano Pressano CR Lavis affronterà questa sera nella propria tana del Palavis (ore 18.30 anzichè 19.00) contro i cugini della Pallamano Mezzocorona. Il “clasico” della pallamano di provincia si ripresenta ai numerosi appassionati quando ormai la stagione regolare volge al termine: si gioca la penultima di ritorno prima della seconda fase ma tutto è ancora da decidere. Da una parte, infatti, ci sarà un Pressano che non può sbagliare: i gialloneri di Dumnic hanno sempre il fiato sul collo del Trieste, terzo a soli due punti di distacco, e non possono rischiare passi falsi. La seconda piazza è infatti molto importante in ottica seconda fase, dunque massima concentrazione per un derby che non deve risultare fatale. Giongo e compagnia si presenteranno all’appuntamento al completo, con un Dallago leggermente acciaccato ma sicuramente in prima linea per la battaglia: la vittoria di Bressanone sabato scorso, anche se non esaltante, ha spazzato via la delusione di coppa ed ecco che col passare dei giorni i gialloneri hanno piazzato la testa nuovamente al campionato, concentrati per ottenere il massimo in questa seconda metà di stagione. La squadra che si presenterà nel catino del Palavis al cospetto del Mezzocorona ha quindi grande consapevolezza dei propri mezzi ma conosce anche il grande potenziale dell’avversario: i draghi di Rizzi infatti sono una delle squadre più insidiose del girone, possiedono elementi di grandissima qualità ed hanno mancato il quarto posto in classifica solo per un harakiri nelle ultime due giornate. Superata l’assenza di Manna (infortunatosi proprio nel derby d’andata), i rotaliani hanno dimostrato grande compattezza e grande grinta: proprio quest’arma sarà il grande pericolo della serata per i gialloneri, che all’andata si imposero a Mezzocorona per 26-37.

Nonostante le due rocambolesche sconfitte delle ultime settimane abbiano reso quasi impossibile al Mezzocorona il quarto posto in classifica, Kovacic e compagni non arriveranno di certo al Palavis scarichi: in palio c’è sì ancora un piccolo lumicino di speranza per la quarta piazza ma c’è soprattutto un derby che vale molto. Dal canto giallonero, le motivazioni saranno altrettanto grandi: la classifica, come già sottolineato, sarà la posta in palio più pesante per poi passare anche a qualche dato statistico; Pressano infatti punta alla decima vittoria consecutiva, la nona consecutiva nei derby che non perde proprio dal 15 febbraio 2009, stessa data odierna. I gialloneri sono prontissimi ad ospitare questo match infuocato e, come sempre, appassionante: fischio d’inizio alle 18.30, orario unificato per tutti i match di Serie A in queste ultime due giornate. Arbitra la giovanissima e promettente coppia internazionale Zendali-Riello.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano OK a Bressanone, 19-25

Vince e porta a casa tre punti importanti la Pallamano Pressano CR Lavis dal campo di Chistè WalterBressanone. Con un secondo tempo positivo, i gialloneri si scrollano di dosso la delusione della Coppa Italia e continuano la loro corsa al secondo posto in classifica. Al Palasport del Laghetto primi 30′ decisamente sottotono: le due squadre partono a rilento, il ritmo è basso ed il primo gol arriva dopo 3′ da parte brissinese. Pressano ci mette un po’ ad ingranare e dopo 10 minuti è 3-2; sorretti dal solito Sampaolo, bravo ad arginare qualche defezione in difesa, i gialloneri reagiscono e piano piano allungano fin sul 3-6. Di qui, con qualche gol fortunoso su ribattuta, Bressanone torna sotto ed un brutto Pressano in attacco non riesce a rispondere a dovere, con Dallago che si becca due sospensioni in 25 minuti.

La prima frazione si chiude dunque sul 10-10 ma nel secondo tempo Giongo e compagni tornano in campo con un altro piglio: in 5′ è bruciante il parziale di 0-5 che lancia Pressano alla svolta del match. L’attacco è ben orchestrato e finalizzato alla grande da un ritrovato Walter Chistè, top scorer con 6 reti. Compiuto il break, i gialloneri controllano e permettono a Bressanone solo l’accorcio sul -4; negli ultimi minuti però i padroni di casa, stanchi, cedono il passo ai gialloneri che schizzano sul +8, 17-25. Nel finale spazio a tutti i giovani e risultato finale fissato sul 19-25.

h 19:00 | Forst Brixen – Pressano 19-25 (p.t. 10-10)

Forst Brixen: Pfatnner, Kokuca 4, Mairvograsspeinten 5, Giuliani 1, Dejakum, Mairegger, Salcher 1, Kovacs 5, Dorfmann 1, Wierer, Penn, Ranalter 1, Oberrauch 1, Noessing. All: Michael Niederwieser

Pressano: Bolognani, Chisté W. 6, Chistè D, D’Antino, Di Maggio 6, Pescador, Sampaolo, Moser, Giongo 5, Franceschini, Opalic, Dallago 2, Alessandrini 2, Da Silva 4. All: Branko Dumnic

Arbitri: Corioni – Muratori

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, contro l’Ambra è un test: si chiude al quarto posto

Chiude la Coppa Italia al quarto posto la Pallamano Pressano CR Lavis. Dopo la batosta fisica eSampaolo parata vs bozen morale della semifinale persa immeritatamente col Fasano, i gialloneri sono scesi in campo nel primo pomeriggio di domenica per disputare la finale 3-4 posto contro i toscani dell’Ambra. Un rematch della semifinale scudetto dello scorso anno con un carico agonistico comprensibilmente minore: i gialloneri hanno disputato una partita tranquilla, senza spremere le ultime energie rimaste soprattutto in vista dei prossimi importanti impegni di campionato. Dallago tenuto a riposo e seconde linee da subito in campo per mister Branko Dumnic; la stanchezza si fa sentire già dai primi minuti e al quarto d’ora una partita senza grandi emozioni vede l’Ambra avanti per 8-4. È il lituano Raupenas, bomber dei toscani, a caricarsi in spalla la squadra ed a portarla avanti nello score con le due botte da fuori. I gialloneri si ristabiliscono ed accorciano con un buon Silva ma manca quel briciolo di mordente per passare a condurre: la difesa concede infatti qualche spazio di troppo agli avversari, mentre l’attacco risulta troppo macchinoso di fronte alla difesa toscana. Senza pedine importanti in campo comunque i giovani gialloneri si difendono bene e mantengono il distacco fino alla prima sirena che dice 12-9 per Ambra.

Nel secondo tempo la musica non cambia: partita tranquilla senza alcun accenno di nervosismo ed Ambra che con buone trame offensive si proietta subito in avanti fino al 15-9. Di qui un break giallonero che riapre la partita: Pressano torna sotto e continua a far girare la panchina, con la partita che avanza sempre condotta dall’Ambra a 3′ dalla fine è 24-20 e con una grande accelerazione Di Maggio e compagni tornano prepotentemente sotto sfruttando gli errori di un’Ambra un po’ imprecisa nel finale. Gli ultimi 20″ tuttavia non bastano a Pressano per pareggiare con la palla in mano: l’azione sfuma ed è 25-24. I ragazzi di Dumnic escono dunque a testa altissima dalla Coppa Italia, applauditi da tutti gli appassionati per le qualità messe in campo: tra le migliori quattro i gialloneri ci sono e poteva davvero essere ancora più prezioso il bottino da portare in Trentino. Ora testa sulla partita di campionato a Bressanone, sabato alle 19.00.

h 14:00 | Ambra – Pressano 25-24 (p.t. 12-9)

Ambra: Di Marcello P, Morini 2, Di Marcello A. 2, De Stefano 2, Dei 1, Raupenas 8, Cipriani 2, Maraldi 1, Trinci, Ballini, Mannori, Naldoni, Faggi, Chiaramonti 6. All: Roberto Morlacco

Pressano: Bolognani, Chistè W. 4, Chistè D, D’Antino 3, Di Maggio 6, Pescador, Sampaolo, Giongo 2, Franceschini, Opalic, Dallago, Miori, Alessandrini 4, Da Silva 6. All: Branko Dumnic

Arbitri: Zendali – Riello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, col Fasano sconfitta e polemiche

Esce con grande amarezza la Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle dAlessandrini tiro vs Mezzocoronai Cembra dalla Coppa Italia 2014. In semifinale, contro i padroni di casa della Junior Fasano, i gialloneri mettono in campo una prestazione maiuscola ma non sufficiente a superare la formazione biancoblu: a tarpare le ali a Giongo e compagni sono arrivate infatti le frequenti fischiate dubbie della coppia Iaconello-Iaconello che hanno limitato in maniera massiccia le gesta dei trentini. Amarezza ancor più grande dunque per i ragazzi di Dumnic che escono a testa altissima ma si sentono in un certo senso derubati. Un match che poteva essere portato a casa risulta così rovinato: tutti gli sforzi dei ragazzi gialloneri sono vani; finisce 25-23 con un beffardo sorpasso finale che consegna la finalissima al Fasano e costringe Pressano alla finale per il terzo e quarto posto. Già dai primi minuti i gialloneri si sentono oppressi, tra il clima infuocato del palazzetto e qualche decisione: Fasano va subito sul 2-0 con Rubino ma i pressanotti reagiscono e ben presto pareggiano.

Con grande grinta, Pressano risponde alle situazioni avverse e si mantiene avanti nel punteggio di una rete: si mette in cattedra Silva che buca Fovio con continuità e garantisce ossigeno a Pressano che risponde a dovere all’impeto fasanese. Quando ci si mette anche un super Sampaolo le difficoltà per i ragazzi di Ancona aumentano: Pressano sembra poter ingranare ma ancora si vede stoppato dalle fischiate. Punto a punto con le difese che la fanno da padrone si va avanti combattendo, con Pressano che chiude avanti il primo tempo 12-11. Nella ripresa Fasano risponde subito sfruttando le frequenti superiorità numeriche ma Pressano oggi è più forte di ogni cosa e risponde alla grande, schizzando avanti di 2 reti con la palla del +3. Fasano comunque da buona squadra non molla e con la classe di Maione risponde: in cattedra però c’è Sampaolo che chiude tutto e mantiene clamorosamente (per la situazione) in vantaggio i gialloneri. Negli ultimi 10 minuti però la sconfitta si compie: rete su rete, Fasano accorcia; Pressano deve giocare al massimo ma niente è concesso e qualche piccolo e sporadico errore dà in mano al Fasano l’occasione per impattare. Due botte da fuori del bomber Beharevic portano i padroni di casa in vantaggio nell’esplosione del PalaWojtyla; Pressano, nervoso e abbattuto moralmente, comincia comprensibilmente a sbavare. Le continue esclusioni costano il rosso ad Opalic: senza un grande perno in difesa Fasano passa e mantiene due reti di gap negli ultimi minuti. Nemmeno l’ultimo colpo di reni di Pressano funziona: Maione a 10″ dal termine fissa tutto sul 25-23. Amarezza e delusione: i grandi appassionati in tribuna escono allibiti; Pressano esce così a testa altissima. Ora la finale per il terzo e quarto posto, oggi alle 13.00 contro l’Ambra.

h 20:00 | Pressano – Junior Fasano 23-25 (p.t. 12-11)
Pressano: Bolognani 1, Chistè W. 1, Chistè D, D’Antino, Di Maggio 5, Pescador, Sampaolo, Giongo 4, Franceschini, Opalic, Dallago 4, Miori, Alessandrini 1, Da Silva 7. All: Branko Dumnic
Junior Fasano: Marino, Maione 11, De Santis P, Ancona, Giannoccaro, Costanzo 1, Ostuni, Messina 2, Brzic 1, Fovio, De Santis L. 1, Pagano, Cedro, Rubino 6, Beharevic 3. All: Francesco Ancona
Arbitri: Iaconello – Iaconello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra