Pressano ospita il Trieste e chiude il 2018 della Serie A1

Ultimo turno di campionato del 2018 di grande livello per la Pallamano Pressano CR Lavis che dopo due trasferte torna a calcare il parquet del Palavis per affrontare la Pallamano Trieste nella penultima giornata d’andata. Impegno ostico per i gialloneri che hanno vissuto negli ultimi giorni la prima settimana di regolare allenamento nell’ultimo mese, dove fra gare infrasettimanali e trasferte non c’è stata pausa alcuna. In palio fra Pressano e Trieste ci sono due punti decisamente pesanti: i padroni di casa capitanati da Giongo, in fase di recupero, puntano al bottino pieno per mantenere imbattuto il Palavis (5 vittorie nelle ultime 5 gare) e per restare nelle posizioni di vertice in classifica, ampliando ulteriormente lo strappo dal quinto posto in giù. Una piccola ma importante fetta di PlayOff quindi passa per questo big match della dodicesima giornata: di fronte ai trentini di Dumnic ci sarà un Trieste fra le grandi rivelazioni della stagioni. Partiti in maniera eccezionale, gli alabardati hanno ceduto le posizioni di vertice solo nell’ultimo mese a causa di qualche infortunio: recuperata tutta la squadra, fra cui il bomber Lekovic, Trieste arriva a Lavis con l’intento di riscattare la graduatoria e dare continuità al successo ottenuto sabato scorso contro Siena. Dal canto suo Pressano ha saputo mostrare gli artigli a Bressanone una settimana fa, espugnando il campo altoatesino con una prova di grande carattere. Lo stesso che servirà questa sera per cercare di chiudere al meglio il 2018 di campionato, concentrandosi poi sulla Supercoppa italiana in programma a Salerno domenica prossima 23 dicembre. Fischio d’inizio affidato alla coppia pugliese internazionale di spicco nel panorama arbitrale italiano composta dai sig. Simone e Monitillo; fuoco alle polveri fissato per le ore 19.00.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Annunci

Nazionale U17: Fadanelli, Sontacchi e Walcher convocati in azzurro

Tornano a tingersi di azzurro le selezioni giovanili giallonere: lo staff tecnico federale ha infatti diramato nella giornata di giovedì le convocazioni per la nazionale Under 17, impegnata ad inizio gennaio. Sono ben tre i convocati della Pallamano Pressano che vestiranno la maglia azzurra: si tratta del classe 2002 Nicola Fadanelli, già nel giro della nazionale dallo scorso anno, e degli altri due atleti Under 17 Jonas Walcher (2002) e Gabriele Sontacchi (2003), entrambi alla prima esperienza in nazionale. Un ritorno in azzurro massiccio dunque per le file giallonere che testimoniano ulteriormente la qualità del lavoro svolto: per Jonas Walcher, arrivato la passata stagione dal Bolzano, una grande soddisfazione ed un percorso di crescita veloce così come è stato celere il miglioramento di Gabriele Sontacchi, classe 2003 inserito alle finali nazionali U17 lo scorso anno ed in questa stagione apparso due volte anche in Serie A1 con la prima squadra. I tre gialloneri, assieme a tutti i compagni azzurrini, affronteranno un torneo di allenamento a Paese (TV) dal 2 al 5 gennaio prossimi. Sarà occasione per lo staff tecnico federale per valutare nuovi atleti e sperimentare un nuovo gruppo nel quale la delegazione giallonera sarà la più numerosa.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pronta reazione, Pressano espugna Bressanone 21-23

Con una reazione encomiabile la Pallamano Pressano CR Lavis rialza prontamente la testa e vince in casa del Bressanone, cogliendo una fondamentale vittoria in ottica classifica. Delicatissimo l’impegno a cui andavano incontro i gialloneri, reduci dalla sconfitta di Gaeta e dall’acciacco a capitan Giongo. Nonostante la pressione, Pressano ha mostrato tutto il proprio carattere, portando a casa un delizioso 21-23 che vale l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia in programma a Trieste ad inizio marzo. In avvio di partita si vede tutta la voglia di riscatto giallonera: una difesa suprema annulla gli attacchi avversari. Sono tredici i tentativi falliti dal Brixen che dopo 14’ si ritrova sotto 0-5, frutto anche di un attacco non impeccabile sulla sponda trentina. È la molla che fa scattare la determinazione in casa Pressano: senza Giongo e Bolognani i ragazzi di Dumnic scaricano sul campo tutta la grinta possibile e riescono a mantenere un vantaggio considerevole, nonostante la reazione brissinense capace di ridurre a due reti il divario. A fine primo tempo i gialloneri sono bravi a stringere i denti e con un gol di Alessandrini allo scadere ristabiliscono il +4 sul 7-11. Miglior prestazione difensiva stagionale nel primo tempo e ripresa che comincia con Bressanone deciso a giocare il tutto per tutto: Nenadic, in ombra nella prima frazione, comincia a martellare ma Pressano tiene bene con alcune soluzioni offensive fin sull’11-15 del minuto 9. Qui i gialloneri hanno il primo pallone del +5 in tutta la partita ma il “braccino” li coglie alla sprovvista: Brixen cambia portiere, inserendo Wierer che para due rigori del possibile +5 a Pressano ed i padroni di casa nel frastuono del Palasport si scatenano. Tre inferiorità numeriche patite dai gialloneri, disuniti in difesa, garantiscono il 4-0 ai locali che pareggiano sul 15-15. Tutto da rifare per Dallago e compagni che nonostante la buona prestazione si trovano sul punteggio di parità: qui ancora una volta il carattere dei trentini emerge ed un ottimo Dedovic trascina la squadra sul 15-18. Lo strappo però non è ancora decisivo perché a 5’ dal termine in inferiorità numerica Bressanone impatta sul 20-20 e sembra poter girare la gara. Qui però sale in cattedra Sampaolo che nega il 21-20 a Basic e chiude la porta fino alla fine, garantendo ossigeno all’attacco ospite abile a ritornare avanti nello score con Dallago e gestire fino al 21-23 finale.

Bressanone – Pressano 21-23 (p.t. 7-11)

Bressanone: Pfattner, Mischi, Nenadic 6, Crespo 4, Castro 7, Dorfmann, Wieland, Wierer, Ranalter, Basic 2, Mitterrutzner C., Mitterrutzner W., Sader 2, Coppola, Schatzer, Brugger. All. Kramer

Pressano: Facchinelli, Dallago 6, Chistè, Moser M., Bolognani, Dedovic 6, D’Antino 4, Di Maggio, Sontacchi, Fadanelli, Giongo, Sampaolo, Alessandrini 2, Argentin 2, Folgheraiter 2, Moser N. All. Dumnic

Arbitri: Corioni-Falvo

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano di scena a Bressanone: serve lo scatto d’orgoglio

Interrotta la striscia positiva lunga oltre 2 mesi, la Pallamano Pressano CR Lavis si appresta ad affrontare il penultimo appuntamento di Serie A1 del 2018. Nel bel mezzo di un periodo ricchissimo di impegni, mediamente ogni 3 giorni, i gialloneri saranno chiamati al compito più difficile: alzare la testa dopo la tegola di Gaeta e presentarsi sul campo del Bressanone per reagire all’inaspettato stop esterno. Un’altra gara fuori casa dunque attende la truppa di Dumnic che più che mai ha bisogno di punti per restare nelle parti alte della classifica, sia in ottica zona PlayOff che soprattutto in vista della Final8 di Coppa Italia dedicata alle prime otto classificate. Con una vittoria infatti i gialloneri si assicurerebbero il pass per la kermesse in programma a Trieste dall’1 al 3 marzo di cui sono i detentori. Sul campo brissinese tuttavia non sarà facile il compito per Sampaolo e compagni, chiamati ad una reazione in tutti i sensi. Servirà innanzitutto una difesa totalmente diversa rispetto a quella presentata mercoledì, sommata ad un attacco che dovrà fare gli straordinari per superare l’arcigna e possente retroguardia degli uomini di Kramer. Sicuramente sarà un derby regionale appassionante e divertente, con Bressanone che deve trovare la vittoria casalinga per non rischiare di scivolare nella seconda metà della classifica. Squadre in campo al PalaSport del Laghetto di Bressanone alle ore 19.00 per una gara decisamente pesante ai fini della graduatoria: arbitrano i sig. Corioni e Falvo, diretta streaming su Pallamano TV. 

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

La Carburex Gaeta interrompe la striscia positiva di Pressano: 30-27

Mfoods Carburex Gaeta – Pressano 30-27 (p.t. 14-15)

Gaeta: Scavone, Maggiacomo, Amendolagine, Di Giulio 10, Cascone, Ponticella 2, Uttaro, Marino 1, La Monica, Miceli, Lombardi 3, Amato 5, Mougits 6, Antonio 3. All. Onelli

Pressano: Facchinelli, Dallago 2, Bolognani 3, D’Antino 6, Di Maggio 5, Giongo 2, Sampaolo, Alessandrini 2, Argentin, Folgheraiter, Moser N., Dedovic 7. All. Dumnic

Arbitri: Nicolella-Rispoli

Si interrompe in terra pontina la striscia positiva della Pallamano Pressano CR Lavis che incappa in un’opaca sconfitta esterna. Nel recupero infrasettimanale della nona giornata in quel di Fondi, i gialloneri di Dumnic hanno affrontato la formazione pontina del Gaeta, cedendo il passo col punteggio di 30-27 al termine di una gara ampiamente combattuta. Una sconfitta che per Pressano significa fallire l’aggancio al secondo posto in classifica: un obiettivo ghiotto che tuttavia in un campionato incerto ed equilibrato come quello in corso, non è arrivato. A festeggiare sono infatti gli uomini di Onelli che ritrovano punti e sorriso dopo un novembre non del tutto positivo: per Pressano troppi errori in fase difensiva hanno fatto la differenza, con trenta reti subite che risultano nettamente oltre la media stagionale. Avvio di gara tutto sommato positivo per gli ospiti trentini che mettono il naso avanti, sfruttando gli errori offensivi gaetani: non manca qualche lacuna in attacco ma Pressano conduce sempre, eccezion fatta sul 7-7. Nonostante una buona vena offensiva, i gialloneri patiscono la vena di Di Giulio (10 reti a fine gara) e Gaeta resta agganciato nel punteggio, mai sotto più di 3 reti. Il primo tempo finisce così 14-15 con Pressano che deve fare a meno di capitan Giongo, uscito per infortunio. Una situazione non idilliaca per i gialloneri che nella ripresa retano comunque avanti ma al 10’ subiscono un break fatale: fallito l’attacco del +4, Gaeta infila un 3-0 che ribalta tutto e si proietta addirittura in avanti sul 21-19. Immediato il timeout di Dumnic che però non sortisce molti effetti: Pressano comincia a sbavare in difesa così come in attacco e la gara avanza equilibrata fino agli ultimi minuti, dove solo i dettagli decidono il match. I gialloneri sciupano davvero troppo, due contropiede e due tiri dai sei metri condannano la squadra trentina, che dal 27-27 subisce un parziale finale di 3-0. Bottino vuoto dunque ma quarto posto in classifica mantenuto per i gialloneri che ora dovranno affrontare un altro pesante banco di prova: sabato c’è la trasferta di Bressanone.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Pressano, mercoledì di trasferta: contro Gaeta a caccia del secondo posto

Ultimo recupero infrasettimanale in programma per la Pallamano Pressano CR Lavis che scenderà a Fondi, in provincia di Latina, per affrontare la MFoods Carburex Gaeta nel recupero della nona giornata d’andata in Regular Season. Si tratterà dell’ultimo “fuori programma” del 2018, ovvero l’ultimo match infrasettimanale dopo una lunga serie di partite; i gialloneri stanno proseguendo infatti in un vero e proprio tour de force cominciato lo scorso 7 novembre. Fino ad oggi il bilancio può dirsi ampiamente positivo: con la bella esperienza slovacca e 4 vittorie su 4 in campionato, il novembre di Pressano è stato più che roseo. Ora però la squadra di Dumnic non può abbassare la guardia: nella splendida cornice del Palasport di Fondi, c’è in programma una delle trasferte più insidiose contro il Gaeta, “ospite” del palasport fondano per l’indisponibilità delle strutture gaetane. Viaggio infrasettimanale che non deve sparigliare le carte in casa Pressano: alla bella vittoria con Fasano ha fatto eco un rischiosissimo match vinto all’ultimo respiro con Merano sabato scorso. Alti e bassi che non danno certezze alla formazione trentina, attualmente quarta in classifica ma con un grande obiettivo di fronte: vincendo a Fondi infatti la squadra giallonera balzerebbe al secondo posto in classifica. Si tratterebbe dell’ottavo risultato utile consecutivo, con la striscia di vittorie che si trova a quota 5 dallo scorso 6 ottobre. Un trend che quindi sorride ai colori gialloneri ma occorrerà tutta la concentrazione del caso per fermare le iniziative di un Gaeta molto variegato e quantomai pericoloso. Con i vari Lombardi, Antonio ed Amato, assieme al giovane asso mancino Di Giulio, il team gaetano guidato da Salvatore Onelli è determinato ad interrompere la corsa trentina. Orario insolito per il match, posto alle ore 15.00 del pomeriggio: un appuntamento particolarmente diverso dal solito che potrebbe mescolare le carte in tavola in ogni senso. Fischio d’inizio a Fondi affidato alla coppia siciliana Nicolella-Rispoli, diretta streaming su Pallamano TV.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Rimonta da batticuore: Pressano supera di misura il Merano

Pressano – Merano 24-23 (p.t. 9-13)

Pressano: Facchinelli, Dallago 1, Chistè, Moser M. 1, Bolognani 3, Dedovic 3, D’Antino 9, Di Maggio 2, Sontacchi, Fadanelli, Giongo 3, Sampaolo, Alessandrini, Argentin 1, Folgheraiter 1, Moser N. All. Dumnic

Merano: Prantner 3, Sljepcevic, Gufler 2, Suhonjic 6, Brantsch, Raffl, Starcevic 4, Freund, Martinati, Rottensteiner, Glisic, Trojer Hofer 2, Stricker La., Stricker A. 1, Stricker Lu. 5, Campestrini. All. Gagovic

Arbitri: Carrino-Pellegrino

Pazza rimonta della Pallamano Pressano CR Lavis che con un rocambolesco finale di partita supera i Diavoli Neri del Merano al Palavis col punteggio di 24-23. Una vera follia la partita giocata dai gialloneri, sotto anche di 6 reti e quasi condannati alla brutale sconfitta casalinga: ma Pressano ha cuore, ha grinta e nell’ultimo spicchio di match proprio questi ingredienti hanno fatto la differenza. Una gara che sembrava ormai compromessa, una sconfitta che avrebbe bruciato in casa dopo la grande prestazione offerta contro Fasano: nulla di tutto questo, i gialloneri hanno saputo ribaltare tutto e proprio all’ultimo minuto il primo vantaggio del match ha regalato il successo liberatorio ai padroni di casa. Avvio di gara difficoltoso per Pressano che mette il naso avanti sull’1-0 ma solo per pochi secondi: è un Merano in grande forma infatti a prendere in mano le redini del match. Grazie ad un Suhonjic in grande spolvero ed alle parate di Raffl (13 nel solo primo tempo), gli ospiti meranesi dimostrano ben presto di non meritare la posizione in classifica e bucano un Pressano molle, spento e sorpreso. La forbice va aumentando fra i due sette in campo: i padroni di casa non riescono a trovare il filo del discorso in attacco ed in difesa concedono troppo ai tiratori altoatesini. Merano va così a condurre anche di 4 reti e potrebbe andare anche oltre ma dal lato trentino c’è un D’Antino che non molla un centimetro e tiene a galla i suoi in attacco. Nella ripresa le cose non solo non cambiano, bensì peggiorano. Merano continua a difendere con grande abilità ed in attacco si sveglia Stricker, abile a bucare Sampaolo in diverse occasioni. I gialloneri sembrano cedere sul 10-16 ma ancora D’Antino suona la carica e con qualche contropiede i locali si riportano sotto 14-16. Sembra il momento di girare la partita ma Merano non ci sta, continua a difendere bene sostenuto da un grande Raffl e torna avanti di 5 reti sul 17-22. I minuti passano e Pressano si sente quasi condannato: le partite tuttavia non finiscono fino alla seconda sirena ed a stravolgere il povero attacco di casa ci pensa capitan Giongo. Ai box da 3 settimane, il 34enne di casa entra in campo con determinazione, scuote la difesa e pesca tre perle in attacco che riportano sotto i gialloneri fino al ribaltone sul 24-23 firmato Dedovic a 40” dal termine. È il gol partita, è festa giallonera.

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra