Archivio mensile:gennaio 2013

Pressano non si ferma, battuto anche il Trieste

Con una prova brillante ed efficace la Pallamano Pressano si conferma bestia nera dellaSampaolo Valerio Pallamano Trieste (6 vittorie negli ultimi 6 incontri) superando gli stessi giuliani tra le mura amiche del Palavis. Avvio favorevole ai gialloneri che fanno valere una difesa solidissima e passano subito in vantaggio. I primi minuti tuttavia sono palcoscenico per le due difese che fanno passare poco: i padroni di casa riescono però a trovare la via del gol con le staffilate di Dallago e di un ispiratissimo Paulo Silva (10 gol e top scorer del match) e mettono subito 2-3 reti di gap; per Trieste risponde l’ala destra Sirotic che non permette a Giongo e compagni di scappare nel punteggio. A coronare una prestazione convincente c’è poi un monumentale Sampaolo che compie miracoli su miracoli tra i pali di casa e spegne le speranze di sorpasso degli alabardati, impacciati in attacco e poco precisi: sono anche infatti le tante palle perse di Trieste a lanciare Pressano sul 16-12 di fine primo tempo, con tre contropiedi ben finalizzati e alcune conclusioni dai 6 metri trasformate da parte dei gialloneri. Nella ripresa sono subito i padroni di casa a firmare il +5 ma un’inferiorità numerica fa tornare sotto Trieste che accorcia fin sul 18-16 con il mancino sloveno Nadoh: fortunatamente è solo un fuoco di paglia perchè gli ospiti subiscono a loro volta un’inferiorità a Pressano è spietato. Con Dallago sempre attivo e con i contropiedi delle due ali i locali schizzano nel punteggio, firmando un parziale di 8-1 che porta tutto sul 26-17 e indirizza il match su binari precisi.

È ancora Sampaolo a fare da protagonista: vero MVP della partita, il portiere di Chiaravalle si supera e, come accaduto in passato, chiude la porta a Trieste che resta sul -9 per 5 minuti. A 10′ dalla fine c’è spazio per Pascal D’Antino tra i gialloneri e Trieste, con una difesa 4-2 aggressiva, recupera parecchi palloni tornando sul -4 a 4′ dalla fine. L’ombra della rimonta però è spenta nuovamente da Di Maggio e per l’ennesima volta da Sampaolo che, complici i muri della difesa, favorisce il nuovo +8 lanciando tre contropiedi in successione, uno dei quali trasformato dal giovane Luca Stocchetti, in campo assieme anche al ’95 Franceschini. Una vittoria meritata, colta con una difesa ottima e un Sampaolo insuperabile: l’attacco ha poi funzionato bene e il match è filato via liscio. Pressano ipoteca così il secondo posto in classifica che significa PlayOff: con 6 giornate da giocare i gialloneri hanno 10 punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice.

h 19:00 | Pressano – Trieste 33-26 (p.t. 16-12)

Pressano: Stocchetti 1, Chisté W. 3, Chisté D, D’Antino, Di Maggio 5, Pescador, Sampaolo, Giongo 5, Opalic, Dallago 6, Cappelletti, Franceschini, Alessandrini 3, Da Silva 10. All: Fabrizio Ghedin

Trieste: Zaro, Radojkovic 1, Oveglia 1, Dapiran, Anici 3, Pernic 3, Carpanese 1, Sirotich 7, Postogna, Nadoh 5, Leone, Visintin 5. All: Giorgio Oveglia

Arbitri: Di Domenico – Fornasier

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano contro Trieste, match delicato per ipotecare il secondo posto

Logo PressanoDopo il successo in apertura di 2013 contro l’EmmeTi, la Pallamano Pressano CR Lavis ospita una delle avversarie più pericolose del Girone: sabato sera infatti al Palavis arriva il Trieste di mister Oveglia, terzo in classifica e squadra più vicina ai gialloneri. La formazione giuliana, presa in mano da Giorgio Oveglia a metà andata, è stata diretta avversaria dei ragazzi di Pressano negli ultimi 3 anni, in cui le due squadre hanno messo in scena partite a dir poco entusiasmanti, sempre con un’alta posta in palio, dalla promozione ai vertici della classifica; su 5 partite ufficiali disputate, 5 sono state le vittorie dei gialloneri che lo scorso ottobre con la schiacciante vittoria al Chiarbola hanno ottenuto l’appellativo di “bestia nera” dei giuliani. Obiettivo per gli ospiti dunque interrompere la serie negativa contro Alessandrini & co., mentre Pressano deve ottenere i 3 punti per scappare ancor di più in classifica. Per fare questo bisognerà far valere il fattore campo ma davanti ci saranno giocatori tutt’altro che di seconda fascia: la coppia di mancini Sirotich-Nadoh, a cui si aggiunge l’esperienza di Visintin e Radojkovic assieme alla freschezza e alla grinta dei giovani triestini Anici, Dapiran, Oveglia e Pernic, costituirà un mix perfetto per una partita tutta da seguire e fondamentale. Fischio d’inizio della coppia Di Domenico-Fornasier alle ore 19.00 al Palavis: dopo l’incontro coi giuliani di sabato sera ci sarà un weekend di riposo per via della Final Four di Coppa Italia, che si disputerà a Bolzano e vedrà in campo le tre “prime” dei tre Gironi (Bolzano, Ambra e Fasano) più Conversano, estratta fra le seconde: le due semifinali (Fasano-Conversano sabato 2 febbraio ore 18.30 e Bolzano-Ambra ore 20.30) faranno da antipasto per la finalissima di domenica (Ore 11.00 in diretta su RaiSport2). Passata la Coppa Italia ecco che arriva un altro match di grande importanza, la trasferta a Bressanone per cercare di ipotecare il secondo posto.

Mister Ghedin riflette su questo periodo importantissimo:”Mese chiave per la Pallamano Pressano. Senza usare tanti giri di parole, con la partita di oggi si apre la fase cruciale della nostra stagione prima degli eventuali PlayOff. Abbiamo undici punti di vantaggio sul Bressanone, dieci sul Ferrara e sette sul Trieste. Se oggi riuscissimo a vincere, metteremmo dieci lunghezze sulla nostra più diretta inseguitrice, margine che si potrebbe dire rassicurante a sei giornate dalla fine della Regular Season. Subito dopo ci sarà Bressanone: una vittoria lì ci permetterebbe di pensare solo al Bolzano e alla possibilità di dare la caccia al primo posto; in caso contrario, se dovessero arrivare sconfitte dovremmo pensare solo a conservare il secondo posto che significa PlayOff. Dopo Bressanone ci sarà il doppio confronto di Challenge Cup e il 9 marzo lo scontro contro Bolzano: da oggi a quella data dunque si delineerà buona parte della nostra stagione. Per quanto riguarda il match di oggi, non dimentichiamo che Trieste è la squadra più titolata in Italia: questo dimostra la pericolosità dell’avversaria ma al contempo sarà stimolante. Ovviamente avremo bisogno del miglior Palavis con la cornice di pubblico che questi match meritano: veniamo da un periodo di carico che ultimiamo con questa partita. In base all’esito di oggi lavoreremo di conseguenza durante la sosta.”

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano vince contro l’EmmeTi e si prepara per i match decisivi

Nel nuovissimo e splendido PalaVillanova di Torri la Pallamano Pressano CR Lavis trova ilDallago Alessandro successo contro il fanalino di coda EmmeTi, pur non mettendo in campo una prestazione di grande livello.

Senza Alessandrini e Bolognani i gialloneri partono comunque bene, difendendo le opache azioni dei locali e schizzando in contropiede con le ali Di Maggio e Giongo per l’1-5 iniziale; il gioco però non è spumeggiante: le azioni sono lente e spesso sporcate da errori. Sampaolo fa buona guardia in porta e l’EmmeTi non riesce ad agganciare i gialloneri che colpiscono con Dallago (7 gol in totale per lui) e si mantengono comunque avanti di 4-5 reti. Un convalescente Walter Chistè deve lasciare il posto al fratello Damiano e il giovane giallonero risponde alla grande, aiutando a mantenere la squadra avanti nel punteggio. L’arbitraggio opaco però rende il match ancora più brutto e le due squadre sbagliano moltissimo: ad approfittarne sono i locali che accorciano fin sul 9-12 di fine primo tempo con le reti di Tonini e Zanotto. In avvio di ripresa c’è spazio per Pascal D’Antino che da centrale contribuisce ad aumentare il ritmo quel tanto che basta per chiudere il match. In 13 minuti infatti i gialloneri piazzano un break importante di 2-10, con un Paulo Silva ritrovato che sfrutta i moltissimi palloni recuperati in difesa e colpisce con precisione la porta difesa da un ottimo Danieli. La terza esclusione a Dallago sul +12 spegne quel briciolo di entusiasmo nel match e le due squadre giocano col freno a mano tirato per il resto dell’incontro. A risultato acquisito, senza pretendere oltre, Ghedin schiera i restanti giovani tra cui Franceschini, Cappelletti e Pescador. Lo stesso fa mister Ceso per l’EmmeTi e negli ultimi minuti il match scivola via con un flebile tentativo di rimonta dei veneti, abili a sfruttare le imprecisioni giallonere per portarsi sul -6. Il tempo è però tiranno e la partita va concludendosi sul 19-28. Un match non stupendo da vedere: Pressano ha chiuso la partita appena il ritmo e gli errori sono diminuiti; un primo test dopo le vacanze che proietta la squadra verso i due match fondamentali contro Trieste e Bressanone, distaccate di 7 punti in classifica.

h 18:30 | Emmeti Group – Pressano 19-28 (p.t. 9-12)

Emmeti Group: Danieli, Casarotto 1, Zanotto 3, Amato 3, Tonini 6, Vicari 3, Lucarini, Rizzi, Macca, Stefanelli, Traversin, Bigon 1, Dalla Libera 2, Pinna. All: Emir Ceso

Pressano: Stocchetti, Chisté W. 1, Chisté D. 1, D’Antino 1, Di Maggio 6, Pescador, Sampaolo, Giongo 4, Opalic 1, Dallago 7, Picello, Cappelletti, Franceschini, Da Silva 7. All: Fabrizio Ghedin

Arbitri: Colasanto – Felice

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, c’è l’EmmeTi prima del mese di fuoco

31 Dalla Libera in acrobaziaRiprende il campionato di Serie A maschile – Prima Divisione Nazionale; sabato in campo tutti e tre i Gironi per la seconda giornata di ritorno; la Pallamano Pressano CR Lavis esordirà nel 2013 in trasferta contro l’EmmeTi, attualmente all’ultimo posto in classifica assieme al Rovereto. Non sarà comunque una passeggiata per i gialloneri: il nuovissimo PalaVillanova di Torri di Quartesolo è sempre stato ostico da espugnare anche per le squadre più in forma ed al fattore campo si aggiungono due assenze pesanti nelle fila di mister Ghedin. Simone Bolognani e Alessio Alessandrini non saranno infatti del match per motivi di lavoro, dunque nuove soluzioni tattiche in campo. La squadra tuttavia ha lavorato sodo in queste due settimane e, vista la posizione in classifica e la superiorità sulla carta, non può permettersi passi falsi. L’obiettivo saranno i tre punti ma davanti ci sarà una squadra desiderosa di fare il colpo grosso: pur senza la propria punta di diamante Norberti, l’EmmeTi presenta un sette di esperienza, in cui trovano posto giovani di spicco tra cui il nazionale Pamato; la sicurezza arriva tra i pali dove il portiere di grande livello Danieli fa da garanzia. In fase offensiva la squadra, quasi interamente composta da atleti del posto, sa rendersi pericolosa e ciò è dimostrato dalla sofferenza che i gialloneri hanno dovuto patire all’andata per vincere (30-25). Una partita che si spera transitoria in vista degli incontri con Trieste, Bressanone e Minsk che terranno occupati Giongo e compagni fino alla fine di febbraio. Per quanto riguarda il match in veneto, fischio d’inizio da parte dell’inedita coppia Colasanto-Felice alle ore 18.30.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Al via il 2013 della Pallamano Pressano

Logo Pressano

È iniziato col raduno dello scorso 3 gennaio al Palavis il nuovo anno solare per la Pallamano Pressano CR Lavis. I ragazzi gialloneri della prima squadra, sempre sotto la direzione di mister Fabrizio Ghedin, hanno ricominciato l’attività di preparazione in vista della ripresa del campionato, prevista per sabato prossimo 19 gennaio con la trasferta al PalaVillanova di Torri di Quartesolo (2^ Giornata di Ritorno, EmmeTi-Pressano). Il medesimo gruppo dell’andata ha iniziato il programma di allenamenti, arricchiti da un’amichevole contro i Campioni d’Italia del Bolzano lo scorso venerdì; il match, senza punteggio, ha fatto da indicatore per tastare la forma della squadra. Per buona parte dell’incontro le due squadre si sono tenute testa, poi spazio agli esperimenti: “Potevamo fare di più – commenta Ghedin- ma siamo comunque in linea con le aspettative; se stiamo bene ce la possiamo giocare anche col Bolzano ma, in questa occasione, non eravamo al top. Stiamo tornando a pieno regime per le quattro settimane chiave della nostra stagione”. Quattro settimane chiave, quelle tra il 26 gennaio e il 24 febbraio: in successione infatti arriveranno i match contro Trieste e Bressanone, dirette avversarie per i PlayOff, poi la Challenge Cup con la trasferta a Minsk (sabato 16 febbraio ore 16.00) e il ritorno in casa, al Palavis (domenica 24 febbraio ore 18.00). Un mese intenso che metterà alla prova gli obiettivi prefissati.

In piena attività anche le giovanili, con alcune partite ufficiali già disputate: l’Under 14 ha infatti recuperato la partita della quarta giornata, in casa contro l’Innsbruck. L’esito è stato positivo, con la vittoria per 32-16 che porta i gialloneri al quarto posto in classifica, rendendo meno amare quelle uniche due sconfitte per una rete. Pratica facile ad Appiano per l’Under 16 che stritola gli altoatesini 25-51 e si porta al terzo posto in classifica, con una parte alta a dir poco compatta (4 squadre in 3 punti). Ancora a riposo invece gli altri due campionati giovanili, Under 18 e Under 20: i primi infatti inizieranno il 2013 martedì alle 17.00 con la trasferta a Campo Tures, mentre i più grandi esordiranno al Palavis domenica 27 gennaio alle 11.00.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra