Archivio mensile:dicembre 2013

Giovanili, bilancio straordinario dopo due mesi di attività

Logo PressanoNon perde il vizio di primeggiare a livello giovanile la Pallamano Pressano CR Lavis. A due mesi dall’inizio dei campionati giovanili, la società giallonera non può che essere fiera delle proprie giovani leve, quasi 150, impegnate nelle varie competizioni di categoria. Con impegno ed organizzazione, la macchina Pressano continua a macinare risultati a dir poco soddisfacenti: una grande famiglia, fatta di piccoli e grandi atleti, competenti allenatori e bravissimi addetti ai lavori. Un gioco di squadra che sta dando i suoi frutti: tante vittorie sì ma soprattutto tanto miglioramento e tante giovani promesse che stanno emergendo sotto gli occhi di tutti.

Culla dei giovani già inseriti in prima squadra è la selezione che disputa la Serie B o seconda squadra: nata per dare minutaggio alle seconde linee e per dare spazio alla crescita dei ventenni gialloneri, la squadra allenata da Giorgio Chistè e Branko Dumnic sta conoscendo un periodo di alti e bassi. Cinque i match fin qui disputati con tre vittorie e due sconfitte: tre bei successi e due sconfitte esterne che relegano Pressano al quinto posto della cortissima classifica. Rovereto in testa a 12 punti, Campo Tures 11, Bolzano e Naturno 10 e Pressano 9.

Marcia allo stesso ritmo anche l’Under 18 di Francesco Devigili: composta quasi interamente da atleti classe ’97 e ’98 al primo anno di Under 18 (tra cui Alberto Miori, convocato in nazionale Under 18), la selezione giallonera si sta ben comportando contro squadre di età maggiore; il grande talento dei ragazzi gialloneri si sta mostrando sul campo ed ecco che anche qui tre vittorie e due sconfitte costituiscono il bilancio di questi primi 2 mesi di campionato. Tre vittorie splendide contro i quotati Bolzano e Bressanone e Campo Tures, mentre sono arrivate due sconfitte nel combattuto match contro il forte Rovereto e contro il favorito Merano, entrambe in casa. Anche qui classifica cortissima col Merano in testa a 12 punti seguito da un terzetto a quota 9 composto da Brixen, Rovereto e Pressano.

Macinano vittorie e non conoscono sconfitta poi l’Under 16 e l’Under 14: i primi, allenati da mister Devigili, non si presentavano di certo come la squadra da battere ma, grazie ad un gruppo di qualità arricchito dall’inserimento di alcuni talentuosi Under 14 in rosa, i ragazzi gialloneri sono riusciti a chiudere la prima parte di campionato imbattuti con sette vittorie su sette. Le più belle quelle degli ultimi giorni nei due scontri diretti di Merano e Bressanone, entrambi in trasferta: due prove convincenti che hanno consacrato il valore di un gruppo davvero promettente, ora solo in testa alla classifica, seguito da Merano e Rovereto.

Cammino trionfale fin qui anche quello dell’Under 14 “A” allenata da mister Martinati: sulla carta davvero duri da battere dopo i grandi risultati dello scorso anno -all’esordio in categoria- i giovani gialloneri stanno marciando senza rivali e, dopo il quarto posto nazionale ottenuto a luglio, si stanno confermando come una vera e propria corazzata. Poco da commentare nel lungo ed appassionante campionato ad 11 squadre: miglior attacco, miglior difesa, punteggio pieno e primo posto in classifica; sei su sei, tutte vittorie assai nette compreso lo scontro diretto giocato a Merano e vinto con 6 reti di scarto. Un gruppo numeroso ed affiatato che lascerà poco agli avversari, compresa l’Under 14 “B” giallonera, che disputa anch’essa il campionato di categoria. La squadra dei classe 2001 allenata da Paulo Silva è interamente al primo anno di categoria ma ha già mostrato grandi cose, vincendo con grande grinta due partite su otto, con il rammarico per due sconfitte di una rete che potevano trasformarsi in vittorie. Anche qui tanta qualità e tanto margine di miglioramento per una squadra che darà filo da torcere a tutte le avversarie.

Chiude il quadro giovanile l’Under 12, il cui campionato è partito da poche settimane: già due match disputati per i piccoli gialloneri guidati da Flavia Michelon e Lara Rigotti con l’aiuto dei giovani atleti Michael Chistè e Leonardo Dallabona. Per le giovani leve pressanotte fino ad ora una vittoria ed una sconfitta: il campionato proseguirà a partire da metà gennaio fino a fine maggio. Non resta che fare un grande in bocca al lupo a tutti i giovani gialloneri in campo, ricordando l’obiettivo principale: migliorarsi e raggiungere i propri traguardi. Bravi gialloneri!

È possibile trovare tutti i risultati e le informazioni sulle giovanili giallonere nell’apposita sezione del nostro sito web, https://pallamanopressano.wordpress.com

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Pressano supera la Veneta e si prende il secondo posto

di maggio tiro palavisTutto secondo pronostico per la Pallamano Pressano CR Lavis: contro la Pallamano Veneta, ultima in classifica a quota zero punti, i ragazzi di Dumnic hanno vita facile nonostante una prestazione non esaltante. Una vittoria praticamente mai in discussione che ha permesso di scendere in campo a tutti gli effettivi convocati dal mister giallonero. Finisce 34-24 tra gli applausi di un festante Palavis che accoglie una vittoria tanto attesa quanto importante: i tre punti conquistati oggi infatti garantiscono a Pressano la seconda piazza solitaria in classifica, complice la concomitante sconfitta del Trieste. I vicecampioni d’Italia possono godersi così il mese di pausa in programma ora, con il destino della classifica nelle proprie mani in vista dei prossimi match. Leggermente scarichi psicologicamente, Giongo e compagni non riescono a pungere nei primi minuti nonostante parecchie occasioni: in difesa, Pressano lascia troppo spazio ai grintosi veneti che riescono a battere Sampaolo. In fase offensiva qualche conclusione forzata è preda del portiere ospite Danieli ed il punteggio si mantiene in equilibrio: i padroni di casa sono trascinati da un sontuoso Di Maggio che piazza una lunga serie di reti e garantisce ai gialloneri di restare avanti nello score. Nonostante il match sia nelle mani dei locali, i ragazzi di Dumnic non riescono a fare il break e la Pallamano Veneta resta in scia per tutto il primo tempo, chiuso con uno stretto 15-12.

Nei primi minuti della ripresa è monologo Pressano: i padroni di casa sfruttano al massimo una doppia superiorità e piazzano il 5-0 che ammazza il match. Sull’onda dell’entusiasmo, Bolognani e compagnia continuano a tartassare gli ospiti, spesso in inferiorità: rete su rete il vantaggio aumenta fino a toccare il +13. A questo punto, con la vittoria in tasca, Dumnic dà spazio a tutti i giovani della panchina che possono mettere in mostra le proprie qualità: gli ospiti ne approfittano di esperienza ed accorciano ma nel finale Franceschini e Stocchetti perfezionano il punteggio sul 34-24 della seconda sirena, con un buon Pescador tra i pali gialloneri negli ultimi minuti. Una bella vetrina ed una chiusura di 2013 perfetta per i colori gialloneri che piazzano la settima vittoria consecutiva: il divario di potenziale tra le due squadre, alla lunga, è emerso ed il punteggio finale rispecchia in maniera corretta quanto visto sul campo. Il prossimo appuntamento per Pressano è fissato per il 25 gennaio, al Palavis contro il Merano.

h 19:00 | Pressano – Visa Oderzo Bonollo Emmeti 34-24 (p.t. 15-12)

Pressano: Stocchetti 1, Bolognani 6, Chistè W. 4, Chistè D, D’Antino 1, Di Maggio 9, Pescador, Sampaolo, Giongo 3, Franceschini 3, Opalic, Dallago 1, Miori, Alessandrini 6. All: Branko Dumnic

Visa Oderzo Bonollo Emmeti: Danieli, De Vettor 1, Golo, Argentin 3, Pikalek 3, Lucarini, Carraro, Ferronato 2, Pisani 4, Paladin 4, Iballi 5, Basei, Zoppa, Bigon 2. All: Giuseppe Tedesco

Arbitri: Moro – Russo

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, contro il fanalino di coda per allungare la striscia positiva

Giongo al tiroSi appresta a giocare l’ultimo match del 2013 la Pallamano Pressano CR Lavis. Dopo sei vittorie consecutive, con la sesta giunta questo mercoledì nel recupero di Cassano Magnago, i gialloneri hanno tutta l’intenzione di non fermarsi e proseguire nella striscia positiva. Al Palavis, tana dei ragazzi di Dumnic, arriva il fanalino di coda Pallamano Veneta, ancora a quota zero punti. Una partita sulla carta agevole per Pressano che però non deve assolutamente sottovalutare la formazione ospite: tra i gialloneri mancherà infatti Paulo Silva che sconta la seconda ed ultima giornata di squalifica ed in dubbio sarà anche il mancino Dallago, leggermente acciaccato. Qualche defezione sì ma in casa Pressano regna un clima disteso e concentrato: i tre punti sono d’obbligo per mantenere la seconda piazza in coabitazione con Trieste oppure in solitaria, in base al risultato dello scontro diretto tra Trieste e Bolzano in scena proprio questa sera. Occasione d’oro dunque per i vicecampioni d’Italia che non devono prendere la sfida sottogamba: la Pallamano Veneta è infatti squadra sempre temibile, con tanti atleti giovani pronti a dare il massimo per fare il colpaccio.

La posizione in classifica inganna: i veneti hanno perso qualche partita per una sola rete e sono riusciti a tenere testa per tutto il match anche al Bolzano, vittorioso per sole 3 reti un mese fa. Una squadra dunque pronta a sfoderare le proprie qualità con i vari Pikalek, Paladin e Zanotto affiancati dal buon Danieli in porta e dall’agilità della lunga panchina. Il tutto orchestrato dall’esperto mister Beppe Tedesco, volto storico della pallamano italiana che riesce sempre a spremere il massimo dai propri ragazzi. Pressano deve dunque fare molta attenzione: sarà fondamentale far valere il fattore campo, con il tifo giallonero sempre unico sugli spalti; la risposta dovrà venire poi dal parquet, dove Di Maggio & Co. sono pronti per un’altra battaglia. Fischio d’inizio alle ore 19.00 da parte della coppia Moro-Russo: lo spettacolo della pallamano è assicurato.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, tre punti sudati a Cassano Magnago e Trieste agganciato

Dallago AlessandroVince con più di un brivido la Pallamano Pressano CR Lavis nel recupero della prima giornata di ritorno disputato a Cassano Magnago. Dopo un match equilibrato, in cui i gialloneri sono stati avanti per tre quarti di match, la spuntano proprio Giongo e compagni che riescono a contenere la rimonta dei padroni di casa nel finale. Contro una squadra priva di alcuni elementi chiave, un Pressano senza Silva (squalificato) mette in campo una prestazione opaca: stava per avere la meglio la grinta dei locali che, partiti sfavoriti, hanno dato gran filo da torcere ai vicecampioni d’Italia. Nell’ostico PalaTacca, fortino difficile da espugnare, è andata in scena una partita non priva di errori che ha fatto emergere la stanchezza di sabato. Primi in vantaggio i gialloneri con Opalic, poi salgono in cattedra i padroni di casa che ribaltano il risultato e si mantengono avanti di due gol, fino al 9-7: Pressano spreca un po’ troppo in attacco ma è in difesa che i gialloneri si fanno beffare dalle conclusioni dei locali. Moretti in testa, Cassano trova la porta con facilità e la conduzione del match è al sicuro.

A metà del primo tempo si risvegliano le qualità giallonere ed ecco che arriva il break di 0-6 a cambiare il volto del match: nonostante il vantaggio di 4 reti maturato, Giongo e compagni non riescono a dare il colpo di grazia alla partita e Cassano rimane in scia, chiudendo il primo tempo sul 13-16 in favore giallonero. In avvio di ripresa, in superiorità, Pressano colpisce ma subisce a sua volta ed il gap rimane attorno alle 4-5 reti, con Dallago ispirato che buca la difesa di casa. I gialloneri finalmente, a metà ripresa, toccano il +5 ma ancora una volta non arriva il break decisivo e Cassano continua a far sudare i ragazzi di Dumnic, troppo molli. Qualche errore addormenta il match ma col passare dei minuti aumenta l’adrenalina dei cassanesi che, a -4 a 4′ dalla fine, cominciano a rimontare sfruttando gli errori offensivi degli ospiti trentini: all’ultimo minuto Cassano nella bolgia ha la palla del pareggio ma i gialloneri impattano bene e l’ultimo tiro è out. 28-29 e tre punti preziosissimi che valgono il secondo posto in classifica.

h 21:00 | Cassano Magnago – Pressano 28-29 (p.t. 13-16)

Cassano Magnago: Ilic, Brakocevic 5, Moretti 6, Havlicek, Corazzin, Zorz 4, Radovcic 2, Montesano 4, Guazzi, Marzocchini 2, La Mendola 2, Migliazza 3, Decio, Carrara. All: Robert Havlicek

Pressano: Bolognani 4, D’Antino, Franceschini, Alessandrini 6, Chistè D, Chistè W. 3, Di Maggio 4, Giongo 3, Sampaolo, Stocchetti, Dallago 8, Opalic 1, Pescador. All: Branko Dumnic

Arbitri: Iaconello – Iaconello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

[LIVE!] CASSANO MAGNAGO – PRESSANO

A partire dalle 21.00 qui gli aggiornamenti sul match.

Ricarica la pagina per visualizzare i nuovi aggiornamenti!

21.00 Partiti! Subito 0-1 per noi firmato Opalic

21.05 5′ giocati 3-2 per Cassano

21.10 9′ giocati, 6-4 Cassano e Timeout chiamato da Dumnic

21.17 15 giocati 9-7 Cassano

21.22 19′, 9-9

21.27 22 giocati break nostro! 10-13 per noi

21.33 2 minuti all’intervallo 13-16 per noi

FINE PRIMO TEMPO 13-16 per noi

21.51 5 giocati del secondo tempo 14-18 per noi

21.54 siamo al 7′ della ripresa, 16-19 per noi

21.59 decimo, 17-21 per pressano

22.04 metà ripresa 20-23 noi

22.11 dieci alla fine 21-25 per noi

22.17 sei alla fine, 25-27 Pressano

22.22 FINITA! MA CHE RISCHIO! 28-29 per PRESSANO

Pressano, vietato sbagliare nell’ostica trasferta di Cassano Magnago

È una settimana intensa per la Pallamano Pressano CR Lavis. I ragazzi di Dumnic, dopo la bellaAlessandrini tiro vs Mezzocorona vittoria di Bolzano ottenuta sabato, sono chiamati alla conferma infrasettimanale per agganciare Trieste al secondo posto: in quel di Cassano Magnago, presso Varese, si gioca infatti il recupero della prima giornata di ritorno. I gialloneri erano stati costretti al rinvio del match per la concomitanza con le partite di coppa ed ora è giunto il momento di battersi per altri tre preziosi punti. Squadra ostica, il Cassano Magnago è sempre stato avversario particolare per i gialloneri: una squadra temibile soprattutto tra le mura amiche del PalaTacca dove Pressano ha perso negli ultimi 3 anni. In quelle occasioni la posta in palio era sì minima ma il tabù vige ed il palazzetto cassanese resta bestia nera per Giongo e compagni. All’appuntamento le due squadre arrivano in condizioni tutt’altro che ottimali: la situazione in casa Cassano Magnago è in allarme da qualche settimana.

A seguito della rissa scoppiata nel derby tra Cassano e Cologne, il giudice sportivo ha appiedato due dei giocatori più significativi tra le file amaranto: si tratta dell’azzurro Rokvic, forte centrale sempre pericoloso, out per 5 giornate e del terzino tiratore Scisci, bomber dalla distanza che sarà fuori per 4 giornate. A queste due assenze si aggiunge il grave infortunio accorso all’uomo simbolo del Cassano, il veterano azzurro Carrara. Emergenza in casa lombarda ma vietato abbassare la guardia: Pressano infatti non sarà al completo. Il giudice sportivo, come era nell’aria, ha appiedato il terzino giallonero Paulo Silva per due giornate a seguito del fallo che ha impedito a Bolzano di pareggiare a pochi secondi dal termine. Una tegola non indifferente che i gialloneri dovranno superare mettendo in campo ancor più anima in una partita che si preannuncia vibrante. Obiettivo principale per i ragazzi di Dumnic sarà quello di ottenere l’intera posta in palio per completare la rincorsa alla seconda piazza, cercando dunque di sfatare lo stregato PalaTacca. All’andata al Palavis, nel match di esordio stagionale, Pressano sfoderò una prestazione maiuscola che non diede scampo agli avversari di Havlicek: finì 29-22 ma ogni partita ha la sua storia ed ecco che oggi si presenta la grande occasione per piazzare la sesta vittoria consecutiva che darebbe grande fiducia in vista del match di sabato contro il fanalino di coda Pallamano Veneta al Palavis, valevole per la quarta di ritorno. Fuoco alle polveri dunque a Cassano Magnago, questa sera a partire dalle 21.00 per questo recupero infrasettimanale: arbitra l’esperta coppia Iaconello-Iaconello.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle 

Pressano mette la quinta ed espugna Bolzano

Silva Paulo (Pressano) contro Dean Turkovic (Loacker)Pressano eroico. Un solo aggettivo definisce il match giocato dai gialloneri a Bolzano: finalmente arriva la tanto agognata vittoria contro i biancorossi Campioni d’Italia in un match combattutissimo ed a dir poco acceso. Giongo e compagni la spuntano per una rete nella partita più emozionante della stagione, nonchè quella sulla carta più impegnativa che vale la quinta vittoria consecutiva in campionato: cade sotto i colpi dei ragazzi di Dumnic il PalaGasteiner, imbattuto da tre anni. Una vera e propria impresa, fatta di grinta, qualità e determinazione: arrivano così tre punti chiave, fondamentali per la corsa al secondo posto. Gioiscono i gialloneri in campo e gioisce la folta delegazione giallonera, con gli ultras in testa, giunta a sostenere i gladiatori pressanotti: è una vittoria dolcissima, maturata sui 60′ grazie ad una partita giocata con grande tenacia. Break e controbreak, rischio di capitolare sia per il nervosismo sia per la pressione biancorossa: nessuno di questi fattori ha mai scoraggiato Pressano che ha voluto i tre punti dall’inizio alla fine ed alla seconda sirena li ha ottenuti nel tripudio generale.

Con l’obiettivo ben preciso di vendicarsi della sconfitta patita all’andata, Pressano parte a razzo: pressochè perfetto in ogni fondamentale, l’organico giallonero è già sul 4-10 dopo 11 minuti grazie ad un ispiratissimo Alessandrini che viene ben servito dalle ottime trame offensive degli ospiti. Di qui Pressano si vede oberato dalle troppo severe e continue esclusioni sanzionate dalla coppia Regalia-Greco e non riesce ad allungare ulteriormente: Bozen risponde con un 3-0 ma Sampaolo controlla sempre bene tra i pali e Bolzano fatica a completare la rimonta: giunti sul 10-11, i gialloneri reagiscono e ricacciano indietro l’avversario portandosi avanti di 3-4 reti fino a 5′ dal termine, quando Bozen trova la rete con più continuità ed accorcia con un altro 3-0 targato Radovcic. Una rete di Silva fissa poi il punteggio del primo tempo sul 16-17. In avvio di secondo tempo è un Silva scatenato (10 reti e miglior marcatore) a lanciare Pressano sul +2 ma pronta arriva la risposta bolzanina e dopo 7′ un altro break bolzanino garantisce il primo vantaggio ai locali sul 20-19. In campo si accende una vera e propria battaglia ma Pressano non perde le staffe e prontamente risponde a tono con due doppiette di Giongo e Silva, ristabilendo ben presto il +3 in proprio favore, salvo poi mangiarsi due volte il possibile +4. Coperti da un presentissimo Sampaolo, i gialloneri riescono a bucare la porta di casa, difesa in alternanza da Jurina ed Andergassen: dall’altra parte sono le soluzioni di Widmann a tenere a galla i biancorossi e negli ultimi 10 minuti è bagarre. La partita avanza tiratissima, punto a punto, con Pressano che difende due reti di vantaggio coi denti e col cuore. Il match è spezzettato ma Dallago e compagni mantengono la calma e puniscono, proseguendo in vantaggio.

A 4′ dalla fine Pircher sigla il pareggio ad in campo regna la confusione: Sampaolo chiude la porta e ricaccia indietro i tentativi di casa di andare in vantaggio; dall’altra parte Pressano non trova il gol e si continua per 3 lunghissimi minuti sul 31-31. A 20 secondi dal termine l’ennesima parata di Sampaolo fa schizzare Pressano in avanti, guadagnando un prezioso rigore: Di Maggio dai sette metri non sbaglia e regala il vantaggio ai gialloneri. I pochi secondi restanti non bastano a Bolzano per pareggiare: serve anche un duro fallo di Silva che costa il rosso e le probabili due giornate di squalifica come da regola per fallo nelle fasi finali del match con risultato in equilibrio. L’ultimo tiro di casa si conclude con un nulla di fatto: esplode il tifo giallonero per una vittoria storica quanto importante. Ora non c’è tempo per rifiatare: mercoledì si recupera la prima di ritorno a Cassano, rinviata quando i gialloneri erano impegnati in Challenge Cup.

h 19:00 | Bozen – Pressano 31-32 (p.t. 16-17)

Bozen: Waldner, Obrist, Kammerer 2, Wolf, Andergassen, Radovcic 7, Sporcic, Jurina, Klieber, Gaeta 3, Widmann 10, Pircher 3, Turkovic 6, Willeit. All: Alessandro Fusina

Pressano: Bolognani 1, Chistè W. 1, Chistè D, D’Antino, Di Maggio 5, Pescador, Sampaolo, Moser M, Giongo 6, Franceschini, Opalic 1, Dallago 4, Alessandrini 4, Da Silva 10. All: Branko Dumnic

Arbitri: Regalia – Greco

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra