Pressano, finalmente il successo: Fondi steso al Palavis

Si sblocca alla terza giornata la Pallamano Pressano CR Lavis che supera fra le mura amiche l’HC Banca Popolare di Fondi e scaccia i fantasmi dello zero in classifica. Dopo due sconfitte nelle prime due uscite, la truppa giallonera ha saputo cogliere i primi due punti della stagione. Il finale dice 27-20 in favore di Bolognani e compagnia, bravi a sfruttare soprattutto la ripresa per punire gli avversari. Non sono mancate le sbavature ma sicuramente la squadra di Dumnic ha mostrato passi avanti rispetto alle prime due gare: sotto anche di tre reti nel primo tempo, i ragazzi di casa hanno giocato una pallamano in crescendo col passare dei minuti. Avvio di gara equilibrato con le due squadre che si fronteggiano punto a punto: sugli scudi nel Fondi è il fuoriclasse Andrè Leal, mentre Pressano gioca una buona pallamano a sprazzi, prima di subire il break di 0-3 che dal 4-4 porta tutto sul 4-7. Qui sono abili i padroni di casa a reagire subito con Dedovic che trascina i compagni verso il nuovo pareggio sul 7-7 al 17’ ed al successivo allungo, con la prima frazione che si chiude 13-11 in favore di Pressano. L’avvio di ripresa vede in campo un Pressano più concentrato che nonostante qualche errore difensivo riesce a mantenere il vantaggio ma Fondi è dietro l’angolo e con grande determinazione la formazione di De Santis non va sotto oltre le due reti, mantenendo il fiato sul collo dei gialloneri fino alla metà della ripresa. Grazie al gioco con il pivot, la compagine fondana riesce a mettere ancora in difficoltà Pressano che non riesce ad allungare. Serve uno scossone ai padroni di casa che restano inchiodati per 5’ senza segnare sul 20-18, poi mettono il piede sull’acceleratore. È Simone Bolognani a trascinare la squadra in attacco: con le parate di Sampaolo il ritmo di Pressano si alza vertiginosamente e la squadra di Dumnic segna in seconda e terza fase, piazzando il break decisivo nell’ultimo quarto d’ora di gioco. Con un parziale netto di 5-1 i locali schizzano sul 25-19 che di fatto segna la contesa a 8’ dal termine. Negli ultimi minuti di gara lavora bene anche la difesa di casa che non lascia speranze agli avversari e permette alla fase offensiva di prendere ossigeno: finisce così 27-20 con tutti i giovani schierati in campo da Dumnic. Ora Pressano si è sbloccato ma deve confermarsi: in vista c’è la partita domenicale in diretta Sportitalia contro il Siena al PalaEstra, una cornice memorabile che dovrà caricare la truppa trentina, chiamata a cogliere altri due punti per risollevare definitivamente un campionato partito col piede storto.

Pressano – Fondi 27-20 (p.t. 13-11)

Pressano: Facchinelli, Dallago 2, Chistè, Bolognani 9, Dedovic 5, D’Antino 2, Di Maggio 5, Mazzucchi, Walcher, Giongo, Sampaolo 1, Alessandrini 1, Argentin, Folgheraiter, Moser N. 2. All. Dumnic

Fondi: Nardin 1, Crosara, Leal 6, Iballi 3, Dall’Aglio 2, Pola 2, D’Ettorre, Mangiocca, Rosso 3, Soliani, Travar 1, Conte 2. All. De Santis

Arbitri: Regalia-Greco

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Pressano obbligato a vincere al Palavis contro il Fondi

Terzo atto stagionale in vista per la Pallamano Pressano CR Lavis che tornerà questa sera (ore 19.00) al Palavis per affrontare l’HC Banca Popolare di Fondi. Partita delicatissima quella a cui vanno incontro i ragazzi guidati da Branko Dumnic, ancora a secco dopo due giornate, considerate le sconfitte sofferte in avvio ad opera di Bolzano e Cassano Magnago. Zero punti in classifica così come Bologna e penultima casella occupata dal team trentino che ha tutta l’intenzione e pressoché l’obbligo di portare a casa i due punti nel match odierno. Una situazione quindi non delle più semplici, con la squadra giallonera che ha mostrato di avere ancora alcuni deficit da colmare: soprattutto in fase offensiva, la squadra di Pressano deve ancora assimilare il nuovo gioco ma dovrà occuparsene in fretta, perché i gialloneri sono letteralmente chiamati alla vittoria nella seconda apparizione davanti al pubblico del Palavis, deluso dall’esordio funesto di due settimane fa contro Bolzano. Alla prestazione contro i biancorossi ha fatto eco l’incontro più che opaco contro Cassano Magnago: obbligatorio invertire la tendenza, ma di fronte a Giongo e compagni ci sarà una squadra solida e compatta, fra le più attive sul mercato durante l’estate. Fondi, piazza fra le più storiche nel panorama nazionale, non parte con ambizioni da titolo ma ha sicuramente le carte in regola per cogliere importanti risultati ovunque. Con gli acquisti del fuoriclasse Andrè Leal dal Fasano e lo straniero Travar, Fondi ha sistemato una rosa già di qualità: l’avvio stagionale non è stato dei migliori nemmeno per la formazione guidata da Giacinto De Santis che ha colto un pareggio a Siena nel match d’esordio per poi vedersi sconfitta in casa con una rete all’ultimo secondo da parte del Cingoli. Il team fondano verrà al Palavis in cerca di certezze ma troverà di fronte un Pressano deciso a non concedere più nulla. Fischio d’inizio alle ore 19.00 affidato alla coppia Regalia-Greco; live streaming dell’incontro su Pallamano.TV, sul sito federale FIGH e sulla pagina Facebook della Pallamano Pressano.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Ancora uno stop per Pressano: a Cassano non si passa

Resta ancora a quota zero la casella in classifica della Pallamano Pressano CR Lavis che esce battuta dal PalaTacca di Cassano Magnago. Prestazione simile a quella offerta domenica scorsa contro Bolzano, quella messa in campo dai gialloneri che hanno faticato in ogni fondamentale. Mai in vantaggio per tutto il Match, gli uomini di Dumnic hanno ceduto il passo nella ripresa dove un Cassano abile è riuscito a punire la difesa giallonera. Nel match avvio sostanzialmente equilibrato ma Pressano parte subito sbavando in attacco con qualche tiro sbagliato di troppo e 3 palloni persi; dall’altra parte Cassano non riesce a fare molto meglio ma conduce nel punteggio grazie alle reti di Milanovic, top scorer dell’incontro. Dal 5-5 dopo 17′ i padroni di casa prendono in mano la situazione e firmano il primo break dell’incontro passando a condurre sull’8-5.  Soltanto negli ultimi minuti del primo tempo i gialloneri si scuotono e chiudono la prima frazione sotto 9-8. Nella ripresa l’atteso cambio di registro non arriva e Cassano comincia a macinare gioco: Pressano continua a peccare in fase offensiva e quando anche le maglie della difesa si allargano, La Mendola e compagni vanno a nozze, aumentando il divario vertiginosamente. Due contropiede in rapida successione di Bassanese portano i locali sul 21-14, massimo vantaggio del match. Un gap importante che scuote i gialloneri, troppo tardi: Giongo e Bolognani spingono in fase offensiva e Pressano rosicchia qualche rete ma fallisce il -3 a 5′ dal termine e per la squadra di Kolec è facile gestire il punteggio nel finale, conducendo in porto la seconda vittoria in due gare a cui fa eco la seconda sconfitta in altrettanti incontri di un Pressano alle corde, in fondo alla classifica e chiamato ad un pronto riscatto sabato quando al Palavis arriverà la compagine laziale del Fondi. Occorre un pronto cambio di rotta sotto tutti gli aspetti per cercare di inseguire gli obiettivi stagionali che, alla luce di queste due gare, Pressano potrà centrare solo con una netta inversione di tendenza.

Cassano Magnago – Pressano 29-26 (p.t. 9-8)

Cassano Magnago: Scisci 1, Ilic, Fantinato 1, Moretti 3, Monciardini, Bassanese 4, Gallazzi Dimitri 1, Gallazzi Denys, Serraglia 1, Cenci, Possamai 1, Dorio, Bortoli 6, Milanovic 9, La Mendola 2. Allenatore: Kolec

Pressano: Facchinelli, Dallago 3, Chistè, Bolognani 4, D’Antino 2, Di Maggio 3, Fadanelli, Giongo 8, Sampaolo, Alessandrini 1, Argentin, Folgheraiter 2, Moser N., Dedovic 3. Allenatore: Dumnic

Arbitri: Cardone-Cardone

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano alla prova nell’ostico PalaTacca di Cassano Magnago

La seconda giornata d’andata in Serie A1 presenta subito alla Pallamano Pressano CR Lavis un banco di prova importante. Dopo la netta sconfitta all’esordio contro Bolzano, passato al Palavis con grande autorità, i gialloneri di mister Branko Dumnic sono chiamati alla reazione immediata. Sulla strada dei trentini c’è la trasferta a Cassano Magnago, fra le note più positive della prima giornata (i lombardi hanno vinto nettamente a Cingoli 24-32). Match insidioso per la truppa giallonera che scenderà in campo al PalaTacca dove non ha mai avuto vita facile nonostante le due vittorie nelle ultime due apparizioni. Capitan Giongo e compagni sono pronti a dimostrare il loro valore: all’esordio gli innumerevoli errori offensivi ed una giornata complessivamente negativa hanno spianato la strada verso la sconfitta; questa volta occorrerà cambiare decisamente pagina soprattutto nelle statistiche d’attacco per cercare di cogliere i primi due punti stagionali che, considerato l’impegno in trasferta e l’equilibrio del campionato, varrebbero doppio. Di fronte ai gialloneri, al completo per l’occasione, ci sarà un Cassano Magnago compatto e pieno di fiducia dopo l’esordio vittorioso a Cingoli: con consapevolezza dei propri mezzi, gli uomini di Davide Kolec vogliono dimostrare il buono stato di forma anche nella prima apparizione davanti al pubblico amico del “Tacca”. Trascinati dalla coppia di portieri di grande qualità e dal bomber Alessio Moretti, tornato in amaranto dopo quasi 2 anni a Bolzano, il team cassanese fa leva sul gruppo di giovani nazionali che completano l’ossatura della squadra. Una compagine determinata a non lasciare nulla per strada. Servirà quindi una prova d’orgoglio alla Pallamano Pressano, necessaria in questo momento: fischio d’inizio fissato alle 20.30 in quel di Cassano Magnago, arbitrano i fratelli Cardone. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, esordio da dimenticare: Bolzano domina al Palavis

Si apre col segno meno la Serie A1 2018/2019 della Pallamano Pressano CR Lavis che cade schiantata fra le mura amiche del Palavis dai biancorossi del Loacker Bolzano. Una sconfitta senza appello quella in cui è incappata la formazione trentina, insufficiente in tutti i fondamentali. Se si considera che l’avversario rispondeva al nome di Bolzano, fra le favorite per lo Scudetto, il bilancio è presto fatto: bolzanini sempre avanti dal primo all’ultimo minuto, spumeggianti per larghi tratti ed abili a sfruttare la lunga serie di errori gialloneri soprattutto offensivi. Anche 12 sono state le reti di divario fra le due squadre a testimoniare il dominio bolzanino al Palavis; Pressano ha sfiorato la peggior sconfitta casalinga delle ultime 9 stagioni e solo con un ultimo spicchio di gara d’orgoglio la partita si è chiusa sul 21-26 con 5 reti di divario che hanno reso meno amara la battuta d’arresto. Una disdetta, soprattutto per la prestazione davanti al pubblico amico giallonero, accorso in gran numero per l’esordio stagionale. In avvio solo i primi minuti sono in equilibrio: un gol di Gaeta apre le marcature e poco dopo Bolzano raddoppia ma Pressano trova le misure ed impatta sul 2-2. È l’ultimo punteggio utile del match, perché col passare dei minuti i gialloneri restano imbrigliati nelle maglie della difesa bolzanina: attacco nullo con 16 tiri sbagliati e numerose palle perse sono solo due statistiche di una prima frazione funesta. Pressano non riesce a trovare una soluzione di fronte anche ad un Volarevic fenomenale fra i pali biancorossi, autore in prima linea della gara altoatesina. A turno poi, sfruttando anche la rimessa veloce e la seconda fase, gli assi bolzanini bucano Sampaolo con continuità. Pressano perde così fiducia, sbaglia continuamente tiri in serie e Bolzano ne approfitta schizzando nel punteggio e lasciando a bocca asciutta i gialloneri: 5-14 dopo 30′, minor numero di reti siglate in un tempo da Pressano da tempo immemore. Provati, i ragazzi di Pressano rientrano negli spogliatoi in cerca di una soluzione ed approcciano con più grinta il secondo tempo. Nella ripresa infatti gialloneri provano a reagire ma Bolzano non concede spazio a rimonte: i biancorossi controllano, abbassano i ritmi ed i padroni di casa sprofondano fin sul 12-24. Punteggio pesantissimo che fa scattare la reazione d’orgoglio giallonera: nella seconda metà della ripresa infatti D’Antino e compagni alzano la testa, migliorano nettamente la prestazione offensiva e cominciano ad esprimere un buon gioco, rosicchiando parecchio terreno agli avversari fin sul 21-26 finale che non cancella comunque la prestazione da dimenticare. Sconsolato il commento di mister Branko Dumnic a fine gara:”Oggi (ieri per chi legge, ndr) è andato tutto male. Abbiamo giocato una partita non degna della nostra squadra: le difficoltà sono emerse subito, soprattutto nel primo tempo e particolarmente in attacco. Con sedici tiri puliti sbagliati in 30′ e trentatré conclusioni fallite nell’arco della gara non puoi vincere nemmeno contro un’Under 17 – tuona il mister – In fase difensiva non possiamo dire di aver assunto un comportamento positivo: troppe reti concesse al pivot ed ai terzini, che sappiamo bene essere specialmente pericolosi fra le file del Bolzano. Ora dobbiamo solo analizzare la partita, osservare i nostri errori e cambiare pagina perché fra 6 giorni c’è la seconda giornata su un campo difficile come quello di Cassano Magnago. Non possiamo concederci prestazioni così, anche se sappiamo che Bolzano è una delle primissime della classe, con un potenziale di grandissimo livello.”

 

Serie A1 – Prima giornata d’andata

Pressano – Bolzano 21-26 (p.t. 5-14)

Pressano: Facchinelli, Dallago 4, Chistè, Moser M., Bolognani 1, D’Antino 3, Di Maggio 4, Fadanelli, Walcher, Giongo 4, Sampaolo, Alessandrini, Argentin, Folgheraiter 2, Moser N., Dedovic 3. All. Dumnic

Bolzano: Brzic 1, Gaeta 4, Innerebner 2, Kammerer, Pircher M. 1, Sonnerer 6, Turkovic 4, Arcieri 2, Mathà, Bertagnolli, Pircher P., Singer, Viehwieder, Gojani, Volarevic, Halilkovic 6. All. Dvorsek

Arbitri: Cosenza – Schiavone

 

 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano all’esordio stagionale: al Palavis è big match contro Bolzano

Comincia dal Palavis l’avventura 2018/2019 della Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis-Mezzocorona-Valle di Cembra. I gialloneri sono pronti all’esordio nel campionato di Serie A1 che sta osservando nel weekend la prima giornata d’andata. Grande battaglia quella che si preannuncia nel nuovo girone unico a 14 squadre, tutte attrezzate per competere verso il tricolore. Particolarmente speciale sarà il primo approccio della Pallamano Pressano che sfiderà sul campo amico i biancorossi dell’SSV Bozen, storica avversaria degli ultimi anni nel Girone A: un piatto forte a dir poco, servito in diretta televisiva – la prima dell’anno – inserita alla domenica pomeriggio su SportItalia TV. I presupposti per un pomeriggio di pallamano di altissimo livello ci sono quindi tutti, ora starà al campo dare il responso definitivo riguardo allo stato di forma delle due squadre. Da una parte i gialloneri guidati in panchina anche quest’anno da Branko Dumnic vogliono mostrare da subito carattere e determinazione, per di più di fronte al popolo giallonero del Palavis. Dall’altro lato del campo un Bolzano dai tanti volti nuovi vuole tornare, dopo una stagione deludente, a dettar legge nel massimo campionato. Sul campo quindi tanti interrogativi e tanta voglia di cominciare dopo un lungo periodo di preparazione che, fra amichevoli ed allenamenti, ha dato ottime impressioni. Sul banco di prova anche i nuovi acquisti, da una e dall’altra parte del campo: in casa Pressano sarà la prima ufficiale sia per Dinko Dedovic che per Andrea Argentin, innesti gialloneri dell’estate che puntano a rinforzare la rosa storica autrice delle imprese degli ultimi anni. Al completo, capitan Giongo e compagni sono pronti per affrontare un esordio dall’elevato coefficiente di difficoltà ma al contempo più che stimolante. L’ottavo uomo del Palavis dovrà fare poi la voce grossa: in un campionato affascinante ed equilibrato come quello che si profila, il pubblico giallonero saprà dare il proprio apporto alla squadra. Proprio al pubblico si rivolge capitan Alessio Giongo:”Affronteremo subito una partita dura, contro una delle squadre storicamente fra le grandi favorite. Sarà bello giocare un derby regionale alla prima giornata: un’occasione per cercare di cominciare la stagione attirando pubblico ed interesse su di noi. Avremo il prestigio della diretta televisiva, sarà la ciliegina sulla torta per un pomeriggio di pallamano che tutti attendiamo da mesi. Siamo sicuri di farci trovare pronti per l’appuntamento: dovremo da subito giocare ai nostri migliori livelli, limitando al massimo qualsiasi errore. Il campionato che si profila non lascia spazio alle lacune: ogni partita sarà una battaglia fino all’ultimo secondo a partire da questo esordio contro il Bolzano. Vogliamo fare del nostro meglio per regalare subito una gioia ai nostri tifosi.” Fischio d’inizio per la stagione giallonera fissato alle 17.15, arbitrano l’incontro i sig. Cosenza e Schiavone.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra