Archivio mensile:ottobre 2012

Pressano inarrestabile, anche il Cassano Magnago va ko!

Vittoria sì, ma non senza fatica. La Pallamano Pressano CR Lavis centra la quinta vittoria in cinque partite e si conferma in testa alla classifica assieme al Bolzano. Vittima del Palavis in questa occasione è stato il Cassano Magnago, formazione varesina con ottime ambizioni di media classifica. L’avvio di match è subito intenso: i gialloneri padroni di casa riescono a mettere subito il naso avanti, piazzando due reti di distacco nel punteggio grazie ad un Dallago ispirato (6 reti in totale per lui). Cassano risponde e si mantiene in scia ma la difesa di Opalic e compagni è solida e sventa in parecchie occasioni le iniziative avversarie: colpa di qualche errore in attacco, Pressano non riesce a piazzare il break; il portiere ospite Corazzin si dimostra in serata: con due rigori parati e qualche pregevole respinta sui tiri dai 6 metri, l’estremo difensore ospite argina le iniziative di Alessandrini e compagni. Il primo tempo fila via liscio con un punteggio bloccato sul +3 per i padroni di casa. Dopo 30′ è 15-12.

L’inizio della ripresa è shock per Pressano: i primi 4 tiri dei gialloneri vengono miracolosamente parati da Corazzin, mentre in attacco Scisci buca Sampaolo. Con un parziale di 0-4 Cassano Magnago firma il primo vantaggio della partita: la tensione sale, le cose non vanno come dovrebbero per Pressano ed ecco che Di Maggio si fa espellere per proteste reiterate. Una grossa tegola per i gialloneri che, con grande intelligenza, non si lasciano scappare il match di mano: dopo il momentaneo 16-18 i padroni di casa si schierano con Opalic secondo pivot e per Cassano c’è poco da fare. Giongo (top scorer del match con 7 gol) e compagni firmano subito il controbreak e ritornano avanti di 2 reti sul 22-20; Sampaolo compie le grandi parate di cui è capace, mentre Bolognani si scatena in campo e buca Corazzin. Bastano 10′ per la riscossa: l’attacco di Pressano ingrana, la difesa è solida e si vede un’ottima pallamano. Break su break i padroni di casa incrementano il gap fin sul 29-22; i lombardi non riescono a ritornare in partita e nell’ultimo spicchio di match c’è grande spazio per i giovani di casa: ultimi minuti con i soli giovani del posto sul parquet, tra cui il portiere Stefano Martinati, a cui si aggiungono Damiano Chistè, Cappelletti, Stocchetti e Franceschini. Il pubblico si diverte e i giovanissimi si esaltano, difendendo con grinta, recuperando fantasticamente palloni e lanciandosi in contropiede; una fotografia bellissima che lascia i tanti tifosi col sorriso: finisce 34-26. Ora sale la febbre per l’arrivo della nazionale che giocherà contro la Grecia al Palavis il prossimo sabato; fra due settimane per Pressano sarà il turno della trasferta a Ferrara.

h 19:00 | Pressano – Cassano Magnago 34-26 (p.t. 15-12)

Pressano: Stocchetti, Bolognani 5, Chisté W. 3, Chisté D. 1, Da Silva 4, Di Maggio, Martinati, Sampaolo, Giongo 7, Opalic 3, Dallago 6, Cappelletti, Franceschini, Alessandrini 5. All: Fabrizio Ghedin

Cassano Magnago: Ilic, Scisci 6, Moretti 2, Saporiti 3, Ambrosetti, Corazzin, Zorz 3, Radovcic 2, Risetti, Montesano 3, Corrain, Brancaforte 4, Popovic 3, La Mendola. All: Robert Havlicek

Arbitri: Di Domenico – Fornasier

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Tre gialloneri del Pressano convocati per Italia-Grecia a Lavis

Saranno tre i giocatori della Pallamano Pressano CR Lavis a scendere in campo il prossimo 3 novembre al Palavis per la partita della nazionale italiana, Italia-Grecia. La Federazione Italiana Giuoco Handball ha provveduto nella mattinata di martedì a pubblicare i sedici convocati dal CT Franco Chionchio per la settimana azzurra qui in Trentino.  I gialloneri presenti saranno l’ala destra, ormai fisso titolare in azzurro Adriano Di Maggio, il muro italo-croato Damir Opalic e l’ala sinistra pressanotta Alessio Giongo. Gli azzurri si raduneranno domenica 28 ottobre a Lavis, in vista della partita in programma sabato 3 novembre alle 20.00 al Palavis contro la nazionale ellenica: il match è valevole per il primo passo delle Qualificazioni agli Europei 2016. C’è un po’ di rammarico per la mancata convocazione del portiere di casa Sampaolo e del pivot pressanotto d’origine Alessandrini ma la soddisfazione è moltissima: poter vedere in campo tre giocatori di casa con la maglia azzurra sarà una grande emozione. Il pensiero di mister Fabrizio Ghedin va ai gialloneri ma anche a tutta la nazionale:”Sono felice per la convocazione dei nostri tre ragazzi in nazionale. Mi sanguina il cuore per il fatto che Sampaolo e Alessandrini non siano stati convocati. Da come si allenano, da come giocano, dal cuore e dalla passione che ci mettono, avrebbero meritato di vestire la maglia azzurra al Palavis ma tutti noi il 3 novembre andremo oltre i nostri club, tiferemo per l’Italia e per la pallamano: vogliamo riempire il Palavis per dare al nostro sport il sostegno che si merita. Ai convocati, di Pressano e non, auguro il meglio e dico di dare il cuore: alla fine il lavoro paga, sempre”. Prima dell’evento azzurro c’è ancora una partita di campionato da giocare ma l’atmosfera nazionale si fa già sentire.

Di seguito l’elenco completo dei convocati:

1. Carrara Alejo Juan Martin (1974 – Sassari)

2. Di Maggio Adriano (1985 – Pressano)

3. Di Marcello Pierluigi (1978 – Ambra)

4. Fovio Vito (1979 – Loacker Bozen)

5. Gaeta Luis Felipe (1982 – Loacker Bozen)

6. Giannoccaro Umberto (1988 – Junior Fasano)

7. Giongo Alessio (1984 – Pressano)

8. Maione Pasquale (1982 – Loacker Bozen)

9. Opalic Damir (1974 – Pressano)

10. Radovcic Demis (1988 – Loacker Bozen)

11. Resca Matteo (1985 – Estense)

12. Rubino Francesco (1983 – Junior Fasano)

13. Sirsi Paolo (1982 – Junior Fasano)

14. Skatar Michele (1985 – HBC Nantes)

15. Tokic Tin (1985 – Pays D’aix Uc Hb)

16. Turkovic Dean (1987 – Loacker Bozen)

Commissario Tecnico:
Franco Chionchio

Tecnici:
Branko Dumnic
- Otto Forer

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Girandola di gol, il Pressano vince anche sul Brixen

Tante emozioni al Palavis, dove è andato in scena il big match della quarta giornata di Serie A, tra Pressano CR Lavis e Bressanone. Una partita veloce dove le difese e i portieri hanno concesso molto: ne è uscito un pazzo 47-41 per i padroni di casa, che tornano sopra le 40 reti dopo parecchie stagioni e firmano uno dei successi con più reti segnate nella storia della società. Avvio subito a razzo delle due squadre che riescono a penetrare con facilità in fase offensiva. Dopo il primo vantaggio giallonero sono gli ospiti del Brixen a piazzare due-tre reti di distacco, grazie soprattutto ad un Nikolic ispirato (14 reti per lui). I padroni di casa però non mollano e restano in scia agli avversari: fino al 24′ del primo tempo la musica non cambia, tanti gol da entrambe le parti e Brixen che mantiene il +3. Nell’ultimo spicchio di primo tempo la difesa giallonera si sistema e l’attacco si scatena, firmando un parziale di 8-1 targato Alessandrini, Giongo e Dallago che chiude il primo tempo sul 24-19. La ripresa presenta lo stesso copione del primo tempo: le palle passano alla grande in mezzo alle difese e i gol arrivano a valanga: Silva trova tutto dai 9 metri, bucando Pfattner 10 volte ma è uno stratosferico Di Maggio a tagliare le gambe alla squadra di Trillini: l’ala destra pugliese colpisce inesorabilmente in contropiede e dall’ala, dando spettacolo con i numeri del proprio repertorio (al termine del match saranno 15 i gol messi a segno). A completare la splendida partita in attacco si fa trovare pronto anche Alessandrini: sull’onda della superpartita di Trieste il pivot giallonero si conferma in grande forma, infallibile dai 6 metri e tarantolato in difesa; 8 saranno le reti per lui, sempre più asso nella manica a disposizione di Ghedin. Dall’altra parte è ancora Nikolic, assieme al giovane pivot Mairvongrasspeinten, a tenere il Bressanone sul -6 ma ancora Di Maggio spinge Pressano al massimo vantaggio sul 34-26. La seconda metà della ripresa è equilibrata: i gol continuano ad arrivare ma nessuna delle due squadre riesce a prendere il largo. In una partita così gli errori costano molto e negli ultimi minuti Bressanone tenta una disperata rimonta, fallendo però la palla del -3. Pressano si scuote a dovere e ristabilisce le distanze con il neoentrato Bolognani: finisce 47-41 tra gli applausi di un divertito Palavis. Adriano Di Maggio commenta così la prestazione:”L’importante era portare i tre punti a casa perchè non possiamo permetterci di perdere punti qui al Palavis. Quest’anno siamo partiti un po’ lenti ma abbiamo risposto bene a Trieste. Oggi le difese non sono state perfette ma in attacco abbiamo giocato benissimo; stiamo crescendo partita dopo partita, giochiamo sempre meglio e speriamo che i risultati arrivino di conseguenza.” Ora Pressano è in testa assieme a Bolzano, con 6 punti di vantaggio sulle dirette avversarie Bressanone e Trieste: i giuliani sono stati infatti battuti dal Ferrara. Prossimo match ancora in casa, sabato (27 ottobre) alle 19.00 contro il Cassano Magnago.

h 19:00 | Pressano – Forst Brixen 47-41 (p.t. 24-19)

Pressano: Alessandrini 8, Bolognani 3, Chistè W. 1, Dallago 5, Di Maggio 15, Giongo 4, Opalic 1, Cappelletti, Sampaolo, Chistè D, D’Antino, Pescador, Franceschini, Da Silva 10. All: Fabrizio Ghedin

Forst Brixen: Giuliani 1, Kammerer 1, Salcher 6, Kovacs 1, Nikolic 14, Dejakum, Kokuca 6, Sader,  Stuffer, Pfatner, Mairvongrasspeinten 6, Ploner, Sonnerer 4, Ranalter 2. All: Riccardo Trillini

Arbitri: Iaconello – Iaconello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, derby cruciale contro Bressanone

Dopo la settimana di stop dei Gironi A e B, torna in campo la Pallamano Pressano CR Lavis che, dopo l’esaltante vittoria di Trieste, si trova a dover affrontare un altro scontro diretto fondamentale nella quarta giornata della stagione. Al Palavis infatti arriva il Bressanone, grande avversario dei gialloneri lo scorso anno in Elite ed anche quest’anno tra le pretendenti per le prime posizioni. Per i ragazzi di Ghedin arriva il secondo match di fila importantissimo: due settimane fa a Trieste il primo scontro diretto ha sorriso a Giongo e compagni ed oggi la posta in palio si ripropone, ancora più pesante: una vittoria sul Bressanone porterebbe infatti Pressano a +6 sugli stessi altoatesini, mantenendo inoltre il distacco su Trieste nonché la vetta della classifica. Al contrario, una sconfitta rimetterebbe tutto in gioco per la seconda posizione, visto che in testa Bozen non sembra poter perdere colpi. L’avversario di sabato sera nella tana giallonera è di ottimo livello: il nuovo mister Riccardo Trillini, pluricampione d’Italia, può disporre di una rosa fisica in cui trovano spazio i colossi altoatesini affiancati alle due punte di diamante Nikolic e Kokuca, assieme ai giovani Sonnerer, Ranalter, Mairvongrasspeinten e Pfattner; la panchina è lunga e garantisce freschezza ed esperienza, grazie ai tanti atleti di livello presenti tra i quali Kovacs, Salcher e Dejakum. Una squadra perfettamente alla pari con i gialloneri che lotterà col coltello fra i denti per vendicare le tre sconfitte su tre dello scorso anno contro Pressano: gli obiettivi delle due squadre sono i medesimi, arrivare in alto e vincere gli scontri diretti. Si preannuncia battaglia dunque al Palavis, dove si affrontano due delle squadre più quotate in Italia: sarà partita vera e soprattutto sarà partita divertente. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 19.00, arbitra la coppa Iaconello-Iaconello

Mister Fabrizio Ghedin analizza così la partita in vista:”Basta poco per inquadrare la partita contro il Bressanone: è probabilmente la partita più importante da qui a Natale, forse una delle più decisive di tutta la stagione. A Trieste abbiamo fatto una buona partita e ottenuto un ottimo risultato, contro il Bressanone dobbiamo ripeterci per non rendere vana la serata del Pala Chiarbola. È vero che l’anno scorso contro il Bressanone abbiamo sempre vinto ma questa è una squadra molto diversa rispetto a quella di allora, sia in campo che in panchina. Coach Trillini sta dando una impronta diversa, quindi la partita sarà differente rispetto a quelle dell’anno scorso. Sappiamo che per loro è una sfida molto importante, che potrebbe rimetterli in carreggiata dopo la partita persa in casa, quindi ci sono tutti i presupposti per vedere un match combattuto e appassionante. Mi auguro di poter contare sull’apporto del nostro pubblico, da sempre il nostro ottavo uomo in campo. Nella prima uscita in casa non abbiamo offerto lo spettacolo che volevamo, cercheremo di farlo oggi: di certo daremo il nostro massimo per questa maglia, in questa stagione vogliamo coltivare dei sogni e per riuscirci dobbiamo essere tutti uniti: squadra, società e tifosi, specialmente nei momenti difficili.”

h.19.00 | Palavis di Lavis
Pressano – Bressanone
Arbitri: Iaconello-Iaconello

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, bilancio molto positivo al termine del torneo giovanile

È andato in scena domenica scorsa al Palavis di Lavis il torneo giovanile Under 16 – Under 19 organizzato dalla Pallamano Pressano: una giornata intera dedicata alla disciplina a livello giovanile, settore di fondamentale importanza per tutte le società. Dalle 9 del mattino alle 18 il 40×20 trentino, casa dei gialloneri del Pressano, è stato teatro di una vera e propria festa, con un’ottima dose di agonismo in vista dell’imminente inizio dei campionati giovanili in tutta Italia. La classica formula del torneo, a cui hanno partecipato Bolzano, Bressanone, Cologne e Malo, ha dato a tutti l’opportunità di avere ampio spazio in campo, con ben 12 partite in totale durante tutto l’arco della giornata, compresa una pausa pranzo tutti insieme alla struttura polifunzionale di Lavis, dove il mitico cuoco “Roberto” e le mamme giallonere hanno preparato circa 120 pasti. Al termine del pomeriggio sono state le due selezioni di casa ad avere la meglio per pochissimo: soddisfatto il mister Francesco Devigili che si è detto sorpreso delle prestazioni dei propri ragazzi. Un torneo che da qualche anno mancava a Pressano e che ha lasciato tutti con il sorriso sulle labbra a fine serata: ancora più onore fanno i complimenti arrivati dalle squadre ospitate che si sono dette entusiaste sia per i test agonistici che per la giornata in generale. Oltre ad essere un ottimo assaggio di pallamano, la giornata è stata importante anche per scambiarsi opinioni e idee sulla pallamano giovanile, nonchè per organizzare altri incontri: la Pallamano Cologne ha invitato i giovani gialloneri a partecipare al proprio torneo domenica 28 ottobre ed anche Bolzano ha aperto un discorso di collaborazione con il settore giovanile giallonero. I ringraziamenti arrivano da tutti ma in particolare dal mister di casa Devigili; è stata una giornata molto positiva grazie a tutti: arbitri, addetti ai lavori, cuochi e collaboratori. Il risultato più importante a fine giornata, al di là delle classifiche, è stato l’evento nel suo complesso: questa domenica di pallamano ha coinvolto tutti, risultando utile e al contempo dilettevole per i partecipanti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra