A Pressano grande annata giovanile: l’Under 17 attende il sorteggio

Archiviata la stagione di Serie A1 giocata con uno sguardo al mercato, la Pallamano Pressano si concentra ora sui campionati giovanili, le cui fasi regionali sono terminate la scorsa settimana. Anche quest’anno la società del Presidente Giongo ha ricoperto un ruolo da protagonista nei vari campionati, togliendosi grandi soddisfazioni. Nessun titolo assoluto per i gialloneri in questa stagione 2017/18 ma gli obiettivi sono stati ampiamente centrati: tutte le categorie schierate hanno conquistato la qualificazione alle finali nazionali. A partire dall’Under 21 composta dagli atleti già nel giro della prima squadra come Nicola e Matteo Moser, Simone Facchinelli e Marco Chistè assieme al gruppo di promettenti Under 17 ed Under 19. Terzo posto per i ragazzi di Giorgio Chistè che hanno ceduto il passo per poche lunghezze soltanto alle corazzate di Merano Under 19 ed Under 21, squadre lanciate verso la vittoria dello scudetto. Un piazzamento prestigioso è arrivato anche per l’Under17: i gialloneri di Alain Fadanelli hanno centrato un bel secondo posto assoluto dietro a Merano, lottando in ogni gara anche con i Diavoli Neri meranesi. Per gli Under 17 in vista ci sono le finali nazionali di Fanano-Sestola ad inizio giugno: proprio oggi (ore 18.00 in diretta su Pallamano TV) il sorteggio dei gironi eliminatori che daranno il via alla lotta scudetto.

Il team di Fadanelli cercherà dunque di confermare quanto di buono fatto in stagione e così sarà anche per l’Under 15 guidata da Mariano Bertolez, Paolo Villotti e la collaborazione di Giuliano Merlo: i giovani gialloneri hanno conquistato il pass per le finali nazionali all’ultima giornata, battendo Rovereto nello scontro diretto per 22-19. Una partita di grande spessore che ha mostrato i pregi di una squadra in costruzione ma ben promettente, ricca anche di atleti più giovani di categoria: prospettive positive dunque per l’Under 15 che assieme all’Under 13 sta allestendo la possibilità di partecipare al Festival finale di Misano Adriatico a luglio. Proprio gli Under 13 di Flavia Michelon, coadiuvata in stagione da Leonardo Dallabona e Nicola Moser, hanno disputato un campionato di grande livello: il quarto posto finale non deve ingannare, frutto di una classifica avulsa che ha visto Merano, Bressanone, Bolzano e Pressano lottare fino alla fine. Anche per le piccole leve giallonere ottimi numeri e prestigiose prospettive ma i primi su cui si punteranno gli occhi saranno come detto gli Under 17, i cui campionati italiani sono ormai imminenti.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Puglia amara per Pressano: Fasano rimonta e va in finale

Si infrange sul parquet della Palestra Zizzi di Fasano il sogno di finale scudetto della Pallamano Pressano CR Lavis che perde gioco, set e match in terra pugliese. Come lo scorso anno è ancora una volta il campo della Junior a condannare Giongo e compagni che una stagione fa vennero nettamente sconfitti, a differenza di quest’anno dove un Pressano grintoso ha provato a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Per oltre 50 minuti di partita, dopo il 24-21 ottenuto all’andata, i ragazzi di mister Branko Dumnic hanno tenuto il risultato in bilico: troppi tuttavia gli errori durante l’arco del match che hanno tagliato le gambe alla squadra trentina, crollata poi di nervi nel finale di partita. La Junior Fasano si impone così per 27-21, risultato più che utile per centrare la finale scudetto e negare la gioia dell’ultimo atto si gialloneri. L’approccio del match è positivo proprio per Pressano che scende in campo consapevole di non dover sbagliare nulla: apre le marcature Dallago, poi gli ospiti infilano lo 0-2 e la partita si apre col piglio giusto. Tuttavia il vantaggio non dura molto: Fasano si ritrova senza Leal che si aggiunge in infermeria agli infortunati della vigilia Riccobelli e De Santis ma nonostante la difficoltà i padroni di casa ribaltano lo score e passano a condurre per la prima volta sul 5-4. Fatali i continui errori offensivi di un Pressano che non riesce a prendere le misure alla difesa di casa e sciupa tutto quanto di buono fatto. Anche Fasano fatica di fronte alla retroguardia giallonera con numerosi palloni persi ma il match avanza all’insegna degli errori ed a farne le spese è Pressano che potrebbe condurre ma si limita a restare in scia agli avversari. La prima frazione si chiude con un punteggio molto basso, sul 10-8 in favore dei padroni di casa che toccano il primo +2 proprio sul finale del primo tempo. Nella ripresa Pressano riesce inizialmente a tenere il punteggio con un capitan Giongo ispirato ma dall’altra parte del campo si scatenano Angiolini e Maione che bucano con sempre maggiore frequenza la difesa di Pressano. I locali incrementano così lo score: per la prima volta al 9′ della ripresa Fasano è virtualmente in finale col punteggio che dice 16-12.

Pressano sente la pressione del palazzetto e di un match che potrebbe sfuggire di mano: i trentini subiscono ben presto il 17-12 ed un’altra palla persa lancia Fasano in contropiede ma i padroni di casa sbagliano ed altre due parate di Sampaolo tengono vivo Pressano che reagisce con una doppietta di Alessandrini e torna sotto, 19-16. La partita si fa vibrante, ogni pallone scotta ma la serata negativa in attacco per Pressano non si sblocca: in fase offensiva Dallago e compagni faticano continuamente e quando Fovio comincia a parare con continuità il sipario si chiude. Ancora Maione devasta la difesa di Pressano conquistando reti e rigori che Angiolini trasforma. Fasano scappa così nel punteggio e non si fa più recuperare: la forbice aumenta senza appello e Pressano capitola negli ultimi 10 minuti fino a 27-21 definitivo. Una chiusura di stagione amara ma Pressano si lascia alle spalle un’annata storica e più che mai brillante, ancora una volta ai massimi vertici nazionali compreso il trionfo indimenticabile in Coppa Italia. La sfida alla Serie A1 del prossimo anno, nuovamente a girone unico, è lanciata e Pressano vuole essere ancora protagonista.

h 19:30 | Junior Fasano – Pressano 27-21 (p.t. 10-8)
Junior Fasano: D’Antino N, Maione 5, Angiolini 8, Costanzo 1, Radovcic 4, Messina 4, Fovio, De Santis L. 2, Leal 3, Pugliese, Cedro, Pinto, Venturi, Rubino. All: Francesco Ancona
Pressano: Facchinelli, Dallago 1, Chistè M, Bolognani 3, Chistè W, D’Antino P. 3, Di Maggio 6, Giongo 3, Sampaolo, Alessandrini 2, Folgheraiter, Senta 3, Moser. All: Branko Dumnic
Arbitri: Cardone – Cardone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano nella tana della Junior Fasano per il ritorno di semifinale

Tre risicatissime reti di divario e tanto equilibrio: la Pallamano Pressano CR Lavis si affaccia alla semifinale scudetto di ritorno fiduciosa nei propri mezzi ma al tempo stesso consapevole di doversi superare per accedere all’ultimo atto della Serie A1 2017/2018. La squadra guidata da Branko Dumnic farà visita ai pugliesi della Junior Fasano, battuti all’andata al Palavis lo scorso martedì con il punteggio di 24-21. Un divario limitatissimo che lascia totalmente in secondo piano lo score di Gara-1: alla Palestra Zizzi di Fasano si ripartirà da zero a zero ed un Pressano ritrovato proprio nelle ultime uscite dovrà giocarsi tutte le carte del caso per accedere in finale scudetto. Sul parquet di Fasano nessuno ha vinto quest’anno ad eccezione proprio di Pressano che con una partita stellare lo scorso marzo è riuscita ad espugnare il fortino fasanese per 19-25: altro contesto ed altra partita, oggi in campo sarà battaglia. Il catino pugliese si preannuncia rovente, animato dal caloroso tifo pugliese che contraddistingue il carattere della Junior: Pressano dovrà quindi dimostrare di saper fronteggiare la pressione dentro e fuori dal campo. Dalla propria parte Giongo e compagni hanno la precedente vittoria citata proprio a Fasano ed il successo nell’andata di semifinale che, sommata ad una buona condizione atletica, rendono il pronostico quanto mai equilibrato. Dall’altra parte del campo la Junior Fasano avrà dalla propria parte il fattore campo, importantissimo in queste occasioni, ma è costretta a vincere con margine ed esce da un tour de force non indifferente, appesantito dagli infortuni di Riccobelli e Paolo De Santis. Tantissime le carte in tavola pronte ad essere mescolate per questa semifinale scudetto che i gialloneri sognano di portare a casa: 4 in totale le semifinali scudetto giocate nella storia da Pressano che all’andata ha sempre fatto bene (3 vittorie ed un pareggio dal 2012 ad oggi) ma al ritorno ha sempre subito una sconfitta. L’ultima delle quali proprio lo scorso anno esattamente a Fasano: un 32-20 pesantissimo che aggiunge il desiderio di rivincita alla sfida odierna. Tutto pronto quindi per la semifinale di ritorno: una vera e propria battaglia da vivere col batticuore assieme ai gialloneri che, dopo il trionfo in Coppa Italia, hanno dimostrato di non essere ancora sazi. Servirà un match al limite della perfezione ed il campo proferirà il proprio responso: fischio d’inizio alle ore 19.30 affidato alla coppia arbitrale Cardone-Cardone.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano fa sua l’andata di semifinale: Fasano battuto 24-21

Il primo round è giallonero. La Pallamano Pressano CR Lavis vince l’andata di semifinale scudetto al Palavis contro i pugliesi della Junior Fasano con il punteggio di 24-21 e guarda ora al match di ritorno in programma in terra pugliese questo sabato. Al termine di una semifinale dall’ottimo tasso tecnico, ricca di capovolgimenti di fronte e combattuta fino alla fine davanti al un Palavis gremito i gialloneri sono stati abili a maturare un più tre che conferma la buona vena della formazione trentina in questa stagione. Dopo un avvio stentato infatti i gialloneri sono stati abili a rimontare, dimostrato di poter essere ancora da vertice. Partita che si preannunciava dura quella contro i biancazzurri, il team più in forma del momento, e l’inizio di match non è stato affatto in discesa per Giongo e compagni: l’ottima difesa fasanese ha infatti dominato i primi 15’ con Fovio sempre presente fra i pali a parare le conclusioni dei locali. Nella prima parte di gara dunque i pugliesi hanno limitato un Pressano impreciso in attacco ma non hanno mai condotto con più di due reti di vantaggio: il massimo divario infatti si è concretizzato al 17’ quando un contropiede di Messina è valso il 5-7. Di qui la squadra di casa ha cambiato registro: difesa più precisa ed attacco più prolifico hanno consentito al team di Dumnic di schizzare in contropiede firmando in 6’ un parziale netto di 5-0 che ribalta tutto, 10-7. Nell’ultimo spicchio di primo tempo è poi il mancino ospite Venturi a trovare la via della rete, propiziando la rimonta fasanese che ha permesso ai pugliesi di accorciare a fine primo tempo, 12-11 per Pressano sulla sirena. Nella ripresa l’avvio è equilibrato ma il sopravvento lo prendono i padroni di casa che con decisione e calma cominciano ad allungare nel punteggio: senza grandi forzature, Pressano ripropone una difesa efficace ed un attacco rinvigorito con Bolognani e Giongo in giornata. Lo score dice 18-14 dopo 10’, sintomo di una prestazione in crescendo da parte della squadra di Dumnic: Fasano non ci sta e sfodera alcuni colpi di classe, accorciando sul 22-20 ma un colpo di reni finale e due reti di Senta, accompagnate dalle parate di Sampaolo, rilanciano la squadra di casa che prima tocca il 24-20 e poi spreca tre palloni per allungare, chiudendo comunque l’incontro con la vittoria per 24-21 grazie anche ad un rigore sbagliato dagli ospiti a tempo scaduto. Risultato del tutto in bilico che lancia la sfida al “secondo tempo” di Fasano in programma sabato: l’obiettivo è cercare il colpaccio su uno dei campi più difficili d’Italia.

h 18:15 | Pressano – Junior Fasano 24-21 (p.t. 12-11)
Pressano: Facchinelli, Dallago 5, Moser, Bolognani 6, Chistè, D’Antino N. 1, Di Maggio 3, Fadanelli, Giongo 6, Sampaolo, Alessandrini 1, Folgheraiter, Senta 2, Moser. All: Branko Dumnic
Junior Fasano: D’Antino P. 2, Maione 4, De Santis P, Angiolini 3, Radovcic 1, Messina 3, Fovio, De Santis L, Alves Leal 3, Cedro, Riccobelli, Venturi 5. All: Francesco Ancona
Arbitri: Di Domenico – Fornasier

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, è l’ora della verità: al Palavis semifinale contro Fasano

Dopo due mesi di Poule PlayOff la Pallamano Pressano CR Lavis giunge al momento decisivo della stagione. In programma, a seguito di mesi di battaglie, c’è infatti la semifinale scudetto, penultimo atto della stagione che assegnerà il tricolore 2017/2018. Come avvenuto lo scorso anno, l’accoppiamento che vale la finalissima vedrà affrontarsi Pressano e Junior Fasano: gialloneri e pugliesi saranno nuovamente di fronte in un rematch della semifinale dello scorso anno che vide trionfare nettamente la squadra biancazzurra del Presidente Renna.  Come nelle passate stagioni, si giocherà con la formula delle due gare (andata e ritorno con differenza reti finale): definite da tutto l’ambiente come le semifinali scudetto più equilibrate degli ultimi 10 anni, quelle fra Trentino AltoAdige e Puglia (Pressano-Fasano e Bolzano-Conversano) saranno gare da fiato sospeso e gli occhi dell’handball nazionale saranno puntati questa sera sul Palavis, catino ribollente di passione che ormai fa da faro per lo spettacolo della pallamano sul suolo nazionale. Alla gara in terra trentina infatti è stata assegnata la diretta televisiva su Sportitalia e proprio a Lavis ci si attende una semifinale equilibrata anche se a livello di statistiche fra Pressano e Fasano i numeri parlano a favore del team pugliese, ormai da 6 anni ai massimi vertici nazionali. Nelle ultime 4 stagioni la Junior Fasano è sempre andata in finale scudetto, mentre la finalissima manca a Pressano dal 2013, unica occasione in cui i gialloneri raggiunsero l’atto finale del campionato. L’obiettivo per Giongo e compagni è quello di interrompere il duopolio Bolzano-Fasano, andando a caccia di un’impresa contro una squadra solida ed esperta come quella fasanese.

La “Junior” viene da un prestigioso primo posto nella Poule PlayOff, conquistato sabato con la vittoria di forza a Conversano 27-33: dopo tre sconfitte in febbraio, Fasano ha infatti infilato 8 vittorie consecutive balzando in vetta grazie ai successi in tutti gli scontri diretti. Forte della classe dei vari Maione, Fovio, Radovcic, Leal, D’Antino e Riccobelli, con l’aggiunta del solido gruppo locale e di promettenti giovani, Fasano è una squadra completa e temibile. Due i precedenti stagionali fra le squadre in Poule PlayOff con la vittoria a Fasano dei gialloneri per 19-25 e la rivincita fasanese al Palavis due settimane fa per 27-28. Dall’altra parte del campo ci sarà un Pressano determinato ad inseguire un sogno: dopo la vittoria della Coppa Italia i gialloneri hanno acquisito consapevolezza giocando sempre alla pari con tutte le avversarie. Unici due nei di questa stagione le sconfitte nette a Bolzano ed a Conversano: per il resto soltanto prestazioni di livello per la squadra guidata da Dumnic che si presenta in semifinale scudetto con la voglia di sfruttare una stagione equilibratadove tutto può accadere. Servirà certamente la miglior prestazione dell’anno, soprattutto difensiva, per cercare la vittoria e tentare di accumulare vantaggio in vista del match di ritorno ma innanzitutto dovrà esserci la determinazione.  Lo spettacolo è quindi assicurato sul parquet del Palavis: fischio d’inizio fissato alle ore 18.15 per uno dei match più attesi e promettenti delle ultime stagioni. Arbitreranno l’incontro i sig. Di Domenico e Fornasier. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano vince a Cingoli: ora è semifinale contro Fasano

La Pallamano Pressano CR Lavis chiude la Poule PlayOff con una vittoria e si lancia nella fase finale del campionato di Serie A1 maschile. Conclusa la seconda fase infatti c’è subito la semifinale scudetto: anche in questa stagione si riproporrà il duello fra Pressano ed i pugliesi della Junior Fasano, vincitori della Poule. Come lo scorso anno gialloneri e biancazzurri giocheranno andata e ritorno per accedere alla finalissima scudetto: entrambe le squadre ci arriveranno con una vittoria alle spalle. Un Pressano tranquillo ha infatti espugnato il campo di Cingoli, fanalino di coda della classifica: senza Giongo, in tribuna per scelta tecnica, i gialloneri hanno portato a casa il match misurando le energie per tutti i 60′. Ampia la rotazione della panchina con Nicola e Matteo Moser subito titolari in campo e spazio a tutti gli effettivi durante l’incontro. Dopo un 4-1 iniziale firmato dalla formazione marchigiana, Pressano ha reagito con un buon Folgheraiter, recuperando lo svantaggio e passando a condurre fin sull’11-14 di fine primo tempo. Nella ripresa i gialloneri hanno gestito il match: Cingoli è arrivata anche al pareggio ma i gialloneri sono stati abili a conquistare i due punti con gli ultimi 10 minuti positivi di partita. Ora la testa va tutta alla semifinale: già martedì al Palavis in programma la gara di andata alle ore 19.00. Servirà il miglior Pressano per avere la meglio di un Fasano apparso in grande forma ed occorrerà anche il pubblico delle grandi occasioni per spingere i gialloneri a caccia del traguardo: la sfida, dal coefficiente di difficoltà altissimo, è lanciata.

h 18:00 | Cingoli – Pressano 26-30 (p.t. 11-14)
Cingoli: Gentilozzi, Danti, Barigelli, Ilari 8, Gambini 1, Nocelli 3, Arcieri 7, Camperio, Trillini, Campana, Mangoni 1, Strappini 2, Grasselli, Matijasevic 4. All: Nando Nocelli
Pressano: Facchinelli, Dallago 6, Moser M, Bolognani 2, Chistè W. 3, D’Antino 4, Di Maggio 5, Fadanelli 1, Sampaolo, Alessandrini 1, Folgheraiter 5, Senta 3, Moser N, Chistè M. All: Branko Dumnic
Arbitri: Kurti – Maurizzi 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano chiude la Poule PlayOff a Cingoli

Ultimo atto di Poule PlayOff per la Pallamano Pressano CR Lavis che, ormai sicura del quarto posto in classifica, attende la semifinale scudetto e disputerà la decima giornata di Poule in quel di Cingoli, nel cuore delle Marche. La sconfitta di mercoledì al Palavis con Bolzano ha relegato i gialloneri al quarto posto ma al contempo ha mostrato una reazione tattica e psicologica della squadra di Dumnic che ha dato segnali positivi in vista della semifinale scudetto. Nel mezzo del grande equilibrio fra le prime 4 della classe non è molta la differenza fra i vari piazzamenti: i gialloneri ora attendono di conoscere l’avversaria di semifinale che sarà sicuramente una pugliese ed emergerà dall’atteso scontro diretto fra Conversano e Fasano in programma proprio oggi. Nel frattempo Giongo e compagni saranno di scena al PalaQuaresima di Cingoli, dove ad attenderli ci sarà la formazione allenata da Nando Nocelli, ultima in classifica ancora senza punti. Si tratterà dunque di una partita interlocutoria, utile per mantenere il ritmo gara in vista della semifinale (andata già martedì 1 maggio al Palavis) e per far ruotare la rosa: mister Dumnic potrà gestire con tranquillità tutti gli effettivi per arrivare al meglio alla gara di martedì ma se è vero che vincere aiuta a vincere, quella di Cingoli non sarà una partita da sottovalutare. Fondamentale per i gialloneri è ritrovare il successo che manca ormai da 1 mese (3 sconfitte consecutive nelle ultime 3 gare): di fronte tuttavia un Cingoli determinato a salutare la stagione con una vittoria davanti al pubblico amico darà filo da torcere, nell’ottica di riscattare il 33-19 patito all’andata al Palavis. Match che si preannuncia dunque combattuto: Pressano dovrà dosare le forze ma al contempo sarà chiamato a confermare le buone impressioni messe in campo contro Bolzano. Fischio d’inizio fissato alle 18.00, arbitra la coppia Kurti-Maurizzi.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra